La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Rwanda, un genocidio francese | Principale | Le veline degli assassini »

10/06/09

Commenti

Amanda

Ciao Dragor,
Mi piace tantissimo la musica medioevale. Poi quando il concerto avviene dentro le Abbazie è davvero una situazione molto suggestiva :))

matzudaira

Post interessante che mi fa arrossire per la mia ingiustificabile ignoranza in materia di musica.

Antonio Cracas

Dragor, che dire...
quando sali in cattedra in ambito musicale, ti voglio più bene del solito!

Speriamo che Vittorio metta in Hp questo post. Un po' di cultura, visto che c'è. bisogna ostentarla.

Per quanto mi riguarda, molto maglio parlare di musica e di arte in generale che di politica.

Una abbraccio

Alex

Très interessant ce post et le choix des morceaux...
C'est vrai que si l'on rajoute un peu de swing à ces thèmes et shémas des ballades celtiques ou anglaises, on obtient :
http://www.youtube.com/watch?v=hgyZxYy5rMM
A l'origine, il s'agit d'un vieux thème du folklore irlandais à propos d'un incident survenu dans un hospice de Dublin...la rencontre dans la plantation de la mélodie celtique et du rythme des esclaves africains...
Alex

marianna

Bravissimo ,caro Dragor, per la competenza e la sensibilità delle scelte!
Post davvero superbo!!
Grazie.
Fai godere anche noi, profani in materia, e non è certo poca cosa.
Un abbraccio e felice notte.
Di certo starai seguendo la competizione calcistica in Sudafrica!!
Marianna

dragor

Si' Amanda, anche l'ambiente ha la sua parte. A me piace molto quello elisabettiano creato per Greensleeves.
____________________________________________________

Matzu, per apprezzare un pezzo basta ascoltarlo. E' essenzialmente una questione emotiva
_____________________________________________________

Grazie Antonio, ma l'arte non fa audience. La politica invece... :-) Un abbraccio anche a te
_____________________________________________________

Alex, merci de ce superbe St James Infirmary version blues, une autre mélodie celtique qui a franchi l'Océan. En fait la chanson anglaise, "The Unfortunate Rake", parlait d'un marin accro de putes et mort d'une maladie vénérienne. Dans le blues l'homme devient une femme et la mélodie se charge de blue notes, ce qui la rend un peu moins celtique
______________________________________________________

Grazie cara Marianna, un abbraccio anche a te. Fa piacere condividere la musica che si ama. A diure il vero non sapevo niente del Sudafrica. Grazie per l'informazione!
____________________________________________________

Grazie a tutti per i vostri commenti, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)




I commenti per questa nota sono chiusi.