La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Breve ma infelice la vita di Patrick Smith | Principale | AVVISO »

05/10/06

Commenti

Francesco

Anche al governo degli USA ci sono fanatici bigotti.

Le armi nucleari, meno ce n'è meglio è.

Tesea

Peccato! Credevo che veramente tu pensassi la prima parte del tuo discorso, che mi sembrava obiettivo e 'bipartigiano'(rispetto alle tue precedenti prese di posizione). Ahimè! Vedo con dispiacere che invece sei schierato a favore della distruzione delle magnifiche vestigia archeologiche della civiltà persiana, con tutte le sue opere d'arte e la sua storia, così come è già avvenuto per la civiltà mesopotamica.
Speriamo bene...
Tesea

Tesea

Peccato! Credevo che veramente tu pensassi la prima parte del tuo discorso, che mi sembrava obiettivo e 'bipartigiano'(rispetto alle tue precedenti prese di posizione). Ahimè! Vedo con dispiacere che invece sei schierato a favore della distruzione delle magnifiche vestigia archeologiche della civiltà persiana, con tutte le sue opere d'arte e la sua storia, così come è già avvenuto per la civiltà mesopotamica.
Speriamo bene...
Tesea

dragor

Caro Francesco,
sono perfettamente d'accordo
dragor (journal intime)

dragor

Cara Tesea,
EhEhEhEhEhEhEhEhEhEhEh te l'ho fatta :))))

Al contrario, sono schierato a favore della salvezza delle magnifiche vestigia archeologiche della civiltà persiana. Ecco perché dobbiamo impedire con ogni mezzo che quegli incoscienti si dotino della bomba atomica.
Ciao
dragor (journal intime)

Guizzo

In linea teorica hai ragione. Sempre in linea teorica più Stati hanno il nucleare e più si alza la percentuale di possibilità che qualcuno lo utilizzi. Certamente non è giusto che a dettare le regole sia una sola nazione, soprattutto se governata da un pazzo. Un caro saluto

Antonio (terzomillennio)

Dragor mi hai stupito!!

Anche tu con la filastrocca (fatta con il ciclostile) del cow-boy americano guerrafondaio imperialista che va a colonizzare con la sua spregevole civiltà fatta di coca-cola e jeans tutti i poveri del mondo per sfruttarli facendoli cucire i palloni della Nike, per fargli poi mangiare gli amburger dei McDonald???

Non ho parole!

Antonio

Antonio (terzomillennio)

Scusa Dragor,

Non avevo capito la parte finale. Eri riuscito a farmi indignare.

Mi sebrava strano quel tuo atteggiamento!!

1000 scuse.

Antonio

dragor

Caro Antonio,
UAH UAH UAH UAH!!!! :)))))) te l'ho fatta anche a te. Comunnque dovrei cambiare qualcosa. Chissà quanti non hanno letto la parte finale...
Per qualcuno, come puoi vedere qui sopra, la "spregevole filastrocca" è l'unica parte valida del post.
Ciao
dragor (journal intime)

dragor

Caro Guizzo,
certo, più Stati hanno il nucleare, più aumentano le probabilità di una guerra atomica. Pero"' bisogna riconoscere che con la Svizzera ci sono meno probabilità che con l'Iran.
Ciao
dragor (journal intime)

SHARON

Dragor scrivi semplicemente chi e' la fonte da cui hai preso la prima parte del post che e' anche bene saperlo (o sei stato te stesso in preda a un forte delirio alla Mr Hide ????? AHAHAHAH!) Non mi sono neanche scomposta...Lo so' a migliaia di chilometri di distanza che non sono i tuoi pensieri...ti conosciamo troppo bene:) Ciao.

dragor

Cara Sharon, la tua fede è a prova di bomba. Purtroppo, come puoi vedere qui sopra, ci sono uomini di poca fede... :)))
Ciao
dragor (journal intime)

dragor

Cara Sharon, le fonti sono i commenti ai miei post e i propositi di Mehdj Hassan, un giornalista iraniano.
Ciao
dragor (journal intime)

maxgiordani

Visto??
Hai strappato applausi. Veramente originale...con il finalino a sorpresa...

Mi deludono questi post copia-incolla.
Stai invecchiando vecchio mio. Preferivo certi tuoi post dove parlavi di sentimenti.

Ciao Ciao.

M@x

dragor

Caro Max,
ma come? Faccio una splendida sintesi di tutte le ragioni pro-atomica iraniana e tu la chiami copia-incolla?
Il copia-incolla mentale lo fa chi clona gli stereotipi invece di pensare con la sua testa.
I sentimenti ci sono sempre. Alla radice del ragionamento in apparenza più razionale c'è sempre un'emozione. E' il cuore che fa la scelta, non la ragione.
Ciao
dragor (journal intime)

gio

Tanti anni fa un professore di Stanford, di nome Martin Hellman scrisse un saggio molto intelligente sull'inevitabilità di un conflitto nucleare.

L'atomica dell'Iran e della Korea del Nord sono solo una piccola parte di un discorso molto più complesso, sull'esistenza stessa della bomba e sul suo inevitabile uso.

Gli anni della guerra fredda sono sopravvissuti all'olocausto nucleare grazie a un principio chiamato simpaticamente MAD (in italiano mutua distruzione assicurata), in base al quale, l'esistenza di potenze nucleari dotate di armamenti in grado di distruggersi reciprocamente genera uno stato di equilibro e di pace.

La fine di quell'imprecisa teoria risale alla politica di Jimmy Carter, alla quale seguì coerentemente Reagan che ideò il sistema SID per le guerre stellari, di cui Bush figlio è fan e sostenitore (visto che le lobby delle armi e del petrolio gli hanno dato la presidenza, tutto ha un
certo senso)

L'evoluzione della situazione mondiale ha portato in campo la possibilità di scenari asimmetrici.

L'esistenza delle armi nucleari tattiche (meno potenti, rivolte a colpire solo obiettivi militari) contrariamente alle armi nucleari disegnate per un attacco su vasta scala (le bombe più potenti risalgono agli anni 50/60 e noi ai giorni nostri) ha permesso la nascita di ipotetici scenari di guerra con armi atomiche, nei quali una vera vittoria sul nemico è possibile e questo è decisamente più terrorizzante perchè è uno scenario oggi plausibile.

E' naturale che un Iran nucleare sia pericoloso e non desiderabile..
ma la guerra al terrore è un'invenzione come dice Noam Chomsky..

Dopo il 9-11 e Katrina, ogni cittadino occidentale si aspetterebbe che le esercitazioni militari dell'esercito degli stati uniti, questo dicembre siano rivolte a scongiurare o arginare fenomeni simili in futuro.. e invece NORAD, STRATCOM e NORTHCOM si preparano a simulazioni di scenari di guerra con Cina, Nord Korea, Iran, Russia.
Inteso che la simulazione comprende scenari di guerra con armi convenzionali e nucleari.

20 anni fa questa esercitazione sarebbe stata classificata "routine", simulazioni simili gli americani le hanno fatte per 50 anni.. ciò che è peculiare è il periodo storico in cui viene fatta questa.

Un paese che si concentra su una guerra nucleare in un epoca che pubblicizza il terrorismo come la sua maggior minaccia, fà riflettere, non credi?

Bastano 3 neuroni sani per capire che questo paese si sta preparando per un genere di azioni che prevede un escalation nucleare.

La ragione è ovvia (e se c'è qualcuno che ha ancora dubbi posso indicargli la clinica giusta per farsi curare) ed è la supremazia nella regione petrolifera più grande del mondo: Iran, Iraq e Arabia Saudita .

Consiglio gli interessanti, quanto terrificanti scritti di
Paul Wolfowitz e il New American Century, che sono all abase della dottrina odierna della Casa Bianca


I commenti per questa nota sono chiusi.