La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Orca miseria! | Principale | Chi ce l'ha più lungo? »

28/02/10

Commenti

Alex

Moche, cette pseudo église...La nouvelle ambassade américaine à Londres s'intègre parfaitement dans la tradition londonienne : le cube de glace
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/21/The_Frozen_Thames_1677.jpg
Dans ce tableau d'Abraham Hondius peint en 1677, on voit comment lorsque la Tamise gelait, elle devenait une artère supplémentaire et, suivant la tradition on installait immédiatement des échoppes sur la glace...
Alex

dragor

Merci de cet extraordinaire aperçu sur une tradition que je croyais limitée aux Pays Bas. La future ambassade fait encore mieux: c'est une échoppe taillée dans la glace

dragor (journal intime)

Pim

Vado a Londra tra una settimana. Posso già buttarla giù?

dragor

Pim, sarà un po' difficile. Devono ancora costruirla...

dragor (journal intime)

marianna

Semplicemente orrenda!!
Il trionfo del cattivo gusto.
Un pugno nell'occhio....pagato di sicuro, tra progetto e realizzazione, fior di quattrini.
Incredibile ma vero.
Buona notte.A domani.
Marianna

dragor

Cara Marianna, a parte il cattivo gusto, trovo molto triste un'architettura standard dal Polo Nord al Polo Sud, che uniforma i centri abitati rendendo impossibile distinguere una città inglese da una città italiana, spagnola, africana o asiatica. Questi cubi senza tetto sono una conseguenza dell'International Style. Ecco il significato della mia provocazione: un invito a non disprezzare la tradizione locale. Non dico che si debba continuare a costruire in stile neogotico come l'edificio della foto (il Keble College di Oxford), ma al posto di quell'orribile cubo non è possibile fare qualcosa di più british?

Un abbraccio, buona giornata

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.