La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« ETEROFOBIA | Principale | RELIGIONI FAI-DA-TE »

21/02/08

Commenti

marianna

Carissimo Dragor interessante ciò che scrivi alla fanciulla musulmana.Dici sostanzialmente(con i relativi distinguo) ciò che proponi ai cattolici.Convertirsi al libero pensiero se non ci si riconosce all'interno di determinate coordinate.
Allora io ti rispondo che il pensiero laico e la cultura che l'ha prodotto vanno benissimo salvo che né la fanciulla musulmana, né il cattolico potranno mai staccarsi dall'humus culturale nel quale sono nati e cresciuti.Una cosa è riconoscere ciò che non va bene ed impegnarsi per migliorarlo alla luce del libero pensiero appunto,perchè tutto è perfettibile,un'altra è rnnegare. Io credo che anche volendo non si possa.Emerge comunque ciò che sei.
Le condanne e le esecuzioni praticate nei paesi come Arabia Saudita, Nigeria,Iran e quanti altri, sono orribili ma le torture nelle carceri di Guantanamo non lo sono meno.Eppure tutto avviene nell'indifferenza generale dll'opinione pubblica internazionale.
Perché? E' il concetto di GIUSTIZIA oggi in crisi come scrive Adriano Prosperi su Repubblica.
Solo questo volevo farti notare ed augurarti buon pranzo.
Marianna.

dragor

Cara Marianna, non credo che le religioni siano perfettibili. Per definizione, sono già perfette. Come si puo' migliorare la parola di Dio? Si puo' discutere un'idea, non un dogma. Secondo me sono da accettare o rifiutare in blocco.
Non credo che si possa mettere sullo stesso piano Guantanamo (ugualmente esecrabile) con quello che succede nei paesi musulmani. C'è un'enorme differenza quantitativa e qualitativa. Ma ho l'impressione che in occidente si parli più delle torture di Guantanamo, l'eccezione, che di quelle musulmane, la regola.

Buon appetito, a presto

dragor (journal intime)

Teseag

Per Marianna:
a proposito di GIUSTIZIA, il mio professore di Filisofia del diritto sosteneva che non c'è concetto più relativo delle giustizia stessa, mutevole a seconda del tempo, del luogo, del costume imperante.
Ciao a tutti
Tesea

marianna

Carissimo Dragor certamente non voglio mettere in discussione i dogmi di nessuna religione.Già la parola dogma mi fa personalmente venire l'orticaria.
Però quello che oggi viene proposto,ad esempio, dalla dottrina sociale della Chiesa di Roma non può certo essere paragonato a quanto facevano e dicevano ai tempi dell'

Inquisizione a Roma stessa i Domenicani.
Allora io penso che la cornice storica abbia la sua importanza. L'Islam non ha fatto lo stesso percorso storico nè dell'ebraismo, nè del cristianesimo, ragion per cui con loro è come essere in pieno medio-evo e forse ancor prima. Dovranno essere i musulmani a far cambiare le cose gradualmente. Non spetta che a loro.
Quello che denunci dell'ignoranza di quanto avviene in questi Paesi non rispettosi della vita e della persona da parte dell'Occidente è verissimo e condannabile.
Io ti avevo fatto pervenire una lettera di un rappresentante della Comunità Copta, che denuncia le persecuzioni subìte dai copti in Egitto da parte dell'Islam. L'hai mai ricevuta? Te l'avevo inviata perchè mi pareva interessante rispetto a quello che tu sostieni o hai sostenuto(ricordo un post) a proposito dell'Egitto di Mubarak.
A più tardi. Marianna.

marianna

Dragor commento sparito. Marianna

marianna

Dragor ripesca il commento! Marianna.

dragor

Cara Marianna, puoi spiegarmi come si puo' accettare una religione e rifiutare i dogmi su cui è fondata? Mi sembra un controsenso. Dal mio punto di vista, le religioni non si cambiano. Si accettano cosi' come sono. Nemmeno la chiesa di Roma ha il diritto di cambiare quello che è stato ispirato da Dio. Se non si è soddisfatti, si puo' sempre uscire e fondarsi un'altra religione. E' questo che ha provocato gli scismi. Per esempio, visto l'aria che tira, non mi meraviglierei se nascesse una chiesa cattolica che rifiuta l'autorità del papa. I tempi sono maturi per un nuovo scisma

Non mi sembra di avere ricevuto l'articolo sulla chiesa copta. Potresti rispedirlo? Ne approfitto per ringraziarti per gli altri. Ne ho utilizzato qualcuno per un post, come l'intervista a Tariq Ramadan.

Un abbraccio,buona notte, a domani

dragor (journal intime)

marianna

Caro Dragor io i dogmi li accetto ma non li vivo in maniera angosciosa come potrebbe apparire a chi cattolico non è e quindi non può sentire sua quel tipo di cultura in cui è nato e cresciuto.Ribadisco che le cose che non vanno si vedono e nei limiti dell'umano si cerca di contribuire al perfezionamento.
Tutto qui. Buona giornata!
Ti rimando in posta la lettera.
A più tardi .Marianna.

I commenti per questa nota sono chiusi.