La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Durban II, la conferenza della vergogna | Principale | Macelli e arena »

21/04/09

Commenti

gobettiano

Non c'è dubbio che sia così. Conviviamo sullo stesso pianeta con il mondo islamico con esso abbiamo comunque rapporti. Tenendo diritta la barra sui diritti civili ed umani e sulla libertà temo che sia giocoforza trovare una forma di convivenza ed il modo di influenzare quel mondo in direzione dei diritti. Laicizzandolo.
luigi

 dragor

In effetti, Luigi, i delegati del Marocco e della Giordania hanno abbandonato la sala con quelli europei. Un segno di speranza

dragor (journal intime)

stefano de santis

Sono totalmente d'accordo con te:voglio sperare che i militanti della Sinistra Radicale che frequentano questo blog siano convinti di quanto dici,e capiscano che difendere Israele significa stare in Afghanistan:per non dover sparare,un giorno,sui nostri marciapiede.

Alex

Regarde Dragor, tu as même réussi à convaincre De Santis sur les droits de l'Homme. Quand on pense que hier encore, il disait : "Scambiare il potere di Dio con quello dell'Uomo,a me non sembra conveniente".
Alex

marianna

La posizione di Luigi mi sembra la più corretta. Ovviamente l'accento, nella prospettiva di un dialogo, va messo sempre e solo sulla laicità.
La difesa dei Diritti Umani, figlia della nostra cultura, è imprescindibile con chiunque ci si debba incontare e trattare.
Ben detto quando sottolinei che la difesa di Israele è la difesa della nostra civiltà.
Ottimo post!
Un abbraccio affettuoso.
Marianna

 dragor

Non illuderti Stefano, non lo capiranno mai. Certe fedi sono incrollabili

dragor (journal intime)

 dragor

Oui Alex, mais le choix était entre le Droits de l'Homme et Allah. C'est du chantage :-)

dragor (journal intime)

 dragor

Marianna, si puo' dialogare con i paesi musulmani moderati ma non con quelli dove comanda la sharia. Là siamo in rotta di collisione, come stiamo vedendo a Ginevra. Al massimo possiamo avere rapporti commerciali e ritardare il più possibile una guerra. Forse Luigi voleva dire questo.
Grazie per l'apprezzamento. Buon appetito, a presto

dragor (journal intime)

matzudaira

Purtroppo sia per il mondo musulamno sia per quello occidentale, l'unico uomo che ha diritti è quello che se li può permettere. No potere economico=no diritti. Ecco che gli immigrati clandestini vengono trattati come vitelli al macello, i civili Palestinesi uccisi dall'esercito Israeliano non considerati alla pari di pecore, i civili Iracheni (500.000) uccisi dagli eserciti USA-UK contati ed archiviati come polli.
Chi è senza peccato scagli la prima pietra.

Pim

Io continuo a credere che, nel mondo della politica, i princìpi religiosi contino poco e vengano utilizzati solo come pretesto. Ahmadinejad è un furbone: ha cavalcato la conferenza soprattutto per accreditarsi come leader di riferimento per il mondo arabo e recuperare i favori dell'opinione pubblica iraniana - pare sia fortemente inviso alla maggioranza della popolazione. Per il momento ce l'ha fatta, ma ho la sensazione che il suo regime sia (per fortuna) sul viale del tramonto.
Per il resto, i diritti umani sono violati ovunque nel mondo, Usa in testa. E pure in Italia. Anche qui la religione c'entra poco o nulla. Dove esiste un potere forte, esso tende sempre a travalicare i confini della liceità. La cultura della legalità è ancora molto lontana e, almeno per ora, conferenze come quella di Ginevra risolvono praticamente nulla.

Ciao, bonne journée.
Pim

 dragor

Si', Pim, i diritti umani vengono violati ovunque nel mondo. Ma con la sharia la violazione è istituzionale. La differenza è tutta qui. Il nostro modello ce lo proibisce, il modello islamico lo ordina. E la sharia è la religione trasformata in politica. Per quanto nessuno abbia il diritto di tirare la prima pietra, non puoi sostenere che come rispetto dei diritti umani l'Europa e l'America valgono l'Iran o l'Arabia Saudita.

Ciao, buon pomeriggio

dragor (journal intime)

 dragor

Matzu, tu elenchi giustamente una serie di violazioni dei diritti umani. Ma il fatto che le consideriamo violazioni è già un progresso. Per qualcuno sarebbero atti virtuosi. Ecco che cosa intendo per modelli. E' per questo che in Occidente, con tutti i nostri difetti, non lapidiamo le donne, non decapitiamo gli eretici e non impicchiamo i gay. Con la Sharia si fa questo e peggio.

dragor (journal intime)

stefano de santis

Beh,questo blog si fa sempre piu' interessante,inutile nagarlo.Merito della fantasia di chi scambia il Potere dell'Uomo con i suoi Diritti i quali,in un certo senso,sono il suo esatto contrario.E di chi accusa gli Americani,gli "UK",(ma c'eravamo anche noi Italiani),di avere ucciso in Irak 500.000 persone.Ecco un esempio di spreco inutile della Democrazia.A che serve un blog libero come questo,se bisogna conviverci con la puzza della piu' limpida,cristallina malafede? Chi scrive queste cose è gia membro onorario di Al Quaeda.

matzudaira

Dragor dire che la Sharia è l'Islam è come dire che la strage di civili Palestinesi è l'Ebraismo o che Militia Christi è il Cattolicesimo. Sono solo aspetti, deprecabili, di tre strumenti di controllo di massa.
Gli stati che ipocritamente hanno abbandonato Durban II per il paragone sionismo/razzismo, lo avrebbero fatto anche se la parte "offessa" non fosse stata così ricca e potente come Israele? Lo avrebbero fatto anche per i Curdi? O per i Tailandesi? O per i Tibetani?
Si torna sempre al punto da capo: potere economico=diritti.

Edelweiss

Matzudaira ha messo il dito sulla piaga: è chiaro che tutti leccano Israele perchè detiene il controllo della finanza mondiale e dei quadri di controllo del Paese attualmente dominante la scena planetaria(non ancora la Cina, per ora...).
Edelweiss

matzudaira

Scusami, ma tutta questa magnificenza non la vedo nello stato di Israele e provo un brivido a pensare che l'Italia, con tutti i suoi difetti, possa essere solo paragonata ad un “democratico” pezzo di deserto bonificato.
E poi Israele è uno stato democratico internamente, mentre è dispotico, brutale ed antidemocratico verso coloro i quali vivono al di fuori dei suoi confini.
Mi sfugge cosa ci sia di così democratico nell'uccidere dei civili innocenti, nell'abbattere centinai di abitazioni, nell’occupare con la forza dei territori non propri in violazione di risoluzioni dell'Onu?

 dragor

Matzu, la Sharia è la legge ufficiale di alcuni Stati che stanno facendo del loro meglio per esportarla, come si è visto a Ginevra e come si vede in altri contesti. Ed è alla radice dei diritti umani secondo la maggior parte dei paesi islamici. Cosa che non si puo' dire per Militia Christi. Non abbiamo lottato contro la chiesa per farci mettere sotto dall'islam.

dragor (journal intime)

 dragor

Giusto, Edelweiss. Conviene leccare l'Iran, che detiene il controllo del petrolio. E magari anche la Libia, come state già facendo. Forse dovresti comprarti un burka, non si sa mai

dragor (journal intime)

stafeno de santis

Leccare la Libia,Dragor,lo stanno facendo tutti.Sarkozy ci è andato,poi si è tenuto la visita a Parigi dello Squilibrato,andato a rimproverarlo perchè la Polizia Francese si comporterebbe brutalmente con le canaglie di Banlieue che fischiano la Marsigliese mentre campano di sussidi sociali di Stato e di furti a danno dei "Français".Ora,come avevi pronosticato,la Francia ha fatto dietrofront andandosene mentre Akmadinejad blaterava,poi ha fatto il dietrofront del dietrofront ed è rimasta a Ginevra dopo avere invitato l'Europa ad un atteggiamneto piu' duro.La Coerenza? Dev'essere nascosta in qualche Sura del Corano:qui non se ne vede.

Alex

La fantaisie est partagée quand on lit : " l'Illuminismo ha riscoperto,secondo l'interpretazione Crociana,niente altro che quei valori che la Chiesa...Evidemment, aucun français ne croit à ce genre de blabla. Les chrétiens encore moins que les autres puisque le Pape a écrit lui-même dans une revue allemande (merci Patricia) qu'il fallait considérer l'héritage des Lumières comme une locomotive usée.
Il est vrai qu'à la base des droits de l'Homme, il y'a la notion de justice. Un concept totalement absent dans la religion. La foi est la condition du salut, non les oeuvres de justice. Nulle justice hors la foi. Qui ne croit pas est injuste. La justice sans la foi sert-elle à quelque chose ? A rien.
Alex

gobettiano

Non capisco perchè censurare la guerra ipocrita ed idiota in Irak debba far guadagnare la tessera di al qaeda. Neppure i risultati bastano far almeno ragionare costoro. O forse è l'abitudine mutuata dal ridicolo caudillo nostrano che chi non lo vota o pensa diversamente è un comunista e comunque un coglione.
Beh! essere tacciato di comunista o di coglione, è un complimento purchè serva a distinguersi da chi lancia le accuse.
luigi

 dragor

Stefabno, la coerenza non si trova certamente del Corano, che da buon testo religioso dice tutto e il contrario di tutto per avere sempre ragione. L'invito di Sarko sembra una variante di "armiamoci e partite", ma la Francia deve continuare la sua politica araba. Un po' in chiave antiamericana, un po' perché, con tanti arabi presenti sul territorio, certi temi diventano delicati

dragor (journal intime)

 dragor

Alex, en plus de 1000 ans de pouvoir absolu l'Église a eu tout le temps de nous montrer sa notion de justice. L'horreur termine quand les laïques prennent la relève et maintenant on nous parle de la justice comme une valeur de l'Église? C'est à se tordre de rire. Croce n'est qu'un intello soudoyé. Ça fait partie du bourrage de crane

dragor (journal intime)

 dragor

Luigi, io ho censurato la guerra in Irak e me la sono presa con il caudillo. Cosi' sono al quaedista,comunista e coglione.

dragor (journal intime)

stefano de santis

Censurare la guerra "ipocrita ed idiota in Irak" si puo',come si poteva censurare la guerra ipocrita ed idiota in quel paradiso di benessere e democrazia che è diventato il Vietnam.Ma accusare la Coalizione di avere fatto 500000 morti significa essere Socio Sostenitore,di Al Quaeda,non solo averne la tessera

gobettiano

La coalizione non ha fatto nessun morto. Ha esportato la democrazia civile e pacifica.Morti, guerra e devastazione sono solo frutto di propaganda comunista.
Ecco. Cuntent??!! Così almeno si può sperare di evitare ulteriori scemenze.
luigi

I commenti per questa nota sono chiusi.