La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« EUROPA? NO, GRAZIE | Principale | BERLUSCONI E IL SUO GIUDICE »

17/06/08

Commenti

marianna

Molto bella e molto vera la disamina del problema, caro Dragor, senza arrivare però agli eccessi della conclusione finale.
Ovvero non c'è nessun annuncio diabolico dell'Anticristo!
Per me ci sono degli artisti veri, autentici, che hanno lavorato secondo la loro arte,indipendentemente da chi fosse il committente.
Buona giornata! A più tardi.
Marianna.

gobettiano

EL'ottica che proponi presenta aspetti interessanti. Francamente la questione così posta non mi intriga molto. amo invece ammirare il mirabile frutto dell'arte e lasciarmi trascinare dalle sensazioni che ciascuna di esse mi desta. Chiunque l'abbia commissionata, qualunque sia l'artista e qualunque sia la sua ispirazione.
luigi

Alex

L'art dans les églises a une fonction comme nous le rappelle une paroissienne, la mère de Francois Villon :

Femme je suis povrette et ancienne
Ne rien ne scay ; oncques lettre ne leuz
Au monstier voy, dont suis parroissienne
Paradis painct, où sont harpes et luz
Et ung enfer où damnez sont bouilluz :
L'ung me faict paour, l'autre joye et liesse.

Les représentations sont un livre d'images que tout le monde peut comprendre (meme une illettrée). En demandant aux artistes de représenter des enfers monstrueux et des paradis sereins, l'église rappelle aux paroissiens que peu seront sauvés, et beaucoup seront damnés (salvandorum paucitas, damnadorum multido)...

La représentation de Léda que je préfère, celle de François Boucher (la deuxième) :
http://anakedworld.canalblog.com/archives/francois_boucher___la_nudite_courtisane/index.html

tesea

Commento immediato e popolaresco:ti te sè matt...
Tesea

dragor

Cara Marianna, la conclusione finale è quella di un cristiano che vede contraddetti tutti i suoi principi dall'arte che lui stesso ha finanziato. In effetti i musulmani (e anche Platone) hanno capito il potere sovversivo dell'arte, giungendo alla conclusione che conviene sopprimerla

dragor (journal intime)

dragor

Caro Luigi, infatti questa divrebbe essere la disponibilità di qualunque autentico appassionato d'arte. Ecco perche i "messaggi" lasciano il tempo che trovano
_____________________________________________________

Merci Alex du fantastique poème de Villon, un poignant chef d'oeuvre de synthèse qui exprime la fonction de l'iconographie dans les églises. Et Boucher est un type qui ne mâche pas ses images...
______________________________________________________

Cara Tesea, infatti in ogni artista c'è un po' di follia
______________________________________________________

Grazie a tutti per i vostri commenti, a presto

dragor (journal intime)


misterfog

Intanto c'è da dire che c'è poco o nulla di cristiano nella Santa Chiesa Cattolica con sede al Vaticano, e pochissima nel suo legale rappresentante Benedetto (?) XVI (è giusto il numero?). E da almeno 1300 (milletrecento) anni che se ne sono perse le tracce. Il primo che ha incominciato a perderle è stato Paolo di Tarso, che da convertito dell'ultima ora, era peggio del peggior talebano presente oggi.
Premesso questo, va da sè che del pensiero cristiano ne importava pochissimo a tutti i vari papi succedutisi, via uno l'altro. Importante per loro era il potere temporale e la ricchezza. I vari artisti che si sono succeduti in Vaticano hanno creato opere d'arte splendide,ma le hanno create lì, perchè lì c'era la grana. Abbiamo avuto grandi artisti anche altrove, spesso, spessissimo comunque finanziati dalla chiesa, perchè lì c'era la grana. Anche adesso, trovando un artista veramente artista, e avendo io a disposizione la quantità di soldi che ha il vaticano, finanzierei volentierissimo opere d'arte. Ahimé non ho grana, ma in fondo non ci sono neppure artisti.
Vorrei inoltre ricordare a Filippo che a parte il brodo cattolico, fino all'inizio del secolo scorso, in Italia, non c'era così tanta cultura extracattolica, su cui creare opere d'arte, e neppure tanti soldi per finanziarla.
Per ultimo, Dragor la Messa in Requiem del grandissimo genio Mozart, massone quasi certo, è una incompiuta di Amadeus,

vdipassaggio

l'arte è sesso - bella sintesi, complimenti. talvolta si fa creazione, talvolta è masturbazione pura, ma che ci sia sempre un carico di sensualità concordo.
ma preferisco, oggi, pensare semmai il/al contrario: il sesso che si fa arte.
v.

I commenti per questa nota sono chiusi.