La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« A qualcuna piace porno | Principale | La politica delle mutande »

14/09/09

Commenti

Gian Contardo

Caro Dragor,
mi verrebbe da dire che è un ossimoro la Gelmini che usa il cervello.
La verità, invece, è che lei il cervello lo usa benissimo, sono quelli che le credono che l'hanno mandato all'ammasso.

matzudaira

Purtroppo gli Italiani credenti, vi sono esemplari anche in questo stesso blog, non sanno vivere la propria presunta religiosità privatamente, ma la vogliono imporre con la forza a tutti.
Ecco quindi che impongono il crocifisso nelle aule di tribunale (proprio sopra la scritta "la Legge è uguale per tutti"), nelle classi, negli ospedali, alle poste, in banca alle volte anche sui mezzi pubblici che fino a prova contraria sono tutte isituzioni pagate con i soldi dei contribuenti, credenti o non credenti.
Vorrei vedere la reazione di questi ligi cattolici se in classe venisse esposta la Torah! Forse gli ebrei Italiani (o gli atei) non hanno dedicato le loro esistenze all'Italia tanto quanto i cattolici (o forse anche di più)?

Pasquone

Caro Dragor e Carissimo Matzudaira,
sono d'accordo con voi: l'educazione alla libertà, specie a quella di credere, é la premessa per ogni religione che dica di sè d'essere basata sull'amore di dio e del prossimo. Questo dovrebbe sapere una ministra cattolica che si arroga di parlare in nome del "popolo della libertà".
Pasquone, ebreo.

stefano de santis

Non ho paricolare simpatia per l'ora di religione ma,considerato che il sogno degli Islamici in Italia è quello di sopprimerla,e di togliere il Crocefisso dalle aule,non posso non cosiderare con favore la posizione della Gelmini.Quelli che invece "hanno gettato all'ammasso il loro cervello",come si afferma poco sopra,troveranno prima o poi la Verita'che altri studenti hanno imparato da un insegnante "simpatico,onesto ed anticonformista":che è la definizione che gli studenti che non hanno versato il loro cervello all'ammasso danno generalmente del bolscevico entrato nella loro classe per farne degli utili idioti.

massimiliano

"La fede non è moralismo ma incontro con la Verità". Benedetto XVI

Fino

La Gelmini? Quanti danni farà ancora costei?
Buona serata
Fino

marianna

Terribili le affermazioni della Gelmini in tutto e per tutto. Sia esse per la "questione" politica(tutto è politica, che non vuol dire partitica), sia per l'ora di religione(sarebbe bene che la formazione in materia di religione avvenisse in altri contesti come le parrocchie per i cattolici, ad esempio) ma sopratutto, almeno per me, per il numero chiuso relativo agli studenti stranieri.
Atto assolutamente discriminatorio e privo d'ogni modalità d'accoglienza.
Ma non c'è poi molto da meravigliarsi visto da che pulpito vengono certi discorsi....
Non mi si dica, per gli studenti stranieri ,che intralciano l'apprendimento e il profitto degli autoctoni, perchè non è affatto vero.
Un discreto insegnante sa gestire la situazione.
Lo scarso rendimento degli autoctoni può avvenire anche in una classe senza alunni stranieri.
Tutto dipende da chi gestisce la scolaresca.
Buona serata!
Un abbraccio.
Marianna

dragor

Gian Contardo, se vuoi dire che usa il cervello a favore della lobby dei preti, sono d'accordo. Ma a favore dell'intelligenza, no.
______________________________________________________

Mazu, è normale. Le 3 religioni monoteste si considerano ciascun a la depositaria della verità assoluta. Cambia solo il loro atteggiamento nei confronti degli infedeli. I musulmani: convertirli o ammazzarli. I cristiani: convertirli o mandarli all'inferno. Gli ebrei: sottometterli o sfuggirli come la peste
______________________________________________________

Pasquone, un Dio che per qualche paccatuccio ti fa un genocidio, vedi il diluvio universale, non è precisamente un esempio di amore. Questa violenza nel DNA dei credenti affiora anche nell'arroganza della ministra cattolica.
______________________________________________________

Si', Massimiliano. Incontro con la verità di Benedetto XVI
_____________________________________________________

Fino, ha appena cominciato. Aspetta che faccia diventare di ruolo
gli insegnanti di religione
_____________________________________________________

Stefano, la mezzaluna non si caccia con il crocefisso. La mezzaluna si caccia vietando ogni simbolo religioso nella scuola pubblica, come si fa da noi. Quanto ai bolscevichi, devono restare fuori dalla scuola come qualunque politicante
_____________________________________________________

Marianna, hai detto bene. Il luogo preposto all'insegnamento religioso è la parrocchia, sempre che qualcuno si senta di rischiare. Quanto al numero chiuso agli studenti stranieri, è un grave errore. La scuola è il luogo preposto all'integrazione. Ma sia ben chiaro: sono gli studenti che devono adattarsi ai programmi e non il contrario, come vorrebbe fare qulche insegnante in vena di popolismo livellando l'insegnamento verso il basso.
Un abbraccio affettuoso

dragor (journal intime)





matzudaira

Altri 10, ormai adulti, ex studenti di scuole cattoliche hanno depositato le loro denunce per le continuate violenze sessuali cui sono stati vittime ad opera di preti quando erano fanciulli.
Sotto è riportato il link della notizia che in Italia è stato ovviamente censurata, ma per coloro che non capiscono l'inglese traduco solo una frase che mi ha molto colpito "..i preti mi sodomizzavano così incessantemente tanto da farmi sentire come se fossi morto".
Questo è il genere di cultura che la chiesa vuole imporre anche nelle scuole statali.

http://current.com/items/90939451_italy-grapples-with-priest-sex-abuse.htm

Pim

Anche dire di non fare politica è un atto politico...

Bonne journée.
Pim

dragor

Matzu, l'articolo dice che i casi di pedofilia nella chiesa in Italia scompaiono di fronte a quelli negli USA, ma riconosce che in Italia è molto più difficile portarli davanti alla giustizia. A questo proposito, sto preparando un post con testimonianze agghiaccianti di cui non ha parlato quasi nessuno. Un tipico esempio di come in Italia si cerchi di soffocare queste faccende sul nascere con la connivenza della magistratura
___________________________________________________

Giustissimo, Pim. Ma io non lo dico :-)
_____________________________________________________

Grazie a tutti per i vostri commenti e per la visita, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

gobettiano

Pretendere che la ministra riesca a comprendere la considerazione è eccessivo. Se la lasciamo lavorare pian piano fuori gli insegnati bolscevichi e dentro gli insegnanti addomesticati nei circoli dell'insigne senatore dell'utri. Allora sì che andrà tutto a posto.
luigi

homing pigeon

ciao Dragor,

post di gran classe. Complimenti. Razionale, logico, equilibrato.

Ma pesante come un masso. Da leggere e rileggere.

E - contrariamente ai testi sacri - non da imparare a memoria, ma piuttosto da rifletterci su ed arrivare alle proprie conclusioni.

Ciao, a presto,
HP

dragor

Caro Luigi, hai ragione. La mafia dovrebbe diventare materia d'insegnamento. In fin dei conti anche lei fa parte delle tradizioni italiane come la religione cattolica
______________________________________________________

HP, secondo me i testi sacri dovrebbero essere ritirati dalla circolazione. Perché qualcuno potrebbe arrivare azlle stesse conclusioni di Torquemada o di Bush. O del papà di Saana, vedi il mio post di oggi
___________________________________________________

Un caro saluto a tutti, grazie per avermi letto

dragor (journal intime)


I commenti per questa nota sono chiusi.