La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Per favore, non tirate più i sassi | Principale | Maroni esulta, io no »

07/05/09

Commenti

Pim

Per quanto riguarda i dolci, le dosi devono generalmente essere precise (per una questione di legami chimici, così si dice). Per il resto, qualche modifica (grammi in più o in meno) si può fare ma senza esagerare. Ad esempio: quando preparo la pizza, sulla quantità di farina mi regolo ad occhio (intorno ai 400-500 g).
Le varianti in fatto di ingredienti sono invece piuttosto rischiose: credo che occorra conoscere molto bene i sapori dei singoli alimenti e immaginarli combinati. Però un po' di creatività non guasta, la cucina è bella perché puoi provare e riprovare: sempreché si trovi un assaggiatore complice e comprensivo...
Se passo a Nizza, posso contare su un invito a pranzo? :-)

Un caro saluto a te e a Dédé.
Pim

susanna

Caro Dragor,

secondo me dipende dalla ricetta.
Mi spiego meglio:
sono anch'io un'integralista in fatto di cucina, ci sono ricette che assolutamente non riescono se non si rispettano in ogni minimo dettaglio (mi viene in mente, ad esempio, la salsa al burro bianco, il cui delizioso equilibro e' purtroppo fragilissimo), ma devo ammettere che talvolta mi piace sperimentare, provare ad abbinare i sapori, inventare qualcosa di nuovo, ecco.
Di sicuro non mi sognerei mai di mettere la panna nelle lasagne (al posto della besciamella), come ho visto putroppo fare, che orrore.

Ciao, buona giornata!

PS
Da come la descrivi, tua moglie mi sta sempre piu' simpatica: mi piacerebbe conoscerla ;-)

maxgiordani

Caro Drag.
Sto con Dèdè.

Ho incontrato 2 donne formidabili in cucina. Una è mia madre l'altra non te lo dico.
Tutte e due davanti ai fornelli non usano, come me, allarmi elettronici, bilance di precisione, segnatempo digitali etc... Semplicemente sono li che, mentre chiacchierano, cucinano a istinto e, non si sa come, non sbagliano mai tempi e ingredienti.
Penso che saper cucinare sia un qualcosa di innato...

Pim

Argh! La panna no, per carità! :-) Copre tutti i sapori...

gobettiano

Se la cucina è arte, l'individualità della realizzazione, salvi alcuni punti fermi, è vitale. Come vitale è la diversità dei risultati. Che una pietanza venga non perfetta o addirittura male fa parte del gioco. D'altronde se non si fosse sperimentato cambiando, modificando, una ricetta non ci sarebbe. E le ricette del futuro sarenno rivisitazioni del modo di cucinare di oggi. Mai uguali a se stesse.
Insomma ha ragione Dedé.
luigi

Account Deleted

Ahah! Quanto ti capisco. Io, che sono una persona altrimenti mansueta, divento un dittatore ai fornelli!
O cucino io o cucina qualcun altro... se uno mi vuole aiutare può solo eseguire i miei ordini!
Comunque sia è importante la ricetta, ma le variazioni non sono "difetti" come dici tu... insomma, la pasta si cuoce come si cuoce. Ma poi nel condimento l'arte sta proprio nel creare qualcosa di particolare, magari di nuovo!

stefano de santis

DUE RAZIENTI PERICOLOSI FUGGITI DAL MANICOMIO DI NIZZA dice il FIGARO.Attento che qualcuno non ti metta il veleno nella minestra.

dragor

Pim, la creatività non guasta, ma non sulle ricette classiche. Si puo' sempre inventarne qualcun'altra. Certo che puoi contare sull'invito, ma cucino io :-)

Ciao, buona serata

dragor (journal intime)

dragor

Ti capisco Susanna, la panna non potrà mai sostituire la salsa. Anch'io sono per la sperimentazione, ma non potrei mai farla su una ricetta classica. In pochi minuti non si puo' migliorare il lavoro di secoli. Dédé ringrazia e si dichiara molto lusingata :-)
_____________________________________________________

Max, tua madre esegue le ricette che conosce da sempre, probabilmente puo' realizzarle a occhi chiusi. Invece io le ho imparate da grande perché mia madre in cucina è un disastro e Dédé le ha imparate quando è venuta in Europa. Ecco perché dovremmo essere cosi' umili da conoscere i nostri limiti e seguire le istruzioni. Ci manca il tocco istintivo.
______________________________________________________

Ciao a tutti, buona serata

dragor (journal intime)

______________

 dragor

Luigi, lo hai detto, salvo alcuni punti fermi. Altrimenti dopo qualche decina di volte i gnocchi alla romana diventano il risotto alla milanese!
_____________________________________________________

Stefano Ungaro, s', l'arte sta nel creare qualcosa di particolare. Ma c'è lo spazio per la creazione e lo spazio per l'interpretazione, come nella musica. Una ricetta classica va interpretata, non snaturata.
______________________________________________________

Stefano De Santis, due pazzi in più a Nizza non cambiano niente. Siamo già il più grande ospedale psichiatrico a cielo aperto d'Europa. Vengono qui a svernare fin dalla Russia.
______________________________________________________

Grazie a tutti per la vostra visita e i vostri commenti, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)



marianna

Sai, Dragor, accade quel che accade perchè Dedé è semplicemente una "DONNA", una creativa!
Io sono con lei, forse... sono come lei!
Cucinare come fai tu mi metterebbe solo angoscia.
Io odio stare dentro le righe.Un po' per tutto.Anche per la cucina.
Eppure, a volte.....
Non ci sarà cuoco perfetto comunque che mi convincerà.
Solidarietà a Dedé!!
Marianna

Alex

En tout cas, aucun des commentateurs ne fait la cuisine. Parce que faire une pâte à pain avec seulement 15 cl d'eau et un kilo de farine. Je veux le voir ! Si tu m'invites chez toi, ne ferme pas la porte de la cuisine. J'aimerais prendre des drinks avec ta femme en te regardant "impastare" et en commentant l'opération.
Alex

marieagnees

Pur condividendo quasi sempre la tua convinzione sull'importanza della ricetta seguita per filo e per segno, mi rendo conto leggendoti che.... Deve essere difficile convivere con un tipo come te....
Ad esempio, che succederà se l'acqua non è proprio a 45 gradi?

Eliane Micheluzzi

Moi je suis comme Dédé, on me dit très bonne cuisinière, je ne suis jamais la recette exacte, je mets de la fantaisie, j'invente, j'adore c'est une passion, et quand mon mari vient mettre son nez dans la cuisine je le mets à la porte. Je suis assez fière de moi je le reconnais. Mon mari lui est maniaque quant aux quantités mais c'est souvent loupé.
Ciao cusinier. Eliane

dragor

Alex, mea culpa: c'était 1/2 kilo de farine. Ou bien 1 kilo et 30 cl d'eau. Et un petit peu d'huile d'olive et de lait. Avec 15 cl pour 1 kilo on fait des briques, ce qu'il lui arrive souvent :-)

Ciao, bon weekend

dragor (journal intime)

dragor

MarieAgnes, credo che sia più difficile convivere con un tizio che non sa cucinare del tutto. Se l'acqua non ha la temperatura giusta, la levitazione non è perfetta. Un piccolo difetto, d'accordo, ma alla fine i difetti si sommano e fanno la differenza fra un buon piatto e un piatto mediocre

dragor (journal intime)

dragor

Eliane, je crois que vous avez la touche instinctuelle, ayant grandi dans une culture gastronomique comme la maman de Max. Vous cuisinez par coeur. Mais j'ai appris adulte parce que ma mère en cuisine est nulle et mon père aussi bien que soi-disant gourmet, donc je suis lié au respect des règles. Et Dédé a appris la cuisine après son arrivée en Europe, ce qui la pose dans la même situation.

Merci de votre visite, bon weekend

dragor (journal intime)

marieagnees

... ma questa ricetta, per intero in italiano e per chi non l'ha mai fatta, non la concederesti?
Prometto di eseguire tutto per filo e per segno senza spostare una virgola!

I commenti per questa nota sono chiusi.