La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« LA FEDINA PENALE DI MAOMETTO | Principale | LA GIUSTIZIA E' UGUALE PER TUTTI... »

07/06/07

Commenti

Guizzo

Caro dragor, in Italia c'è una lobby per ogni attività. E quella degli stabilimenti balneari è bella potente. Basta vedere i prezzi che gli lasciano fare...

marianna

Carissimo ciò che dici è verissimo. Qui in Sardegna le spiagge sono tutte libere anche se sono state date concessioni per bar e ristoranti sulle spiagge.Gli amici del Berlusca che qui da diverse elezioni comunali,ultima inclusa di pochi giorni fa,imperano, volevano creare qualcosa di simile.Al momento non ci sono ancora riusciti.Invece per le più belle spiagge della costa tipo Porto Cervo o Porto Rotondo ci sono parcheggi a pagamento salati e numero chiuso.Insomma ogni stagione se ne inventano qualcuna. Ti farò sapere le novità di quest'anno più in là.Io vado vicinissimo in una bellissima spiaggia a 10 minuti da casa senza problemi. Buon pranzo a più tardi. Ciao,Marianna.

Pim

Questo è il motivo per il quale evito il carnaio ligure e vado in Francia.
Nice, bien sûr...

Biz

Giusto.
Per me, il mare-spiaggia è solo quello del paese di mio nonno, in Sicilia, a due passi da casa.
Non sabbia, ma sassolini (che non si attaccano e sono abbastanza morbidi), mare che dopo 4 passi non tocchi più, e spiaggia lunga e libera

irenespagnuolo

Giusto Dragor.
Al sud non è ancora tutto monopolizzato dagli stabilimenti balneari, ma liguria, alto e medio adriatico e toscana sono davvero un carnaio a pagamento...

Dolcyssyma

Carissimo Dragor, gli stabilimenti balneari sono un'insulto alla società. Il mare è un bene naturale, la spiaggia idem, è inammissibile che la gente debba pagare per godere di ciò che gli spetta di diritto, ed i costi poi sono così elevati che andare al mare sta diventando roba da ricchi.

Io al mare vado sempre in Sicilia, oppure a Nizza!
Ciao :)))

donnanonmoderna

Venite in Sicilia vi faccio spazio nella mia spiaggetta "privata"...è di fronte a casa mia e non la conosce quasi nessuno...
Carmela

Tesea

Caro Dragor,
la privatizzazione non mi disturba più di tanto. Prediligo le spiagge rocciose, naturali, e mi piace nuotare fra gli scogli.
Le spiagge private non mi piacciono: pullulano di bambini urlanti e fastidiosi e madri buoniste.
I miei ultimi bagni sono stati a Limassol, Cipro, ad ottobre, in una distesa di spiaggia libera tutta demaniale.
Buona notte Tesea

harmonia

Io ho provato a ribellarmi, pacificamente e gentilmente, più volte. Abito a Venezia e mi capita di andare in spiaggia al Lido, il celebre ricco Lido. Il rischio è essere accusati di resistenza alla "forza pubblica" (non importa che sia costituita da bagnini). Ci sono gli ordini della capitaneria di porto da rispettare, e sono ordini perentori. Quest'anno bisognerebbe trovarne qualcuno e pubblicarlo. Meglio avere una documentazione scritta, ma è difficile difendere i diritti di cittadinanza. Comunque mai scoraggiarsi.
Un saluto. harmonia

harmonia

Io ho provato a ribellarmi, pacificamente e gentilmente, più volte. Abito a Venezia e mi capita di andare in spiaggia al Lido, il celebre ricco Lido. Il rischio è essere accusati di resistenza alla "forza pubblica" (non importa che sia costituita da bagnini). Ci sono gli ordini della capitaneria di porto da rispettare, e sono ordini perentori. Quest'anno bisognerebbe trovarne qualcuno e pubblicarlo. Meglio avere una documentazione scritta, ma è difficile difendere i diritti di cittadinanza. Comunque mai scoraggiarsi.
Un saluto. harmonia

harmonia

Io ho provato a ribellarmi, pacificamente e gentilmente, più volte. Abito a Venezia e mi capita di andare in spiaggia al Lido, il celebre ricco Lido. Il rischio è essere accusati di resistenza alla "forza pubblica" (non importa che sia costituita da bagnini). Ci sono gli ordini della capitaneria di porto da rispettare, e sono ordini perentori. Quest'anno bisognerebbe trovarne qualcuno e pubblicarlo. Meglio avere una documentazione scritta, ma è difficile difendere i diritti di cittadinanza. Comunque mai scoraggiarsi.
Un saluto. harmonia

harmonia

Io ho provato a ribellarmi, pacificamente e gentilmente, più volte. Abito a Venezia e mi capita di andare in spiaggia al Lido, il celebre ricco Lido. Il rischio è essere accusati di resistenza alla "forza pubblica" (non importa che sia costituita da bagnini). Ci sono gli ordini della capitaneria di porto da rispettare, e sono ordini perentori. Quest'anno bisognerebbe trovarne qualcuno e pubblicarlo. Meglio avere una documentazione scritta, ma è difficile difendere i diritti di cittadinanza. Comunque mai scoraggiarsi.
Un saluto. harmonia

harmonia

Io ho provato a ribellarmi, pacificamente e gentilmente, più volte. Abito a Venezia e mi capita di andare in spiaggia al Lido, il celebre ricco Lido. Il rischio è essere accusati di resistenza alla "forza pubblica" (non importa che sia costituita da bagnini). Ci sono gli ordini della capitaneria di porto da rispettare, e sono ordini perentori. Quest'anno bisognerebbe trovarne qualcuno e pubblicarlo. Meglio avere una documentazione scritta, ma è difficile difendere i diritti di cittadinanza. Comunque mai scoraggiarsi.
Un saluto. harmonia

harmonia

Io ho provato a ribellarmi, pacificamente e gentilmente, più volte. Abito a Venezia e mi capita di andare in spiaggia al Lido, il celebre ricco Lido. Il rischio è essere accusati di resistenza alla "forza pubblica" (non importa che sia costituita da bagnini). Ci sono gli ordini della capitaneria di porto da rispettare, e sono ordini perentori. Quest'anno bisognerebbe trovarne qualcuno e pubblicarlo. Meglio avere una documentazione scritta, ma è difficile difendere i diritti di cittadinanza. Comunque mai scoraggiarsi.
Un saluto. harmonia

dragor

GUIZZO
Bisognerebbe creare la lobby dei bagnanti

MARIANNA
Per fortuna la Sardegna è un paradiso naturale dove le coste sono in gran parte libere. I problemi sono sul continente

PIM
Se non conosci l'Esterel, fa' un salto da quelle parti. Ne vale la pena!

BIZ
Speriamo che resti cosi' per sempre. Certi posti non dovrebbero mai cambiare. E' bello sapere che esistono

IRENE
A dire il vero, una volta ho cercato di guadagnare il mare dalle parti di Sorrento. Senza balzello, l'impresa si è rivelata impossibile...

DOLCYSSYMA
Il problema è che le spiagge della Prom' servono una città di mezzo milione di abitanti. Se hai tempo, prova la vicina Villefranche o meglio ancora l'Esterel (dopo Cannes)

TESEA
Purtroppo ci sono posti privi di scogli e là senza pizzo niente mare!

HARMONIA
Ecco l'esempio da seguire. Se tutti facessero come te, i gestori divrebbero venire a patti

Grazie a tutti per avere animato questo dibattito con i vostri commenti. Buona giornata!

dragor (journal intime)


FRANCESCA

Carmela...so di che parli. Io conosco la Sicilia!!!Anche di fronte a casa di mia cugina c'è una spiaggia meravigliosa, libera...
Dragor sono stata fra Cagnes e Antibes è meraviglioso....invece a Fregene si fa a cazzotti anche nelle spiagge libere!!!

Gloria

Ciao Drag, da quanto tempo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Gian Contardo

Ma i 5 metri da dove s'infrange l'onda come li calcolano? La marea può essere alta o bassa e col trascorrere delle ore l'onda s'infrange in punti diversi. Vedremo dunque i bagnini spostare ogni ora le transenne in funzione della marea?

Scherzi a parte, già privatizzare le spiagge è discutibile ma a ciò si aggiunge un piccolo particolare: a quanto pare, in Italia i gestori di stabilimenti balneari privati pagano pochissimo come canone d'affitto (in Piemonte si dice "na bala 'd fum").
Ecco dunque che non solo si escludono molte spiagge al pubblico ma anche chi ci guadagna non paga allo Stato (cioè a noi) che pochi euro.

dragor

Cara Gloria, i veri amici non si scordano mai! :-))

dragor (journal intime)

Indaffarato

Andate in Trinacria.

In Sicilia verosimilmente poichè non si è mai riusciti a mettersi daccordo, su come spartire per bene la torta del Demanio "sabbioso", le spiagge sono quasi totalmente libere e da qualche anno anche sapientemente ripulite dai vari comuni sotto cui ricadono.
Ci sono poi alcune oasi naturalistiche che non hanno nulla da invidiare ai caraibi. Una, se durante la mia assenza non si è guastata, è quella di Vendicari
http://www.sicilyweb.com/vendicari/

dragor

Caro Gian Contardo, ecco la differenza: in Francia le concessioni sono carissime. E' per questo che ci sono più spiagge libere.

dragor (journal intime)

dragor

Caro Indaffarato, infatti da molti commenti scaturisce un'ode alla Sicilia. Fra l'altro abbiamo un volo diretto Nizza-Palermo da 50 euro. Quasi quasi...

dragor (journal intime)

Dolcyssyma

Appena ho un attimo di tempo scriverò un articoletto sulla mia spiaggia (cioè dove abito giù in Sicilia), raccontando anche qualcosa che troverete interessante, ovviamente documentato con foto :)))

Spero di riuscirci in settimana. Ciao :)))

I commenti per questa nota sono chiusi.