La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Per il petrolio | Principale | Cave Romagnan »

29/09/06

Commenti

fia

Per la caccia sono d'accordo con te ma la Corrida ? Come fai a mettere sullo stesso piano toro e torero ? Il toro parte svantaggiato come la tortorella , e per intelligenza , e per la sveltezza , e per le armi a disposizione. Il toro non sceglie di stare dentro l'arena mentre il torero lo sceglie , è il suo mestiere e ci guadagna. Soldi sporchi di sangue. Quando è il torero a rimetterci , sai che penso ? E ben gli sta !!!!

dragor

Cara Fia, il toro parte avvantaggiato per armi, agilità, sveltezza e corporatura. Il torero usa l'estoque soltanto alla fine dell'ultimo tercio e ha dalla sua parte soltanto l'intelligenza.
E' vero, il toro non sceglie di stare dentro l'arena. Ma dato che i bovini non sono allevati come animali da compagnia ma per finire in tavola come steak, non scelgono nemmeno di finire al mattatoio. E ti assicuro che nel mattatoio muoiono con più sofferenze e meno gloria, a parte il fatto che il toro da corrida è allevato in condizioni mille volte migliori, praticamente allo stato brado nelle immense ganaderias invece che in anguste stalle. Se fossi un toro e potessi scegliere, non avrei dubbi: sceglierei l'arena.
E la fine di un torero nell'arena è sempre più gloriosa della fine di chi muore in un incidente stradale dopo avere rischiato senza nobleza.
Un caro saluto
dragor (journal intime)

irenespagnuolo

Ciao Dragor in fatto di caccia concordo con te.
Ma Gloria giorni fa con un suo post ha spiegato il bello e il buono dei cacciatori e mi ha invitato a gustare la cacciatora di sua mamma...
Lì ho ceduto...cioè non ho cambiato idea però ho sentito un languorino e sai l'acquolina in bocca...
Vabbè d'altra parte pure tu sbafi la selvaggina eh !
Sulla corrida...uhm no, non mi piace Dragor.
Ciao ciao

fia

Caro Dragor, l'intelligenza è un'arma micidiale e viene spessissimo usata per fare il male .L'estoque viene usato all'ultimo è vero, ma viene usato...e non è un'arma ? Povera bestia.....agonizza per un sacco di tempo mentre il torero trionfa.....io lo incornerei.....e sai dove.......???

Tesea

Caro Dragor,
complimenti per il tuo intervento contro la caccia e i cacciatori. Una delle gioie più grandi, all'apertura della caccia, è leggere sui quotidiani il resoconto degli assassini impallinati!!!
La corrida ? E' altrettanto esecrabile: tu dici che nella corrida la preda è l'uomo. Ma chi glielo fa fare a quell'uomo di giocare a fare la preda? Per divertire un pubblico assetato di sangue, si sa, e intascarsi l'incasso dei biglietti.
Avrei stima di un torero se fosse incidentalmente inseguito da un toro, magari mentre cammina in un campo, ma non di uno che va a cercarselo e a 'rompere' a una povera bestia la quale chiederebbe soltanto di starsene tranquilla con le proprie mucche!
E poi non è vero che il torero è disarmato: ha persino gli aiutanti con le espadillas. (Si scrive così?).
Ciao tesea

dragor

Proprio cosi', cara Irene, anch'io mi sbafo la selvaggina. Ma compro quella di allevamento, che dovrebbe essere soppressa con sistemi umanitari. Non potrei mai ucciderla nella natura, oltre a tutto con il rischio di lasciare dei nidi o delle tane in attesa di nutrimento.
A presto
dragor (journal intime)

dragor

Cara Fia, il bello della corrida è proprio questo: l'intelligenza contro la forza bruta. E' una storia antico come il mondo, un archetipo sintetizzato in 20 minuti. Sono i bovini dissanguati secondo il rito musulmano ed ebraico ad agonizzare di più. Una buona estocada uccide il toro in 15 secondi. Se l'estocada è difettosa, ci pensa il descabello (colpo di pugnale dietro le corna perché l'agonia non si prolunghi).
In effetti molti toreri sono stati incornati dove dici tu, per esempio Dominguin.
dragor (journal intime)

dragor

Grazie per i complimenti, cara Tesea. Conosco le espadrillas, che sono le calzature del torero e degli altri membri della cuadrilla. L'unica arma è l'estoque che il torero usa al momento della messa a morte. Per il resto della corrida il torero ha soltanto la capa nel primo tercio e la muleta nel terzo. Le banderillas, nel secondo tercio, non propriamente armi ma strumenti di un gioco di destrezza ed eleganza.
Ciao
dragor (journal intime)

irenespagnuolo

Al blogger party caro Dragor non ci sarà selvaggina...ma passa a confermare !!!!
Ciao ciao

fia

Sì, Dragor , il tuo intervento mi ha fatto tornare alla memoria il caso Dominguin.....chissà come avrà fatto Lucia Bosè........un bacione !

dragor

Si è arrangiata con Ordoñez...
dragor (journal intime)

fia

Quando sono stata in Spagna , mi sono rifiutata di andare a vedere la Corrida, non posso vedere la sofferenza gratuita, avevo paura di sentirmi male.
Anche in Italia....non mi ricordo in quale paese, e non ricordo dove l'ho letto ,ricordo solo che accecano gli asini e li pigliano a bastonate !

pinky

Non mi piace la caccia, l'idea di uccidere un animale.Riguardo la corrida mi piace l'idea letteraria della corrida, l'atmosfera che si percepisce leggendone in un libro. Non mi piace invece il vederla nella realtà. Mi sembra tragica, una scommessa troppo alta per il torero e una sofferenza inutile per il toro che impaurito cerca una via di fuga. E' una contraddizione. Su Hemingway c'è una luce sinistra che non mi aspettavo.
Pinky

Prishilla

D'accordo sia sulla caccia che sul piacere di gustarsi una cacciatora(!)Sul tema corrida invece vi prpongo questa immagine: l'uomo e il toro si fronteggiano nell'arena. Sugli spalti (si chiamano così) centinaia di tori che muggiscono e battono le zampe. Rendo l'idea?
Buona domenica, Prishilla

Prishilla

MM.. riscrivo perchè il mio commento era pieno di errori e l'ho inviato involontariamente (!)

D'accordo sia sulla caccia che sul piacere di gustarsi una cacciatora(!) Sul tema corrida invece vi propongo questa immagine: l'uomo e il toro si fronteggiano nell'arena. Sugli spalti (si chiamano così?) centinaia di tori che muggiscono e battono le zampe. Rendo l'idea?
Buona domenica, Prishilla

Gloria

No comment Dragor.. anzi il mio commento è nel post sulla Caccia scritto tempo fa- Bacetti

dragor

Cara Prishilla, l'immagine non è tantro strana. Il toro ha gli stessi supporter del torero, anche se senza le corna (tranne qualcuno, ovviamente).A volte anche di più. La corrida non è vissuta come una lotta, ma come uno spettacolo in cui conta soprattutto la qualità.
Ciao, a presto
dragor (journal intime)

dragor

Cara Gloria, l'ho scritto apposta per farti arrabbiare... :))
A presto
dragor (journal intime)

Gloria

Ma bravo!!! E non ci sei riuscito però : ))

manuela eugenia

Vi scrivo per esprimermi l'indignazione per l'esistenza della caccia in generale,e anche per le caccia organisate in alquni paesi africani,dove succedono delle cose strazianti con le povere bestie.
Tutte queste violenze provocate dall'uomo agli animali ,alla qualle visione abbiamo ormai accesso anche per l'internet,sono delle vere e proprie violenze morali per tutti noi che siamo delle normali persone ...!
A pensare che mentre noi siamo da qualche parte di questo mondo e ci portiamo avanti ogni uno la propria vita cotidiana che custodiamo con cura e piu delle volte con egoismo per il proprio bene psiccologico;e che da qualche altre parti ci sono delle persone e dei animali che vengono maltratatti perche la loro sofferenza venisse usatta in scopi materiali,non e' comodo per niente,nemmeno in una bella giornata primaverile come questa...!

Non puo' essere consideratto uno sport,il uccidere dei poveri ,indiffesi animali!,tanto per tornare alla caccia!
E' contro ogni forma di degnita' umana e di raggione coerente con la bonta' e la missericordia umana, prenderssi gioco e divertirsi a uccidere l'animale innocente che non vuole altro da noi umani,che essere lasciato in pace a vivere normalmente la sua vita,vedere il sole che compare la mattina e annusare la felicita' dei odori del suo abitat naturale,dove ha anche lui le sue abbitudini giornalieri,i suoi piaceri,dove nasce dei cuccioli e ha queste sue responsabbilita' instintuale dettatte dai misteri della natura madre.... !Perche' intervenire,noi i umani e togliere a loro questo diritto che il Signore li ha dato?Con qualle diritto li facciamo vivere l'inferno dell'adrenalina della morte e dei dolori fisici atroci?!

Il colui che ucide un animale,potrebbe uccidere anche delle persone ,se non fossi la legge penale ad impedierlo.Cambbia soltanto l'ogetto del suo crimine,l'atto essendo lo stesso.
Perche a chi piace ucidere per il semplice piacere sadico di assistere al atto della morte,all'atto che nella sua frustrazione confonde col potere personale,e' capace di ucidere dal principio.O esaudisce cosi un suo ancestrale desiderio,quello di uccidere.
Mi meraviglio che esistono ancora delle persone che si comportanno tutt'oggi come i nostri antenati,antenati che pero' cacciavanno per bisogno, e non per divertimento come i bravi uomini moderni!
E' una vergogna al livello personale comportarssi cosi e tanti cacciatori ,se non la maggior parte, non ricconoscono di fare una viliaccheria del genere,appunto per non essere giudicati male dalla maggior parte della gente,maggioranza che per fortuna non e' d'accordo con divertimenti del genere,cosi come non e' d'accordo con il turismo sessuale,che va avanti nella stessa maniera.

Comunque,i cacciatori sono coloro che hanno delle teribbili disgrazie nella vita,perche esiste la maledizzione dell'animale,quella energia che si chiama lo spirito animale e che lascia il corpo della povera ed impaurita bestia nel momento della sua morte,mandando verso colui che i ha tolto la vita,una negativita' che si porterra' adosso e che lo farra' pagghare prima o poi per questi suoi gratuiti peccati.
Perche esiste una giustizia divina,e niente dell'energia che si alza in etero come il grido di una teribbile sofferenza ed una ingiustizia,non si perde....
Nella natura niente si perde,niente si guadagna,ma tutto si transforma.Cosi come una causa,ha un suo proprio effetto e messe inssime risulta che tutto si paga in questo mondo,al di la' dell'altro mondo.

Amo con tutta me stessa i animali e considero che tutti gli animali devono essere rispetatti, che i' uomo deve considerare la loro degnita' di esseri viventi con dei stessi diritti di vivere liberamente e tranquillamente,nella loro propria legge naturale. Per me sono delle vere violenze morali vedere animali cacciati in qualsiasi modo,per di piu villiaccherie del tipo:animali cacciati e uccisi in dei recinti,o vedere gente che assiste a dei spettacoli macabri nei qualli un brancco di leoni uccidono in un recinto e poi si mangiano delle povere ,disperatte caprette che ancora muovo,messe a loro disposizzione a scopo di far vedere da coloro che gradiscono questo tipo d' incubo ad occhi apperti,violenze del genere!
E' un fatto,quando la stessa cosa succede in natura,in modo normale e spontaneo,perche l'animale si deve nutrire,e tutt'un altra cosa organisare "spettacoli" del genere e usare i animali violentamente per guadagnare dei soldi da queste persone di basso tipo e carattere ,cosi come i stessi loro spettatori.

E a pensare che ci sono cosi tante altre persone che si dedicano la vita ad amare,a miglioare e a proteggere i animali,a pensare che l'opposto di coloro che trattanno a sangue freddo l'inocenza delle creature di Dio,ci sono anche dei angeli che avvolte si sono martirisatti per la loro causa,per la causa dei animali...!
E mi viene in mente Dian Fossey e le sue gorilla di montagna,Jane Goodall che ancora porta avanti la sua bataglia per diffendere i cimpansei,o quel signore Daniel,dalla Namibia,morto in un incidente di macchina mentre andava dall'avvocato con il qualle portava avanti la lotta di riavere dalle autorita' i suoi cari felini salvati dalla morte e cresciuti poi come dei suoi bimbi...

Il mondo e' lontano dall' essere perfetto,e passera' ancora del tempo finche' la civilta' sara' estesa e avra' modo ed il potere di controlare il bene ed il male,in tutti loro aspetti.
Non so se cosi sara',o questo desiderio rimarra' solo una utopia delle persone generose e proffondamente umane di questo mondo?
Forse e' vero che ogni uno di noi siamo la reincarnazzione dei spiriti della scomparssa Atlantide,nella qualle i abbitanti eranno divise in due:quelle buone,che amavanno e rispetavvano le creature meta' uomo,meta' animale,che si dice che esistevanno a quei tempi e facevanno il passaggio dall'animale all'uomo,e quelle cattive che invece tratavanno male,umiliavanno e uccidevanno per divvertimento queste povere creature.Cioe' i Figli di Uno,i buoni ed idealisti ed i Beliali,i cattivi ed i matterialisti.
Si dice anche il fatto che le reincarnazioni dei Beliali,sono coloro che non sopportono a pelle i animali ,che in genere li maltratanno e li uccidono senza avere la coscenza di aver fatto un male e senza rimorsi,ma solo per divertirssi e per sfogare la loro vacazione di fare del male.
Non so se questo e' solo una leggenda,cosi come nessuno di noi lo sa...!
Quello che conta e' la sua morale,il fatto che dai tempi che si perdono nella nebbia del tempo e fino ad oggi,quello che distingue la persone e li fa vero onore,e' la bonta' e l'umanita'!
Prima di dimonstrare qualsiasi cosa,qualsiasi capacita',orgolio o virtu',ogni uno di noi dobbiamo dimonstare che siamo umani,questa essendo la condizione sine qua non della nostra qualita' di massima evoluzione e del trovarci nel punto masimo della cattena evoluzionistica del nostro mondo.....!
I
l Signore nella sua Genesi,ha detto che ci lascia in cura a noi uomini,i uccelli del cielo e le creature della terra.E noi,cosa abbiamo fatto?
Di tutto di piu...!
Io personalmente credo in un miscchio tra la religgione,la scenza ed il paranormale,credo nel bene e nella magia delle persone superiori che hanno raggiunto un alto livello di evoluzione personale e che li rende radiose e carismatiche nella loro aula di divversita' e di inffinita' bonta' nella qualle sono involte....,come Gesu' Cristo !
Mi sento parte vivente di questa pianeta per la qualle vivo e soffro nel ritmo cardiaco delle sue foreste,dei suoi animali e del suo ciello azzuro,splendente nel sole...!
Mi auguro tanto,tanto,tanto che qualcosa fossi fatto da tutti noi,in modo che le violenze contro i animali rimanessero soltanto un brutto riccordo di un mondo innevolutto,cosi com'e' successo con la storia della schiavitu' dei neri che venivanno potati via' dall'Africa per lavorare sulle piantaggioni del Sud America,e che ormai si e' trasformata in legenda,inssime ad altri bruttissimi episodi della storia umana.

Manuela Eugenia
PS.Mi scuso per gli erori gramaticali che sicuramente ho fatto nella mia lettera,non essendo italiana.
Grazie

giovanni

Sono un cacciatore e non voglio dare giudizi, sulla sua opinione. Mi permetto però di dissentire su una cosa. Un recente studio del dipartimento di antropologia e sociologia dell'università di Boston (al momento non dispongo delle referenze) ha chiarito una volta per tutte che Hitler era vegetariano. Le riscriverò per fornirle le referenze bibliografiche di quanto affermo. Cordialmente
Giovanni

Hunter

Infatti! Hitler era vegetariano al contrario Suo! Quanto al Toro nella Corrida, sicuramente saprà che prima di affrontare il Torero viene ferito dai picadores in modo da limitare la sua forza lesiva...questa sì che è una lotta ad armi pari.
Si odia la caccia e si mangia carne.
Si odia la caccia e si ama la corrida.
Si dice che i cacciatori sono sadici...e leggo che si gode a vederli impallinati!
Troppe contraddizioni, tipiche dell'italiano medio, e di chi la caccia la conosce solo dall'esterno.
Se oggi la fauna è ancora sana e salva lo si deve ANCHE ai cacciatori rispettosi della legge, che favoriscono il ripopolamento.

Per finire: chi è più rispettoso della dignità dell'animale ucciso?
Il consumatore che ne acquista pezzi di cadavere senza identità sul banco del supermercato, in una distribuzione di massa in cui il 50% della carne viene buttato via?

Oppure il cacciatore che segue e lotta con la sua preda per ore, impiegando tutto sé stesso per sopraffarla, ma anche donandole una morte degna del più fiero degli animali, sicuro che nessuna sua parte verrà sprecata?

Per ogni cacciatore "quel" cinghiale è unico ed irripetibile, e all'avversario battuto va tutto il rispetto che merita. Non è una "bistecca qualunque". E' la bistecca di quel cinghiale che mi ha impegnato e che ho sconfitto.

Sul banco del supermercato, ahimè, ci si scorda fin troppo facilmente che si tratta di esseri viventi.

Onore ai cacciatori onesti.

ILARIA Ferri

FERMIAMO LA CACCIA SELVAGGIA!!


Abbiamo bisogno di tutti voi, di una rete efficace per fermare questo orrore.
Fate girare questo messaggio, raccogliete le adesioni per la campagna contro la caccia selvaggia, inviatemi le adesioni o mantenete la vostra mailing list alla quale spedire le informazioni e le prossime iniziative.
Tutte le Associazioni animaliste e ambientaliste sono coordinate in questa campagna.
Dateci il vostro aiuto, la vostra collaborazione e la vostra adesione.

GRAZIE
ilaria

ilaria ferri
direttore scientifico
Animalisti Italiani Onlus
www.animalisti.it
.-.-.-.-.-.-.-.-.
Il Disegno di legge del senatore Franco Orsi:
una lista di orrori senza fine.

Dal Senato della Repubblica parte in questi giorni uno dei più gravi attacchi alla Natura, agli animali selvatici, ai parchi, alla nostra stessa sicurezza: un disegno di legge di totale liberalizzazione della caccia. E' firmato dal senatore Franco Orsi.

Animali usati come zimbelli, caccia nei parchi, riduzione delle aree protette, abbattimenti di orsi, lupi, cani e gatti vaganti e tante altre nefandezze.

La legge 157/1992, l’unica legge che tutela direttamente la fauna selvatica nel nostro Paese, sta per essere fatta a pezzi.

Fermiamoli!!!

Ecco la lista degli orrori.

Sparisce l’interesse della comunità nazionale e internazionale per la tutela della fauna.

L’Italia ha un patrimonio indisponibile, che è quello degli animali selvatici, alla cui tutela non è più interessato!

Scompare la definizione di specie superprotette.

Animali come il Lupo, l’Orso, le aquile, i fenicotteri, i cigni, le cicogne e tanti altri, in Italia non godranno più delle particolari protezioni previste dalla normativa comunitaria e internazionale.

Si apre la caccia lungo le rotte di migrazione.

Un fatto che arrecherà grande disturbo e incentiverà il bracconaggio, in aree molto importanti per il delicatissimo viaggio e la sosta degli uccelli migratori.

Totale liberalizzazione dei richiami vivi!

Sapete cosa sono i richiami vivi? Gli uccelli tenuti “prigionieri” in piccolissime gabbie per attirarne altri. Già oggi questa pessima pratica è consentita, seppure con limitazioni. Ma il senatore Orsi vuole liberalizzarla totalmente

Sarà possibile detenerne e utilizzarne un numero illimitato.

Spariranno gli anelli di riconoscimento per i richiami vivi. Sarà sufficiente un certificato. Uno per tutti!!!

Tutte le specie di uccelli, cacciabili o non cacciabili, potranno essere usate come richiami vivi. Anche le peppole, i fringuelli, i pettirossi…

700 mila imbalsamatori

I cacciatori diventeranno automaticamente tassidermisti, senza dover rispettare alcuna procedura. Animali uccisi e imbalsamati senza regole. Quanti bracconieri entreranno in azione per catturare illegalmente animali selvatici e imbalsamarli?

Mortificata la ricerca scientifica

L’Autorità scientifica di riferimento per lo Sato (l’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, oggi ISPRA) rischia di essere completamente sostituta da istituti regionali.

Gli istituti regionali rilasceranno pareri su materie di rilevanza nazionale e comunitaria.

Potenziale impossibilità di effettuare studi, ricerche e individuazione di standard uniformi sul territorio nazionale.

Si apre la caccia nei parchi a specie non cacciabili.

Un’incredibile formulazione del Testo Orsi rende possibile la caccia in deroga (cioè la caccia alle specie non cacciabili) addirittura nei Parchi e nelle altre aree protette!


Saranno punite le regioni che proteggono oltre il 30% del territorio regionale!

Norma offensiva! Chi protegge "troppa" natura sarà punito. Come se creare parchi dove la gente e gli animali possano vivere e muoversi sereni, fosse un reato!


Licenza di caccia a 16 anni.

Invece che educare i ragazzi al rispetto, ecco a voi i fucili!


Liberalizzato lo sterminio di lupi, orsi, cervi, cani e gatti vaganti eccetera!

Un articolo incredibile, che dà a i sindaci poteri di autorizzare interventi di abbattimenti e eradicazione degli animali, in barba alle più elementari norme europee. Basterà che un singolo animale “dia fastidio”.

Un vero e proprio Far West naturalistico.


Leggi regionali per cacciare specie non cacciabili.

Non sono bastate quattro procedure di infrazione dell’Unione europea, non sono bastate due sentenze della Corte Costituzionale. Il senatore Orsi regalerà a Veneto e Lombardia, ovvero agli ultrà della caccia, la possibilità di continuare a cacciare specie non cacciabili, e di farlo con leggi regionali. E le multe europee le pagheremo noi!

Caccia con neve e ghiaccio.

Si potrà cacciare anche in presenza di neve e ghiaccio, cioè in momenti di grandi difficoltà per gli animali a reperire cibo, rifugio, calore.

Ritorno all’utilizzo degli uccelli come zimbelli!

Puro medioevo! Le civette legate per zampe e ali e utilizzate come esca!

Ridotta la vigilanza venatoria.

Le guardie ecologiche e zoofile non potranno più svolgere vigilanza! Nel Paese con il tasso di bracconaggio tra i più alti d’Europa, cosa fa il Senatore Orsi? Riduce la vigilanza!


Cancellato l’Ente Nazionale Protezione Animali dal Comitato tecnico nazionale.

Le associazioni ambientaliste presenti nel Comitato sulla 157 saranno ridotte da quattro a tre. L’ENPA, storica associazione animalista italiana, viene del tutto estromessa.

E altro, tanto altro ancora.

Fermiamoli!!!

Diffondete questo documento, iscrivetevi alle liste in difesa degli animali selvatici che stanno nascendo sui blog, su Facebook, scrivete ai parlamentari, partecipate alle iniziative che saranno organizzate!

Evitiamo che l’Italia precipiti in questa forma di barbarie. La natura è la nostra vita.

Fermiamoli!!!

ILARIA Ferri

FERMIAMO LA CACCIA SELVAGGIA!!


Abbiamo bisogno di tutti voi, di una rete efficace per fermare questo orrore.
Fate girare questo messaggio, raccogliete le adesioni per la campagna contro la caccia selvaggia, inviatemi le adesioni o mantenete la vostra mailing list alla quale spedire le informazioni e le prossime iniziative.
Tutte le Associazioni animaliste e ambientaliste sono coordinate in questa campagna.
Dateci il vostro aiuto, la vostra collaborazione e la vostra adesione.

GRAZIE
ilaria

ilaria ferri
direttore scientifico
Animalisti Italiani Onlus
www.animalisti.it
.-.-.-.-.-.-.-.-.
Il Disegno di legge del senatore Franco Orsi:
una lista di orrori senza fine.

Dal Senato della Repubblica parte in questi giorni uno dei più gravi attacchi alla Natura, agli animali selvatici, ai parchi, alla nostra stessa sicurezza: un disegno di legge di totale liberalizzazione della caccia. E' firmato dal senatore Franco Orsi.

Animali usati come zimbelli, caccia nei parchi, riduzione delle aree protette, abbattimenti di orsi, lupi, cani e gatti vaganti e tante altre nefandezze.

La legge 157/1992, l’unica legge che tutela direttamente la fauna selvatica nel nostro Paese, sta per essere fatta a pezzi.

Fermiamoli!!!

Ecco la lista degli orrori.

Sparisce l’interesse della comunità nazionale e internazionale per la tutela della fauna.

L’Italia ha un patrimonio indisponibile, che è quello degli animali selvatici, alla cui tutela non è più interessato!

Scompare la definizione di specie superprotette.

Animali come il Lupo, l’Orso, le aquile, i fenicotteri, i cigni, le cicogne e tanti altri, in Italia non godranno più delle particolari protezioni previste dalla normativa comunitaria e internazionale.

Si apre la caccia lungo le rotte di migrazione.

Un fatto che arrecherà grande disturbo e incentiverà il bracconaggio, in aree molto importanti per il delicatissimo viaggio e la sosta degli uccelli migratori.

Totale liberalizzazione dei richiami vivi!

Sapete cosa sono i richiami vivi? Gli uccelli tenuti “prigionieri” in piccolissime gabbie per attirarne altri. Già oggi questa pessima pratica è consentita, seppure con limitazioni. Ma il senatore Orsi vuole liberalizzarla totalmente

Sarà possibile detenerne e utilizzarne un numero illimitato.

Spariranno gli anelli di riconoscimento per i richiami vivi. Sarà sufficiente un certificato. Uno per tutti!!!

Tutte le specie di uccelli, cacciabili o non cacciabili, potranno essere usate come richiami vivi. Anche le peppole, i fringuelli, i pettirossi…

700 mila imbalsamatori

I cacciatori diventeranno automaticamente tassidermisti, senza dover rispettare alcuna procedura. Animali uccisi e imbalsamati senza regole. Quanti bracconieri entreranno in azione per catturare illegalmente animali selvatici e imbalsamarli?

Mortificata la ricerca scientifica

L’Autorità scientifica di riferimento per lo Sato (l’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, oggi ISPRA) rischia di essere completamente sostituta da istituti regionali.

Gli istituti regionali rilasceranno pareri su materie di rilevanza nazionale e comunitaria.

Potenziale impossibilità di effettuare studi, ricerche e individuazione di standard uniformi sul territorio nazionale.

Si apre la caccia nei parchi a specie non cacciabili.

Un’incredibile formulazione del Testo Orsi rende possibile la caccia in deroga (cioè la caccia alle specie non cacciabili) addirittura nei Parchi e nelle altre aree protette!


Saranno punite le regioni che proteggono oltre il 30% del territorio regionale!

Norma offensiva! Chi protegge "troppa" natura sarà punito. Come se creare parchi dove la gente e gli animali possano vivere e muoversi sereni, fosse un reato!


Licenza di caccia a 16 anni.

Invece che educare i ragazzi al rispetto, ecco a voi i fucili!


Liberalizzato lo sterminio di lupi, orsi, cervi, cani e gatti vaganti eccetera!

Un articolo incredibile, che dà a i sindaci poteri di autorizzare interventi di abbattimenti e eradicazione degli animali, in barba alle più elementari norme europee. Basterà che un singolo animale “dia fastidio”.

Un vero e proprio Far West naturalistico.


Leggi regionali per cacciare specie non cacciabili.

Non sono bastate quattro procedure di infrazione dell’Unione europea, non sono bastate due sentenze della Corte Costituzionale. Il senatore Orsi regalerà a Veneto e Lombardia, ovvero agli ultrà della caccia, la possibilità di continuare a cacciare specie non cacciabili, e di farlo con leggi regionali. E le multe europee le pagheremo noi!

Caccia con neve e ghiaccio.

Si potrà cacciare anche in presenza di neve e ghiaccio, cioè in momenti di grandi difficoltà per gli animali a reperire cibo, rifugio, calore.

Ritorno all’utilizzo degli uccelli come zimbelli!

Puro medioevo! Le civette legate per zampe e ali e utilizzate come esca!

Ridotta la vigilanza venatoria.

Le guardie ecologiche e zoofile non potranno più svolgere vigilanza! Nel Paese con il tasso di bracconaggio tra i più alti d’Europa, cosa fa il Senatore Orsi? Riduce la vigilanza!


Cancellato l’Ente Nazionale Protezione Animali dal Comitato tecnico nazionale.

Le associazioni ambientaliste presenti nel Comitato sulla 157 saranno ridotte da quattro a tre. L’ENPA, storica associazione animalista italiana, viene del tutto estromessa.

E altro, tanto altro ancora.

Fermiamoli!!!

Diffondete questo documento, iscrivetevi alle liste in difesa degli animali selvatici che stanno nascendo sui blog, su Facebook, scrivete ai parlamentari, partecipate alle iniziative che saranno organizzate!

Evitiamo che l’Italia precipiti in questa forma di barbarie. La natura è la nostra vita.

Fermiamoli!!!

ILARIA Ferri

FERMIAMO LA CACCIA SELVAGGIA!!


Abbiamo bisogno di tutti voi, di una rete efficace per fermare questo orrore.
Fate girare questo messaggio, raccogliete le adesioni per la campagna contro la caccia selvaggia, inviatemi le adesioni o mantenete la vostra mailing list alla quale spedire le informazioni e le prossime iniziative.
Tutte le Associazioni animaliste e ambientaliste sono coordinate in questa campagna.
Dateci il vostro aiuto, la vostra collaborazione e la vostra adesione.

GRAZIE
ilaria

ilaria ferri
direttore scientifico
Animalisti Italiani Onlus
www.animalisti.it
.-.-.-.-.-.-.-.-.
Il Disegno di legge del senatore Franco Orsi:
una lista di orrori senza fine.

Dal Senato della Repubblica parte in questi giorni uno dei più gravi attacchi alla Natura, agli animali selvatici, ai parchi, alla nostra stessa sicurezza: un disegno di legge di totale liberalizzazione della caccia. E' firmato dal senatore Franco Orsi.

Animali usati come zimbelli, caccia nei parchi, riduzione delle aree protette, abbattimenti di orsi, lupi, cani e gatti vaganti e tante altre nefandezze.

La legge 157/1992, l’unica legge che tutela direttamente la fauna selvatica nel nostro Paese, sta per essere fatta a pezzi.

Fermiamoli!!!

Ecco la lista degli orrori.

Sparisce l’interesse della comunità nazionale e internazionale per la tutela della fauna.

L’Italia ha un patrimonio indisponibile, che è quello degli animali selvatici, alla cui tutela non è più interessato!

Scompare la definizione di specie superprotette.

Animali come il Lupo, l’Orso, le aquile, i fenicotteri, i cigni, le cicogne e tanti altri, in Italia non godranno più delle particolari protezioni previste dalla normativa comunitaria e internazionale.

Si apre la caccia lungo le rotte di migrazione.

Un fatto che arrecherà grande disturbo e incentiverà il bracconaggio, in aree molto importanti per il delicatissimo viaggio e la sosta degli uccelli migratori.

Totale liberalizzazione dei richiami vivi!

Sapete cosa sono i richiami vivi? Gli uccelli tenuti “prigionieri” in piccolissime gabbie per attirarne altri. Già oggi questa pessima pratica è consentita, seppure con limitazioni. Ma il senatore Orsi vuole liberalizzarla totalmente

Sarà possibile detenerne e utilizzarne un numero illimitato.

Spariranno gli anelli di riconoscimento per i richiami vivi. Sarà sufficiente un certificato. Uno per tutti!!!

Tutte le specie di uccelli, cacciabili o non cacciabili, potranno essere usate come richiami vivi. Anche le peppole, i fringuelli, i pettirossi…

700 mila imbalsamatori

I cacciatori diventeranno automaticamente tassidermisti, senza dover rispettare alcuna procedura. Animali uccisi e imbalsamati senza regole. Quanti bracconieri entreranno in azione per catturare illegalmente animali selvatici e imbalsamarli?

Mortificata la ricerca scientifica

L’Autorità scientifica di riferimento per lo Sato (l’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, oggi ISPRA) rischia di essere completamente sostituta da istituti regionali.

Gli istituti regionali rilasceranno pareri su materie di rilevanza nazionale e comunitaria.

Potenziale impossibilità di effettuare studi, ricerche e individuazione di standard uniformi sul territorio nazionale.

Si apre la caccia nei parchi a specie non cacciabili.

Un’incredibile formulazione del Testo Orsi rende possibile la caccia in deroga (cioè la caccia alle specie non cacciabili) addirittura nei Parchi e nelle altre aree protette!


Saranno punite le regioni che proteggono oltre il 30% del territorio regionale!

Norma offensiva! Chi protegge "troppa" natura sarà punito. Come se creare parchi dove la gente e gli animali possano vivere e muoversi sereni, fosse un reato!


Licenza di caccia a 16 anni.

Invece che educare i ragazzi al rispetto, ecco a voi i fucili!


Liberalizzato lo sterminio di lupi, orsi, cervi, cani e gatti vaganti eccetera!

Un articolo incredibile, che dà a i sindaci poteri di autorizzare interventi di abbattimenti e eradicazione degli animali, in barba alle più elementari norme europee. Basterà che un singolo animale “dia fastidio”.

Un vero e proprio Far West naturalistico.


Leggi regionali per cacciare specie non cacciabili.

Non sono bastate quattro procedure di infrazione dell’Unione europea, non sono bastate due sentenze della Corte Costituzionale. Il senatore Orsi regalerà a Veneto e Lombardia, ovvero agli ultrà della caccia, la possibilità di continuare a cacciare specie non cacciabili, e di farlo con leggi regionali. E le multe europee le pagheremo noi!

Caccia con neve e ghiaccio.

Si potrà cacciare anche in presenza di neve e ghiaccio, cioè in momenti di grandi difficoltà per gli animali a reperire cibo, rifugio, calore.

Ritorno all’utilizzo degli uccelli come zimbelli!

Puro medioevo! Le civette legate per zampe e ali e utilizzate come esca!

Ridotta la vigilanza venatoria.

Le guardie ecologiche e zoofile non potranno più svolgere vigilanza! Nel Paese con il tasso di bracconaggio tra i più alti d’Europa, cosa fa il Senatore Orsi? Riduce la vigilanza!


Cancellato l’Ente Nazionale Protezione Animali dal Comitato tecnico nazionale.

Le associazioni ambientaliste presenti nel Comitato sulla 157 saranno ridotte da quattro a tre. L’ENPA, storica associazione animalista italiana, viene del tutto estromessa.

E altro, tanto altro ancora.

Fermiamoli!!!

Diffondete questo documento, iscrivetevi alle liste in difesa degli animali selvatici che stanno nascendo sui blog, su Facebook, scrivete ai parlamentari, partecipate alle iniziative che saranno organizzate!

Evitiamo che l’Italia precipiti in questa forma di barbarie. La natura è la nostra vita.

Fermiamoli!!!

I commenti per questa nota sono chiusi.