La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Gatto in umido? Bigazzi in salmì | Principale | L'Italia e la chiesa cattolica complici degli assassini »

22/02/10

Commenti

alberto

Un rimedio semplice? Usate Linux :-D

Alberto

In effetti il pericolo esiste. Per questo sul mio conto corrente, accessibile online, non tengo più dello stretto necessario. Il resto? Sotto il mattone.

Alberto (l’originale)


dragor

Alberto, in effetti NetWitness consiglia Firefox, Mac OS, Linux ou BSD. Solo che la cosa mi è parsa un po' pubblicitaria, cosi' non li ho inseriti nel post. Grazie per la segnalazione che arrangia tutto.
Ciao, a presto

dragor (journal intime)

dragor

Alberto 2 (ma in quanti siete? :-) io ho fatto di meglio: ho chiuso il conto online. Adesso non gli resta che rapinare la banca...

dragor (journal intime)

Amanda

(ot) Ciao Dragor, ti rispondo anche qui: prova dalla pagina interna di Typepad, clicca su Help, ed invia un messaggio ai tecnici (ticket di aiuto), scrivendo esattamente qual'è il problema. Di solito non rispondono subito, ma entro una settimana. In contemporanea scrivi lo stesso msg alla redazione LaStampaweb.

Pierpaolo

Per fare un po' di chiarezza e non creare allarmismi.
Da qualche anno a questa parte le banche stanno fornendo ai propri clienti che hanno conti online dei token (gratuiti o meno, a seconda dei casi) che generano un codice che cambia di minuto in minuto. Tale codice viene reso necessario per autorizzare qualunque transazione (password dispositiva). Dato che il codice ha una valenza temporale limitata la sua eventuale cattura a mezzo di un trojan non comporta rischi per l'utente.

Ciao
Pierpaolo

Pim

Mi sa che neppure Linux risulti del tutto immune, però valgono le raccomandazioni che hai fatto: modalità di protezione sono ampiamente disponibili e spesso gratuite. Basta stare un po' attenti.
Buon pomeriggio, Dragor.
Pim

Pim

Dimenticavo: i conti online sono sicurissimi, protetti come sono da una doppia chiave di sicurezza. Vai tranquillo, da lì non riceverai mai brutte sorprese.

marianna

Monellissimo questo Zeus!!
Quasi impossibile fermarlo...!
Io non farei mai comunque un conto corrente bancario on-line e nemmeno acquisto prodotti via internet.
Se lo faccio, per qualche libro, il pagamento deve essere contrassegno.
Altrimenti rinuncio.
Grazie comunque per le preziose informazioni.
Un abbraccio affettuoso e buona notte.
Marianna

Alberto

Dragor, sono sempre io, solo che mi hanno clonato

:-)

dragor

Grazie per il prezioso consiglio cara Amanda, faro' come dici. Non sapevo che la colonna degli aggiornamenti funzionasse individualmente.
_____________________________________________________

Pierpaolo, anche la mia banca aveva un dispositivo simile, ma secondo NetWitness ci sono trojan capaci d'identificare i codici nel momento stesso in cui sono generati o addirittura di generarli. Questi virus sono sofisticati come le difese che dovrebbero respingerli
_____________________________________________________

Pim, come dico a Pierpaolo, la sicurezza assoluta non esiste. In certi casi i trojan parassitano anche le chiavi di sicurezza. O almeno, l'ho letto nell'articolo linkato sotto "spiegazione in inglese".
____________________________________________________

Cara Marianna, anche a me piacerebbe non acquistare prodotti via internet, ma purtroppo in certi casi è necessario. Ormai i biglietti aerei si comprano solo in questo modo. E anche per i libri in certi casi la procedura è necessaria. Con Amazon e con FNAC, internet permette di reperire nel mondo intero libri ormai introvabili. Speriamo in bene...
____________________________________________________

Alberto 3, ma quante volte ti hanno clonato? Credevo che bastasse l'originale :-)
______________________________________________________

Grazie a tutti per la visita e i commenti, vuona giornata, a presto

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.