La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« C'EST FINI! | Principale | COME MASSACRARE LA VOSTRA COMPAGNA E VIVERE FELICI »

15/10/07

Commenti

Amanda

Questa sì che è una sana riflessione!
Ciao Dragro, buon inizio settimana :))

Sariddu

E` quello che sta capitando a Tarzi (si chiama cosi` quello della Parmalat?)Lui ha detto che di finanza non si intendeva e che la colpa e` delle banche che gli facevano troppo credito.

Gian Contardo

Vediamo un po'.

NANNI MORETTI accoltella Walter Veltroni, che da buonista lo perdona. Il giudice commuta 10 anni di carcere con l'obbligo di far passare a Moretti una notte di sesso estremo con Marco Travaglio come dominatore. Motivazione della sentenza: "La particolare impronta politico-culturale esercitata su Moretti fin dalla prima gioventù giustifica la riduzione della pena in quanto a Moretti, che si è sempre trovato a suo agio in minoranze tristi e frustrate, è parso intollerabile che Veltroni abbia gioiosamente vinto le primarie del Pd col 75% del voti".

ANTONIO DI PIERO spedisce un pacco-bomba ad Umberto Eco (per fortuna il bacco-bomba non esplode perché Di Pietro si è dimenticato di mettervi dentro l'esplosivo). La Corte d'Assise di Alessandria lo condanna, anziché a 15 anni di carcere per tentata strage, alla revoca della laurea e a seguire per 10 anni un corso intensivo di grammatica italiana. Motivazione della sentenza: "La rozzezza culturale dell'imputato, unitamente alla sua imperfetta conoscenza della lingua italiana, hanno creato in lui uno stato psicologico di paranoica frustrazione nei confronti del perfetto italiano sfoderato da Eco nei suoi scritti, frustrazione acuita dall'incapacità dell'imputato di comprendere le volute complicazioni stilistiche contenute nelle prime pagine di narrativa dell'illustre saggista-romanziere".
Umberto Eco ha annunciato ricorso sostenendo che un processo, al pari dell'opera letteraria, deve essere un'opera aperta.

SARKO evira George W. Bush appuntandogli il nasrino della legion d'onore sul pisello anziché su un braccio. Il tribunale lo condanna al semplice risarcimento danni (sarà lui, d'ora in poi, a giacere con Mrs. Laura). Motivazione: "La bassa statura di Monsieur Le President costituisce un'impronta non culturale ma fisica che gli ha impedito di arrivare senza sgabello alle braccia di Bush, per cui si è dovuto accontentare di appuntargli la legion d'onore sulla prima parte anatomica sporgente che fosse alla sua altezza".

Gian Contardo

Errata corrige.
ANTONIO DI PIETRO, NON ANTONIO DI PIERO.

dragor

AMANDA
Grazie, buona settimana anche a te! :-)

SARIDDU
Credo che si chiamasse Tanzi. Nel suo caso bisognerebbe condannare le banche...

GIAN CONTARDO
Fantastico! :-)))) Ma stavolta non te li pubblico, altrimenti fanno scomparire il mio post!

Ciao a tutti, buon lunedi'

dragor (journal intime)

Gian Contardo

Non c'è alcun problema, Dragor.

Buon inizio settimana.

marianna

Carissimo ho letto anch'io questa notizia e mi ha lasciata davvero perplessa.
A questo titolo e direi anche in base a luoghi comuni(tipo i napoletani sono ladri) un nativo di Napoli,accusato di furto,dinanzi ad un giudice viene assolto perchè, in relazione alla sua cultura di provenienza, ha delle attenuanti. Così continuando tutti possono avere delle attenuanti....
Questo sistema di riduzione della pena è un modo probabilmente per non affollare le carceri per lungo periodo.
Buon pranzo, a più tardi.
Marianna

stefy

E probabilmente la ragazza e' stata definita di cultura cosi' aperta da non aver poi subito chissache' !!! E' spaventoso ! Ieri mattina in TV ho sentito interviste a concittadini di una ragazzina violentata da 4 coetanei (minorenni)....da far venire la pelle d'oca! Alla fine la maggioranza delle persone convergeva sul pensiero che " beh,se l'e' voluto lei ! " Ma la cosa peggiore l'ha detta un uomo di mezz'eta' :" sono uomini, hanno voglia di divertirsi." .... credo non esista commento adeguato a rispondere.
Il tuo post, Dragor, fa riflettere molto !! E,se conta qualcosa, mi e' piaciuto tanto !!
Ciao,
Stefy

tesea

Forse il giudice tedesco aveva visitato la Sardegna quando le donne ancora non potevano uscire di casa senza 'su mocatore' - più o meno come le arabe oggi.
Ora, per fortuna, sono emancipate esattamente come le tedesche.
Tesea

Account Deleted

Sai chi ci manca un sacco, quando si sentono notizie come quella che riporti? Adele.

Solo lei sapeva scagliarsi a testa bassa, con irruenza, con forza unica, contro queste barbare doppie ingiustizie.

Solo lei, da diretta conoscitrice della violenza sulle donne, sapeva trovare le parole più forti e più adatte per censurare gli uomini protagonisti, in negativo, sia dell'episodio in sè, sia della risibile sentenza.

Ci manca la tua ira, Adele. Ci manca la tua testa calda e brillante.
HP

dragor

GIAN CONTARDO
Grazie :-)

MARIANNA
Si', ma non dovrebbe scadere nel razzismo...

TESEA
Si', infatti ho sentito che a Nuoro fanno l'Oktoberfest

HP
Be', faccio del mio meglio per sostituirla... :-)

Ciao a tutti, buona serata

dragor (journal intime)

homing pigeon

Lodevolissima la tua iniziativa e geniale come sempre il paradossale umorismo acido che riesci ad estrarre da notizie come questa.

Ma nè tu, nè io, e nemmeno le numerose fanciulle che ti leggono e commentano, possediamo quella potenza icastica, quella rabbia interiore che fa scaturire le parole come lava che brucia e punisce.

Forse perchè - per fortuna nostra - ci mancano le cicatrici che la vita aveva lasciato sul corpo e nell'anima di Adele. E che la facevano scattare quando un episodio accaduto a un'altra donna la riportava indietro nel tempo e le riapriva vecchie ferite impossibili da guarire completamente.

Vista la tua non comune capacità manieristica, mi aspetto che una volta o l'altra tu scriva un post "alla Adele", o almeno un commento, quando si parlerà - purtroppo, di nuovo - di violenza sulle donne. Sarebbe un bel risentirla fra di noi. So che ne sei capace.
HP

Antonio Montanari

Una frase che credo di Piero Calamandrei: «Se mi accusano di aver violentato la Madonnina del Duomo di Milano, scappo in Svizzera».

dragor

Cara Stefy, ecco un esempio di attenuanti culturali macho-mediterranee con le quali i violentatori effettivi e potenziali si autoassolvono in partenza. Queste cose fanno perdere la fiducia nel genere umano...

Ciao, buona serata

drgaor (journal intime)

dragor

Antonio: :-)))

dragor (journal intime)

dragor

Antonio :-)))

dragor (journal intime)

dragor

HP, si', potrei, ma sarebbe un esercizio stilistico perché il mio stile naturale è un po' diverso. In ogni caso JI è forse il blog che si è più battuto contro la violenza sulle donne. A proposito, non perderti il post di domani...:-)

A presto, un caro saluto

dragor (journal intime)

Account Deleted

verrò a trovarti di sicuro.

buonanotte,
HP

tesea

Piccione Viaggiatore: violenza sulle donne? Solo su quelle che sono disposte a subirla!
Tesea

Account Deleted

Tesea, che cosa è questa, una provocazione?

Spiegati meglio, se hai voglia, perchè per quanto mi sforzi non riesco a capire appieno il senso della tua affermazione, e men che meno considerando che viene da una donna...
HP

irenespagnuolo

E questa vomitevole attenuante culturale Dragor si è pure beccata, pare, l'ira dei sardi che vantano una cultura matriarcale che quindi non pone la donna in posizione "subalterna"...
Davvero chissà cosa avrebbe scritto Adele !
Comunque tu tratti benissimo questi argomenti, Dragor :))
Kiss
Irene

Pim

Secondo me bisognerebbe leggere con attenzione la motivazione della sentenza, non il resoconto giornalistico che ne è stato fatto. Ho la sensazione che le cose non stiano proprio così come i media ce le hanno raccontate. Altrimenti costituirebbero un pericoloso precedente, le cui conseguenze potrebbero essere quelle che tu hai sarcasticamente dedotto...

piero

Come sardo, lontano un secolo dal considerare la donna come sottomessa, mi sono sentito offeso e culturalmente messo alla stregua dei trogloditi: il giudice (molto ignorante) dovrebbe ripassare un pò dalle parti della Sradegna.

piero

Come sardo, lontano un secolo dal considerare la donna come sottomessa, mi sono sentito offeso e culturalmente messo alla stregua dei trogloditi: il giudice (molto ignorante) dovrebbe rivisitare un pò le attuali realtà sarde.

dragor

Caro Piero, credo anch'io che gli farebbe bene. Fra l'altro mi dicono che quella sarda è una società matriarcale

dragor (journal intime)

dragor

Pim, una parte della sentenza è stata riportata dal Corriere della Sera, chiaramente tradotta dal tedesco. Comunque la rigiri, rimangono quelle parole che ho riportato sotto il titolo. Mi sembrano inequivocabili.

dragor (journal intime)

mm

il fatto è chè oltrettutto i sardi non hanno mai avuto nella loro passata cultura un atteggiamento maschilista, quindi l'assunto è proprio sballato.
parlando seriamente, vorrei segnalare che a torino tempo fà una ragazzza marocchina è sata sgozzata per strada mentre andava a scuola
da un marocchino di oltre 40 anni che la perseguitava (sposato e con figli in Marocco).
E salatto fuori che l'uomo l'aveva già aggredita in prevedenza tentando uno stupro, che la ragazza acccompagnata dalla madre aveva denunciato il fatto e il magistrato torinese, aveva trattato blandamenteil reato sostenendo che si trattava di "culture diverse dalla nostra, che bisognava tenerne conto". Peccato che la ragazza,venuta a vivere in Italia a Torino, volesse giustizia secondo le norme e la cultura dello Stato italiano. E' morta sgozzata.
Attenzione alle attenuanti etniche e culturali, il giudice non deve inventarsi etnologo.

dragor

Cara mm, è più o meno la storia del pakistano del post...

dragor (journal intime)

D'IO

Concordo sulla vomitevole motivazione dello sconto di pena ma rendiamoci conto che là in Germania s'è beccato 6 anni senza condizionale ma se gli concedono di scontare in Italia come ha richiesto il suo avvocato, lui torna e, tra periodo già scontato e beneficio dell'indulto (il reato è antecedente), SUBITO A PIEDE LIBERO SUBITO...non mi pare meno scandaloso...

Grisostomo

UN MINISTRO COMUNISTA si mangia tutti i soldi stanziati per costruire il ponte sullo Stretto di Messina. Viene condannato a stare lontano dal casinò per 20 giorni. Motivazione: “Si deve tenere conto delle particolari impronte etniche e culturali dell’imputato. E' un ministro di Forza Italia. Il quadro dei rapporti dei ministri di Forza Italia con i soldi non può certo venire assunto come scusante, ma considerate le particolari tradizioni del partito, dev’essere tenuto in considerazione come attenuante.”

mm

scusa, ma se è comunista come fa ad essere di Forza italia?

Esperimento

Purtroppo questa è la logica conseguenza del giustificazionismo ad oltranza: dal MassimoFini-GianniVattimopensiero alla minimizzazione dei lanci di pietre (sia quelle palestinesi, sia quelle nostrane dai cavalcavia), passando per tutto il resto.

Sonia

da ridere per non piangere! :-)

I commenti per questa nota sono chiusi.