La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Il vizietto | Principale | La Francia contro il burqa »

21/04/10

Commenti

Alex

Anche nelle altre banlieues ci sono arbusti di rose ma non li ha visti perché siamo in aprile, beati voi che avete rose cosi precoci ! Nelle banlieues, in questo periodo, devono accontentarsi di tulipi, narcisi, lillà...
Alex

Silvia GM

bellooooooooooooo
fiori ovunque magari chissà
per combatterre il 'male', le prepotenze, la malvita, la cattiveria...
Mi segno il mome della cittadina. Credo meriti la pena venrici come turista, tanto per cominciare.!
Grazie mille per questa positività soleggiata allegra, al profumo di rose. Grazie Dragor. Ciao.

Alberto

Certo che l'immagine del cane che sorride ai gatti è veramente fantastica! Complimenti!

Eliane MICHELUZZI

Comme c'est rassurant de voir à Nice une banlieue aussi tranquille, à La Rochelle, elle existe aussi cette banlieue là, où tout est serein, il y a des fleurs partout, des aires de jeux, la proximité de la mer, des endroits pour occuper les jeunes, des parents qui s'investissent, qui aident les plus demunis, j'ai une amie professeur qui monte des spectables avec les jeunes des quartiers, elle est extraordinaire, très respectée et très aimée. Si toutes les banlieues étaient à cette image quel bonheur pour tous , il y a donc des solutions malgré les difficultés de vie actuelle....cela donne à réflechir...amitiés ...Eliane

B 29

Se a Vallon de Fleurs basta il Fiore,sulle altre banlieues basterebbe il Fungo.

marianna

Carissimo Dragor, bellissimo post!
Scusami se arrivo solo ora ma ho avuto impegni in famiglia.

Bellissimo perché quell'anziana signora dice il vero.
Dinanzi alla bellezza, in questo caso le splendide rose, anche i bruti diventano mammolette.
Stessa cosa accadeva anni addietro quando, in gita scolastica, portavi fuori dall'isola degli scalmanati , i quali, dinanzi a certe raffinatezze dei contesti alberghieri e /o museali, dove venivano condotti, sapevano essere corretti ed apprezzare.
Voglio dire che la sciatteria, tanto in certi ambienti urbani quanto nelle aule scolastiche, nelle case, negli uffici o comunque in qualsiasi altro posto, non paga.
Questo dovrebbero tenerlo presente coloro che amministrano una città o che hanno responsabilità verso la collettività.
Grazie per aver sollevato il problema.

Un abbraccio e buon proseguimento di serata.
Complimenti, ovviamente, per il nuovo HP!
Marianna

dragor

Alex, questo è il privilegio di Nizza, "regina de li flou". Da noi le rose sbocciano in aprile invece che in maggio.
_____________________________________________________

Silvia, il merito della pace che regna a Vallon des Fleurs dev'essere proprio dei fiori, visto che in apparenza non c'è nient'altro che possa fare la differenza. Nelle altre cités della banlieue nizzarda la gente passa il tempo a scannarsi. A proposito, Vallon des Fleurs non è una cittadina ma un grande quartiere popolare costituito da un insieme di edifici tutti uguali, una città nella città. Grazie per avermi letto e per l'apprezzamento, sono onorato.
____________________________________________________

Alberto, questo è l'esempio più efficace del clima idillico che regna a Vallon des Fleurs: sorridono perfino i cani e non a chiunque, ma a quelli che dovrebbero essere i loro nemici tradizionali.
_____________________________________________________

Grazie a tutti per la visita e i commenti, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

dragor

Eliane, je me demande si la paix de cette banlieue de La Rochelle (comme la paix du Vallon des Fleurs) est vraiment le résultat d'un environnement agréable ou si le mérite revient aux habitants qui, pour une raison mystérieuse, sont plus civilisés qu'ailleurs. J'ai vu des banlieues pourtant à mesure humaine où les gens s'entretuent à longueur de journée...

Bonne journée, amitiés

dragor (journal intime)


dragor

Cara Marianna, infatti la nuova filosofia delle HLM prevede edifici a misura umana, verde, luoghi d'incontro e socializzazione, spettacoli e attività comuni.Per attirare i piccoli commerci, certe cités sono perfino dichiarate zona franca e i commercianti non pagano la tassa di abitazione. Ma tutto questo non è una bacchetta magica. In certe cités come l'Ariane, la più malfamata di Nizza (dotata perfino di un teatro e di palestre dove si entra senza pagare un cent) la delinquenza è tale che i pompieri si rifiutano di rispondere agli appelli e i postini di consegnare la posta

Un abbraccio, a presto su JA

dragor (journal intime)

ODRE ET LEGALITE'

La Polizia non ha affatto paura di entrare nelle Banlieues,come non ha paura di entrare a Scampia.Ha peura,semmai,che la delinquenza provochi incidenti e che la stampa di sinistra la linci al primo ferito.

ROTTO DI PALLE

All'Ariane i pompieri non vanno,e le palestre sono gratis?Allora chi le paga?La "filosofia"che sta dietro è semplice:piu' rubo,piu' sparo,piu' incendio,piu' mi aiutano.E' la filosofia NordCoreana,che su questo blog sta trovando empre piu' consensi:piu' missili ti punto contro,piu' tu mi dai da mangiare.In Italia si è gia' risposto,a questa filosofia.Gli stranieri non pagano la retta?Niente da mangiare,non piu' da mangiare.

I commenti per questa nota sono chiusi.