La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Victoire Ingabire, cavallo di Troia dell'Hutu Power | Principale | Arabesco »

27/01/10

Commenti

Pim

L'antisemitismo esiste ancora: in forma strisciante, ma esiste. E' l'aspetto forse meno evidente, ma non per ciò meno sostanziale, di tanti altri anti- in circolazione nel periodo presente. La storia è maestra di vita ma ha pessimi allievi.
Bonne journée, cher Dragor.
Pim

Fino

Dragor, l'antisemitismo è una grave piaga.
Non crdere però ( e penso che tu lo sappia) che in altre parti d'Europa la situazione sia meglio.
In Polonia e in Ungheria c'è un antisemitismo senza ebrei.
Buona serata e a presto
Fino

Edelweiss

Forse perchè si insiste troppo su 'memoria', oloc., shoa, etc, senza una parola su Armeni, vittime staliniane e di Pol Pot, Amerindi, Tutzi, foibe...
La gente pensa: perchè? Sono più belli quelli? O forse solo più ricchi e influenti?
Edelweiss

marianna

Concordo in pieno, perché ciò che tu scrivi è ampiamente documentato oltre che da statistiche, sopratutto da lettere di comuni cittadini ai giornali.
Atteggiamenti antisemiti si palesano molto spesso, per altro, da noi e altrove, anche in contesti insospettabili.
Mai abbassare la guardia dunque di fronte all'intolleranza.

Un abbraccioa te e alle tue donne e buona notte.

Affettuosamente,Marianna.

dragor

Non è nemmeno tanto strisciante, Pim. Se gli ebrei fossero più riconoscibili, sarebbero trattati come paria. Per fortuna possono mimetizzarsi
______________________________________________________

Fino, da noi è ancora peggio che in Italia, perché accanto all'antisemismo cattolico c'è quello islamico.
____________________________________________________

Si' Edelweiss, sono più ricchi e influenti. Che male c'è?
_____________________________________________________

Cara Marianna, è una fortuna che gli ebrei non siano molto identificabili, altrimenti si vedrebbe il vero razzismo. Nessun altro gruppo ha una percentuale di ostilità altrettanto elevata.
____________________________________________________

Grazie a tutti per la visita e i commenti, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

stelladineve

Concordo super in pieno con Edelweiss. La Storia di martiri ne ha fatti tanti, e si parla sempre e solo degli stessi. Alcuni non sono trattati nemmeno nei libri di storia (sto preparando l'esame di storia contemporanea, perciò parlo con cognizione di causa)

dragor

Be', Stella di Neve, in Europa non è che ci siano stati tanti genocidi e soprattutto di quella portata. Qui ci sono i superstiti, gente che ha perso qualche parente, che ha sperimentato il lager di persona o che ha assitito alle retate. Forse la cosa ci tocca più da vicino.

dragor (journal intime)

stelladineve

Passa da me... ho buttato giù qualcosa. Non dico non si debba celebrare la memoria di questo genocidio. Ma non si devono dimenticare gli altri

Edelweiss

Sì, Stelladineve, ricordiamo tutti, e tutte le vittime delle infamie commesse.
Anche quelle che non possono finanziarne la sponsorizzazione.
Edelweiss

I commenti per questa nota sono chiusi.