La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« UN LADRO NEGRO | Principale | CORPI IN VENDITA »

17/09/08

Commenti

marianna

Ad un'attenta riflessione, superata la fase fortemente emotiva, che ci sta tutta, perchè non si uccide mai, la tua conclusione è giusta.
Abdul è uno di noi. Ma nessuno credo, a meno che non voglia strumentalizzare la cosa a fini politici, si sogna di dire che il ragazzo è un eroe.E' solo un ragazzo molto sfortunato che ha incontrato persone sbagliate sul suo cammino.
Chi ha osato trattarlo molto peggio di una bestia deve invece pagare e duramente.
Per me non ci sono attenuanti.
E, rubare un pacco di biscotti, magari per spavalderia, non significa essere un ladro.
Caliamoci nell'età del protagonista e nel momento in cui il gesto è stato compiuto.
Del clima avvelenato del Paese già sappiamo tutto.
E non si discute.
A presto.
Marianna

Fino

Sono d'accordo con te perà nel paese si respira un notevole clima d'odio.
Buona giornata, Dragor
Fino

gobettiano

E' vero il razzismo in questo caso non c'entra. Il clima di odio e di intolleranza accortamente coltivato c'è tutto. E la schifosa legge sulla legittima difesa ha dato un bel contributo.
luigi

dragor

Cara Marianna, in generale si tende a dare la colpa del clima avvelenato al governo di Berlusconi. Ma io penso che il governo di Berlusconi rifletta il clima avvelenato, che esisteva anche ai tempi del governo Prodi. I paesi di recente immigrazione tendono a reagire dapprima con la curiosità, poi con l'intolleranza. Occorre tempo perché si metabolizzino gli immigrati fino a creare una vera società multietnica. La Francia, per esempio, questo cammino non l'ha ancora compiuto del tutto, benché i padri di molti "immigrati" siano morti per difenderla.
______________________________________________________

Caro Fino, anche un organismo reagisce con il rigetto al trapianto di un organo, se prima le sue difese non sono state neutralizzate. In certi casi si manifestano a sproposito, come nello shock allergico. In una società umana, queste difese sono proporzionali all'ignoranza
____________________________________________________

Luigi, credo che queste leggi riflettano il clima più che crearlo. Ma legalizzando certi comportamenti, si rischia che si riproducano...
_____________________________________________________

Grazie a tutti per i vostri commenti, a presto!

dragor (journal intime)

marianna

Verissimo ciò che dici, caro Dragor, sia per l'analisi politica sia per i tempi lunghi necessari ad un'autentica integrazione.
Attenzione però: che non ci scappino i morti!
Questo non è da Paese civile.
Un abbraccio e buon lavoro.
Anch'io vado a cominciare.
Marianna.

I commenti per questa nota sono chiusi.