La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Veltroni l'Africano | Principale | America codarda »

19/02/09

Commenti

Account Deleted

Dragor, veramente Famiglia Cristiana non difende gli stupratori. S'era ribellata alle norme sicurezza del governo. Non mi pare che schedare i barboni sia un gesto di civiltà. Non lo è nemmeno denunciare i clandestini.
Mano ferma con gli stupratori.
Ciao
Fino

Amanda

Buongiorno Dragor,
Io sono a favore della castrazione chimica!!! Tutti gli stupratori vanno castrati!!!!!!

dragor

Caro Fino, io sono d'accordo con te, ma bisognerebbe spiegarlo a quella gente. Per loro si è aperta la caccia al buonista. Questo blob rivela gli umori popolari

Ciao, a presto

dragor (journal intime)

dragor

Cara Amanda, sei troppo buona. Come puoi vedere nel post, c'è gente che la reclama fisica :-)

dragor (journal intime)

irenespagnuolo

Esilarante e inquietante insieme...
Ho la sensazione che la corda si stia tirando molto forse per indurre tutti a dare la caccia ai buonisti. Nello stesso tempo temo che lo sbando generale generi davvero problemi sempre più grossi di convivenza e di violenza. Mah...

Però Dragor sei birichino: hai scritto un post godendo dei contributi dei tuoi lettori ma non ti sbilanci sintetizzando alla fine il dragor-pensiero che ne deriva...
:)
Irene

dragor

E' vero Irene, volevo soltanto rivelare gli uomori della gente, ma adesso capisco che il mio atteggiamento potrebbe sembrare pilatesco o addirittura consenziente. Cosi' scrivero' il dragor-pensiero soltanto per te. Se mi riesce bene, lo inseriro' nel post. Io penso che la questione degli stupri sia stata ingigantita dalla stampa fino a creare una psicosi. E' vero che gli stupratori di donne sconosciute sono quasi tutti rumeni, ma è anche vero che si contano sulle dita di una mano. Una donna che esce di casa ha molte più probabilità di venire investita da una macchina, morsicata da un cane o ricevere un vaso in testa che di essere violentata da un immigrato. E se resta in casa, ha molte più probabilità di essere violentata da un amico, dal fidanzato o addirittura dal marito. Solo che di queste cose non parla nessuno. Adesso che la piazza è stata eccitata, prima che la gente si metta a linciare gli immigrati bisogna cercare di calmarla facendo almeno rispettare le leggi esistenti, per fare in modo che gli stupratori di domani non siano quelli di oggi rimessi in libertà.

Et voilà, Dragor dixit :-)

Una precisazione: i commentatori non sono miei, sono quelli del "Giornale". I miei sono di un altro livello :-)

draqor (journal intime)

gobettiano

Dragor sei stato chiarissimo. Il sentimento popolare, debitamente istigato è quello tipico di un paese stolido, razzista e senza speranza.
luigi

 marianna

Che dire! In realtà sono in moltissimi a parlare così. Ed è molto triste.
Chi crea problemi, e grossi anche, come gli stupratori(e non sono solo rumeni) meritano la giusta condanna e relativa rispondente pena da scontare.Dove? Lo deciderà il magistrato. E' quello il suo compito.
Non vedo molta differenza tra il pedofilo e lo stupratore.
Però fare di tutta un'erba un fascio, come sempre, è assurdo.
Ci sono tra gli immigrati persone oneste e che lavorano e che ovviamente non hanno grilli per la testa.E questo come in ogni società, dove c'è il bene e il male,i cui confini non sempre sono agevolmente distinguibili e separabili.
Non si dovrebbe invece da parte nostra cadere nella tentazione deplorevole di divenire razzisti tout court.
E talora con motivazioni che proprio non si reggono in piedi.
Buon pomeriggio!
Marianna

irene spagnuolo

Bravo dragor...
E grazie :))))
Bacio!
Irene

maxgiordani

Caro Drag
questo posto non mi piace.
una donna che riceve un vaso in testa o viene investita da un auto non è una donna che viene stuprata a turno. Penso che riconoscerai la differenza.
Io sono un "buonista" da sempre ma ci sono delle eccezioni al mio buonismo. Se qualcuno si introducesse a casa mia con l'intenzione di fare del male alle persone che amo non esiterei a sparare. Se qualcuno si permettesse di violentare le persone che amo (la mia compagna... mia figlia... sia essa naturale o adottata) saprei cosa fare e mi assumerei le conseguenze delle mie azioni. I radicali che vanno a far visita in carcere a questa gente cercano solo la provocazione e non hanno nessun rispetto per il dolore delle vittime. I Radicali, da sempre, vanno dove c'è visibilità e qualche votarello. Io posso capire un uomo che uccide (anche se ovviamente non approvo...ci mancherebbe) per una rapina ma non voglio capire questa gente. Nessuna tolleranza! Nessun buonismo. Io, caro Dragor, sono dotato di empatia.

Ben tornato. Ancora vivo e sempre in gamba.

Un saluto

M@x

Tesea

Non infieriamo troppo. In fondo c'è di peggio.
E poi un pensiero anche a quelle signore e signorine che, dopo aver provocato, si aspettano di vivere finalmente un'emozione forte, in fondo gratificante per il loro fascino.
Tesea

dragor

Max, stavolta ti sei travestito da leghista ma non me la fai :-) Non tolgo niente alla gravità del fatto. Se toccassero le mie donne, reagirei come te e forse peggio. Ma voglio far notare che l'incidenza del fenomeno è minima. In 6 mesi c'à stata al massimo una decina di stupri da parte di stranieri, non di più. Per i 30 milioni di donne italiane è un rischio infinitesimale. Eppure si è creata una psicosi come se gli stupri fossero milioni, l'Italia intera fosse marocchinata e le donne rischiassero ogni volta che mettono il naso fuori di casa. Ecco perché dico che i media hanno ingigantito il fenomeno fino a creare un pericolo che non esiste e criminalizzando inutilmente la massa degli immigrati per le colpe di pochi

Good night, a presto

dragor (journal intime)

dragor

Marianna, sappiamo bene che nella maggioranza gli immigrati sono brava gente. Per quanto gli stupratori di donne sconosciute siano in maggioranza rumeni o magrebini, il loro numero assoluto è risibile. Eppure, in un paese dove i media amano il melodramma, basta violentare 6 o 7 donne per terrorizzarne 30 milioni e creare la psicosi dello stupro. Ecco perché bisognerebbe riportare la faccenda alle sue giuste proporzioni, altrimenti per la colpa di pochi la gente si metterà veramente a linciare gli immigrati. Questo post è un segnale d'allarme."

Buona notte, a domani

dragor (journal intime)

dragor

Cara Tesea, sembri un giudice siciliano degli anni 50. "Bottanissima era, da sola usci' di casa, provocazione fu, la fimmina il contraccolpo diede." Le vittime degli stupri erano donne che tornavano dal lavoro o ragazze che si erano appartate con il fidanzato.

Buona notte

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.