La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Il burqa e la guepière | Principale | Iran, il regime in agonia »

24/06/09

Commenti

Pim

Sono contentissimo che tu abbian scritto questo post, Dragor: Vian è uno dei miei poeti preferiti. Fu un uomo dall'esistenza sfortunata (soffriva di una valvulopatia congenita, oggi correggibile con un intervento considerato di routine) e non gli venne mai riconosciuta la sua genialità - in Italia è autore pressoché sconosciuto. E' giusto ricordarlo e diffondere la sua opera.

Buona giornata, a presto.
Pim

Fino

Anch'io concordo con Pim. Di recente ho riletto "la schiuma dei giorni". A distanza di anni non ha perso nulla della sua freschezza.
Buona giornata
Fino

Alex

Pur génie ce Boris Vian. Dans un texte sur le travail Boris Vian écrit : "...Quand l’histoire économique de l’humanité ne serait pas là pour le prouver, les multiples histoires des religions prêtent bien à tous les dieux inventés depuis des millénaires pour les besoins du moment, comme on siffle dans le noir, le visage des parfaits oisifs. (Ici citations abondantes et documentées, Bouddha, Nirvana, Dieu, Mahomet.) A tout le moins n’exercent-ils que des activités plaisantes (dieux germaniques – chasse, femmes, bière) en rapport direct avec le sommet concomitant de la civilisation qui leur donnait naissance. Bref, l’idéal de l’homme a toujours été, non de rien faire, mais ne faire que ce que l’état à un moment donné, de son niveau intellectuel, lui permet de concevoir comme plaisir parfait..."

Bon, Eh bien voilà, nous y sommes. Plus besoin de fantasmer sur des dieux oisifs. Le progrés technique, les machines nous permettent de nous libérer du travail et de son aliénation. Supprimons le travail. Vive la
liberté !
http://www.musicme.com/#/Suicide-Valse-t124167.html

marianna

Carissimo Dragor,non lo conoscevo.Ho ascoltato la sua gradevolissima interpretazione ed ora approfondirò.
La sua casa mi piace molto.Ne ho viste alcune simili nelle città come Torino o Milano.In pratica ...sui tetti.Per lui i tetti di Parigi però e la sua genialità.
Oggi mi è capitato tra le mani un testo di antropologia filosofica,di cui appena possibile ti parlerò.
Buon pomeriggio.
Un abbraccio.
Marianna
PS.
Chiedo come si fa per ascoltare quanto propone il link di Alex?
Sono andata ma pare bisogna essere inscritti.
Ciao.

marianna

Caro Dragor, c'è una giovanissima amica(14 anni), di nome Angela, che vorrebbe aprire un blog come il nostro.Sei disponibile a darle le istruzioni come facesti a suo tempo con me?
Lei lo ha chiesto a me.La trovi tra i miei commentatori.Io però preferisco sia tu a guidarla.
Con me sei stato un maestro.E il maestro non si cambia.
Le ho detto di venire nel tuo blog e chiedertelo lei.
Mi auguro la timidezza non la blocchi.
Grazie in anticipo.Un abbraccio e buona notte.
Marianna

I commenti per questa nota sono chiusi.