La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« La Baguette | Principale | La Legione del Disonore »

20/02/07

Commenti

matzudaira

Il punto 3 è errato.
Non viene catturato con metodi "poco ortodossi", bensì viene catturato da agenti stranieri in palese violazioni delle leggi italiane, senza il minimo rispetto della sovranità nazionale con l'aiuto servile del Sismi.
Un metodo è poco ortodosso se all'interno della legalità non segue alla letterra quella che è una procedura standard.
Qui invece siamo di fronte ad un atto illegale e spregiudicato che va oltre al fatto che l'arrestato sia poi un terrorista (in un paese democratico come il nostro anche al delinquente più palesemente colpevole deve essere garantito un processo che lo giudichi come tale).

dragor

Caro Matzudaira,

ti prendo alla lettera e correggo il post

dragor (journal intime)

Tesea

Dei soldi dei contribuenti italiani all'Egitto non potrebbe proprio importare di meno.
Il problema dell'Egitto sarà invece quello di riceverle le sovvenzioni.
Tesea

matzudaira

Il Blog è il tuo...

matzudaira

Io penso che tutta questa pubblicità abbia giovato molto al sig. Abu Omar, il quale ora tra i fanatici della sua schiera gode sicuramente di molto più prestigio e visibilità di quanto non avesse prima. Speriamo che l'Egitto se lo tenga stretto..

dragor

Caro Matzudaira, se l'ho corretto, significa che ho riconosciuto la validità della tua osservazione

dragor (journal intime)

dragor

Cara Tesea,

invece all'Egitto importa, perché il problema principale dell'Egitto è attualmente la crescita del movimento islamico con le conseguenti derive terroriste. Ecco perché l'idea che l'Italia possa fargli un'iniezione di milioni gli dà i brividi

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

matzudaira

Dragor la mia frase, forse poco chiara, voleva dire che non intendevo imporre la mia visione della vicenda e che quindi l'aver corretto l'articolo è una decisione che spettava a te.

Mattix

Dragor,
le accuse relative al tentativo di importare o creare una cellula di Al Qaeda sono cadute. Credo che la gravità del gesto del SISMI stia proprio lì. Cmq sicuramente, come dici tu, all'Egitto non conviene che Omar chieda i danni all'Italia.
Mattix

Saltapicchio

Caro dragor, mi piacerebbe sapere il tuo pensiero sul regime dittatoriale di Mubarak, al potere da oltre vent'anni grazie a delle leggi speciali che danno alla polizia il potere di imprigionare e detenere, senza rendere conto a nessuno e a tempo indeterminato, qualunque cittadino. Le carceri egiziane sono inoltre ben note per le loro torture.

Vorrei poi sapere se secondo te esiste una qualche differenza tra un regime tirannico come quello egiziano di Mubarak e quello siriano di Assad. O anche quello, ormai morto & sepolto, di Saddam Hussein.

dragor

Caro Matzudaira, certo che la decisione spettava a me. Ho deciso che avevi ragione e cosi' ho corretto la frase. Ti sembra cosi' strano?

dragor (journal intime)

dragor

Caro Mattix,
a me risulta che Abu Omar, contattato da estremisti, si sia dichiarato disponibile per la creazione di una cellula terrorista. Certo, forse non era ancora passato all'atto e mancavano gli elementi per una condanna, e questo spiegherebbe perché, in un'ottica preventiva, è stato rispedito al suo paese con mezzi illegali. D'altra parte è risaputo che gli agenti segreti hanno certe licenze.

Ciao!

dragor (journal intime)

dragor

Caro Saltapicchio,

il regime di Mubarak è una dittatura "laica" talmente disumana da fare concorrenza a quella islamica che gli estremisti vorrebbero imporre. La differenza con la Siria di Assad e l'Irak di Saddam Hussein sta nel partito Baath che in questi paesi assicura una dottrina e una continuità del regime, mentre Mubarak rappresenta soltanto se stesso.

C'è da chiedersi come mai i virtuosi custodi della democrazia, pronti a manifestare per un rutto di Bush, non alzino un dito per denunciare queste dittature talmente fasciste che al loro confronto quella di Hitler sembrava una democrazia scandinava.

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

marianna

Che Abu Omar torni in Italia,dal mio punto di vista,non esiste.Ci sono dei reati da lui commessi che gli pendono ancora come capi di accusa.E' bene che resti dov'è.Che al suo posto venga a Milano il suo avvocato difensore,presentando una memoria difensiva dello stesso Abu Omar ci può stare.Chiedere l'estradizione degli agenti CIA agli USA non credo sortirebbe esito positivo.Ma che si faccia chiarezza circa quello che è accaduto all'epoca del sequestro mi sembra importante per lo stato italiano.Che poi ci siano polemiche a livello governativo,io ritengo che la chiarezza sia più importante delle difficoltà nelle quali verrebbe a trovarsi il governo Prodi,la cui linea di politica estera è diversa da quella del governo Berlusconi.Resta comunque che l'Italia è un satellite degli USA e certe scelte non sono facilmente praticabili.
Buon pranzo.A presto.Marianna.

matzudaira

Ho sottolineato il fatto che il blog è tuo e ci fai quello che vuoi... a te pare strano questo?

dragor

Cara Marianna, secondo me l'espulsione di Abu Omar è stata una tipica operazione dei servizi segreti che per un seguito di circostanze è venuta alla luce del sole. Essendo stato ritenuto pericoloso anche se mancavano le prove per condannarlo, è stato rimandato al suo paese con mezzi non previsti dalla legge. D'altra parte i servizi segreti sono stati creati per questo e in un'ottica preventiva si deve per forza sorvolare su certi aspetti della legge. A meno che non si aspettino gli attentati...

A presto, buona giornata

dragor (journal intime)

Mattix

A me risulta che:"Abu Omar in un primo momento era stato accusato di far parte di un'organizzazione illegale, accuse che poi sono cadute, ed è stato rilasciato per un breve periodo nell'aprile del 2004 prima di essere arrestato senza accuse sulla base delle leggi sulla sicurezza egiziane".
Anche se, a quanto pare, il mandato di cattura è ancora valido.
Se avessi notizie, fammele avere.
ciao

Giulia

Che bello assistere ad una discussione vera senza provocazione ed insulti. Così si riece a pensare e a riflettere. Grazie Giulia

EsseEmme

Di fatto chi fiancheggia Abu Omar pone questioni non dissimili da chi chiede maggiori garanzie da applicare al nuovo nucleo brigatista. Di fatto non si intravede una discontinuità. Mi spiega dragor perchè è ancora valido il mandato di cattura della procura milanese nei confronti di Abu Omar?

Torinese

Caro Dragor, il caso di Omar è illuminante circa la cecità di certa parte della classe politica europea e italiana che persevera nella sottovalutazione della pericolosità della penetrazione islamista in Europa.
Questi politici preferiscono anteporre gli interessi di bottega (l'anti-berlusconismo, l'anti-americanismo) alla tutela del comune interesse alla sicurezza nazionale e, di conseguenza, enfatizzano e strumentalizzano vicende come quella di Omar al solo fine di colpire, in questo caso, Berlusconi, Pollari, la Cia, e via dicendo.
Insomma, io dico che in certi casi le contrapposizioni partitiche vanno messe da parte per far fronte comune contro il nemico.
O sbaglio?
Saluti dal Piemont

Torinese

Caro Dragor, il caso di Omar è illuminante circa la cecità di certa parte della classe politica europea e italiana che persevera nella sottovalutazione della pericolosità della penetrazione islamista in Europa.
Questi politici preferiscono anteporre gli interessi di bottega (l'anti-berlusconismo, l'anti-americanismo) alla tutela del comune interesse alla sicurezza nazionale e, di conseguenza, enfatizzano e strumentalizzano vicende come quella di Omar al solo fine di colpire, in questo caso, Berlusconi, Pollari, la Cia, e via dicendo.
Insomma, io dico che in certi casi le contrapposizioni partitiche vanno messe da parte per far fronte comune contro il nemico.
O sbaglio?
Saluti dal Piemont

dragor

Caro Torinese,
il fatto è che lo considerano amico...

dragor (journal intime)

dragor

Caro Esse Emme, se non sbaglio il mandato di cattura è stato emesso dopo il rapidmento di Abu Omar. Come se in qualche moodo volessero legalizzarlo.

Ciao

dragor (journal intime)

Torinese

Caro Dragor, se avessi ragione tu (e forse ce l'hai), la situazione sarebbe ancora più grave. Il solo pensiero che qualche politico possa considerare amico o alleato uno che istiga al terrorismo islamico in Europa è un fatto che mi atterrisce.
Dove andremo a finire?

dragor

Caro Torinese, come forse hai letto nei commenti sull'altro post che avevo dedicato ad Abu Omar, c'è gente che da parte islamica non considera un reato nemmeno predicare l'odio nelle moschee. In certi amnienti politico-sociali, per varie ragioni, la coscienza occidentale non è molto radicata. Basta vedere la freddezza se non l'avversione nei confronti di Israele, che in fin dei conti è un paese profondamente occidentale.

dragor (journal intime)

nostradamus

abu omar
Ma e' mai possibile che sia il sistema giudiziario che le corrente politiche italiane ancora non si rendono conto della cultura terroristica islamica.
Si puo mai permettere che un predicatore di terrorismd e di odio contro la nazione che lo ha ospitato reclamare risarcimenti del genere?In fondo chi paghera,i giudici simpatizzanti? o le corrente
filoislamichefascisti?

dragor

Caro nostradumus, speriamo che non paghi nessuno. In ogni caso, se Abu Omarha chiesto i soldi, significa che ha qualche speranza...

dragor (journal intime)

matzudaira

Ora mi aspetto che qualcuno dica "se non ci fossero stati gli americani ora parleremmo tutti tedesco"...
Che tristezza.

dragor

Caro Matzudaira, hai proprio ragione. Se c'è uan lingua che adoro, è il tedesco

dragor (journal intime)

liberaliperisraele

Ti linko il post, ciao

Signo

Articolo 1 della Costituzione :
L'Italia è una Repubblica democratica...fondata sulle banane!!!
Come si può essere più attenti all'incolumità di un terrorista, che al benessere dei cittadini???
Come si può essere così dannatamente garantisti a favore di chi (e parlo in generale), prima di pretendere concessioni e benefici dallo stato, dovrebbe quanto meno rispettare seriamente le leggi del nostro paese???
Dragor...la tua riflessione non fa una piega, sono d'accordo con te!
Ciao, buona giornata
Signo

keylook

Io vorrei evidenziare solo una cosa.
Avete mai immaginato o anche solo supposto cosa accadrebbe se si invertissero i ruoli?
Non è questo singolo caso che mi preoccupa quanto il fatto che in turchia (direi a casa nostra visto che è praticamente europa) è reato indossare un crocifisso. Mentre in Italia per i ben pensati bisogna accettare tutto compreso il vedere calpestare la propria storia, cultura e religione come se non valessero nulla

dragor

Caro liberali per israele, Grazie. Ma sono stato sul tuo sito e non ho trovato il link...

Lo cerchero' meglio :))

dragor (journal intime)

dragor

Caro Signo, l'Italia è l'unico paese dove si puo' predicare l'odio, dichiararsi disponibili per organizzare cellule terroriste e poi battere cassa. E' un effetto della correttezza islamica che ho già denunciato in altri post.

In ogni caso il costume è antico. Se non sbaglio, certi ricercati per terrorismo in esilio all'estero continuavano a percepire stipendi da parte dello Stato...

ciao

dragor (journal intime)

dragor

Caro keylook, la mancanza di reciprocità nei rapporti con i paesi islamici è un fatto accertato, che ho denunciato in molti post.

Certo, due torti non fanno una ragione. Un paese libero e democratico ha il dovere di esserlo comunque. Ma questa non è una buona ragione per rinunciare ai propri valori e in certi casi perfino alla propria dignità.

Ciao

dragor (journal intime)

matzudaira

Ben vengano gli arresti di sedicenti imam o predicatori d'odio, ma secondo le leggi del nostro Stato, con decisioni prese dai nostri governanti e con la tutela dei diritti di tutti. Padroni a casa nostra e non servi degli americani.
A tutti coloro che nell'America vedono un modello da imitare e venerare, andate a viverci e possibilmente restateci, liberereste l'Italia da persone non degne di chiamarsi Italiani.

dragor

Matzudaira, fa' il bravo. Siamo linkati in Home Page e ci leggono anche in America... :))

dragor (journal intime)

matzudaira

Fai il bravo? Dovrei forse abbassare la testa ed accettare che il mio paese sia una specie di colonia degli USA? Secondo te gli americani accetterebbero di stare nella nostra stessa situazione? Io non credo.
E poi le mie non sono critiche rivolte agli americani come popolo, bensì al governo americano. Se poi mi vuoi censurare fai pure.

dragor

Caro Matzudaira, ho scherzato. Non hai visto il clin d'oeil?

In ogni caso l'America come paese ha molti aspetti interessanti e gradevoli, alcuni dei quali potrebbero perfino servire da modello per la vecchia Europa. Non ti pare?

dragor (journal intime)

matzudaira

Si certo, però i modelli più imitati (soprattutto dai nostri governanti), sono solo i peggiori. Per esempio la "flessibilità" (facilità di licenziamento) del mondo del lavoro americano, senza però l'altrettanto vasto e ricco di opportunità mercato del lavoro. Oppure la gestione delle aziende pubbliche ad imitazione del modello a stelle e strisce, solo che il CEO di Alitalia prende 5 volte lo stipendio di un suo pari americano, facendo però molto peggio di questi. Oppure lo smantellamento del servizio sanitario nazionale con relativa impossibilità di accesso ad adeguata assistenza sanitaria per tutti coloro che non possono permettersi una costosa polizza sulla salute.
Imitiamo invece il sostegno sia pubblico che privato alla ricerca; la valorizzazione dei giovani e capaci scienziati; parte della produzione cinematografica (quella meno commerciale in senso stretto); la totale copertura del territorio con reti a banda larghissima (io sto aspettando da due mesi che Telecom mi dia una linea telefonica in ufficio); una vera "authority" per il libero mercato e la competizione; un organo di controllo severo per tutte le società quotate in borsa; le leggi spietate contro la bancarotta fraudolenta ed il falso in bilancio. Questo è ciò che si deve imitare.

Signo

Caro Dragor....non sbagli affatto.
Costume antico....poveri noi!!!

Impegnamoci per far cambiare qualcosa!

Buona giornata, ciao
SIGNO

Signo

Caro Dragor....non sbagli affatto.
Costume antico....poveri noi!!!

Impegnamoci per far cambiare qualcosa!

Buona giornata, ciao
SIGNO

Signo

Keylook,
anch'io la penso esattamente così!
Mi permetto solo di aggiungere che, piuttosto che spendere troppe energie per ottenere la reciprocità, personalmente mi piacerebbe vedere applicate le norme e le leggi esistenti in uno stato.
Dopo tutto, se uno decide di emigrare, deve essere a conoscenza delle regole e delle leggi locali di dove vuole andare ad abitare, e non credo debba reclamare nulla. Anzi, dovrebbe conformarsi alle regole vigenti...altro che alzare la voce e pretendere.
Quì in Italia, invece, in nome di una certa "libertà" (che se poi ci pensate bene, non è vera libertà se viene così intesa) ci si preoccupa più dei diritti di queste persone che vengono ad abitare nel nostro paese, più che della qualità di vita dei cittadini italiani.
E i doveri degli immigrati??? Restano sempre una cosa secondaria???
Finisco col sottolineare una cosa : assolutamente nulla contro chi decide liberamente di venire in Italia, seguendo le leggi e cercando un lavoro per vivere; MASSIMO rispetto per tutta questa gente seria, perbene e di buona volontà!
Ciao
SIGNO

dragor

Caro Matzudaira, aggiungerei la capacità di creare un melting pot di etnie e civiltà. Quella di di sognare e guardare al futuro con ottimismo, che in Europa si è in gran parte persa. L'amore per il proprio paese, la disponibilità a rischiare e competere. Una certa intransigenza morale si matrice protestante...

dragor (journal intime)

MARCO

"1) Abu Omar predica l’odio in una moschea di Milano.
2) Abu Omar cerca di organizzare una cellula terrorista."

NOM MI RISULTA CHE NESSUN TRIBUNALE ABBIA MAI CONDANNATO ABU OMAR PER QUESTI REATI.
QUINDI PRIMA DI SCRIVERE QUALCOSA CONTA FINO A 10 E CONTROLLA CHE IL CERVELLO SIA ACCESSO.

matzudaira

Il "melting pot" è solo virtuale in quanto i neri stanno con i neri, i bianchi con i bianchi, gli asiatici con gli asiatici ecc. E' come fare un minestrone in cui però tutti i pezzi di verdura dello stesso tipo si aggregano stando ben distinti dagli altri (patate con patate, fagioli con fagioli, carote con carote..).
"Sognare e guardare al futuro con ottimismo" (il sogno americano che rimane comunque solo un sogno).
L'amore per il proprio paese te lo concedo.
La disponibilità a rischiare e competere è molto elevata qui nel nord-est d'Italia (basta vedere quante P.I. ci sono), però è vero che in altre parti non è così.
"L'intransigenza morale protestante" è secondo me ottuso bigottismo puritano.

dragor

Caro Matzudaira, anche tu parli di leggi spietate contro la bancarotta fraudolenta e il falso in bilancio. Ecco che cosa intendo per intransigenza morale. Certamente non il bigottismo di Bush

dragor (journal intime)

dragor

Caro Marco, non ho mai detto che Abu Omar è stato condannato per questi reati. Ma accoti un estratto delle sue attività:

L'egiziano risulta al centro di una fitta trama di rapporti con personaggi che torneranno puntualmente nelle numerose indagini sul terrorismo
internazionaleL'11 aprile 2002 il tunisimo Ben Abdelaziz Hammadi, poi
arrestato a sua volta, gli dice: "Ti do una bella notizia, stamattina in
Tunisia hanno fatto un attentato e sono morte diverse persone". Abu Omar
commenta da par suo: "Gli autori dell'attentato sono amati da Dio". Per la
cronaca, la strage (quella alla sinagoga di Djerba in cui morirono 19
persone fra cui 14 turisti tedeschi. Il 28 aprile, nota Salvini), Abu Omar
e un misterioso interlocutore commentano entusiasticamente la notizia
riportata da un quotidiano egiziano secondo cui gli esiti degli attentati
di New York dell'11 settembre erano legittimati e previsti, in senso quasi
cabalistico dalla lettura del versetto 109 del CoranoÂ. Abu Omar infiamma
gli animi: almeno un aspirante kamikaze, forse saltato in aria in Irak,
parte da Milano dopo aver ascoltato i suoi sermoni intrisi di odio. Lui
promette vendetta ai predicatori, come Adel Smith, umiliati in Italia per
il loro fanatismo.

Ecco il personaggio che vorresti tenere in Italia e magari imbottire di soldi. Puoi contare anche fino a 1.000.000, il risultato non cambia.

dragor (journal intime)

Tesea

Caro Matzudaira,
mi complimento per la puntuale e fedele disamina sugli U.S.A., di cui hai focalizzato obiettivamente pregi e difetti.
E' proprio tutto come dici tu.
Ci ho vissuto per un tempo breve ma sufficiente per conoscerne la realtà.
Buona notte Tesea

matzudaira

Tesea il mio giudizio è libero da ogni condizionamento politico ed anche se sfortunatamente non ho mai vissuto in USA, ho conosciuto molti americani sia in Italia che in UK dove ho lavorato con loro a stretto contatto. Inoltre sono un ammiratore molto critico di questa nazione, percui ho sviluppato un senso critico che mi fa vedere le cose come effettivamente stanno e non come Hollywood le presenta. A breve comunque dovrei riuscire a passare un periodo a New York. Vedremo.

matzudaira

Ho detto che sono un critico con molto senso critico?

I commenti per questa nota sono chiusi.