La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« DISCRIMINATI | Principale | BENVENUTI A NICE-LES-ALPES »

10/02/09

Commenti

 marianna

Il lavoro iniziato deve continuare. Ci mancherebbe!
Io mi auguro che il signor Englaro, trascorso il giusto periodo per metabolizzare il suo lutto, abbia la forza di motivare chi persegue quest'obiettivo.
Noi massmediaticamente abbiamo conosciuto il caso Welby e quello di Eluana.
Io penso invece ai tanti, che pur ci sono, e non fanno notizia.
Buona giornata!
Marianna.

Pim

Non è solo questione di perseguire il piacere fino all'ultimo, Dragor. Accompagnare il Paziente verso la morte con spirito compassionevole e aiutarlo a lasciare la vita dignitosamente è questione di civiltà. Eutanasia è una bellissima parola: la morte deve essere un passaggio lieve, dolce, da una vita ad un'altra vita.

Buona giornata, ciao.
Pim

irene spagnuolo

Pim...mi hai tolto il commento dalla tastiera :))))

Irene

Tonari

Caro Dragor

immagino sia un errore di battitura, ma morte in greco è "thanatos".

Buona giornata.

Tesea

Piangono i famigliari di Eluana: il pianto dei coccodrilli.
Tesea

dragor

Cara Marianna, mi sembra che Eluana sia diventata un simbolo. Per quanto ne so, è la prima volta che un essere umano in coma ha mobilitato tanta gente e provocato una crisi istituzionale. Ha rivelato un'Italia più matura e consapevole, pronta a battersi contro chi la ritiene un paese popolato soltanto da casalinghe di Voghera sensibili al populismo di bassa lega, ai ricatti emotivi e alla propaganda dei preti. Ecco perché questo episodio dev'essere il primo passo verso un diritto civile come il divorzio e l'aborto: l'eutanasia.
Buona giornata, a presto

dragpor (journal intime)

dragor

Pim, Irene, non vedo nessuna differenza fra piacere e civiltà. La civiltà è l'arte di coltivare il piacere in modo che possano approfittarne tutti. "Accompagnare il Paziente verso la morte con spirito compassionevole e aiutarlo a lasciare la vita dignitosamente" fa parte del piacere.

Ciao a tutti, grazie per la visita

dragor (journal intime)

dragor

Si' Tonari, ma in greco si scrive Θανατος

dragor (journal intime)

dragor

Tesea,chi ha detto che piangono? Sono contenti perché non soltanto si è messa fine a un'agonia che non si augurerebbe nemmeno ai propri peggiori nemici, ma si sono risvegliate le coscienze.

dragor (journal intime)

Alberto

Caro Dragor, credo che tu stia sognando.

Non solo la vicenda di Eluana non è finita (dovremo sentirli per settimane gridare "l'avete uccisa!")

non solo l'eutanasia non sarà mai legalizzata,

ma soprattutto adesso faranno una legge per impedire qualsiasi decesso - anche accidentale - che non sia consentito da santa romana chiesa!!!

vogliamo scommettere?

dragor

Alberto, l'eutanasia è un diritto civile che va conquistato. Chiaramente non con il governo in carica, ecco una ragione di più per mandarlo a spasso. Una volta anche il divorzio e l'aborto erano utopie, poi sono diventate realtà. Secondo i sondaggi, i sostenitori dell'eutanasia sono la maggioranza. Prima o poi il potere dovrà prenderne atto
Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

Tonari

Ok Dragor, ma tu avevi scritto "qanatos" quindi pensavo a una svista.

dragor

No,Tonari non era una svista. Il fatto è che sulla tastiera non c'è la lettera Θ. Cosi' ci si deve arrangiare con i mezzi di bordo :-)

dragor (journal intime)

Gian Contardo (Buffalmacco)

Io temo che la legge sul testamento biologico che uscirà avrà l'effetto di cancellare quel minimo di libertà d'azione che medici umani hanno tuttora (si sa, l'eutanasia può essere praticata se il medico è d'accordo col paziente e avviene senza farlo sapere in giro).
Comunque, quanto è accaduto in questi giorni è disgustoso. Anche ieri sera, che squallore! Tutti con la lacrimuccia agli occhi, a parte le escandesenze dei due esagitati Quagliariello e Gasparri.
E poi alla tv, che spettacolo stomachevole, con Emilio Fede che tentava di accreditare la tesi che la maggioranza degli italiani voleva il ripristino dell'alimentazione artificiale. Non solo, ma il Fido Nazionale dava ampio spazio a quel medico pazzo che sbraitava chiedendo l'autopsia e sostenendo che qualcuno aveva ucciso Eluana.
Be', se veramente una persona umana ha praticato l'iniezione letale ad Eluana per risparmiarle l'ennesimo scempio al suo corpo, ha fatto bene.

Account Deleted

Dragor, concordo con la tua posizione che ricalca quella dello stoicismo greco.
La battaglia comincia adesso.
Ma cosa scrive Tesea? Ma lasciamo in pace i genitori di Eluana. Lacrime di coccodrillo?Ma scherziamo!
Morte si scrive con la tau, però sicuramente Dragor non l'aveva nella tastiera e così ha usato la teta.
Buona giornata
Fino

Sonia

Ciao! sostenere che una vita senza piacere non sia degna di essere vissuta mi pare esagerato altrimenti bisognerebbe uccidere tutti quelli che sono tristi per varie ragioni. Però concordo che i casi di accanimento terapeutico siano contro natura, dolorosi e assurdi. Pure ad un cane che sta male ed è senza speranza di riprendersi non viene negata una dolce morte, perchè far morire di fame/sete Eluana? Era meglio velocizzare le cose.

Edelweiss

Caro Dragor,
l'eutanasia (o cacotanasia), sarà utilissima per svuotare tutti i ricoveri per vecchi, e risanare le casse dell'INPS in perenne sofferenza.
Ben venga, tanto noi giovani finora non abbiamo nulla da temere. Anzi, aumenteranno i fondi per la nostra cassa integrazione e i vari sussidi di garanzia.
Ciao, continua la tua lotta
Edelweiss

dragor

Caro Gian Contardo, non avrei mai creduto che su una ragazza in coma si potesse costruire un melodramma politico-religioso e andare vicini a una crisi istituzionale, ma in Italia tutto è possibile. Ma prima o poi anche in Italia si dovrà fare una legge sull'eutanasia, è solo questione di tempo. Berlusconi non regnerà per sempre

Ciao, a presto

dragor (journal intimle)

dragor

Finuzzo, come figlio della Magna Grecia mi capisci meglio di tutti. Io adoro gli stoici e penso che la morte andrebbe affrontata con il loro spirito.
Non sapevo che thanatos in greco si scrivesse con tau. Questa lettera l'avrei trovata facilmente. Ma mi sembrava che il suono fosse quello di TH inglese, ovvero teta.

Ciao, buona serata

dragor (journal intime)

dragor

Sonia, prima di ucciderli si potrebbe cercare di rallegrarli. L'eutanasia va usata quando tutti gli altri mezzi sono falliti, altrimenti duv enta u n suicidio o un omicidio. Comunque è vero, dobbiamo a noi stessi quello che facciamo al nostro cane o al nostro gatto. Perché non dibbiamo avere gli stessi diritti degli animali?

dragor (journal intime)

dragor

Edelweiss, nei paesi dove è in uso, l'eutanasia non si usa per svuotare gli ospizi ma per migliorare la morte di chi soffre senza speranza. Il numero delle persone eutanasizzate non alleggerisce in modo significativo i carichi sociali.

Ciao, buona notte

dragor (journal intime)

Muphin

Caro Dragor,
credo che Edelwiess non ha tutti i torti.
Naturalmente la 'dolce morte' una volta ammessa figurati se in questo Paese di furbi non si troverà il modo di usarla a proposito e a sproposito per propri fini.
Una curiosità: quanto è costata in tutti questi anni , in termini di soldi, l'offensiva giudiziaria di Mr Englaro? Ha avuto degli sponsor? E' tanto ricco? E la sua denuncia dei redditi cosa dice?
Muphin

dragor

Cara Muphin, tutti i diritti si possono usare a sproposito, ma questa è una buona ragione per negare i diritti. Con questa logica, dovremmo vietare perfino il commercio dei cacciaviti perché possono diventare armi mortali.
Non so quanto sia costata l'offensiva giudiziaria del padre di Eluana, ma di solito i casi famosi vengono sponsorizzati dai più grandi avvocati e ho letto che il primo avvocato di Udine lo ha tutelato gratuitamente. Quanto alla cartella delle tasse, gli conviene averla in regola. Con quello che è successo, ci sono milioni di persone che aspettano solo di prenderlo in fallo

dragor (journal intime)

Muphin

Allora è come immaginavamo: Mr E. è sovvenzionato dalla Compagnia della Buona Morte.
Scomettiamo che lo candidano alle prossime elezzioni?
Muphin

Fiona Petito

A felice conclusione dell' infelice caso di Eluana Englaro, ed in relazione ai mille argomenti a favore o contro scagliati(si) da ambo le parti con le solite tolemaiche certezze, vorrei semplicemente fare osservare che:...

1) - Tutti i giorni gli umani (e non) sterminano ed uccidono per sopravvivere, o soltanto per vivere meglio... o anche solo per divertirsi.
La morte -, natura e storia insegnano - è l'unico fenomeno veramente dominante, pervasivo, immancabile... la vita solo talvolta attecchisce. E' la morte la grande Dea "dominatrice e motrice" di tutto... non la vita.

2) - ergo... per NON saper nè leggere e nè scrivere, la natura e la "storia" ancora insegnano, che il punto NON è se si debba o no ammazzare ( = togliere la vita) a qualcosa (animale o pianta) o a qualcuno, quotidianamente, in ogni momento... ( cosa tra l'altro è anche una "conditio sine-qua-non" affinchè qualche volta la vita possa attecchire e svilupparsi), ma solo se si ha una "BUONA RAGIONE" per togliere-la-vita a qualcosa a qualcuno.

3) - Nella storia per esempio, i "santissimi&infallibili" Papi (che tutto sanno, visto che avrebbero (ci dicono) un canale relazionale preferenziale con l'Onnipotente-Creatore di ogni tipo di "vita"), gran protettori della vita (sopratutto la loro....) ci hanno infatti "dimostrato" che fosse sufficiente "non pensarla come loro" (vedasi eretici e patrioti) o essere "streghe confesse sotto tortura" perchè ciò costituissero "BUONE RAGIONI" non solo per ammazzare, ma ammazzare tra i tormenti. Hitler, pensava invece che fosse BUONA RAGIONE "essere ebrei" (ed essendo più pietoso dei papi ammazzava in linea di massima senza tormenti); mentre Stalin riteneva che fosse BUONA RAGIONE pensarla in modo diverso dal suo modo di governare per ammazzare, e Bin Laden che fosse sufficiente essere un infedele non mussulmano per fare stragi. Mentre Bush, altro grande protettore della vita, ritiene che la "presunta deterrenza" discendente da un ampio ed inesorabile esercizio della pena di morte sia una "BUONA RAGIONE" per applicarla inesorabilmente in ogni possibile occasione... così come il fare una guerra per "hobby" (fin'ora non è apparsa altra miglior giustificazione) sia una "BUONA RAGIONE" per scatenare una guerra che ne toglie "in abbondanza" di vite da tutte le parti... (vite innocenti... ma è un dettaglio irrilevante... anche le cosidette streghe erano innocenti... o no?... voi che dite?)

4) - A farla breve, la natura e la storia ci insegnano che l'esercizio dell'ammazzare, ovvero del "togliere la vita", è la universale "madre" di tutte le regole, leggi, consuetudini e comportamenti... la più pervasiva, diffusa, costante pratica sotto ogni cielo ed ogni epoca, e quello che più sorprende è che è sempre sorretta dalle più disparate e contradittorie motivazioni, che ogni esecutore della pratica invoca a giustificazione e legittimazione del suo atto di "togliere la vita" a qualcosa o qualcuno...

5) - A questo punto, proprio NON si capisce perchè il motivo di NON "eternizzare agonie e sofferenze"... o anche solo un "sentimento di pietà" nello spiritò di un universale senso di carità... NON possano costituire una valida "BUONA RAGIONE" per "togliere una vita"... -- ove mai non temessimo di porre le cose, ed usare termini, nell'ottica di un essenziale "inedulcorato realismo", anzicchè di una gratificante illusoria fabulazione.

E mi fermo quì per pietà... del buon senso e della coerenza.

Fiona Petito
_________________________________________________________________________________________

A TUTTI: PER VEDERE IL SEGUITO DEI COMMENTI E LE RELATIVE REPLICHE, CLICCATE SULLA PICCOLA LINEA CHE VEDETE QUI SOTTO. GRAZIE

DRAGOR (JOURNAL INTIME)


dragor

Cara Fiona, morire nel dolore fa parte di quell'apologia del dolore che caratterizza la chiesa cattolica e serve soprattutto a colpevolizzare la gente per renderla più disposta a lasciarsi sfruttare. Dura da secoli e non manca di logica. Quanto ai fedeli, credono di utilizzare il dolore come moneta di scambio per il paradiso. Cosi' i polli si fanno sfruttare dai furbi. Considerati gli interessi in gioco, non sarà facile smontare questa dinamica

dragor (journal intime)

Fiona Petito

Sì... l'impudica, ciarlatanesca, antinaturale, antiscientifica ideologia del dolore salvifico (... da che? poi)... della "colpevolezza comunque" (... mai capito di cosa mai dovessi sentirmi colpevole)... son tutto "sale-di-vannamarchi" ad usum-gonzi.
L'uomo è "biologicamnte innocente" ed i suoi comportamenti derivano da meccanismi chimico-fisici... -- li si chiami poi spirito , anima... o, ancor più fantasiosamente: libero arbitrio (ma se non ho neanche la libertà di scegliere se venire o no al mondo... e sobbarcarmi d'ufficio la mia buona dose di dolore e colpevolezze!...) fatto è che son tutte cose che non ci sono più quando non c'è più il corpo: son quindi funzione del corpo, e non indipendenti da questo... basta anzi che solo si spenga l' "organo fisico" ad esse preposto: il cervello.
In natura, si è colpevoli di niente, ma responsabili di tutto. E' su questo che dovremmo riflettere.
Hugs&kisses
Fiona Petito

I commenti per questa nota sono chiusi.