La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« IL BLOG FANTASMA | Principale | IN FAMIGLIA »

03/09/07

Commenti

Adele07

SHIT, Dragor, come gliele dici giuste, ti aspettavo per un post su questo "Kagame" che il nome dice tutto per una piemontese.germanica come me....
Caghiamolo. Si sarà pentito e vuole cambiare ?????? Ma dopo il peccato pentirsi non giova.
Come si fa a dare una medaglia a uno schifoso così ????? Sono tutti della stessa forza di cacca.
Mi ha irritata a morte quella notizia. la medaglia a un genocida e perchè non fanno un monumento a Hitler ??????
Ciao, sono impegnata oggi, ti mangerei di riconoscenza, digliene, e dagliene, se potessi.....
Adele07 (Easy Rider)

dragor

Cara Adele, hai frainteso il post. Paul Kagame, l'attuale presidente del Rwanda, è l'uomo che ha fermato il genocidio quando ha conquistato il Rwanda con i suoi uomini del FPR e successivamente insaurato un regime senza persecuzioni razziali. Leggi bene...

Big kiss

dragor (journal intime)

marianna

Carissimo eccoci ad affrontare l'argomento! I tuoi toni sono troppo accesi.Concedimelo. E ti capisco sopratutto in relazione alla tua storia personale.Militanza politica e prezzo pagato in termini di vite umane.
La notizia data sui giornali(Repubblica-Corriere e Gazzetta del Mezzogiorno),quelli che ho potuto leggere, è stata proposta con stile giornalistico da scoop.
Ho poi ascoltato le interviste fatte su Radio Fatmo tanto a Boscaini che a Jean Leonard Touadì,africano, sociologo, conoscitore dell'Africa sotto il profilo storico, attualmente impegnato in politica al comune di Roma.
Ebbene il discorso era ed è molto più pacato.
Il giudizio che viene dato della politica di Kagame e dello sviluppo attuale del Ruwanda è molto positivo. Ed è da entrambi riconosciuto. Importante il fatto che si evidenzi il problema di un'auspicabile riconciliazione tra Tutsi ed Hutu. Com tu dici sulle carte di identità non compare più l'etnìa. Valido sostengono entrambi l'abolizione della pena di morte, che pare sia solo una moratoria, perchè consentirebbe l'estradizione dei responsabili in giro per il mondo, Europa inclusa.
L'aver messo invece in piedi tribunali popolari è visto in negativo perchè ci sono ancora in giro troppi risentimenti.
A questo proposito volevo chiederti, se posso, se tu sai chi sono i responsabili dell'uccisione di tua moglie.
Altro aspetto negativissimo lo sconfinamento attuale nella Repubblica democratica del Congo ad opera,pare, di un luogotenente di Kagame. La storia del coltan. Ed infine il problema delle carceri a Kigali dove si dice, come del resto in tutte le prigioni dell'Africa,non vengono rispettati assolutamente i più elementari diritti umani.
Mi sembra sostanzialmente che rispetto al "caso" sollevato per via della premiazione le cose si sono poi molto ma molto ridimensionate.
Io mi fermo qui anche perchè tu sai bene che su certe tue affermazioni a proposito della Chiesa non posso essere d'accordo. Fermo restando che so bene che l'uomo è peccatore qualunque sia la sua collocazione ed il ruolo che svolge.
A proposito di riconciliazione ti inviterei ad inserire quell'articolo che ti avevo inviato ,perchè Maggy è una tutsi ed ha letto a mio avviso il problema nella luce giusta.
Al di là della politica,che purtroppo danneggia la gente comune, io, te e molti altri spero, amiamo l'Africa e la vogliamo libera da qualunque forma di colonialismo, fosse pure quello dei missionari. Vogliamo per lei un autentico sviluppo ed il rispetto dei più elementari diritti.Cosa che ancora oggi purtroppo non è.
Ti abbraccio e ti aspetto.
Marianna

matzudaira

Buongiorno a tutti, ritorno da un fantastico mese trascorso nel Paese del Sol Levante... Vedo che Dragor non si è risparmiato in questo mese e che la partecipazione è stata molto attiva...

Concordo quasi pienamente con il post di Tolleranza Zero... relativamente a questo post invece non avendo un'approfondita conoscenza degli attori e dei ruoli dei partecipanti, mi limito a constatare che l'Africa senza Chiesa sarebbe un'Africa migliore...

marianna

Che carino che sei,Matz!
Comunque ben tornato!Marianna

X

Dragor, quello che scrivi ha dei toni giustamente accesi, proprio per l'importanza della questione.
E proprio per l'importanza della questione, vorrei essere più documentato sui fatti.
Quando tutto ciò accadde, ahimé, avevo appena undici anni.
Sapresti citarmi qualche fonte dove io possa "approfondire" le mie conoscenze?
Grazie.

dragor

Cara Marianna, ti ho risposto privatamente. Qui vorrei dire soltanto che lo sconfinamento nel Kivu serve a dare la caccia alle bande Hutu Interhamwe e ai resti dell'armata governativa, cosi' amati dai missionari, che terrorizzano le poopolazioni locali (il problema è stato sollevato anche dall'ONU) e lanciano raids sulle regioni frontaliere del Rwanda. Quanto ai tribunali popolari, le Gacaca, di cui ho anche parlato in un post, hanno al contrario una funzione di riconciliazione che permette agli assassini armati dal regime e vittime del lavaggio del cervello operato dalla chiesa di reintegrarsi nella popolazione. E smettiamo di dire che la dittatura clerico-fascista-razzista di Habyarimana è stata rovesciata soltanto dai Tutsi. E' stata una guerra più politica che etnica. Nelle file de FPR c'erano anche molti Hutu che volevano soltanto giustizia.

Un abbraccio, a presto

dragor (journal intiome)

dragor

Caro Matzu, ben tornato, ci mancavi! :-)

dragor (journal intime)

dragor

Caro X, se conosci il francese, potresti provare con "Rwanda, Histoire d'un Génocide" della giornalista belga Colette Brackman", ed. Fayard. I libri in italiano sono tutti controllati dai preti...

E altri documenti li troverai nel mio blog sotto la voce "Rwanda"(colonna Categorie).

Ciao, a presto

dragor (journal intime)

X

Dragor, ho trovato un post che dice l'esatto contrario di quanto affermi tu. Avviso te della sua URL, e lui della tua.
Penso che un confronto potrebbe essermi davvero istruttivo:

http://guerrillaradio.iobloggo.com/archive.php?eid=1585

X

Dragor, il francese lo capisco poco, ma sto cercando di imparare a leggerlo. Sto iniziando con Madame Bovary.

Libero di non crederci, ma i tuoi post li ho letti tutti.
Solo una fonte non mi basta! :)

zia elena

Caro Dragor,

devo confessare la mia ignoranza in materia, non assoluta, ma la mia conoscenza della questione è troppo limitata per esprimere un giudizio articolato.

E' per questo che mi piace leggerti, anche per imparare.

Ciao.

Zia Elena

marianna

Carissimo ti ho letto e capisco profondamente ciò che provi dinanzi ad argomentazioni del genere.Nessuno di noi, per quanto possa leggere,potrà mai capire non essendo stato attore o comprimario in situazione, che cosa abbia significato per il Ruwanda quella guerra e quel genocidio.Vedi se tu scrivessi qualcosa sulla tua personale esperienza così come la racconti a me, sarebbe senz'altro qualcosa di molto valido culturalmente ed umanamente parlando.La gente deve sapere.Io voglio la verità perchè quella Storia, la storia dell'Africa mi interessa.
Tu hai una famiglia africana ma io mi sento molto molto vicina a queste popolazioni con pregi e difetti.Papi, missionari possono raccontare in buona o cattiva fede,per chi ama la verità è solo quella che conta.Ed io sono di quelle persone.Chiesa o non Chiesa.Sono rispettosa,non mi va di generalizzare,conosco tra i missionari persone meravigliose ma questo non vuol dire proprio niente.
Sempre nell'intervista di Boscaini alla radio Fatmo non si nascondono le responsabilità di alcuni preti nel massacro.Ricordi quando abbiamo parlato dei preti africani? Sono i peggiori da quel che so.
DI missionari con atteggiamento colonialista purtroppo ce ne sono ma oggi fortunatamente non hanno più tanto ragione di essere.Bisogna lavorare perchè le giovani Chiese in Africa come in Asia o in America latina promuovano nei fatti l'autentico sviluppo.
Quanto alla guerra del '94 hai perfettamente ragione nel dire che era una guerra politica e non etnica. Il Congresso di Berlino ha scempiato l'Africa con il tracciare i confini a tavolino. Ruwanda Burundi, le popolazioni sono le stesse.
Hutu o tutsi che siano.
Comunque anche questo polverone giornalistico che è stato sollevato in Italia per il premio mi sa tanto che qualche macchiavello politico lo nasconde. Che ne pensi?
Io sono contenta invece che parliamo dell'Africa, del Ruwanda e sopratutto che ne parliamo a chi non sa o ne sa poco.
Un abbraccio affettuoso.
Marianna

Adele07

Caro Dragor,
se come dici ho frainteso il senso del post, chiedo scusa.
Ti ho visto tanto incavolato e ho pensato ce l'avessi con Kagame (che nome !!)
Io ricordo la guerra in Etiopia e i missionari che erano annessi per portare il cristianesimo laggiù . (Padre Reginaldo Giuliani)
Quella povera Africa è sempre stata suddivisa a colonie dei potenti europei e dappertutto i cristiani volevano esserci.
Hanno danneggiato un mucchio di culture pacifiche simpatiche e belle e adesso ??????????
E chi si intende per "Caino", chi è ????? e tutti i nomi che dici chi sono ????..... chenneso io, non dovrei metterci il naso per non dire fesserie.
Buona sera, Io faccio l'amore e non la guerra.
Abbracci da Adele07 (Easy Rider)

Adele07

Caro Dragor,
se come dici ho frainteso il senso del post, chiedo scusa.
Ti ho visto tanto incavolato e ho pensato ce l'avessi con Kagame (che nome !!)
Io ricordo la guerra in Etiopia e i missionari che erano annessi per portare il cristianesimo laggiù . (Padre Reginaldo Giuliani)
Quella povera Africa è sempre stata suddivisa a colonie dei potenti europei e dappertutto i cristiani volevano esserci.
Hanno danneggiato un mucchio di culture pacifiche simpatiche e belle e adesso ??????????
E chi si intende per "Caino", chi è ????? e tutti i nomi che dici chi sono ????..... chenneso io, non dovrei metterci il naso per non dire fesserie.
Buona sera, Io faccio l'amore e non la guerra.
Abbracci da Adele07 (Easy Rider)

mm

com'è che l'Africa non riesce a scrollarsi di dosso missionari e colonialisti, ong e tutori vari?
quanto alla Chiesa, la chiesa cattolica è pervasiva nel mondo più ancora degli Usa, e fa politica, come la fa qui da noi. e quando poi ti giustifichi perchè Dio è con te, difficile avvere un limite, criticarsi, non essere arroganti.

dragor

Caro X, questo è il prodotto della disinformazione clericale, diffusa soprattutto in Italia, che ha riscrtto quel periodo a suo esclusivo uso e consumo. Chi quel periodo lo ha vissuto o l'ha seguito sui media dell'epoca conosce una storia completamente duversa. Trasformare Kagame nel responsabile del genocidio quando il FRP da lui comandato è stato l'unica forza che ha fermato i massacri nel Rwanda abbandonato anche dall'ONU: ecco la menzogna del secolo. Leggi la stampa belga e francese dell'epoca oppure la cronaca di Colette Braeckman, inviata speciale da Le Soir di Bruxwelles che come me ha seguito il FPR.

Grazie della segnalazione, a presto

dragor (journal intime)

anecòico

"le scuse di Wojtyla dovrebbero almeno bastare a far chiudere il becco a Boscaini e ai suoi complici nigrizio-comboniani"

appunto, dovrebbero...

Bravo Dragor, post vibrante e documentato più che mai!

anecòico [CattivaMaestra]

irenespagnuolo

Quante verità potremmo non sapere dragor se qualcuno non ce le raccontasse, non ci aprisse gli occhi, non ci spiegasse certe realtà. Tu hai vissuto cose che non so e non conosco e questo post mi aiuta a capire.

dragor

Cara Irene, ammetto di non essere obiettivo perché sono parte in causa. Ma dire che è stato Kagame a organizzare i massacri, questa è troppo grossa. Sarebbe come dire che sono stati gli americani a massacrare gli ebrei...

Grazie, un abbraccio affettuoso

dragor (journal intime)

dragor

Caro anecoico, il papa chiede scusa e i missionari vorrebbero trasformare le vittime in assassini. Questo dimostra in che oceano di menzogne sta annegando l'Africa. Ma non finisce qui!

dragor (journal intime)

dragor

Cara mm, se la legge punisce il razzismo, che cosa dire di chi va in casa d'altri per soffocare la loro cultura e imporre la propria?

dragor (journal intime)

Esmeralda07

Fortissimo Dragor,
Chi va a soffocare la cultura in casa d'altri per imporre la propria è un delinquente nato. Il massacro dei pellirosse è stato uno dei più grandi genocidi della storia e i papi godevano sapendo che adesso potevano andare in paradiso dop il battesimo.
Ho messo un post da esmeralda07 (make love no war)

Sariddu

Una cosa io non capisco. Per qual motivo il governo dello Rwuanda non getta fuori dal paese i vari preti e missionari attualmente presenti? Anche se alcuni di costoro fossero ottime persone, resta il fatto che appartengono ad una associazione religiosa che e` in parte responsabile dei crimini commessi.

Pim

Leggo con attenzione quanto scrivi sul Rwanda: ne so veramente poco, è per me l'unica occasione per capire ciò che è successo e accade tuttora.
Come forse già ti dissi, ho una zia suora che è stata missionaria in Siria e Libano tra il 1955 e il 1970. Come infermiera, ha trascorso più tempo in sala operatoria che a evangelizzare (in questi panni non me la vedo proprio). Persona pragmatica e dalle idee politiche piuttosto chiare (filopalestinesi, per dire), una volta mi confidò che l'operato della Chiesa in alcune parti del mondo non è esente da ombre. Non tanto nel Vicino Oriente, quanto in Africa e nell'America Latina sono successi e succedono tuttora fatti che offuscano il reale impegno di chi si adopera per aiutare realmente la gente.
I tuoi post sulla situazione in Rwanda confermano e appesantiscono ulteriormente di significato tragico le sue parole.

Giovanni

Caro Dragor, confesso la mia ignoranza sull'argomento in questione, anche se qualche cosa l'ho letta. In ogni modo quello che io conosco è più vicino a quello che riporti te che non a quello che vuol far credere Boscaini.
Quello che proprio non accetto è la posizione della chiesa e di come troppa gente si lasci ingannare da sermoni vari.
Personalmente un po' di anni fa rimasi "sconvolto" da alcune foto fatte da una mia parente ospite di una missione in Colombia; la chiesa ci dice di dare soldi per le missioni e noi lo facciamo, ma in quella struttura non c'erano poveri sud-americani da aiutare ma una bella mega piscina con tanto di suore in costume da bagno che si sollazzavano.

D'IO

Io non sò come sono andate le cose ma dopo aver letto il tuo post e tutti i commenti sono propenso a credere vero quel che dici, cercherò di documentarmi meglio. Ti ringrazio per l'arricchimento che ho avuto leggendoti con attenzione ed interesse e mi unisco alla domanda che ti ha fatto Sariddu. Me la sono posta anch'io. E credo che se viene istituito un premio per l'abolizionista della pena capitale 2007 (trovo sacrosanto simboleggiare con un premio tale circostanza) questo debba andare a chi l'ha abolita, indipendentemente da come si chiama e da cosa ha fatto. E nulla impedirebbe di processare un premiato per crimini di guerra o genocidio, sempre nel caso fosse vero, e non mi pare questo il caso. D'altronde...ci sarebbe stato qualcun'altro a cui assegnare quel premio nel 2007???

Esperimento

Prima di quest'estate non sapevo nulla del genocidio dei Tutsi, se non per quel poco che raccontano i media.
E ancora ora ne so veramente poco, ma in questa storia (e non solo per i tuoi racconti, ma soprattutto per i commenti altrui) trovo sorprendentemente una gran quantità di analogie con quella in un'altra parte del mondo e, per esperienza reale, posso confermare che i comboniani si schierano con i più violenti per attaccare meglio chi invece vorrebbe vivere in pace.

dragor

Caro Esperimento, potresti parlare di questa esperienza reale?
Ciao, a presto

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.