La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« IL DIRITTO DI UCCIDERE | Principale | NO »

01/03/08

Commenti

Pim

Sarkò sta dando dei punti anche a Berlusconi, che ieri si è limitato al gesto dell'ombrello... Ma la campagna elettorale è appena agli inizi, c'è tempo per recuperare.
Buon fine settimana, Dragor.

marianna

Tutti sappiamo che Sarkò è di origine ungherese.Giorni fa ho avuto modo di parlare con una persona,un professionista ungherese di passaggio in città, che mi diceva a proposito di Sarkozy le stesse cose che osserviamo noi. Morale: non gode di simpatia nemmeno tra i suoi. Grossolano e non adatto al ruolo che ricopre, diceva la persona in questione.
Buona mattinata. Marianna.

alex

I miei colleghi ed i miei amici che hanno votato Sarkozy sono disperati. Ogni giorno ci sono delle lamentelle tipo cosa abbiamo fatto ? : questo tizio è matto, è un pagliaccio...
Io invece mi sento felice (ho votato per il postino poi per la Royal) mi vienne in mente questa canzone :

http://fr.youtube.com/watch?v=bY5N2__l2JU

P.S : tu as vu la vidéo sur Peyrat ?
Bon week-end, Alex



luigi

Lo stile sguaiato, cialtronesco e millantatore mi ricorda qualcuno: ho il nome sulla punta della lingua....

luigi

piero

A parte la fama di "tomber de femme", Sarko mi sembra assai grossolano e pieno di sè.

dragor

PIM
In ogni caso, per quanto riguarda il comportamento, un presidente ha più doveri di un deputato e anche di un ministro. Buon weekend anche a te

MARIANNA
Io l'ho detto fin da quando era semplicemente il sindaco di Neuilly. Non ha nel suo DNA le qualità di un presidente francese

ALEX
Sembra che i tuoi amici non abbiano visto la campagna elettorale di JI

http://dragor.blog.lastampa.it/journal_intime/2007/05/perche_non_vogl.html

Come grossolanità, Peyrat non è secondo a nessuno. Cerco subito il video, grazie della segnalazione e di Pippo non lo sa :-)

LUIGI
Ti assicuro che è peggio. E non solo perché ha più potere del tizio di cui hai scordato il nome :-)

PIERO
Le donne deve farle cadere per forza, altrimenti non ci arriva

Ciao a tutti, buon weekend, a presto

dragor (journal intime)

Patricia Soda

Ed ecco a voi il nostro amato sindaco, UMP un nome una garanzia....
http://www.dailymotion.com/video/x4hwv8_peyrat-insulte-les-nicois-2008_politics
Lui è pure peggio di Sarko, non ha nemmeno riguardo per le signore...

dragor

Grazie del link, Patricia. Si dice che a filmare Peyrat sia stato il suo rivale Estrosi. Secondo i commercianti della zona (Garibaldi-République), la vidéo è stata fatta nel 2005 ma viene messa in circolazione adesso perché c'è la campagna elettorale. Il sindaco si difende dicendo che i "Niçois qui emmerdent" non sono tutti i Niçois ma i "piccoli selvaggi" della banlieue che scendono in città per "foutre le bordel". E chi gli crede?

Ciao, buon weekend

dragor (journal intime)

Biz

In confronto a quello che ci hanno abituato in Italia i politici, specie di centro-destra, è squisito!

dragor

Si' Biz, ma questo è un presidente!

dragor (journal intime)

anecòico

ha sempre la faccia da pugile suonato :D

anecòico

tesea

Quando si dice 'la classe'...
Tesea

homing pigeon

caro Dragor,

il titolo del tuo post e' appropriato. Chi e' volgare non ha mai il senso del ritegno, della vergogna.

Ho voluto guardare il filmato, non perche' non credessi alle tue parole, ma perche' la metacomunicazione (gesti, espressioni) spesso e' piu' importante di quello che si dice.

Ed ho constatato una cosa. Che oltre all'ovvio parallelo con il nostro miliardario ridens, gia' sottolineato da vari amici bloggers, Sarko mi ricorda un altro protagonista dello scenario mondiale, che ha di frequente stampato in faccia un sorriso beota: GWB. E perdona se non lo nomino, ma quel nome mi ripugna anche solo a scriverlo.

Credo che ci sia una giusta via di mezzo tra il politico vecchio stile, con il quale occorreva un apposito dizionario per capire cosa in realta' intendesse dire anche quando esprimeva la semplice necessita' di trovare un gabinetto, ed i nuovi politicanti che pensano che per piacere alla gente basta comportarsi come un carrettiere, non vergognarsi di dare clamorose dimostrazioni pubbliche di ignoranza, e in casi estremi (tipo invito a congressi della lega) anche arrivare a scaccolarsi sul palco degli oratori, suscitando peraltro il plauso della folla.

Dalla civilissima Australia leggo, e mi sorprendo, che sia appena passata in Italia una sentenza che sancisce che aggiustarsi le attrezzature sospese in pubblico e' ora un reato. Ma si sa, colpa delle toghe rosse, che hanno tolto ai politici l'ultima frontiera della comunicazione gestuale e diretta con gli elettori....

Quasi tutto il mondo e' paese. Ahime'.

buon fine settimana, Dragor, a presto,
HP

dragor

ANECOICO
E cammina come Charlie Chaplin :-)

TESEA
In questo caso la classe è acqua...

HP
Hai espresso quello che penso ancora meglio di come avrei potuto fare io. Vorrei aggiungere una cosa: Sarko pronuncia quella frase senza cambiare espressione, non sembra nemmenno arrabbiato. Segno che questo modo di esprimersi gli è congeniale, fa parte della sua natura. Ecco perché ho scritto "senza complessi". Non è che, una volta passata la rabbia, si chieda "oh dio, che cos'ho fatto?" No, è perfettamente in pace con se stesso.
E per quanto riguarda i nuovi politicanti: quando si arriva alla presidenza, c'è uno stile da rispettare. Non si puo' fare di testa propria. Qualunque sia lo stile durante la precedente militanza politica (e Sarko aveva un debole per lo stile un po' "copain"), quando si arriva alla presidenza della Francia lo si lascia da parte e si adotta uno stile da presidente. Lo hanno capito tutti i suoi predecessori, ma Sarko no perché non è francese.

Ciao, buona domenica, a presto

dragor (journal intime)


paz

Ha fatto benissimo. Non capisco come si possa sostenere il contrario, a meno di essere degli ipocriti. Mi stupisco di lei Dragor: Lei cosa risponderebbe a bruciapelo a uno che le rivolge una frase del genere? io forse avrei anche fatto partire uno sganassone, ma io sbaglio...

PS il riferimento all'origine ungherese (e "ai suoi") proprio non l'ho capito.

dragor

Caro Paz, io risponderei a bruciapelo la stessa cosa e magari anche di peggio. Ma io non sono il presidente della Francia. Un presidente ha un'etichetta da rispettare, non puo' parlare in quel modo quando è in pubblico. Lo hanno criticato tutti

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.