La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Mogli stuprate | Principale | 10 domande a Silvio Berlusconi »

28/05/09

Commenti

franco scibilia

Buono a sapersi per chi possiede Pitbulls,Mastini Napoletani e cani Lupo di vario genere.Se ci scappa il morto,il sig.Rossi sappia che quel morto è lui.Fido?Pronto per un altro amorevole padroncino che lo baci sulla bocca:come fa la mia vicina con la bestiaccia che ci sveglia alle 6 del mattino.

MeLLo

D'accordissimo con te, la tigre doveva essere lasciata vivere!
Oltretutto apparteneva ad una specie in via d'estinzione!
Mi dispiace per il guardiano, ma non riesco davvero a tollerare la soppressione di un animale, nemmeno quando attacca l'uomo. Specie se si tratta di un animale predatore.

dragor

Franco, ho scritto: "Una tigre non è un animale domestico al quale si possa rimproverare un vizio di comportamento." E' chiaro che da un animale domestico ci si aspetta un comportamento diverso. In altri post mi sono dichiarato favorevole al divieto di possedere cani pericolosi

dragor (journal intime)

Alberto

No, non sono d’accordo. Una tigre nata e cresciuta in gabbia non uccide il guardiano che la nutre da quando è piccola e quindi è per lei come il padre e la madre, a meno che non sia completamente impazzita. Anche sull’istinto di uccidere delle tigri ho molto da ridire, perché è risaputo che se un carnivoro nasce e cresce in uno zoo, se viene lasciato libero non è in grado di uccidere per procurarsi il cibo. Senza contare il fatto che in natura pochissimi animali attaccano l’uomo. Infatti la maggior parte degli animali hanno una paura quasi istintiva dell’uomo.

Per quanto riguarda invece il caso della bambina sbranata a Nizza, ahimè, in questo caso devo darti ragione. La tigre si è difesa, attaccando un estraneo (la bambina) che era entrata nella sua gabbia. Ha agito per istinto e quindi non è punibile. Ma i due casi sono completamente diversi e mi dispiace che tu invece li abbia messi sullo stesso piano. Dalle mie parti chiamiamo questo atteggiamento “fare di ogni erba un fascio”. O se preferisci, fare della facile demagogia (infatti essere animalisti oggi è di moda).

Fino

Dragor, concordo con te. I grandi felini non perdono mai il loro istinto e non è un caso che in India la definiscono la "mangiatrice d'uomini".
Non doveva essere abbattuta.
Buona giornata
Fino

dragor

Alberto, convengo che una tigre allevata dall'uomo sia meno aggressiva. Ma "meno" non significa che non lo sia del tutto. La tigre bianca è un animale che pesa 300 chili e quello che per lei è un gioco puo' avere conseguenze drammatiche per una creatura più piccola. Certi giochi, accompagnati dalla paura della vittima e dall'eccitante odore dell'adrenalina, possono risvegliare istinti atavici. Se un gatto pesasse 300 chili, forse si comporterebbe nello stesso modo. Ecco perché sono incline ad assolvere la tigre, ad attribuire la responsabilità all'imprudenza dell'uomo e a consigliare di non tenersi mai in casa animali cosi' grossi da produrre gravi danni in caso di aggressione

dragor (journal intime)

matzudaira

Da quel che ho letto la tigre non è stata soppressa dopo che l'aggressione era già accaduta, bensì l'animale è stato ucciso durante l'aggressione dagli altri custodi, solo che le ferite inferte al guardiano erano troppo gravi e ne hanno decretato la morte quasi subito.

Comunque anche se la tigre fosse stata soppressa in un secondo momento, ritengo che la ragione non sia la pura vendetta, bensì la prevenzione di altri attacchi dell'animale ad altri custodi.

Personalmente, nonostante la tragedia della morte del povero Abu, credo che l'uccisione della tigre sia totalmente inutile, anche se nei panni della moglie, forse, potrei trovare un minimo di sollievo.

marianna

Brutta storia! Anche perchè il povero guardiano penso mai si sarebbe aspettato d'essere sbranato da chi aveva da sempre amorevolmente allevato.
Questi fatti comunque accadono molto più spesso di quanto si immagini.
Forse la cosa migliore è lasciare animali come tigri, leoni, leonesse, etc. nel loro habitat, lontani dagli agglomerati umani.
Meno che mai portarli negli zoo.Inutile crudeltà.
Io sto dalla parte della tigre anche se....non è facile portare certi ragionamenti alla moglie e al figlio della vittima.
Un abbraccio e buon pranzo.
Marianna

Pim

Che dire... sono d'accordo con te su tutta la linea, Dragor. L'uomo si dimentica che la natura non è Disneyland.

marianna

Per il video del Ciad cerca su Google nelle news> Ciad.
Troverai > Ciad di lacrime e sabbia. E' l'unico diRainews24 nella pagina 1.
Io l'ho salvato, provo a mandartelo in posta ma da te è sempre difficile.
Vediamo se riesco.
Grazie comunque sempre per tutto.
Un abbraccione.
Marianna

gobettiano

La tigre non andava soppressa. E quanto a questo trovo brutti assai i giardini zoologici.
Durissimo per la vittima ed i superstiti ma di certo lo 'zio delle tigri' sapeva bene quali fossero i rischi a cui andava incontro. E proprio lui, se fosse sopravvissuto, forse non avrebbe voluto l'uccisione dell'animale.
luigi

Eliane Micheluzzi

Vous avez raison Dragor un fauve reste un fauve même élevé dans un Zoo, c'est en effet regrettable pour ce pauvre gardien mais ce sont les risques de ce métier, ces rares et superbes animaux en voie de disparition ne sont pas des jouets et c'est tellement triste de les voir enfermés. Eliane

marianna

Dragor caro, ho provato a spedirti la e-mail con il video ma mi dice che il sever non la riceve.
Non resta che cercare o rinunciare.
Ciao.
Marianna

homing pigeon

Una storia tristissima, Dragor.

Spiace davvero per l'uomo. Ma mi fa molto male per quella tigre, la cui colpa è stata di aver obbedito al proprio istinto, essendo nel frattempo tenuta prigioniera da uomini che la ospitavano per trarne profitto.

Ora è finita la sua prigionia. Più che altro questa uccisione sa di vendetta, di giustizia sommaria.

Gli uomini dovrebbero chiedere scusa ad Abu. E alle decine di migliaia di tigri uccise in un secolo per sadico piacere, per superstizione, per gioco. Per decorare una parete con una testa fiera.

HP

Nino

L'avranno uccisa per dare un monito alle altre tigri...

Tesea

Vero, Dragor. La Tigre è in via estinzione.
L'umanità purtroppo no.
Tesea

dragor

Si', MeLo, non si puo' rimproverare a una tigre di comportarsi da tigre.In questo caso la responsabilità è dell'uomo che non si comporta da uomo, affrontando rischi che la sua intelligenza dovrebbe ordinargli di fuggire
____________________________________________________

Fino, oltre a tutto al mondo non sono rimasti che 160 esemplari di tigre bian ca. Se si comincia a sopprimerli perché si comportano da tigre bianca, fra poco dovranno esssere sostituite da gatti d'Angora
____________________________________________________

Matzu, secondo il New Zealand Herald,la tigre è stata soppressa dopo. Quanto a prevenire nuovi attacchi, la cosa migliore è non ospitare tigri nelle cosiddette oasi naturali. Non sono gatti domestici
_____________________________________________________

Grazie a tutti per la visita, a presto, nuova serata

dragor (journal intime)



dragor

Cara Marianna, ho notato che molti amorevoli allevatori di grandi felini, come Joy Adamson, l'autrice di "Born Free" (Nata Libera, sono finiti sbranati dai cuccioli amorevolmente allevati, diventati predatori a tutti gli effetti. Questo dovrebbe insegnarci qualcosa. Basta un attimo e non c'è ritorno. Non è come quando il gatto ti graffia. Ed è inutile dire "ma sembrava cosi' gentile",perché anche un umano gentile puo' avere nella vita un momento di aggressività. Quanto alla famiglia del povero Dalu, non vedo che cosa possa guadagnare dalla morte della tigre.
Fra poco mi occupero' del video. Davvero la mia mail non funziona? Oggi ho ricevuto almeno 20 mail.
____________________________________________________

HP, il fatto è che al mondo sono rimaste solo 160 tigri bianche che non possono vivere allo stato selvatico per mancanza di habitat, cosi' le loro uniche possibilità di riproduzione sono nei giardini zoologici. Se si c omincia a ucciderle perché si comportano da tigre, siamo sulla cattiva strada. E' vero, la specie umlana ha un debito con quelle che ha fatto e sta facendo sparire nella sua espansione.Quando pensi che nemmeno molto tempo fa le tigri erano "selvaggina"...


_____________________________________________________

Nino, temo proprio che le altre tigri non capiranno
__________________________________________________

Vous avez bien dit Eliane, ce sont les risques du métier. On ne badine pas avec les gros félins. Mais la survie du tigre blanc est malheureusement confiée aux jardins zoologiques et aux parcs naturels, l'espèce humaine ayant envahi étant l'habitat de ce magnifique animal
_________________________________________________

Tesea, come umano lascerei da parte quel purtroppo
______________________________________________________

Grazie a tutti per i vostri commenti e per avere animato questo dibattito, buona serata, a presto

dragor (journal intime)

dragor

Luigi, non so Dalu, ma se io venissi sbranato da un felino, non vorrei la sua morte. Potrei ucciderlo solo per legittima difesa
Buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

andrea c

Quando un alpino, decenni fa, veniva ucciso dallo zoccolo del suo mulo, perché si era messo a portata di calcio, tale mulo veniva soppresso.
Se invece si sparava un colpo con il fucile, tale fucile la passava liscia.
Quanti fucili assassini giacciono nei magazzini pronti ad uccidere ancora?

I commenti per questa nota sono chiusi.