La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Quanto costano i pedofili alla Chiesa? | Principale | Coscienze stuprate »

16/04/09

Commenti

Pim

Santoro mi è umanamente antipatico; rispetto ma non condivido il suo sistema di far tornare i conti per giustificare una personale visione ideologica della realtà. Capisco che possa dare fastidio, tuttavia questo suo schierarsi apertamente è anche un segno di onestà intellettuale: lo spettatore sa cosa aspettarsi da lui e può scegliere di vedere i suoi programmi oppure no. Sempre meglio della carta moschicida di Vespa che piace tanto ai politici, dalla quale escono sempre indenni.
La vignetta di Vauro mi pare dura ma per nulla impietosa: anzi, da essa traspare uno sconforto altrimenti non narrabile. Dà fastidio a chi vorrebbe seppellire la nuda verità insieme ai morti, a chi spaccia santini e figurine esemplari per tranquillizzare l'opinione pubblica.

Bonne journée.
Pim

stefano de santis

Vauro non solo manca di assomogliare a Plantu,Wolinsky e Cabu ma,con tuttta evidenza,manca di farsi la doccia come Berlu.E dire che in Toscana,con tutto quel buon olio e buon vino,servirebbero un sacco di braccia all'Agricoltura.Non credo che faccia paura a qualcuno,come non ne faceva Fortebraccio:è solo lo squallido rappresentante di una sinistra che tenta di fa credere ai sempliciotti che quell'ironia è madre della Cultura,la quale è figlia dell'Intelligenza,mentre questa di Vauro è solo figlia di puttana.Per quel che scrivi su Santoro ti abbraccerei volentieri,specialmente in quei momenti in cui sospetto che tu sia una donna.

 dragor

Pim, rispetto anch'io il suo diritto-dovere di servire il partito che gli ha assegnato quello spazio. Ma sui soccorsi ha mentito, attaccando ingiustammente chi ha fatto il possibile perché il dramma non assumesse proporzioni più gravi. Ho l'impressione che Vauro sia solamente un capro espiatorio

Buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

 dragor

Stefano, malgrado tutto la vignetta incriminata mi sembra riuscita. Probabilmente si è silurato Vauro per salvare Santoro.
Non sono una donna, che cosa ti salta in mente? Ma posso accettare un abbraccio fraterno :-)

dragor (journal intime)

Gian Contardo (Buffalmacco)

Siamo in Italia, Dragor, e ogni azione è cinicamente soppesata e finisce con l'andare a vantaggio delle parti sulla scena.
Berlusconi dalla vicenda trarrà il vantaggio di aumentare la sua fama di uomo forte, normalizzatore e riduttore al silenzio di persone scomode.
Santoro, be', sapeva già che l'avrebbero trombato e quale migliore occasione per uscire di scena non col marchio dello sconfitto ma con l'aureola e la popolarità del martire?
Sono onesto, io avrei fatto lo stesso.
La satira di Vauro non verrà sommersa: oggi il web garantisce spazio anche a chi i nemici vogliono ridurre al silenzio.

Tesea

Mi capita sovente di vedere, sulla prima pagina del quotidiano genovese 'Il Secolo XIX', le vignette di un certo Rolli e di apprezzarne lo spirito e l'ironia. Spero continui ad esserci e a divertire, malgrado le battute cattivelle contro la classe dirigente.
Tesea

marianna

Carissimo Dragor, non c'è concetto espresso dal tuo post che io non condivida.
Innanzitutto Santoro è sfacciatamente partigiano e non per amore di verità ma solo per ottenere un'audience sempre maggiore. Da come si propone se ne accorgerebbe anche un bambino non ferrato in politica.
Altra perla l'invito a Oddifreddi e Fisichella per affrontare un delicatissimo tema, che venne banalmente ridimensionato.Vidi quella puntata perchè solitamente non seguo la trasmissione.
Vespa poi, Dio ne scampi e liberi, impera in tv da quando io facevo l'università e ricordo il "brunovespismo", simpatica espressione di Sergio Saviane sull'Espresso del tempo, dove il Saviane era critico televisivo.
Di Vauro mi dispiace invece tantissimo che sia stato mandato via perchè, oltre ad essere un'ottima matita, è sopratutto un uomo di grandi e preziose qualità.
Ironico al punto giusto, onesto, colto, serio.
E non si fanno fuori così gli uomini di cultura come lui.
La mediocrità della nostra RAI si merita appunto tanti Vespa clonati( e ce ne sono) ma anche solo e soltanto spettatori di limitato cervellino.
Noi la sera infatti le preferiamo di solito i nostri blog, un buon libro o della musica.
Grazie per aver detto pane al pane, vino al vino.
Un abbraccio grato e affettuoso.
Marianna

demata

Se Vauro avesse mostrato la sua vigneta da Zelig od a COlorado, non credo che ci sarebbe stato alcunchè da ridire: il contenitore è quello dedicato alla satira anche se macabra.

Ovviamente, non ha alcun senso in una trrasmissione dove, tramite l'informazione, si vuole esprimere attenzione, cordoglio e/o indignazione.

Così, per quanto mi riguarda, la sospensione di Vauro è "atto dovuto".

L'imbarazzo, piuttosto, sorge vedendo che Vauro viene sospeso, mentre Santoro o Fede restano al loro posto senza che l'Ordine dei Giornalisti batta ciglio.

Quanto alla censura sono d'accordo, ma Santoro lo metto tra quelli che tacciono e non tra quelli che dicono.

Nessuno ci sta dicendo che milioni e milioni di Italiani vivono in case costruite o modificate abusivamente e poi condonate, oltre agli altri milioni che vivono in edifici costruiti quando si mettevano le "mani sulla città" (F. Rosi).
Anche Santoro ha taciuto su questo, ci ha "indicato" i soliti costruttori ed i soliti politicanti da retrocessione.

Non ci ha mostrato gli operai che "grattano" sui cantieri, non ci ha mostrato i piccoli proprietari che spostano travi e mura, non ci ha mostrato la pletora di pubblici impiegati che dovrebbe controllare e sanzionare.

Come dire che se un poveraccio provoca un crollo, è una sciagura, mentre se lo stesso crollo lo causa un benestante è un crimine e se è coinvolto un "lavoratore sindacalizzato" è una disgrazia.

Tra l'altro, per la Sinistra, sarebbe stato facile e doveroso, imprecare contro i condoni e chiedere più efficienza pubblica.

Come mai non lo fanno?
Collusi?

Andrea

Ma cosa state farneticando? Santoro ha solo messo in evidenza la totale mancanza di piani di emergenza preventivi e non ha MAI criticato le mancanze dei soccorritori dopo il sisma, ANZI li ha elogiati come l'inviato a l'Aquila (Ruotolo). Perchè continuate a mentire e/o a credere a chi nemmeno l'ha vista la trasmissione? E' in rete sul sito rai, tutti possono vedere la verità dei fatti. E' incredibile, siete vergognosi.

angelo

Pregiatissimo Dottor Dragor
il problema non indifferente e che il Dottor Michele Santoro ha due grandi palle di sereietà ed onestà,che mancano ad una grande quantità di pennivendoli da 30 denari.

MImex

Ok non concordo con te ma accetto la tua posizione su Santoro, trovo che sia piu offensivo per il paese Italia, un Berlusconi che invita ad andare in spiaggia per Pasqua i terremotati che un Santoro che con i suoi ECCESSI e` l'UNICO assiema alla Gabbanelli a fare una informazione che non sia servile al potere (la Gabbanelli per me e piu imparziale ma non cambia il mio discorso), perche e` si schierato contro il nano, pero NON LE HA MAI RISPARMIATE al surrogato della sinistra odierna.
Se devo aspetare un punto di vista imparziale da Vespa ma anche Fede o Minum sto fresco.
Come mai il signor Silvio B. non va a far un bel faccia a faccia tosto con Santoro e co. invece di lamentarsi sempre (nemmeno lui ma i suoi "portavoce", RIDICOLO) perche 2 trasmissioni la settimana parlano degli scandali italiani mentre le altre al massimo parlano dei deputati poverini che vanno a mignotte perche gli manca la famiglia.

Sigismondo Baldovino

Se pensate che, a prescindere dal gusto della vignetta, la sospensione di Vauro da AnnoZero sia ingiusta e contraria alla libertà di espressione, iscrivetevi su Facebook al gruppo "Rivogliamo Vauro ad AnnoZero" -> http://www.facebook.com/group.php?gid=158358605095

matzudaira

Dragor sicuramente questo non è il tuo post meglio riuscito. Mi permetto di esprimere questo giudizio, non solo perchè non condivido la tua opinione, ma perchè mi sembra che tu l'abbia espressa senza avere visto la puntata di Annozero, insomma in modo superficiale.
Nella puntata non si è mai criticata la protezione civile (che ha comunque delle colpe anche gravi non in capo ai singoli individui che la compongono, piuttosto in chi la dirige), bensì si è criticata la totale mancanza di prevenzione di fronte a situazioni di oggettivo e gravissimo rischio.
Chi nega ciò fa il gioco di coloro i quali vorrebbero censurare una delle poche voci contrarie allo strapotere mediatico di Berlusconi.

Roberto

Viva la pluralità dell'informazione.

isbosnickfalenzo

che cazzo di santoro..è meglio la professionalità di vespa o emilio fede con la lingua sempre sporca dimmerda a fare il pompino giornaliero al padrone di turno e chinarsi e prostrarsi davanti a loro ..

marsilio menaguale

Santoro, ieri sera, ci ha voluto informare che si è dato alla macchia. Ci ha gridato la disperazione dell'uomo consumato dal nichilismo. Che Dio lo aiuti!

 dragor

Gian Contardo, non mi sembra che Santoro stia per uscire di scena. Ho l'impressione che abbiano cacciato Vauro per salvarlo. In fin dei conti è un tipo che fa audience
_____________________________________________________

Demata, gli italiani sono riusciti a lottizzare anche le disgrazie. Ci sono quelle di destra e quelle di sinistra. E nelle pseudoinchieste della TV si resta sempre in superficie, guardandosi bene dal toccare gli interessi in gioco.La migliore inchiesta sulla speculazion e edilizia italiana l'ho vista da noi su Envoyé Spécial ma in Italia non sarà mai diffusa
___________________________________________________

Tesea, ho visto Rolli e mi sembra migliore di molti altri. Sicuramente migliore di quello del Corriere.
_____________________________________________________

Marianna, secondo me in quel tipo di programma Santoro ha il diritto di essere partigiano. In fin dei conti la RAI è politicamente lottizzata e lui rappresenta una parte politica. Ma ho trovato vergognoso il suo tentativo di screditare il governo cercando a tutti i costi di screditare i soccorsi. I soccorsi non sono di destra o di sinistra, sono soccorsi e basta, e tutti hanno riconosciuto che sono stati efficienti. Vauro ha pagato per lui ed è un'altra vergogna. Certo, noi la sera facciamo funzionare il cervello e tremare il sistema
______________________________________________________

Grazie a tutti per i vostri commenti e per avere animato questo dibattito, a presto

dragor (journal intime)


 dragor

Andrea, Santoro ha cercato di screditare il governo screditando i soccorsi e si è attaccato alla mancanza di piani di emergenza preventivi. Ma i soccorsi sono stati efficienti, lo hanno riconosciuto tutti. E' questo che conta. I soccorsi non sono di destra o di sinistra, sono soccorsi e basta
______________________________________________________

Angelo, almeno prendessi 30 denari. Finora non ne ho preso nemmeno 1
_____________________________________________________

Mimex, non siamo troppo severi su Berlusconi. Ha cercato di risollevare il morale ai terremotati dicendo che sarebbero stati alloggiati negli alberghi sulla costa. Un po' di humour nelle disgrazie non guasta mai. Quanto alla parziualità dei telegiornali berlusconiani, rientrano nella logica della spartizione politica. Ma è vero che sono i telegiornali del conflitto d'interessi
____________________________________________________

Già fatto Sgigismondo
___________________________________________________

Matzu, non so se in Italia si faccia come in Giappone dove la gente si esercita periodicamente ad affrontare l'emergenza terremoto, ma i soccorsi sono stati efficienti e lo hanno riconosciuto tutti. Direi che l'indice accusatore andrebbe puntato contro quei costruttori che non hanno rispettato le norme antisismiche. Vauro lo ha fatto e per questo lo hanno cacciato
____________________________________________________

Grazie a tutti per la vostra visita e per avere animato questo dibattito, b uona giornata, a presto

dragor (journal intime)


 dragor

Isbosnick, Vespa, Fede e Santoro appartengono alla stessa razza di lecca-lecca. L'unica differenza è che hanno padroni duversi.
___________________________________________________

Marsilio, Dio non lo aiuterà perché Santoro è ateo
__________________________________________________

Si' Roberto, altrimenti non ci sarebbe Dragor
____________________________________________________

Ciao a tutti, a presto

dragor (journal intime)


maxgiordani

La mia opinione: sono giornalisti. Si tratta solo di sapere CHI devono servire. Se non avessero un padrone non lavorerebbero. Questa è l'unica certezza. La stampa è il quarto potere. Vespa, Santoro... ma vi è mai capitato di ascoltare un certo Aldo Forbice? Altro che Emilio Fede.

Giovanni

Non sono del tutto d'accordo con il tuo pezzo, in particolare su Michele Santoro: Annozero è stata l'unica voce fuori dal coro del Bertolaso santo subito. Il problema non è la protezione civile nel suo complesso, ma la indegna beatificazione dei suoi vertici. Su Vauro, direi che la vignetta non era un esercizio satirico o comico ma un vero editoriale disegnato invece che scritto.

 dragor

Max, infatti dico la stessa cosa nella mia replica a Isbosnick. Cambia il padrone, lo stile è lo stesso. Ma Vauro è uno spirito libero e per questo disturba.
____________________________________________________

Giovanni, forse Bertolaso non dev'essere santificato, ma tutti hanno detto che i soccorsi sono stati eccellenti. Lo ha riconosciuto più volte anche TF1, che non è mai tenera con l'Italia e ha mandato una squadra in Abruzzo.
Quanto a Vauro, hai dato la migliore definizione della sua vignetta. Un editoriale che colpisce il segno in un secondo, uno straordinario saggio di sintesi in un paese dive si tende a essere prolissi. Ha detto la verità, ecc o perché lo hanno cacciato
___________________________________________________

Grazie per la vostra visita, a presto

dragor (journal intime)

matzudaira

Appunto Dragor, solo per il fatto che Santoro conceda spazio alle legittime e sacrosante denuncie di Vauro nel proprio programma, lo rende, a mio avviso, molto meno indegno di come lo hanno dipinto i politici e la chiesa italiana (che per coerenza si è schierata a spada tratta in difesa di Berlusconi).

In Giappone, che non sono mafiosi, i terremoti vengono presi sul serio. Gli edifici sono costruiti con sistemi antisismici che evitano le centinaia di morti che invece subiamo noi in Italia perchè ci sono palazzinari come Berlusconi che fanno abbassare il livello di rischio di una zona sismica come L'Aquila da 1 (grado massimo) a 2, risparmiando in questo modo milioni di euro nella costruzione dei palazzi.

La protezione civile, male organizzata e pessimamente amministrata da Bertolaso, è stata ed è aspramente criticata prorio dalle vittime del terremoto. Mancano le coperte, non ci sono tende a sufficenza, i primi soccorsi sono stati eseguiti da privati mentre la protezione civile, che non aveva programmato un piano di evacuazione stava decidendo sul da farsi.
Solo Annozero ha messo in luce tutto questo, mentre i telegiornali ed i quotidiani (anche quelli vicini al PD), hanno solo saputo autocensurarsi enfatizzando invece la notoria solidarietà di noi italiani nei momenti tragici come questi.


Stefania

Sono certamente mancate coperte e ogni sorta di generi, specialmente ai paesi più piccoli, ma i mezzi da Roma erano sul posto a 4 ore dal terremoto nonostate l'autostrada semibloccata, ed all'Aquila, a mezzogiorno di Lunedì, in molti hanno avuto un pasto caldo dalle cucine da campo. Non mi pare poco. E' chiaro che non c'è ogni bene necessario, è evidente che si può fare di meglio, ma stavolta davvero si sono mossi meglio del solito.
Invece si può dire molto sulla mancanza di pianificazione, questo sì. Ma non riguarda solo questo caso. Qualcuno conosce il progetto di evacuazione del vesuviano per quando il bell'addormentato si risveglierà? Qualcuno mi sa nominare un piano di soccorso per un eventuale terremoto a Messina? E per il vostro paese di domicilio, vista la tendenza di 2/3 del territorio italiano ad alluvioni e quant'altro? Ecco, appunto.

Santoro solitamente non mi dispiace, ma in un paio di puntate compresa questa ha un tanto esagerato nella ricerca della polemica ad ogni costo. La vignetta di Vauro è magnifica, e tanto basti.

stefano de santis

Ringrazio Dio per la preziosa presenza su questo blog di Matzudaira,Isbonickifalenzo ed altri bolscevici.Sono la prova vivente della volgarita',la faziosita' e la malafede di quella Raccolta Differenziata di monnezza ideologica che è la sinistra italiana.Molto piu' ragionevoli coloro che sostengono che tutti i giornalisi sono pennivendoli,e che Vauro e Santoro sono degni rappresentanti della categoria.Risultano molto meno numerosi di quei faziosi che,su questo blog come dovunque,costituiscono per il Centrodestra un nemico tanto debole e velleitario quanto spregevole. spregevole
_______________________________________________________________________________________

A TUTTI: PER VEDERE IL SEGUITO DEI COMMENTI E LE RELATIVE REPLICHE, CLICCATE SULLA PICCOLA LINEA CHE VEDETE QUI SOTTO. GRAZIE

dragor (journal intime)

marsilio menaguale

Caro Dragor, tu sai che la misericordia del Signore non ha limiti. Santoro, pur imbottito di miliardi e sempre più solo, senza una mano divina continuerà a disperarsi per tutti i giorni della sua vita. E' la prova che il denaro non fa la felicità.

stefano de santis

A proposito,ieri sera Santoro ha fatto l'enplein con gli ascolti.Beato lui!Un contratto di un milione di euro/anno+la percentuale sulla pubblicita'andata in onda a quell'ora.Mai visto uno sciacallo con i denti d'oro.Oro santo come la Santa Verita':Santoro,appunto.

Sibillo

Nel caso specifico se non voglio vedere Fede cambio canale, se non voglio vedere Vauro cambio canale... e non mi raccontate la farsa del servizio pubblico... a me che ho la tv non cambia nulla, stessi programmi, stessa pubblicità...
La verità è che anche qui c'è gente di sinistra e di destra che si prende a cornate: finchè andrete dietro a questa feccia che ci ha rovinato le cose non cambieranno mai...

gobettiano

Ho visto il filmato della trasmissione icriminata. Francamente non mi è sembrato di vedere-ascoltare nulla di insopportabilmente scandaloso o offensivo. Tantomeno nella vignetta di Vauro. Vorrei però, al di là di ogni legittima opinione chiedere: ma meritava titoloni e paginate di giornali e poleniche in TV a reti unificate Anno Zero o lo sciupio di danaro per il capriccio della lega? Forse sarebbe stato più intere4ssante ed utile parlare di questo e della posizione della lega. Almeno credo.
luigi

Paolo

Vauro e Santoro (come Emilio Fede) sono "palesemente" faziosi, Bruno Vespa lo è ma non "palesemente". Vivendo oggi in una società mediatica, la differenza è tutta qui!

Amanda

(OT) Caro Dragor, la tua vicinanza blog mi sta condizionando: quando mi stroncano il testo, godo... quasi quasi il prossimo post lo scrivo brutto, o cattivo, di proposito!!! ;))))))))))))

matzudaira

Mah, dire che Vespa non è palesemente di parte come i suoi colleghi, mi sembra una raffigurazione della realtà poco veritiera.
Sono tutti uguali, solo che alcuni sono al soldo del primo ministro...

dragor

Matzu, posso dire solamente questo: TF1 e TF2 hanno mandato sul posto delle squadre che fra l'altro hanno intervistato dei soccorritori francesi venuti a dare una mano. Tutti hanno detto che i soccorsi erano eccellenti. E di solito i francesi sono molto critici sull'organizzazione italiana.

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

 dragor

Stefania, non so come vadano le cose in Italia. Nizza è zona sismica e nelle scuole s'insegna ai bambini a rifugiarsi sotto i tavoli in caso di terremoto. E ogni mercoledi' a mezzogiorno si fanno suonare le sirene. Se questa è prevenzione...
___________________________________________________

Luigi, questa è la prova che in Italia si manca di pragmatismo. Ci si appassiona per le questioni ideologiche e si trascurano quelle economiche
______________________________________________________

Marsilio, no, ma puo' dare un valido contributo :-)
______________________________________________________

Infatti, Sibillo, in Italia ci vorrebbe meno ideologia e più pragmatismo
___________________________________________________

Ti capisco, Amanda. Quando ricevo un buon insulto, sono felice perché lo metto nel TOP 10. Dovresti farlo anche tu! :-))
_____________________________________________________

Grazie a tutti per i vostri commenti e per avere animato questo dibattito, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

marsilio menaguale

Dragor, l'Italia è piena di persone per bene che non possono apparire in televisione e non possono dare un contributo concreto alla crescita del Paese. La Tv è popolata purtroppo di gente protetta dalle lobby del potere. Santoro a casa sarebbe un bene per il Paese.

stefano de santis

Non ho mai avuto simpatia per Bruno Vespa,arrogante versione televisiva dell'odiato Potere Andreottiano(leggasi mafioso).Ma paregonare Vespa a Santoro è come paragonare Andreotti a Fidel Castro.

Giovanni Alberoni

Caro Dragor , indipendentemente dalla "simpatia" del personaggio, io vedo una montatura esagerata del caso Anno Zero.
La "domanda " più che giustificata, che dr. Santoro ha posto ai suoi ospiti, era relativa alla mancata attivazione di preparativi ; preparativi suggeriti da alcuni mesi di costante allarme sul territorio colpito.
( Era questa una domanda da evitare o da censurare ????) .
Il giudizio negativo espresso in un filmato da alcuni abruzzesi terremotati , non andava in alcun modo rappresentato ????

Il punto contestato è stato più volte chiarito durante il dibattito, ad ospiti e telespettatori . La domanda riguardava una "possibile" critica ai vertici della Protezione Civile ; vertici che hanno avuto la responsabilità della situazione abruzzese sin prima del doloroso evento. (Non mi risulta invece che alcuno abbia contestato l'opera dei generosi soccorritori).

Le risposte fornite dai vari ospiti che di volta in volta intervengono nella trasmissione di Santoro, dovrebbero essere giudicate dai telespettatori , o dovrebbero prima essere sottoposte ad un censore per valutare se le stesse sono in linea con il pensiero dei politici che controllano l'emittente televisiva ?????

Secondo la Dirigenza RAI , quali domande dovrebbe fare un buon giornalista ai suoi ospiti ???
(Le piace il mare o la montagna ???? )
( Lei pensa che domani pioverà??? )
(Il Governo, di volta in volta in carica, a suo giudizio, è sempre ottimo o eccellente ??? Indichi, tra le due opzioni proposte, l'aggettivo più esatto ).

Il vero guaio prodotto da un'informazione piatta e accondiscendente che caratterizza i media italiani, arriva da persone ideologicamente schierate che , con la scusa della "faziosità" si permettono interventi "censori" e a senso unico.
Occorre ricordare a queste persone ed ai vertici RAI che in questo Paese c'è ancora tanta gente che desidera e si apetta un'informazione attenta e pungente ed è nauseata da "quell'informazione" untuosa e velinata che non sa (o non vuole) fare domande che possano risultare "scomode" ai potenti di turno.
La ricchezza e la civiltà di un paese si misurano anche dall'abbondanza di informazione (a più voci) e dall'assenza di censure. E' opportuno ricordare che da questo punto di vista il nostro Paese è messo piuttosto male .

Account Deleted

A me Santoro sta antipatico.
Mi dispiace, quindi, dire che non ha affatto mentito. Ha solo osato criticare ciò che fino a due minuti prima era osannato e incensato.
E bene ha fatto Travaglio (un altro che mi sta antipatico) a mostrare nella puntata "riparatoria" quale sia la "buona informazione" che piace a Fini e Berlusconi: tante leccate di sedere.

Vincenzo Erre

CONFLITTI DI INTERESSE Decine di giornalisti Rai si sono fatta la loro platea con i soldi pubblici ovviamente, per poi darsi alla politica. Dozzine di gioudici pagati da noi hanno fatto spettacolo per poi darsi alla politica. Guardando ilproblema a tutto campo, quello che non ha alcun conflitto di interessi e' Silvio il quale con i soldi suoi ha fatto le TV che ci da gratis e che stutto sommato non gli servono affatto per farsi un posto in politica perche' quando e' sceso in campo nessuno lo aveva mai visto apparire nelle sue TV. Ma la vogliamo smettere di farci prendere per i fondelli ? Meno male che gli italiani con il loro voto dimostrano di non essere fessi.

matzudaira

Dragor il punto è che ho ascoltato e visto interviste a molte terremotati che si lamentavano della disorganizzazione con cui sono state attivati i primi soccorsi. Poi ancora oggi pare che non tutti gli sfollati abbiano avuto una tenda e molti siano costretti a dormire in macchina. Mi baso quindi solo su quello che vedo e sento dire dalle stesse vittime.
Poi vorrei sapere se la protezione civile ha un piano di evacuazione pronto per il Vesuvio per esempio... Pare proprio di no da quel che dicono alcuni membri della stessa.

andrea

Vauro e Santoro sono complici, con pari responsabilità, di una combriccola a delinquere che ormai da troppo tempo agisce indisturbata sul servizio televisivo pubblico. Debbono essere lasciati assieme, come una coppia infernale di tipo dantesco. Non ha senso allontanare il primo lasciando il secondo libero di continuare le sue malefatte. Fuori entrambi, e al più presto. Né censura né paura: riaffermazione del diritto ad avere un'informazione non inquinata.

 dragor

Marsilio, visto che la TV è lottizzata, ognuno ha il diritto di farsi la sua propaganda. Forse il problema andrebbe affrontato alla base, sostituendo come criterio di assunzione la professionalità al colore politico
___________________________________________________

Stefano, è vero. Non si puo' dire che facciano parte della stessa parrocchia
_____________________________________________________

Giovanni, l'informazione velinata è quella serva del potere, poi c'è l'informazione che contesta il potere. L'informazione e basta, ossia la vera informazione, è spesso un'utopia. Non so se i vertici della Protezione Civile abbiano delle responbsabilità, ma la maggioranza degli osservatori, compresi quelli stranieri, ha detto che i soccorsi sono stati efficienti. Forse Santoro avrebbe dovuto fare questa premessa, prima di rivolgere la sua domanda. In quel contesto è parsa tendenziosa.
______________________________________________________

Stefano Ungaro, fra le leccate e la contestazione c'è l'obiettività. Forse in quel momento un atteggiamento meno critico nei confronti di chi era impegnato a salvare vite umane non sarebbe stato fuori luogo
_____________________________________________________

Matzu, OK, ci sono state delle voci discordi. Ma questa non è una buona ragione per screditare tutta la baracca. Nel complesso è emersa un'immagine positiva
____________________________________________________

Vincenzo, per farsi la pubblicità in TV non c'è bisogno di apparire personalmente, basta avere Emilio Fede. E poi Berlusconi ha anche i giornali.
______________________________________________________

Andrea, non li metterei sullo stesso piano, come dico nel post. Con le sue vignette, Vauro colpisce spesso nel segno in modo immediato, polemico e a volte tragicamente ironico. Come disegnatore sa fare il suo mestiere. Santoro è un uomo di partito, ma è anche vero che quello spazio è lottizzato
______________________________________________________

Grazie a tutti per i vostri interventi e per avere alimentato questo dibattito, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

marsilio menaguale

Dragor, ma esiste la professionalità quando non c'è l'etica? Santoro non è un giornalista ma un politicante fazioso che usa lo schermo per motivi autoreferenziali. Non lo sopporta più nessuno, neanche quelli di sinistra. Ha rotto i c. al mondo intero perchè sa solo sputare veleno. L'Italia ha bisogno di persone che costruiscono.
Socialmente parlando non vale neanche la pena parlarne.Passo e chiudo.

giovanni

un conto è informare altro è barare-

Fiona Petito

L’esercizio della “libertà di espressione” NON può essere subordinata a “ciò che si dice”: deve anzi col contenuto avere nessuna correlazione. Se si dicono “bugie e falsità”, o se si “insulta (indebitamente) qualcuno”, sono altre le sedi dove queste cose vanno “giustamente” perseguite, ma NON certo tappando “in alcun modo” la bocca a chi le dice. Ammesso – e concesso!!! Che Santoro è fazioso e dice falsità… ma dov’è il problema? e perché ci si scandalizza tanto? Anche il nostro premier dice bugie che si rimangia con incredibile impudenza le cose senza che (giustamente) a nessuno passa per la testa che debba essere in alcun modo silenziato. I roghi, reali o simbolici, per chiudere le bocche, si è visto che non funzionano neanche con Dio (ne sanno qualcosa quelli della cupola).

Del resto, proprio “solo” in un contesto di vera libera “libertà di espressione” le falsità proprio perché “liberamente espresse” si affossano da solo: la popolarità del governo Berlusconi come risultato per l’intervento sul terremoto s’è infatti significamente accresciuta, dimostrando appunto ciò – checchè Santoro e soci possano dire. Pensate che errore sarebbe stato “martirizzare” Santoro o chi altro chiudendogli la bocca!… dando quindi immediatamente la stura al sospetto che il consenso all’azione del governo fosse solo un fatto “apparente”, cosmetico, falsamente presentato dalle TV del premier… e che era pertanto necessario “chiudere la bocca” appunto a chi ne stava “smascherando” l’ordito. Così s’è invece dimostrato che checchè Santoro possa aver voluto dire ed insinuare, non gli crede nessuno perché l’evidenza sostanziale parla da se (è il “pur si muove”) – e quindi l’automatico ritorno in immagine per gli “ingiustamente” calunniati. Che gran servizio ha fatto quindi Santoro all’odiato Berlusconi, che a differenza dell’epoca dell’editto Bulgaro, potrà oggi con un sorriso a 43 denti (lui ne ha uno di più dei comuni mortali… fidatevi, ve lo dico “liberamente” io, oltrecchè ve lo confermerà altrettanto “liberamente” Scapagnini) può ora senza neanche avendo bisogno esternarlo: dì tutto quello che ti pare amico mio SantyVauro, tanto non ti crede nessuno, e NON perché t’abbia tappato la bocca, ma perché dici autoconfutabili cazzate! Grazie del servizio gratuito.

C’è poi un fatto semantico: la libertà di espressione è un concetto che ha senso solo per “dire cose contro”, non è applicabile per il dire cose a favore. La libertà di dire cose a favore del potere dominante è “SEMPRE ESISTITA” ed esiste tutt’ora dovunque, sin dall’età della pietra (è sotto quest’aspetto la primissima conquista dell’umanità), non c’è mai stato bisogno di garantirla! Capite perché… o c’è indipendeza da ciò che si dice, o NON si può parlare di “libertà di espressione”. Ci piaccia o no, teniamoci tanto i Santoro quanto i Belpietro, se vogliamo “poter dire” che da noi c’è libertà di espressione.
Fiona Petito

Kastiga Matti

Caro signor Zatterin, mi perdoni, ma non capisco affatto il nesso fra le speculazioni edilizie compiute in una Regione, che, è doveroso ricordarlo, è stata da sempre feudo incrollabile del centrosinistra fino alla trionfante vittoria del PDL di qualche mese fa, e la turpe vignetta di vauro senesi, che poteva risparmiarcela, visto che da questa traspare il peggior sciacallaggio mediatico: servirsi delle Vittime, dei Martiri Abruzzesi per i suoi subdoli e bassi fini. Per una volta sono d'accordo con lei sulla cacciata di Santoro: sono gli Italiani stessi che si sono stufati di questo signore, che non esita a spargere menzogne per tirare l'acqua al suo mulino.

Fiona Petito

... massì!!!... teniamoci pure anche i vari Fede!... c'è spazio... c'è sempre stato... per ogni cazzata... a pallini o a strisce rosse&blu che sia...

Pier

Dragor

Santoro non ha insultato chi lavorava nei luoghi del disastro.
Vigili e volontari hanno dovuto arrangiarsi come potevano (egregiamente, certo, ma allo sbando) anziche' essere coordinati. E per te questo e' normale? Ai terremoti, nelle zone sismiche o passibili di disastri naturali non basta agire reattivamente, ma serve essere proattivi, con dei piani collaudati, dei responsabili. Dov'erano questi responsabili?? Dov'erano i piani? Quanti altri terremoti e vittime dovremmo soffrire prima che qualcuno si svegli? Questo si chiede Santoro. E' giusto allora di fronte al silenzio delle istituzioni lasciare sulle spalle dei volontari una responsabilita' e un incarico cosi' importanti e pericolosi?

E ti dico anche che il governo si scredita da solo senza bisogno di aiuto, e ti cito alcuni formidabili esempi:
a) Berlusconi a distanza di poche ore, promette le sue case ai terremotati (prima) e alla Protezione Civile (dopo), le stesse che aveva promesso ai Molisani qualche anno fa per l'altro terremoto, ma evidentemente l'invito dev'essere stato declinato perche' sono ancora vuote;
b) alla domanda come mai non si puo' fare un controllo preventivo sul territorio, Berlusconi risponde che non ha la bacchetta magica (e penso al povero Silvan...). Per il Ponte e le Elezioni invece, i soldi dal cilindro riesce a farli venire fuori;
c) il Governo approfitta per fare pubblicita' al suo Piano Casa, per il quale Vauro con la sua vignetta e' stato cacciato;
d) Berlusconi parla di gita pasquale a quella povera gente che non ha piu' nulla;

Ma mi spieghi perche' attaccare il governo oggi e' sinonimo di faziosita'? Ma che stronzata e' mai questa!! C'erano ospiti di destra che hanno risposto per le rime. E se non c'e' contraddittorio, non va bene, e se e' fazioso con contraddittorio non va bene uguale. Ma che cazzo di informazione ci stiamo inventando in Italia?

Parliamo invece di Riotta che vomita i successi d'ascolto nel dopo terremoto? E Sgarbi? E Giordano? Chi di loro ha speso una sola parola quella informazione faziosa auto-servile e auto-accomodante? E non e' essere faziosi? e poi si accusa Santoro di voler guadagnare ascolti...

Accettiamo la merda che galleggia nell'informazione italiana, e ci lamentiamo se qualcuno da' uno scossone a questa Italia in sonno permanente? Per come siamo messi, o ci teniamo Santoro o facciamo condurre Annozero da Vespa o Floris.

Buona informazione!

 dragor

Pier, il mio blog non ha mai risparmiato critiche a Berlusconi. Ma per quanto riguarda i soccorsi ai terremotati, perfino la TV francese che si solito non è mai tenera con l'irganizzazione italian a ha riconosc iuto che sono stati effic ienti. E anche altri paesi che hanno mandato i loro corrispondenti sul posto. Sono d'accordo sulla mancanza di un piano, ma anche da noi ci siamo accorti che mancava anche da noi (a Nizza siamo zona sismica), a parte le sirene fatte suonare ogni mercoledi' per vedere se funzionano e le raccomandazioni agli scolari di riparsi sotto i banchi se la baracca dovesse crollare. Per quanto rigarda il Piano Casa, come vedi ho preso le difese di Vauro. E per la battuta sulle vacanze al mare, non sarei cosi' severo. Anche nelle disgrazie, ogni tanto un po' di humour non guasta

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

Flavio D'alessandro

ma chi vi paga Berlusca?
fate ridere.

Antonio Montanari

Ladro e servo?

Il satirico Vauro, ieri sera ospite della televisiva Lilli Gruber, ha ricevuto la patente di ladro e di servo da una onorevole sostenitrice del governo della "libertà".

Accuse ed offese sono state pronunciate dalla onorevole con il sorriso sulle labbra. Come dovevano averlo anche le "preziose" dame del Settecento francese ridicolizzate da Molière.
Ce n'era una, mademoiselle Madeleine de Scudéry passata alla storia come poetessa. Ovvero l'equivalente professionale all'odierna deputatessa. Nel senso che anch'ella giocava giovialmente con le parole strane o non consuete.

In quest'Italia del governo della "libertà", infatti un servo è merce molto rara, per cui dovrebbe essere non vilipeso ma tutelato come esemplare darwiniano di una specie in via d'estinzione.
Secondo la "fenomenologia dello spirito" di queste belle dame di spirito, anche la patente di ladro diventa un oggetto di rarità antiquaria, visto che certi reati sono stati cancellati per via politica (falso in bilancio, rammentate madama?).

Se poi, per sola ipotesi, la deputatessa fosse giunta alla conclusione che il satirico Vauro è servo e ladro semplicemente perché autocertificatosi "comunista", allora dovremmo regolare la nostra logica sino a considerare certi soggetti circolanti beatamente in Italia, come appartenenti alla stessa ideologia politica perché nei fatti risultato abituati a giorni alterni ad essere ladri per sé e servi verso gli altri.

La parte più preoccupante dell'intervento della deputatessa "preziosa" è stata quando ella ha sollecitato il satirico ad avere le palle per piacere a lei. E soprattutto per difendere la comune civiltà cristiana a cui entrambi, la gentile signora e lo spernacchiato satirico, appartengono.

Avendo noi personalmente sempre distinto, dall'età della ragione in poi, la rivoluzione introdotta dal Vangelo dai roghi dell'inquisizione romana in nome della superiore civiltà cristiana, ci piacerebbe che le signore (senza o con le palle) apprezzassero più il perdono per eventuali peccati che l'intimazione ai satirici a tirar fuori le palle contro le altre religioni.

Se poi vogliamo accantonare i discorsi finti come quello della comune e superiore civiltà cristiana, e scendere nel concreto, possiamo aggiungere: la qualifica di "servo e ladro" attribuita ad un satirico per aver ironizzato sui progetti governativi di edilizia ampliata, è indice di una mentalità padronale. Grazie alla quale conta soltanto il pensiero di chi comanda e non è ammessa per nessuno alcuna deviazione da esso.

Il potere va sempre comunque e dovunque osannato. Chi dissente è soltanto servo e ladro. Peccato che Vauro sia soltanto un maschio. In caso di sesso femminile, avrebbe anche avuto la patente di "donna pubblica" o puttana. Ma sappiamo essere il satirico così indulgente, che immaginiamo egli possa benevolmente considerarsi colpito anche da tale etichetta, tanto per accontentare la signora. Che lo ha aggredito nella trasmissione della Lilli, impedendogli di parlare, appunto in nome dei princìpi del governo della "libertà".

E come diceva Pomponio Attico, "Libertà 'sto c...". Perché in fin dei conti, esso ('sto c...) è inseparabile dalle palle evocate ripetutamente dalla deputatessa, come già spiegava molti secoli fa Quintiliano in pagine ancora oggi studiate nel "Grande fratello".
Ma quando per tutta una trasmissione della Lilli la deputatessa invoca le palle per il satirico, a noi poveri spettatori spaventati non resta che la plebea espressione: "Ma che palle!".

"Preziose" definirono le madame settecentesche, ma "ridicole" aggiunsero pure. Non non possiamo permetterci il secondo aggettivo dato che viviamo sotto il governo della "libertà" che gradisce tutto tranne la libertà pensiero.

http://antoniomontanarinozzoli.blog.lastampa.it/antoniomontanari/2009/04/ladro-e-servo.html

demata

Nulla di personale, ma, se La Stampa lascia in HP due post su Anno Zero per settimane, è evidente che non è in gioco la Democrazia, ma semplicemente il potere di lobbing di certi personaggi.

La Democrazia è in gioco se la CGIL prima saccheggia tra l'ultrasinistra "come fosse un partito" e poi si ritrova Di Pietro con i COBAS.

La Democrazia è un'Opposizione che non fa accordi sottobanc con la Lega e con Pierferdi.

La Democrazia è una Maggioranza che non dipenda da un solo uomo.

E, diciamocelo, in Democrazia la televisione di Stato ha un solo canale senza intrattenimento.

Così, come al solito, le chiacchiere stanno a zero.
CIao.

I commenti per questa nota sono chiusi.