La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« SI' AL MATRIMONIO GAY | Principale | E' ARRIVATA LA PORNOTAX »

30/11/08

Commenti

X

Dragor, ma esistono le motivazioni di questa sentenza?

Voglio dire, sono del tutto d'accordo con te per quanto riguarda questo "relativismo culturale" da estirpare.

Ma siamo sicuri che sia del giudice la colpa? Spesso i giudici sono costretti dalle leggi a dare certe sentenze.

Ad esempio, dopo tante inutili discussioni sulla sentenza a proposito dell'irruzione nella scuola Diaz nel G8 di Genova, si scoprono le vere motivazioni della sentenza, e che i giudici non hanno potuto fare nulla anche perché in Italia non si configura il reato di tortura.

Insomma, prima di poter giudicare la sentenza, credo sia giusto leggerne le motivazioni (che, da quel che so, arrivano in un secondo tempo)

dragor

X, quali che siano le motivazioni, la sentenza non cambia. Lo hanno detto chiaro: "per le comunità zingare l'accattonaggio costituisce una condizione di vita tradizionale."

In ogni caso da qualche tempo la tortura costituisce un reato in Italia. Avevo anche scritto un post

http://dragor.blog.lastampa.it/journal_intime/2006/12/tortura.html

Cosa che rende ancora più grave la sentenza sui fatti di Genova

Ciao, buona domenica

dragor (journal intime)

homing pigeon

Dragor,

abbiamo trovato un italiano che non voleva esser da meno dei giudici stranieri. Tipo quello tedesco che aveva sentenziato che un sardo, colà residente, andava capito, perchè menare la moglie faceva parte delle sue tradizioni culturali.

A tal proposito quel fogliaccio irriverente (e ultimo faro di satira in un'Italia intristita ed irregimentata) che si chiama Vernacoliere - di Livorno, dove altro? - aveva scritto un pezzo: Assolto perchè pisano. Batteva il figliolo nel muro per vedè se rimbalzava. Il giudice livornese: "A Pisa usa così".

Buona domenica, Dragor, a presto,
HP

X

Dragor, quella dell'introduzione del reato di tortura era soltanto una delle migliaia di finte notizie, o di notizie a metà che intasano i media italiani.

Ci si casca parecchio su queste finte notizie, accade anche ai migliori.

Infatti, anche tu ci sei cascato: quella era solo una proposta di legge che non ha mai terminato il suo iter legislativo: ecco la fonte

http://www.corriere.it/cronache/08_marzo_12/tortura_legge_mancata_3e458b76-f024-11dc-a686-0003ba99c667.shtml

Comunque, ci tengo a chiarire meglio la mia posizione: sarei del tutto contrario a una sentenza che usi fattori culturali come attenuanti, e tanto più che non consideri un bambino costretto all'accattonaggio uno schiavo.

Certo, mi piacerebbe leggere il testo della sentenza per poter giudicare meglio.

piras

La lista sarebbe lunghissima e oltre il paradossale, dragor. Un caro saluto

marianna

Carissimo Dragor,falsa o vera che sia la notizia, i fattori culturali non potranno mai essere una giustificazione per crimini e reati.
Questo se gli umani, giudici o gente comune, riusciranno, nonostante certi stravolgimenti dei tempi, ad avere ancora un po' di sale in zucca.
Complimenti anche a te per l'HP.
Un abbraccio e ancora "buona domenica".
Affettuosamente, Marianna.

pruviano volante

ciao Dragor,
ti leggo ormai da molto tempoe trovo le tue osservazionis empre attente e puntuali, soprattutto in materia di chiesa.
in questo caso trovo la sentenza di questo "giudice" a dir poco scandalosa. ma l'Italia cos'è diventata? ancora un po' e ci baseremo sulle coorti islamiche per deliberare?

dragor

Si' HP, infatti in occasione del sardo avevo scritto un post più o meno come questo. Il relativismo culturale non ha confini ed è chiaro che certi giudici fanno a chi è più politicamente corretto.
Il Vernacoliere è una delle cose più divertenti che si pubblichino in Italia, dove purtroppo scarseggiano i giornali dedicati alla satira. Anzi, credo che sia l'unico. In effetti uno dei suoi temi preferiti è la rivalità con i pisani. Ricordo uno dei suoi "titoli": "E' nato un pisano intelligente!"
____________________________________________________

E' vero Piras, questa lista è solo l'inizio. Un caro saluto anche a te
______________________________________________________
X, hai proprio ragione, ci sono cascato. Questo dimostra che in Italia non ci si puo' fidare di niente e nessuno. Cosi' l'Italia è l'ultimo paese europeo dove la tortura è ancora legale. Gli italiani dovrebbero sbrigarsi ad abolirla, invece di piagnucolare per Guantanamo
_____________________________________________________
Cara Marianna, il sale in zucca è diventato una merce rara, sopraffatto dalla melassa della correttezza politica che ormai è diventata una forma di terrorismo strisciante. Orfana dell'URSS e di un Marx riposto in soffitta, una certa sinistra si è rifugiata in questi stereotipi, ovviamente allo scopo di continuare a non usare il cervello
_____________________________________________________
Ciao pruviano volante, mi fa piacere sapere che mi leggi da un certo tempo, ma se non sbaglio questo è il tuo primo commento. La tua ipotesi sulle corti islamiche è più realistica di quanto possa sembrare. Ne parlero' presto
_____________________________________________________
Buon lunedi' a tutti, grazie per le vostre visite e per avere animato questo dibattito. Ciao, a presto
_____________________________________________________

dragor (journal intime)


gobettiano

Un giudice ed una corte che hanno scritto un'altra ignobile stronzata. Speriamo che vadano a rubare a casa loro. Vedrai che sentenza!
luigi

I commenti per questa nota sono chiusi.