La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« La lingua di Dante | Principale | Come farsi espellere dall'Italia a colpo sicuro »

30/08/06

Commenti

montgolfier

Sono parole molto belle e le condivido. Non sono credente, penso che il nostro compito sia fare il massimo per coltivare le nostre sane passioni, come ho scritto in un post di recente.

L'unica cosa che mi viene da aggiungere è che nelle riflessioni contenute nei testi sacri non c'è solo negatività.

Forse, invece di farli diventare la parte per il tutto, dovremmo considerarli una parte della soluzione.

Ciao

fia

E io invece sono credente per cui , dragor , lo sai già , non sono d'accordo con te, ma ti sono affezionata lo stesso perchè dici le tue idee senza aggredire nessuno! Nel tuo post c'è, secondo il mio parere,
troppo sviluppo edonistico e poca introspezione , io mi sento molto portata alla contemplazione , mi viene naturale ringraziare Dio per le bellezze del Creato , non riuscirei a vivere pensando solo a consumare , serve solo a riempire il vuoto dentro di noi , che , comunque ,resta .

Guizzo

Caro dragor, ho provato diverse volte a mettere per iscritto la mia percezione del mondo ma mi sono sempre perso. Stamperò questo post e lo farò diventare la mia nuova Bibbia. E' esattamente così.

Guizzo

L'assenza di commenti a questo post mi spiazza.

Tesea

"L'arte di dissolversi nello spazio-tempo"..."uscire dai confini dell'io e riunirsi all'universo"...: concetti già sentiti, legati a uno stato di grazia -più o meno momentaneo - con se stessi e il creato prossimo al nirvana, che ti lascia però senza certezze appaganti sul fenomenno 'fine della vita'.
..."Percezione creativa": nuova sintesi oppio-metadone proposta da un nuovo profeta (uno dei tanti...).
TESEA

dragor

Caro Monty, nel Corano e nel Vangelo, che raccolgono le prediche rispettivamente di Maometto e Gesu, (due tizi che non facevano altro che tirare acqua al loro mulino), non vedo molto di positivo. In compenso nella Bibbia, una raccolta di testi che si estende su vari secoli, c'è tutto e il contrario di tutto. Ognuno puo' leggerci quello che vuole. E' come il dizionario.
dragor (journal intime)

dragor

Cara Fia, se ti piace la contemplazione, dovresti apprezzare la percezione creativa, che è il mioglior modo di contemplare. Come fai a dire che non c'è introspezione quando il post invita proprio all'introspezione?
Grazie, ciao :)
dragor (journal intime)

fia

Sì dragor hai ragione , ma mi è sembrato che tu predicassi l'introspezione slegata dalla religione.

cate

Condivido pienamente quello che hai scritto Dragor, complimenti un post che mi ha colpita molto! Io, come sai, ho vissuto un'esperienza di pre-morte, ma è più probabile che fosse il mio cervello in carenza d'ossigeno che "elaborava" qualcosa di sentito dire chissà quando e chissà da chi... Io ho scritto comunque quello che ho provato veramente, o comunque quello che credo di aver provato...
;) Cate

fia

Care , dove hai scritto quello che hai provato che lo vado a leggere ?

fia

Volevo dire Cate.

dragor

Cara Tesea, non venirmi a dire che le certezze appaganti te le danno gli imam e i preti.A parte il fatto che si puo' benissimo vivere senza certezze e accontentarsi delle domande, che sono molto più appaganti.
Se parli di sintesi oppio-metadone per la percezione creativa, tratti da drogati Leonardo, Bach, Picasso, Verlaine, Cervantes e tutti gli altri artisti in un colpo solo. Infatti non c'è produzione creativa senza percezione creativa.
Ciao
dragor (journal intime)

dragor

Caro Guizzo,
se tutti facessero come te... :))
dragor (journal intime)

dragor

Caro Guizzo,
hai proprio ragione, tutto sommato è meglio il bar del cazzeggio :))))
dragor (journal intime)

dragor

Cara Cate,
anche una carenza di ossigeno puo' provocare delle associazioni mentali svincolate dagli schemi, quindi creative. Come sai, c'è molta gente che si strangola proprio per cercare questo tipo di emozioni NON STO ASSOLUTAMENTE CONSIGLIANDO DI PROVARE.
La tua descrizione è eccellente e memorabile, forse il clou di tutto quello che hai scritto. Se non ti manifesti, daro' io stesso il link a Fia che vorrebbe leggere il tuo post.
dragor (journal intime)

dragor

Cara Fia,
proprio cosi', predico l'introspezione svincolata dalla religione. Vale a dire, la vera introspezione.
dragor (journal intime)

Giac

Dragor caro che ancora non hai detto che cosa pensi dell'idea di negare il dogma per cui il blogger non c'entra con la carta, Dragor caro, tu che sai 389 lingue - come dice Mont - e 689 dialetti e susciti tutta la mia invidia essendo io negato per tutto ciò che non è italiano o piemontese (ma mi fermo alle varie forme del cuneese, astigiano, un po' di mandrogno, torinese, più su non garantisco), Dragor caro a te chiedo: qual è il plurale di una parola straniera inserita in un discorso in lingua italiana???? Io dico: lo sponsor ha pagato. Devo dire: gli sponsors hanno pagato, oppure gli sponsor hanno pagato? Idem per blogger. Devo avere scritto in maniera molto scorretta in questi due giorni.
Termino come faresti tu:
Un caro saluto
Giac

Filippo

Secondo me, "blogger" e "sponsor". Però non è che c'entri molto, l'hai chiesto a dragor...

dragor

Caro Marco, per quanto mi risulta, in italiano il plurale dei nomi stranieri non prende S. E' una regola editoriale.
A proposito, hai notato che ho raccolto il tuo invito di descrivere un mondo senza religioni? :)
Ciao
dragor (journal intime)

cate

Scusa Fia, arrivo un po' in ritardo, ma son piuttosto presa in questi giorni...se vuoi leggere il mio post "Nata due volte" ecco il link: http://caterpillar.blog.lastampa.it/caterpillar/2006/08/nata_due_volte.html
Fammi sapere che pensi!
Ciao Cate

I commenti per questa nota sono chiusi.