La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« TRENI DA CANI | Principale | ROMA »

26/09/08

Commenti

gobettiano

Mica tanto Dragor. Qui abbondano le SamantaH o le SamantHa, i Kevyn, le Luana e nomi che si rifanno a starlette che neppure nomino perchè mi vergognerei.
luigi

marianna

Carissimo Dragor, molto interessante questa analisi della scelta dei nomi.
Ma, come dice Luigi,da noi in certi contesti sociali abbondano e come nomi presi in prestito da starlette e calciatori.
Il mio nome è quello di mia nonna.Ero talmente abituata a portarlo solo io, perchè poco comune nel mio ambiente, quando ero ragazzina, che mi sono fortemente meravigliata quando un giorno, qualche anno dopo la messa in onda tv dello sceneggiato "Sandokan", ho sentito chiamare intorno a me "Marianna" e quella chiamata non ero io.
Diciamo che mi sono anche dispiaciuta un po' dispiaciuta perchè,tra le tante Annamaria, io mi ero abituata ad avere un nome quasi esclusivo.
Qualcuno sostiene comunque(mi pare Aristotele) che il nome sia un purissimo accidente.
Io per te avrei scelto Jacques. Che ne pensi?Può andare?
Ciao, buon pranzo e un abbraccio.
Marianna

marianna

Scusa un"dispiaciuta" di troppo. Inconsciamente sono proprio per davvero dispiaciuta di non avere l'esclusiva del nome. Forse.
A presto.
Marianna

Amanda

Mi sento fortunata! Per me nessuna serie televisiva, ma un modesto nome comune dove sono nata io: quello della madonna patrona del paese, nome dato, con molte varianti, a buona metà delle figlie femmine nate lì...
Ciao, buona giornata :)))

Pim

Anche noi italiani non scherziamo, Dragor. Tra gli altri, ho conosciuto un Gwydyon che è tutto un programma e un maschietto di nome Naomi (i genitori erano probabilmente in stato confusionale)...

susanna

Caro Dragor,

quello del nome, in effetti, e' un problema.
Ormai mi sono piu' o meno sistemata, qui, e mi piacerebbe restare.

Pero', se mai mettessimo al mondo un figlio in Francia, che nome potremmo dargli? Se scegliessimo un nome italiano, di sicuro me lo storpierebbero nella pronuncia. Sarei piu' propensa a scegliere un nome francese, ma quale? Immagino che anche in Francia, come in Italia, ci siano nomi che sanno di "vecchio", altri che sanno di "stupido", altri (da donna) che fanno molto "velina", per non dire peggio.. come regolarsi?

Ad esempio, per una bimba me piacerebbe il nome Magali (rigorosamente con la "i" e non con la "y"), mentre non sopporto le varie "ine": Sandrine, Amandine, e cosi' via. Per un bimbo gia' e' piu' difficile. Di sicuro non un nome doppio, tipo jean-qualcosa o pierre-qualcosa, ma ci devo ancora riflettere..

dragor

Luigi, so che abbondano, pero' non sono la regola, almeno vedendo i nomi negli elenchi pubblicati dai giornali. Mentre da noi ormai predominano i nomi inglesi (più o meno mal scritti), quelli italiani e i nomi fantasia. Pero', quando ci si mettono, gli italiani battono tutti. Dayana, per esempio, è un capolavoro :-)
___________________________________________________

Marianna è un bellissimo nome che infatti è stato scelto per rappresentare la Francia laica e repubblicana :-) Non sarà certo un Sandokan qualsiasi a privarlo del suo fascino. Quanto a Jacques, direi che puo' andare. Anche troppo... :))
______________________________________________________

Faccio una ricerca e finalmente sapro' come si chiama Amanda! :-))))
______________________________________________________

Pim, sei sicuro che quel Gwydyon non avesse dei genitori gallesi? E i genitori di quel Naomi dovevano credere che la Campbell fosse un uomo... :-))
_____________________________________________________

Susanna, come sai i nomi italiani vanno di moda in Francia, anche se di solito sono adattati alla pronuncia francese. Secondo me sarebbe un ottimo compromesso. In ogni caso il nome femminile più gettonato è attualmente Elodie. Anche Océane regge bene, mentre Alexandra e Laura sono in ribasso. Le "ine" sono nomi di fantasia, visto che si tratta di diminutivi non rappresentati da nessuna parte, e non danno particolare lustro sociale. Per i maschi c'è l'intramontabile Louis, più i nomi italiani come Enzo, Carlo e Mattéo. Magali (ma quando mai ha avuto "y"?) è deliziosamente rétro e a questo proposito ti suggerisco Manon, un classico provenzale.
Fammi sapere quando nasce il bambino, cosi' festeggeremo insieme!
______________________________________________________
Grazie a tutti per la visita, a presto!

dragor (journal intime)

irenespagnuolo

Dragor io il nome di Amanda lo so...ma non te lo dico!!!

Che ne pensi di Irene? Nome greco che significa pace. Ho pochissime omonime...Da piccola mi sentivo un pò "fuori dal comune" in mezzo a Paola, Claudia, Anna...Adesso mi piace, molto.
Stuzzicante questo post :))
Irene

susanna

Ah beh, siamo ancora lontani, non e' nemmeno "in cantiere"! Ma ci stiamo pensando.. :-)

castalia1983

Il mio nome (Stefania) i miei genitori l'hanno preso da una canzone di Guccini (che adoro).
Da piccola non mi piaceva, era troppo lungo, ora invece ne vado fiera ed è rimasto poco gettonato (per fortuna).
Bel post, simpatico :)

Amanda

Caro Dragor, è facilissimo, devi solo pensare a Bizet... Solo "Amanda" poteva essere il suo AlterEgo più somigliante... :)))))

Irene anche tu sei fortunata, è poco comune (e sei l'unica che conosco). "Amanda" invece sta diventando inflazionato, troppi nikname, attrici e protagoniste di film e libri con questo nome, in futuro dovrò pensare a qualcos'altro...

Amanda

Caro Dragor, è facilissimo, devi solo pensare a Bizet... Solo "Amanda" poteva essere il suo AlterEgo più somigliante... :)))))

Irene anche tu sei fortunata, è poco comune (e sei l'unica che conosco). "Amanda" invece sta diventando inflazionato, troppi nikname, attrici e protagoniste di film e libri con questo nome, in futuro dovrò pensare a qualcos'altro...

rottasudovest

Amanda mi piace un sacco per quello che significa in latino, Amanda, non lo cambiare!! io ho un nome classico cantato da uno dei grandi poeti italiani, per cui mi tocca spesso ascoltre i versi (né Dante, né Leopardi), però mi piace, proprio perché, anche quando è di moda, è fuori dalle mode.
dragor, bella teoria, il legame tra il livello sociale e il nome (anche in Italia ci sono impensabili varianti di Michael, non credere!); non ci avevo mai pensato, effettivamente! però pensa a tutti i figli dei famosi... la figlia di Gwyneth Paltrow si chiama Apple, un'altra non ricordo di chi, Peach... e loro hanno un buon livello sociale...

Amanda

RSO, forse il tuo poeta è Virgilio? :))

Per restare in tema, la mia terza nipote si chiama Sara Michelle, metà nome italiano e l'altro straniero. E' stata chiamata così in omaggio ai Beatles ed a Venditti, ed è nata il "29 settembre" come una famosa canzone degli anni '60 (ed è pure figlia di musicisti, ce l'ha proprio nel dna la musica...)
Michelle è poco comune qui, ma Sara negli ultimi anni credo siano state chiamate metà delle bambine italiane, ovunque ti giri trovi una Sara!

Lontano

Argomento che mi tocca da vicino per due motivi.
Anzitutto, proprio l'anno scorso assunsi un nuovo impiegato e lo scelsi proprio in base al nome. Avevo due candidati papabili, un "Anthony" ed un "Brandon". Scelsi il primo, proprio perché il secondo sapeva di Beverly Hill 90210...
In seconda analisi c'è, a casa nostra, una lotta familiare per l'erede che è previsto a fine anno; io vorrei si chiamasse Andrea, come mio padre e mio bisnonno, mia moglie vorrebbe un più semplice Mathieu (dimenticavo, anch'io vivo in Francia, nell'Oise). Mia moglie teme che Andrea possa essere frainteso e preso al femminile. Insomma, scegliere un nome è un bel casino...

PS. l'altra mia figlia si chiama Èmilie (rigorosamente con l'accento sulla prima "e"), così noi parenti italiani la chiamiamo Emilia e quelli francesi son contenti :-)

dragor

Irene, lo scopriro' lo stesso! In ogni caso il tuo è un bellissimo nome. Guarda caso, un po' di tempo fa ho scritto una storia dove l'eroina si chiamava Irene
______________________________________________________

Grazie Amanda, mi hai messo sulla buona strada :-)))
Per favore, non cambiare di nuovo pseudo. Altrimenti non ti riconosceremo più!
_____________________________________________________

Lontano non sapevo che vivessi in Francia. Perché non me l'hai detto prima? :-) Tua moglie ha ragione, in Francia Andréa è un nome femminile. Pensa che cosa gli direbbero a scuola! Potresti darglielo come secondo nome e Mathieu come primo. Emilie con l'accento sulla prima "e" fa molto inglese

______________________________________________________

Grazie a tutti per la vostra visita, a presto!

dragor (journal intime)

dragor

RSO, Apple e Peach non sono certamente nomi classici ma non rientrano nel repertorio delle classi di basso livello sociale che preferiscono i nomi vistosi come le automobili americane degli anni 60 come Shayvonne e Shontelle. Possiamo considerarli promozionali... :-)
Scopriro' anche il tuo nome. Devo solo studiarmi tutta la letteratura italiana
______________________________________________________

Grazie Castalia. Scopriro' anche il tuo nome, analizzero' tutte le canzoni di Guccini
______________________________________________________


Ciao a tutti, a presto!

dragor (journal intime)

Osman

Per Kevin volevi dire Kevain in francese?
Ma non è colpa dei bambini che sono in questo caso vittime.Per forza non possono scegliere né il nome né la religione:entrambi imposti dai genitori.
No Caro Mohamed è sparito perché è un vero ostacolo per l'integrazione in un paese "aperto" come la Francia.
L'altro giorno ero in giro per le strade di campagna nel Mantovano quando vedo un cartello grande un metro per due
e con la scritta: E'NATO KEVIN.
AUGURI!Povero Kevino

Almeno Kevino avrà la possibilità di cambiare nome.

All'anagrafe dello stato del Nevada spopolano i nomi dei brand:
CHANEL REEBOK CALVIN CARDIN NIKE LACOSTE.

Osman


Raquel

Ciao Dragor!!!!!!
Muy interesante tu artículo!!!!!!
Hace un tiempo,aquí en Argentina,existe la moda de poner a los niños el nombre de sus abuelos o bisabuelos(moda que me parece muy bella,por cierto,por lo que significa)
Hasta pronto!!!!!!!!!!
Raquel

I commenti per questa nota sono chiusi.