La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« OBAMA SORPASSA HILARY CLINTON | Principale | VOLGARITA' SENZA COMPLESSI »

29/02/08

Commenti

Pim

Mi ritorna in mente una frase del maresciallo austriaco Von Moltke: il comandante migliore è quello stupido e pigro, perché ammazza meno soldati degli altri.

Gian Contardo

La mia osservazione è fin troppo banale: non devono esserci civili di serie A e civili di serie B: nessun civile deve essere ammazzato. O dovrebbe.
Cerco di sdrammatizzare: la politica è una cosa troppo seria per lasciarla a Sarkozy e a Berlusconi.
P.S. Scusa se non commento più con la stessa continuità di qualche tempo fa ma un po' il casino di TypePad sui commenti e un po' di stanchezza mi hanno fatto rallentare.
Ciao, mitico Dragoe!

marianna

Carissimo Dragor, buon giorno!
La logica di questo palestinese è una non logica almeno per come riferisci tu è andata la conversazione. Quello che mi spaventa di più è un parlare che è figlia di una cultura monolitica.Secondo me il poverino non si rende conto delle corbellerie che dice. Non gli viene nessun dubbio. E come potrebbe? E' figlio di una linea di pensiero che non ha mai incontrato né Cartesio, né l'Illuminismo.
Su questo bisognerebbe riflettere quando nascono certi innammoramenti repentini ed irrazionali per certi popoli.
Niente contro la popolazione civile né da una parte, né dall'altra ma non si può ragionare così.
Buon pranzo e a più tardi.
Marianna.

luigi

Lo studente palestinese esprime una logica stringente che spiega molto più di un'intera enciclopedia. E non c'è da stare allegri.
luigi

homing pigeon

ciao Dragor,

puzza molto di opportunismo questo sillogismo.

Democrazia e dittatura sono concetti che mi sembrano decisamente usati strumentalmente nel contesto.

Quindi secondo questo signore è giusto e logico ammazzare gli israeliani perchè hanno democraticamente eletto chi manda gli aerei a bombardarli? Trascura però un dettaglio: chi vive in una dittatura ha almeno due scelte. O la combatte, o si adegua. é vero, a combatterla si rischia la pelle. Ma chi si adegua non fa una bella vita comunque. Questo palestinese sta usando il regime come uno scudo. Troppo comodo così. O si è sempre contro la dittatura in cui si vive, oppure, così facendo, si ammette implicitamente di esserne fautori, quando non direttamente complici.

Come la vedi tu?
a presto,
HP

dragor

PIM
Si', pero' fa ammazzare i suoi... :-)

GIAN CONTARDO
Concordo in pieno. Ho scritto vari post sul rispetto dei civili, non del tutto disinteressati visto che sono un civile anch'io...

Si', ecco perché gli italiani lasciano la politica a Ruini

MARIANNA
Io credo che un palestinese di buona cultura non avrebbe nessuna difficoltà a usare Cartesio per i suoi fini.In fin dei conti anche Cartesio ha massacrato la filosofia per dimostrare l'esistenza di Dio con il metodo della causa prima
In ogni caso gli arabi sono rovinati dall'islam. Non dimentichiamo che sono stati loro i primi a salvare i filosofi greci dall'oblio in cui erano caduti nell'alto medioevo. Le disgrazie sono cominciate quando Al Mansour, il califfo di Siviglia, ha tappato la bocca ad Averroe che sosteneva la separazione del potere civile da quello religioso

HP
Questa teoria sembra abbastanza popolare fra i palestinesi e in genere fra chi rifiuta a Israele il diritto di esistere. Non è la prima volta che mi viene proposta. Fa parte di una certa subcultura molto radicata in certi ambienti.

In effetti nei Territori Palestinesi è in corso una guerra civile fra chi accetta la dittatura di Hamas e chi è contrario. A parte il fatto che al posto del voto usano le armi, per il resto è una democrazia come le altre. Quindi, secondo la logica palestinese, anche quei civili sono responsabili della politica di chi li governa e non possono lamentarsi se ogni tanto gli piove addosso qualche missile

Ciao a tutti, grazie per i vostri commenti e buona giornata

dragor (journal intime)


marianna

Caro Dragor una richiesta fuor ordinanza: mi piacerebbe sentire il champeta, che è un genere musicale afro-colombiano, una fusione tra musica colombiana e rumba congolese. Puoi accontentarmi con un link quando hai tempo e voglia?
Un abbraccio.Marianna.

Esperimento

Proprio finché i palestinesi e tutti quelli che foraggiano il fondamentalismo e il terrorismo non si metteranno bene in testa che è finita l'era in cui gli ebrei si facevano ammazzare come pecore, senza reagire, ci sarà la guerra. Quel ragazzo non sa una cosa fondamentale (e probabilmente tu non gliel'hai spiegata): uno dei compiti principali di uno Stato democratico è quello di difendere i propri cittadini.

dragor

Diciamo che i cittadini si difendono, visto che uno Stato democratico è quello voluto dai cittadini. Ma agli occhi dell'amico palestinese la colpa è proprio questa: in quanto responsabili della politica dello Stato democratico, i cittadini sono bersagli potenziali

Ciao, a presto

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.