La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« La verità su Farouk Hosni | Principale | Imana, il dio discreto »

25/09/09

Commenti

marianna

Terribile quello che scrivi, carissimo Dragor.
Quando anche in Italia, anni fa, certi ambienti vicino alla Chiesa hanno cominciato ad interessarsi con insistenza dei musulmani, con un atteggiamento di accoglienza a mio dire eccessivamente buonista(forse speravano in conversioni?), dopo un po' di tempo mi sono seccata di leggere sempre le stesse cose ed ho avvertito odore di bruciato.Per me era troppo.Ed è troppo.Pur non avendo motivate prevenzioni.
Senza dubbio io sono per la pace e la non violenza e posso anche capire che si volesse un clima di convivenza serena con i nuovi arrivati ma...
Ma noi comunque si sa poco e niente di quel mondo e una preparazione non s'improvvisa dall'oggi al domani.
A Torino, per esempio, c'è un Centro culturale"Federico Peirone", un missionario della Consolata, che ha tradotto il Corano, e si occupa specificamente d'Islam.
Non so però quanti ,torinesi e non, lo conoscano e lo frequentino.
Pertanto sempre molta cautela con coloro di cui non si conoscono la cultura e sopratutto le intenzioni.
Poi, guarda caso, sono via via spuntate cellule terrostiche nel Nord d'Italia ed imam sospetti tanto da essere obbligatoriamente rimpatriati.
Ed è accaduto anche a Torino.
Anche la sinistra sbaglia e molto se prende certe difese solo per partito preso, senza verificare.
E dire che di materiale ce ne sarebbe.
Se ci arrivi tu...potrebbero farlo anche loro.
Vergognoso anche il silenzio della stampa italiana ed internazionale perchè concorre a fare parecchi danni e non offre una visione critica del mondo musulmano.
Quindi ,sempre in materia, maneggiare con cura rapporti umani e sopratutto informarsi.Studiare.
Senza accettare tutto per oro colato.Da qualunque parte provenga.
Io sono di quest'avviso.
Ottimo post.
Buon pomeriggio.
Marianna

matzudaira

Dragor concordo ancora una volta sulla tua critica all'Islam, ma ancora una volta usi due pesi e due misure.
Iniziamo con il dire che non conosco il testo in oggetto, nè chi lo ha redatto, ma non posso fare a meno di dedurre dal nome del suo maggiore firmatario che si tratta di un ebreo e che forse il testo potrebbe essere vagamente islamofobico.
Detto ciò, come tu ben sai, in seno all'ONU vi sono rappresentati tutti i colori e le correnti, ma quella di destra e quella ebraica non sono certo minoritarie, quindi mi chiedo come la componente musulmana abbia potuto imbavagliare la controparte.

Come ho avuto modo di scriverti sull'altro post, una recente indagine dell'ONU volta a determinare gli evidenti crimini di guerra (e contro l'umanità), attuati da Hamas ed Israele nei recenti scontri nei territori Palestinesi, ha portato alla corale e pubblica condanna del gruppo estremista ed alla ipocrita e blanda reprimenda nei confronti dello stato di Israele.
Questo esempio a dimostrazione che l'ONU non è controllata da bolscevichi masochisti amanti degli hezbollah come mi pare tu voglia far credere.

Ti ricordo inoltre che sono proprio le destre che corteggiano quei dittatori musulmani (Berlusconi Gheddafi ti ricorda nulla?)o quei paesi arabi ricchi di petrolio e poveri di diritti per le donne come L'Arabia Saudita.
Per concludere ti prego di portarmi un esempio di esponenti di destra che in Italia stiano facendo qualcosa per i diritti delle donne musulmane qui e nei loro paesi (lascia stare la Santanchè che come abbiamo appurato è una provocatrice).

Alberto

Caro Dragor, anche volendo essere buoni dovrei prima di tutto farti notare che il titolo del tuo post è sbagliato: è la sharia e non l’Islam a concedere la licenza di uccidere.

E’ evidente che il testo di cui parli, anche se a buon diritto condanna certe pratiche, forse non è gradito ai musulmani per motivi politici, come ci ricorda anche Matsudaira.

Concordo pienamente con te, invece, con la critica alla sinistra, che ha cose più importanti da fare – per esempio spiare dal buco della serratura le vicende private di Berlusconi – che preoccuparsi dei veri problemi del mondo.

Ultime notizie: Franceschini ha dichiarato che l’antiberlusconismo non esiste. La dichiarazione è avvenuta a margine del summit organizzato dal Pd, a cui hanno partecipato tutti gli esponenti del centrosinistra, dal titolo: “Berlusconi, il puttaniere”.


Eliane Micheluzzi

Décidemment ce que vous écrivez est terrible, c'est à désespérer des hommes, de leur lacheté, que dire de plus vous avez tellement raison, je suis découragée de lire cela.
Eliane

Edelweiss

Mi sembra che la posizione più sensata sia quella di Matzudaira.
Edelweiss

dragor

Cara Marianna, a una società laica e secolarizzata la chiesa preferisce comunque una società confessionale, sia pure in parte musulmana. Ecco il motivo dell'apertura di certi ambienti cattolici all'islam. Secondo questo piano a lunga scadenza, in futuro i musulmani dovranno rendere il favore, magari in termini elettorali. Il Corano è già stato tradotto in tutte le lingue e si trova facilmente sul Web. E' un fatto che, di fronte all'islam, i migliori cervelli occidentali sembrino paralizzati. Si drammatizza tanto per un bambino stuprato da noi ma si fanno ponti d'oro a un'ideologia che ratifica la violenza sui minori in omaggio a Muhammad che ha sposato Aisha a 6 anni e si puntellano i governi che sostengono questo obbrobrio, come l'Afghanistan. Se questa non è cecità...

Buon sabato, a presto

dragor (journal intime)

dragor

Matzu (e Edelweiss), il testo si trova nel link sotto la parola "testo" in alto nel post. E' scritto in inglese, ma mi sembra che non abbia problemi con questa lingua. Ci risiamo con la solita storia della lobby ebraica che governa il mondo, l'ennesima variante dei saggi di Sion. L'IHEU

http://www.iheu.org/

è un'associazione di liberi pensatori presente in 40 stati e rappresentata in Italia dall'UAAR, nella quale gli ebrei che hanno avuto il buon senso di iscriversi contano esattamente come gli altri membri. Concordo sul fatto che l'ONU è stata troppo tenera con Israele, ma non mi sembra che Hamas sia oggetto di sanzioni particolari. Resta il fatto che le più alte autorità islamiche hanno approvato gli attentati suicidi (che coinvolgono non solo vittime innocenti ma anche bambini indottrinati per diventare kamikaze) e nessuno protesta.
Non discuto che la destra corteggi le dittature islamo-fasciste (in fin dei conti Hitler non aveva mai nascosto la sua ammirazione per l'islam e si era alleato con Hadji Amin per far fuori gli ebrei in Palestina). E' la sua vocazione naturale. Ma voglio denunciare il clamoroso flop della sinistra, che si trova di fronte a una battaglia che sembra fatta su misura per lei (difesa delle donne e dei deboli, lotta contro il fascismo) ma non alza un dito.

Ciao, buon sabato

dragor (journal intime)

dragor

Alberto, la sharia è la legge islamica e secondo il Corano non ci puo' essere un'altra legge. Quindi possiamo ben dire che la sharia è l'islam. Chi promulga leggi all'infuori del Corano commette peccato ed è per questo che i talebani hanno cercato di sabotare le elezioni in Afghanistan. Uno stato dev'essere islamico ed è questa la ragione delle repubbliche islamiche.
Ormai sembra che la sinistra possa vivere soltanto sull'antiberlusconismo. Difesa dei deboli, dei diritti delle donne e dei bambini, lotta contro le dittature fasciste? Niente, siamo sempre fermi alle mutande di Berlusconi

Ciao, buon sabato, a presto

dragor (journal intime)


dragor

Eliane,cette lâcheté est un calcul (économique, électoral, anti-israelien, anti-américain et ainsi de suite) qui risque fort de se retordre contre les calculateurs

Bon samedi, à bientôt

dragor (journal intime)


matzudaira

Bene, ho letto l'articolo e devo dire che nella sostanza condivido l'allarme lanciato da Littman ed i suoi colleghi anche se poi annovera tra gli atti terroristici islamici anche due attentati evidentemente "ispirati" da altre forze come l'11 Settembre e la scuola in Beslan.

All'inizio dell'articolo si legge che le parti tra parentesi non sono state lette per motivi di tempo, ma mi pare che queste siano veramente poca cosa rispetto al totale.

Comunque ribadisco la mia biologica opposizione a qualsiasi forma di azione umana ispirata da qualsivoglia credenza religiosa che vada a ledere i diritti, la libertà o la vita di altri essere umani. Per cui no alla Jihad, no ai terroristi, no al crocefisso nei luoghi pubblici, no al Vaticano che decide per tutti ciò che è bene e ciò che è male, no all'occupazione dei territori Palestinesi, no ai crimini di guerra e contro l'umanità come repressione per atti terroristici.

P.S. Dragor mi pare che nemmeno gli Ebrei neghino che vi sono potenti lobby ebraiche che partecipano aattivamente al governo del mondo. Un esempio è il benevolo comportamento del governo americano nei confronti di Israele che è evidentemente dettato dalla pressione dei 6.000.000 di voti e dei molti altri milioni di dollari che hanno aiutato Obama a raggiungere lo studio ovale.

Edelweiss

Sì, Matzu. Per non parlare poi di Billary, che stanno per accogliere in famiglia un genero ebreo.
Edelweiss

dragor

Matzu, mi pare che gli attentati dell'11 settembre abbiano una matrice religiosa. Si', gli ebrei influenzano sicuramente l'atteggiamento americano nei confronti d'Israele, ma non più di quanto i cattolici influenzino l'atteggiamento italiano nei confronti del Vaticano. Di lobby cosi' è pieno il mondo.
____________________________________________________

Edelweiss, chi è Billary?
____________________________________________________

Ciao a tutti, buona domenica

dragor (journal intime)

matzudaira

Dragor so per certo che non sei ingenuo, quindi sai bene che il movente religioso per l'11 Settembre è equivalente all'obiettivo di elinare il terrorismo con la guerra in Iraq voluta dai Bush. In entrambe i casi le vere motivazioni erano diverse.

Per un paese come l'Italia, in cui la maggiorparte dei cittadini è di fede cattolica, è logico che vi sia una certa influenza di questi nei confronti delle scelte dell'esecutivo.
Mentre assistere alla fortissima pressione che 6 milioni di cittadini Ebrei esercitano sul governo di uno nazione costituita da quasi 300 milioni di non Ebrei, beh questa è ben altra cosa.
Comunque, se io fossi ebreo, parteciperei attivamente a queste lobby, ma mi guarderei bene dal negare la loro evidente forza e presenza.

Billary dovrebbe essere una crasi tra Bill e Hillary, credo.

I commenti per questa nota sono chiusi.