La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Coscienze stuprate | Principale | I diritti umani e la sharia »

20/04/09

Commenti

Pim

Razzisti non sono gli Stati, casomai i popoli - o frange di essi. In Israele esistono persone razziste come in Italia, in Francia, negli Usa e in Iran. Se Israele ha commesso dei crimini di guerra, essi dovevano essere equiparati a ciò che (come hai ricordato) sta avvenendo in Africa.
Fatto sta che questo documento appare come un compromesso piuttosto pasticciato, che dice e non dice, e quando dice lo fa a sproposito. Secondo me, prima di questa conferenza occorreva ridiscuterlo e dargli maggiore coerenza. Ginevra ha perso quindi un'occasione per confermare d'essere una città di pace e tollerante.

Bonne journée.
Pim

 dragor

E' cosi', Pim. Israele dev'essere considerato un paese come gli altri e non il capro espiatorio di tutti i mali del mondo. Pero' la responsabilità di Ginevra mi sembra relativa. Fino all'ultimo la Svizzera e altri paesi hanno cercato di dare un carattere meno parziale al documento di base, ma la conferenza sul razzismo è stata monopolizzata dai paesi islamici e il risultato si vede. Un segno evidente che i diritti umani come li intendiamo noi non corrispondono a quelli della charia

Ciao, buon lunedi'

dragor (journal intime)

gobettiano

L'ONU è una bestia strana dove una commissione sui diritti umani può esser presieduta dalla Libia. La democrazia dei numeri non è perfetta soprattutto quando compaiono dei talebani nazisti come il despota di Teheran. La risoluzione che ha determinato il boicottaggio di diversi paesi occidentali è sacrosanta.
luigi

stefano de santis

La Conferenza insegni gli Occidentali ad amare e rispettare l'Occidente osservandone i nemici.L'alternativa a quella liberta' che molti in questo blog non sarebbero disposti a difendere in Afghanistan(come non lo è la Sinistra Radicale)ha come alternativa la menzogna,il fanatismo,l'odio di gente che sogna di vederci col culo per aria ad adorare il suo Dio:che non è Allah clemente e misericordioso,ma il loro orgoglio di fanatici che sognanao di dominarci,e che contano su quella Sinistra per batterci.

Alex

Excellent post. Rien ne nous est épargné. Jamais. Genèves retourne à ses sources. Après tout Calvin était une belle ordure. Sa vision des femmes "putains et chiennes chaudes". Il participe à la chasse aux sorcières accusées de propager la peste. Une manifestation de rue, il fait décapiter les meneurs, les frères Comparet, puis les fait démembrer. Calvin fait également bruler vif le savant Michel Servet (découvreur de la circulation du sang dans les poumons). L'humaniste Castellion s'insurge : "Tuer un homme, ce n'est pas défendre une doctrine, c'est tuer un homme". Une phrase toujours d'actualité en ce qui concerne les fanatiques religieux.
Alex

 dragor

Luigi, secondo qualcuno hanno fatto bene a boicottare per non legittimare con la loro presenza l'islamizzazione della conferenza. Secondo qualcun altro avrebb ero dovuto partecipare per salvare il salvabile. Forse un occidente compatto sarebbe riuscito a imporsi, ma per quanto riguarda Israele l'occidente è diviso sull'unico tema che vede gli islamici compatti

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

 dragor

Stefano, nella sua avanzata l'islam sta cercando di sostiire la charia alla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo scaturita dalla Rivoluzione. Credo che perfino tu preferiresti la seconda :-)

dragor (journal intime)

marianna

Non sapevo di questo summit dell'ONU a Ginevra.
Certo che tra Gheddafi e l'"iraniano minaccioso" c'è ben poco da aspettarsi.
Sono due pazzi scatenati con i quali nessuna persona di buon senso può intavolare una seria discussione di natura alcuna.
Probabilmente vanno bene per trattare affari,rivelatisi poi, spesso e volentieri fasulli, come quelli tra noi e la Libia.
Dispiace effettivamente per Ginevra.
Vado a documentarmi un po' e poi torno.
Intanto:buon pranzo.
Splendido il valzer musette.Grazie.Mi piacerebbe sentirtelo suonare.
Marianna

 dragor

Alex, au temps de Calvin on brûlait et décapitait même au delà du Foron. Réformiste ou contre réformiste, la religion s'exprimait comme ça. Et aujourd'hui l'islam radical voudrait nous réformer de nouveau en remplaçant les Droits de l'Homme par la Charia.

dragor (journal intime)

marianna

Ho dato una rapida lettura alla notizia riportata da Repubblica.
Ebbene io sono d'accordo con Obama e il comportamento degli USA.Non mi piace Gordon Brown, che ha accettato di partecipare.E naturalmente neanche nostra santa romana chiesa.
Perchè con Gheddafi e l'iraniano c'è proprio niente da spartire.
No mi sembrano, lo dicevo prima, né persone aperte al dialogo,né tolleranti.
Roma o meglio il Vaticano avrebbe fatto bene a starsene a casa.
A più tardi.
Marianna

 dragor

Cara Marianna, come vedi si sta svolgendo tutto secondo il copione che ho pubblicato stamattina alle 8,47, un'altra prova della capacità divinatoria di JI. Ahmadinejad se l'è subito presa con Israele e Israele ha richiamato il suo ambasciatore della Svizzera. Più tardi scrivero' quello che succederà domani :-)

Buon pomeriggio, un abbraccio,a presto

dragor (journal intime)

Tesea

Il nostro ministro degli esteri non si è lasciato sfuggire un'ennesima occasione di leccamento di pudenda.
Tesea

 dragor

Tesea, il vostro ministro degli Esteri ha deciso che, fra le pudenda di Obama e di Ahmadinejad, quelle del primo hanno un gusto migliore. Non posso dargli torto

dragor (journal intime)

stefano de santis

Gia',ma qui si torna alla Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo ed alla opposta constatazione Crociana che "non possiamo non dirci cristiani".L'Islam vuole annullare l'Illuminismo oppure il Cristianesimo? Vuole annullare entrambi,sarebbe facile rispondere,senonchè l'Illuminismo ha riscoperto,secondo l'interpretazione Crociana,niente altro che quei valori che la Chiesa aveva dimenticato trasformandosi in struttura di potere.Dunque l'Islam vuole annullare il Cristianesimo due volte.Comunque sia,se l'Italia puo' permettersi di stare alla larga dalla Conferenza e Francia e Gran Bretagna non possono,la ragione è semplice.Noi non abbiamo ancora ragione di tenere buone le "masse islamiche",che i due governi temono,avendole in casa.E questo la dice lunga,sul paragone tra invadenza Vaticana ed invadenza Islamica.

 dragor

Be', Stefano, l'Italia deve tenersi buone le masse cristiane, visto ormai non potete fare niente se i preti non sono d'accordo. In ogni caso l'islam è tutto quello che il cristianesimo vorrebbe essere se la chiesa non fosse stata ridimensionata. Quando aveva il potere, faceva anche di peggio. Conosco la tesi di Croce e non sono d'accordo, quei valori non sono cristiani ma molto più antichi. Tornero' sull'argomento con un post.

Ciao, buon pomeriggio

dragor (journal intime)

marianna

Carissimo Dragor, ho letto da internet gli ultimissimi articoli di Repubblica e Corriere e li ho messi su FB perchè anche i distratti potessero leggere.
Bello l'editoriale invece di Panebianco, su Corriere cartaceo, che giustamente dice si è data la possibilità all'iraniano di cominciare da quel "pulpito" la sua nuova campagna elettorale.
Incredibile ma vero!!
E la Francia poi? Perchè essere presente? Devono esserci sotto interessi veramente inimmaginabili. Petrolio in primis.
Vado ad informarmi ulteriormente.
A dopo.
Marianna

 dragor

Si' Marianna, ho letto quell'editoriale, si trova anche sull'edizione web. Avevo accennato alla campagna elettorale per primo, ma poi ho pensato che sembrava copiato, cosi' ho tolto quel passaggio.
La Francia come al solito continua la sua tradizionale politica araba, con la differenza che Sarko cerca di tenere il piede in due staffe. Infatti minaccia di ritirarsi per salvare la faccia, ma alla fine resterà. Un'altra previsione dragoriana.

A presto, buona serata

dragor (journal intime)

marianna

Credo a quel che dici perchè se fosse stato diversamente Sarko avrebbe fatto come Germania, Olanda, Italia, Israele. Invece sappiamo tutti che tipo di politica cerca di fare, ad esempio, in Africa.
Più colonizzatore di così...non si può.
A più tardi.
Marianna

stefano de santis

No Dragor,non ci siamo.L'Islam è una religione che pratica la violenza sin da quando Maometto era ancora vivo.la sua espansione in India è una oscena storia di massacri senza fine e senza limite ai danni di gente mite ed inerme.Le masse cristiane mostrano il loro potere col voto,quelle islamiche lo mostrano favoreggiando Al Quaeda.Il principale,dei tanti motivi,per il quale Bush è interrvenuto in Irak era preventivo:attenti,se attaccato,l'Occidente è pericolosissimo.L'invadenza vaticana c'è e non c'è:se davvero ci fosse,l'UDC avrebbe i voti che ha Berlusconi e viceversa.La vecchia DC polarizzava i voti anticomunosti,ma gli Italiani hanno dimostrato di farne volentieri a meno,appena possibile.

 dragor

Stefano, in Italia i cattolici sono diventata una lobby trasversale: ce ne sono di destra, di sinistra, di sopra e di sotto, ma il loro peso elettorale è notevole quando si tratta di realizzare la politica vaticana. Il voto è una conquista laica, certamente non una concessione della chiesa che ha sempre avuto una concezione dittatoriale del potere, come dimostra tutta la sua storia quando aveva il potere temporale. Non farti illusioni, cristiani e musulmani escono dallo stesso stampo. La differenza è che ai primi abbiamo messo la museruola, i secondi mordono ancora.

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

stefano de santis

Eddai,Dragor,non esageriamo:i Cristiani(lobby alla quale non appartengo)non hanno ancora inventato i Kamikaze ed il Burka.Certo che sono tanti!:2000 anni di storia(spesso infame,purtroppo)non passano come nulla fosse.

 dragor

Stefano, il burka lo hannno inventato (in versione soft, è vero): guarda le suore. Quanto ai martiri, è vero che non uccidevano nessuno. Ma a quell'epoca non avevano ancora inventato gli esplosivi

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.