La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Stalin uccide ancora | Principale | Tommaso d'Aquino, ovvero le 5 prove che non provano niente »

12/04/10

Commenti

Antonio Cracas

Caro Dragor,
capisco e, fondamentalmente, condivido il tuo rammarico. Tuttavia ci sono altri pensatori che da cinquant'anni sentono parlare del marxismo come se fosse la soluzione di tutti mali sociali, come una sorta di paradiso terrestre. Anch'io pago il canone Rai e ti posso garantire che quello che tu provi vedendo Vespa io lo provo con i Travaglio, Santoro, Floris e compagni vari.
Per circa cinquant'anni (in modo particolare in Italia) si sono minimizzati i crimini del comunismo. Pensa che io stesso ebbi negli anni '70 un insegnante di fisica che, in classe, invece di spiegarci i primo principio della termodinamica ci inculcava le teorie marxiste.
Anch'io mi sento avvilito quando vedo nei negozi il volto del "Che" sulle t-shirt nello stesso modo in cui si vede oggi a Torino il volto del Cristo avvolto nel Sacro lenzuolo: peccato che il “Che” avrebbe voluto ammazzare tutti i borghesi dai 12 anni in su (in pratica oggi saremmo tutti morti con i nostri computer, telefonini, automobili, appartamenti di proprietà, ecc.). E poi. basta dire che dopo la pubblicazione de Il sangue dei vinti, Giampaolo Pansa (partigiano) è stato accusato da Giorgio Bocca e altri colleghi di aver gettato fango sulla Resistenza (in pratica è stato accusato d’eresia) per aver raccontato come si svolsero i fatti.
E’ evidente come abbia strumentalizzato le menti italiche, e non solo, il catto-comunismo, e come purtroppo continui farlo nelle scuole e nelle università, grazie a coloro che invece di insegnare, sovente, fanno mera propaganda politica per la paura che possa cambiare il sistema.

Buona giornata

Silvia GM

@ DRAGOR!! ADORO I PENSATORI. Mi piacciono perché, già fin dai tempi antichissimi e cioè secoli fa nell’antica Grecia, c’erano persone che pensavano… Esse filosofeggiando sui perché e come mai o casomai della vita, inducevano a far pensare coloro i quali, magari, non avrebbero accesso il cervello. Mi piace quella foto del pensatore così fotografato, da quella prospettiva e con tutte quelle nuvole sopra nel cielo. E mi piacciono, o meglio, mi piacete voi pensatori di oggi, qui sui vari blog. E mi piace pensare che una persona esponga la sua idea; poi un'altra qualche giorno dopo ne riferisce una seconda tutto all’opposto della precedente. E poi c’è la libertà di cementarsi nell’interpretare il pensiero ascoltato ognuno a modo proprio.
Posso paragonarvi agli antichi filosofi? Voi spronate il nostro cervello (quello di chi vi legge) a mettere in moto le celluline grigie, per poi condividere o controbattere, eventualmente, le vostre “pensate”. Condivido quel “viscido” diretto al Bruno Vespa nazional- popolare. E poi per il resto
credo ci sia possibilità di credere o non credere a quanto leggiamo ascoltiamo, sui più svariati argomenti. E per quanto riguarda la Sindone? Vera o falsa… santa o non santa alla fine prendiamola, come un’attrazione turistica per Torino. Un modo per attirare tantissima gente in questa nostra ex capitale piemontese che definirei una vera ‘ madama’ che nulla ha da invidiare alla signorilità francese di Parigi. Una folla immensa di persone che ,durante la sua *esposizione*
al pubblico, avranno modo di fare una giro turistico nel “salotto buono” della città, e credo non rimarranno deluse.

Silvia GM

@ ANTONIO CRACAS. Il tuo post sprizza saggezza storica in tutta la sua esposizione.
Sai? Da bambini abbiamo creduto a quanto leggevamo sui libri di scuola o ci spiegavano gli insegnanti. Da grandi, approfondendo gli argomenti sui libri non più di scuola a mezzo dei quali
venivamo “indottrinati” in un certo modo, scoprimmo che non era proprio la vera verità,
ciò che ci era stato inculcato. I partigiani non erano stati solo eroi…assoluti; il Che non era stato un Mito, meraviglioso- uomo- eroe- ucciso (oltre che un gran bel macho…. se posso esprimere un pensierino femminile); Colombo Cristoforo con le sue imprese e scoperte? Danni alle popolazioni indigene ne fece assai; gli Indiani d’America non erano tutti e solo cattivi; i bianchi Americani
per nulla ‘santi; i crimini del comunismo non li conoscevamo, e credevamo nel Socialismo con letture Marxiste come giuste e sane …; e se il Cristo oggi vedesse che il suo volto è stampato
pari - pari come quello del mito-decaduto- Che Guevara… chissà che direbbe?
Forse (ammettendo che sia esistito come ce l’ hanno raccontato) essendo un buono e pacifico uomo,
ne sarebbe felice: tutta pubblicità gratuita! Fosse stato così ai “suoi tempi”? Pensa quanta fatica in meno! Non avrebbe dovuto andare in giro a predicare per farsi conoscere: il suo volto sarebbe apparso sulle tuniche; chi le indossava faceva da passa –parola---
(Sia chiaro che NON sto scrivendo in modo irriverente: era una pensata! Pura fantasia.)


umberto masperi

Ho letto frettolosamente il lungo discorso...perchè la SOFFERENZA va rispettata e condivisa; la "sofferenza della ragione" è la tua autocontraddizione.
1) chiami teisti coloro che sono semplicemente cretini. I miei teisti-filosofi erano pensatori che avevano dedicato tutta la loro vita allo studio.
2) tu soffri; quell'uomo ,che non conosci, facendo un discorso simile al tuo contro autorità giudaiche, è finito in croce.
3) continua a criticare quegli esemplari da T.V:lo meritano, ma tu ragiona.
4) un semplice ragionamento sul carbonio 14 ( anche Odifreddi,positivista alla Ardigò le sparava grosse). Non so se se ne è parlato: l'incendio (è un fatto realmente avvenuto alcuni secoli fa') ha contaminato il reperto, e quel tipo di analisi è perlomeno "problematica".Ogni buon archeologo sa che esistono vari metodi di datazione.A mente: caratteristiche del vasellameme ( pardon del tessuto),polline,ecc.
NB. Ti dà fastidio vedere folle a Torino per la Sindone? il mio amico extraterrestre è scoppiato a ridere vedendo folle attente a chi tirava calci ad una sfera in un campo di tappeto erboso.

Non mi fraintendere: la critica che fai sui fatti della vita, al di là della diversità di vedute, ti fa onore: è l'invito ad usare sempre bene la propria testa. Prova ora ad estenderla al campo politico per vchi diceva già mesi fa' che stavamo uscendo dalla crisi.

umberto masperi

Ho atteso alcuni minuti perchè non ero sicuro che quanto scritto sarebbe apparso: sono una frana nell'uso del PC. Volevo completare il mio pensiero: sarebbe ora di smetterla di dire che la sindone è verità ( dogma).
Da semplice scienziato-medico-archeologo meriterebbe un serio studio ( provocazione: quanto tempo avete dedicato in tal senso? 45 anni fa',ne avevo 15, passai un'intera estate a leggere alcuni libri scritti da Studiosi con la esse maiuscola,provate a farlo).

BELZEBOO

Un blog che emette sofferenza ad ogni riga.Ma per coloro che hanno sofferto per la Verita' è aperto il Regno ei Cieli,sicchè con Dragor dibatteremo anche in Paradiso.Se ci andremo:perchè lui ci andra'di certo.Li' incontrera',forse(non si sa ancora)il miglior amico che la Francia abbia avuto in questo sporco mondo:Giampaolo II.La prova del C14 non vale perchè la Sindone fu esposta al fumo delle candele,ed il suo contenuto in C14 è molto maggiore di quanto dovrebbe essere,ovvero l'oggetto che ne è ricoperto appare piu' recente.Tra i pensatori ne aggiungo uno che non risulta abbia mai venduto sua nonna:Benedetto Croce.Affermo' che non possiamo non dirci cristiani.Pensatori atei ne compaiono tutti i giorni,in TV,e compaiono perfino imbecilli e mascalzoni traditori del loro Paese che onorano i 700mila caduti della WWI identificandola con Caporetto.Se si tenesse una trasmissione dedicata alla smentita del Cristianesimo,non farebbe molta strada.Ma non ne farebbe molta nemmeno una destinata alla smentita della Lazio.Non si discute sul contrario delle cose.

umberto masperi

PALLIDA IDEA DI NOI PENSATORI. IO,purtroppo,ho sgobbato per 30 anni sui libri ( anche di storia).DRAGOR: non c'è bisogno di far appello alla fantasia ( da te tanto combattuta,quella dei teisti). Immaginate di sentire? Ma se hai un giorno fa ricordato STALIN, e certamente sai che quel grande (senza ironia) che l'ha preceduto ha proprio fatto in Russia ( in quella Russia,poco dopo URSS) quello che dici. Come vedi, prima di te altri hanno vissuto la tua sofferenza ( anzi: sacerdoti fucilati perchè battezzavano, mentre ora va di moda lo sbattezzo...).Dopo Nietzsche invito alla lettura in casa nostra: G.B. VICO.
PS. Stamattima ho inviato il mio modesto pensiero su Stalin, però non è apparso.

 dragor


Caro Antonio, abituando la gente ad accettare i dogmi a scatola chiusa, la religione l’ha predisposta per il comunismo. Per quello puro e duro, che non si discute nemmeno quando l’economia crolla e i morti si ammucchiano. Così si può spiegare anche il fascino dei comunisti per l’islam, come ci rivelano le collusioni di certi ambienti di Emergency con i talebani e in generale le simpatie islamiche di una parte della sinistra. Sarebbe interessante sapere se Che Guevara avrebbe combattuto anche le dittature islamiche, se si sarebbe battuto per difendere i diritti delle donne, se si sarebbe indignato assistendo allo stupro delle bambine, alla lapidazione delle adultere e all’impiccagione dei gay, tutte cose le la sinistra attuale non soltanto accetta in modo acritico ma qualifica di fascista chi denuncia queste aberrazioni, ribaltando completamente i ruoli.
Nell’espressione “pacchetti preconfezionati” volevo includere tutto: le religioni come le ideologie, quei CD che si mettono nel cervello trasformandolo in un semplice lettore di dati.La resistenza rientra nella categoria dei tabù: si deve accettarla senza pensare. Se pensi, diventi un bestemmiatore.

Buon pomeriggio, a presto

dragor (journal intime)

 dragor

Silvia, davvero una città colta come Torino, la nostra antica capitale, per attirare i turisti ha bisogno di esporre un totem all'adorazione popolare? Secondo me questo è un altro motivo di tristezza. Sarebbe più tollerabile se lo dicessero anche i media, magari proponendo alternative come quelle esposizioni che a Parigi attirano milioni di visitatori. Invece sembra che si siano trasformati tutti in appendici dell'Osservatore Romano.Ecco quello che volevo denunciare nel post: l'occupazione dello spazio. In fin dei conti noi non andiamo nelle chiese a propagandaree l'ateismo.

Ciao, buon pomeriggio

dragor (journal intime)

 dragor

Umberto, la teologia non è un soggetto di studio perché parte da un presupposto tutto da dimostrare. In poche parole, mette il carro davanti ai buoi. Le affermazioni dei teologi più famosi possono essere smontate senza fatica anche da un bambino di 2 anni. Nella loro ansia di prendere i loro desideri per realtà, mancano completamente di metodo e di rigore.
In effetti anche il foot è una fede. Pero' i calciatori non hanno la pretesa di darci lezioni ideologiche, anche se qualche sconsiderato cerca di metterla in politica. E non hanno mai bruciato chi non crede nel dio pallone.
So che i sindonisti hanno cercato di confondere le acque poer lasciare il discorso aperto e continuare il culto, ma nel 2005 gli esperti che hanno analizzato il tessuto si sono espressi chiaramente: la porzione era stata prelevata da una parte lasciata intatta dall'incendio e dal fumo. Cosi' non ci sono appelli e questo culto è in malafede.
E' vero,in certi momenti i laici hanno preso il sopravvento sulla chiesa, specialmente in Francia e in Russia durante le rispettive rivoluzioni. Ma se bruci, torturi, tiranneggi e salassi la gente per secoli, c'è da aspettarsi il giorno della vendetta. La sola piccola tassa pagata in 2000 anni per il privilegio di vivere senza lavorare
Non capisco che cosa sia successo con il tuo pensiero su Stalin. se inserisci le cifre, il post dovrebbe comparire. A meno che Stalin non lo abbia sabotato come ha fatto con l'aereo... :-)

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)



 dragor

Belzeboo, io credo che un programma intelligente dedicato alla smentita del cristianesimo realizzerebbe un'audience del 98 per cento, specialmente se si sapesse che cosa offrire in cambio, facendo notare come questo prodotto sia molto più gratificante nella sua bellezza, nella sua eleganza e nella sua coerenza. Soprattutto adesso che la chiesa è chiaramente alla frutta e che il suo messaggio è ormai ricevuto come una difesa schizofrenica per sfuggire ai rigori della legge e alla condanna popolare.
Se Croce ha detto "non possiamo non dirci cristiani", era un pensatore prezzolato. Al contrario, non possiamo dirci cristiani. La nostra civiltà si è sviluppata contro il cristianesimo. Quando il cristianesimo aveva carta bianca, il mondo occidentale ha toccato il fondo dell'inciviltà. E' risalito quando ha ridimensionato la religione. O Croce non aveva capito niente, o si è venduto ai preti.
Dante aveva messo i pedofili all'inferno e il posto spetta anche ai loro protettori come Giampoaolo II (vedi la scandalosa protezione accordata a Maciel). E' là che spero d'incontrarlo :-)

Ciao, buona serata

dragor (journal intime)

Eliane Micheluzzi

Sans doute que les gens ont besoin de croire, et de croire en n'importe quoi, par lacheté souvent, par paresse intellectuelle et pourtant parmi il y a des intelligences vives, j'avoue que je suis perplexe, je me pose souvent des questions sur ces croyances. J'ai vu l'exposition du Saint Suaire à Turin, pour moi c'est un vrai scandale et c'est accepté, que dire...Amitiès...Eliane

Silvia GM

@ DRAGOR: CAVOLISSIMO!! Mi sa che te ed io ogni tanto non ci capiamo troppo bene.
1)- Io non ho scritto che Torino ha bisogno di attirare turisti usando la Sindone come un totem….(ma dove lo hai interpretato questo pensiero?) Ho scritto che l’occasione dell’ostensione è anche un modo per avere turisti. O se preferisci: con la ‘scusa’ di vedere la Sindone poi la gente (si spera) magari “allarga” il giro turistico e si lascia “rapire” da altre meraviglie.
2)- Stando alle interviste che mandano in onda ai vari TG 3 Regionali, NON mi pare proprio che il popolo vada lì in adorazione… Molti ci credono e forse si emozionano… ; la maggior parte, pare, capitino per
curiosità.
3)– Questa volta mi pare molto meglio esposta, sotto una luce che ne mette un risalto i mini particolari; come organizzazione sia nell’accoglienza, sia nella sistemazione del percorso, mi pare sia tutto più che ok.
4)– Torino ha, ed avrebbe, alternative degne e stupende. Rispetto a circa 20 anni fa è migliorata la voglia e l’impegno per esporle, nei vari musei; hanno recuperato bellezze sabaude abbandonate e dimenticate.
5)-E se vuoi ti ‘confesso’ anche quale fu l’effetto che mi fece vederla tanti anni fa?
Credo fosse intorno/verso alla fine degli anni 70. DELUSIONE TOTALE. Non davano il tempo per star li a cercare di capire cosa si vedeva; il lenzuolo era molto in alto, non troppo illuminato, e mi pareva null’altro che un pezzo di tela macchiato di giallo e bruciacchiato, un po’ rattoppato… Quel viso non si vedeva quasi per nulla. Più che altro questo mi deluse. Questa ‘impronta’ impressa nel tessuto non si capiva se c’era o dove guardare per vederla.
Ovviamente esponendo questo pensiero posso causare un bel Kaos… nelle opinioni. Quindi leggila
solo come una mia impressione personale, e null’altro.
Con un cordiale saluto.

umberto masperi

Dragor: la "teologia" ebbe inizio con un bambino di 2 anni, che si chiamava Aristotele ( una delle definizioni di metafisica) e proseguì fino ai banbini del 900, dal nome di un certo Barthes,Schweitzer ( che ricordo perchè grande organista come te poi visse in Africa ) e l'elenco occuperebbe una decina di pagine. Il mio bambino di 2 anni ( che preferisco di gran lunga ai savants ) è un certo Tommaso d'Aquino di cui parlano molto i rotocalchi.
Scusa: ma proprio non ti accorgi delle sciocchezze che dici sulla religione e teologia? MA, siamo totalmente d'accordo, MEGLIO DIRE QUESTE SCIOCCHEZZE CHE MANDARE AL ROGO,CHE PARLARE DI MADONNE CHE PIANGONO...
SEI DI TORINNO:ti invito a leggere qualche libro di uno dei massimi anatomopatologi ( i cui testi di medicina sono stati adottati da diverse università): PIERLUIGI BAIMA BOLLONE. Sono di corsa: scusa gli errori

marianna

Caro Dragor, io t'invito invece a leggere "IL CASO SINDONE NON E' CHIUSO" di B.Barberis e M.Boccaletti./Ed.SAN PAOLO /Milano.
Il libro mette in discussione la prova "irrefutabile" del carbonio 14, che nel 1988 fece datare il telo sindonico come reperto di epoca medievale.
Ma il risultato di quegli esperimenti in laboratorio suscitò più dubbi di quanto si sarebbero aspettati gli stessi scienziati di Tucson,Oxford e Zurigo.
Uno per tutti era: come sarebbe stato possibile creare nel XIII secolo una riproduzione talmente sofisticata che neppure oggi si riesce a ricostruire?

A tenere aperto l'interrogativo sull'età del telo sono anche altre considerazioni di carattere scientifico.
Per esempio l'ipotesi dei micro-organismi in grado di falsare la datazione del carbonio 14, gli stessi che si erano resi già responsabili di un ringiovanimento delle mummie egiziane di almeno mille anni.
Sempre nel libro sono presenti diverse ipotesi scientifiche ed interrogativi di base, rimasti finora senza risposta.
Ad esempio:perché il negativo dell'immagine appare come un positivo?
Come si sono formate le impronte sindoniche?
Come mai nel telo sono stati ritrovati pollini presenti in Medio-oriente migliaia di anni fa?

Tutto da rivedere e studiare insomma!

Quanto al tuo disappunto su personaggi come Vespa,la Pivetti, il Messori(fondamentalista anche più degli altri!!!!) et similia, proposti periodicamente ai telespettatori italiani ,io sono pienamente d'accordo con te e lo sono da sempre. Non da oggi.

Il tuo esporre in maniera lucida e razionale i diversi interrogativi in materia di religione mi trova anch'esso concorde(l'Operazione Sindone, per me e non solo, è anche un fatto commerciale per la città di Torino), perché non ho mandato ancora al macero il cervello e riesco a fare i dovuti distinguo. Ma resto ferma e convinta a proposito della fede, che per me è tutta un'altra cosa.
La fede o si ha o non si ha.
E per chi ce l'ha ,a mio parere, occorre grande rispetto e non irrisione. Mai.
Altrettanto dicasi al contrario.Cioè per i non credenti.
E pace.
Parlando di me stessa, diversamente apparirei contraddittoria, la fede non mi impedisce, in piena serenità, di apprezzare il progresso della scienza.E non mi chiude in orticelli conclusi per il rispetto di presunte "verità".
E qui mi riferisco ad anticoncezionali, eutanasia e tutto il resto.
Odifreddi non mi risulta goda di grandi apprezzamenti in serio ambito scientifico, se non considerato valido come abile divulgatore di una materia, che gli italiani amano poco.
Perciò nessuna meraviglia se non è stato capace di ribattere punto per punto(io però non ho visto la trasmissione) e difendere le posizioni dei liberi pensatori.

Grazie, comunque, per un post interessante e vivace, che spinge a non mandare affatto in letargo il cervello.

Un abbraccio affettuoso.
Marianna

Alex

Pas besoin d'analyses au carbone 14, Marianna. Personne ne parle du suaire avant le 14e siècle. Si le suaire est authentique, les évangélistes mentent parce que nous avons un témoin : Jean (les synoptiques ne parlent pas du coup de lance et sont disqualifiés), qui nous dit que Jésus est enseveli "selon le mode de sépulture en usage chez les juifs (Jn 19,40), or, nous savons tout des rites funéraires juifs ainsi Le cadavre a été soigneusement lavé de tout ce qui pouvait être impur, et les linges de la toilette détruits. Où alors l'évangéliste ment.
Alex

umberto masperi

L'uomo contro la macchina,devo difendermi: si trattava chiaramente di Karl BARTH. Per rimanere in tema: forse,Dragor,intendevi 'oggetto' di studio. La teologia (sai che c'è il discorso sulla 'teologia razionale'?) non parte da nessun presupposto; l'unico presupposto è quello comune ad ogni forma di conoscenza (quindi anche della "scienza"): il dato di esperienza. Ma dopo Popper (ormai nostro nonno) sai che la scienza non è sapere incontrovertibile. Dall'esperienza poi ogni forma di sapere procede con il proprio metodo; e quello metafisico ( quindi anche teologia razionale) è il più rigoroso, proprio perchè fondato sull'unico principio incontrovertibile. Se invece intendi teologia come ambito della fede (detto alla buona) anche l'esperienza di fede,il dato di fede, è punto di partenza. Anche la tua posizione è un dato di fatto, quindi punto di partenza da adeguatamente spiegare. Ma questo discorso l'hanno già fatto pensatori che mi hanno fatto sudare le proverbiali camicie: come ti invidio, dato che tu non hai bisogno di faticar molto e con una semplice battuta hai risolto il problema millenario che continuerà,secondo il mio modesto parere, ad essere posto finchè il sole brillerà sulle vicende umane.

Pim

Post densissimo, su cui (da buon teista geneticamente modificato) sono in larga parte d'accordo. Mi limito a due brevi considerazioni.
- Conosco Odifreddi, è un buon matematico (sebbene non consideratissimo tra i colleghi) ma ha il vizio di parlare di ciò che non sa e ogni tanto la fa fuori dal vaso.
- Sono stato allievo di Baima Bollone, che ha analizzato La Sindone con perizia e scrupolosità, quindi conosco l'argomento. Il lenzuolo non è un dipinto, ha avvolto il corpo di un cadavere, contiene pollini del Vicino Oriente e l'effigie di una moneta dell'epoca di Traiano: questo è ciò che si può dire con obiettività. La faccenda del C14 è vera e complica la questione: falso positivo? Può essere. In ogni caso, il fatto che la Chiesa affermi più o meno apertamente che ha racchiuso il corpo di Gesù è un'appropriazione indebita. Esporla alla venerazione della gente è dunque sbagliato e negativo.

Bonne soirée, cher Dragor.
Pim

 dragor

Eliane, Pascal a dit, "le coeur a ses raisons que la raison ne connait pas" et "Dieu sensible au coeur, non à la raison". Voici un discours honnête qui coule à pic tous les byzantinismes de la théologie. C’est l’émotion qui l’emporte sur la raison, ça explique tout.

Merci de votre visite, bonne soirée

dragor (journal intime)

 dragor

Cara Marianna, veramente in questo post le vittime sono i liberi pensatori :-) Scherzi a parte, mediamente sono molto più maltrattati dei credenti, e non solo per l'occupazione dei loro spazi. Sapessi gli insulti che mi arrivano. Credo che i blog religiosi, che pure non mancano, non ricevano la stessa dose d'insulti e di minacce.
In ogni caso non vedo perché la fede dovrebbe godere di un privilegio particolare nell'ambito delle correnti di pensiero. Tutte sono esposte alla critica e anche all'humour, ed è un bene perchéle idee devono circolare. Naturalmente la critica e l'humour devono restare nei limiti dell'educazione, ma questo ça va sans dire, vale per tutti. Come avevo già scritto, si discutono le idee politiche e le correnti filosofiche. Se qualcuno dice che non bisogna premere un pulsante elettrico di sabato, perché questa affermazione dovrebbe godere di un "rispetto" particolare? Perché la fede dev'essere un tabù? Faccia come gli pare, ma accetti le critiche e anche la satira. Si fa cosi' con tutti, perfino con i più grandi pensatori, politici, artisti. Perché la fede dovrebbe sfuggire a questa consuetudine e godere di uno status privilegiato? Fra il "rispetto" reclamato da un tabù e la becera irrisione ci sono la critica intelligente e la satira spiritosa. E io difendo questo diritto. E naturalmente anche il diritto dei credenti a fare altrettanto con le idee dei liberi pensatori. A dire il vero mi fanno piacere anche gli insulti, cosi' li metto nel TOP 10

Un abbraccio affettuoso, buona notte

dragor (journal intime)

dragor

Cara Silvia, mi scuso per averti fraintesa. Cosi la Sindone è "anche" un'attrazione turistica che si aggiunge a quelle numerose della capitale sabauda. Non la sola. Mi sono sbagliato e faccio ammenda.
Credo che la maggior parte delle persone abbia di questo lenzuolo la tua stessa impressione, almeno stando alle testimonianze che ho letto. Certo, in fotografia si vede molto meglio. Comunque dopo Torino sembra che sarà esposta a Nizza, dov'era già stata esposta nel XVI secolo prima di andare a Chambéry. Magari faro' un salto a dare un'occhiata

Buona serata, grazie della visita

dragor (journal intime)

dragor

Umberto, io non dico sciocchezze nel senso che ho degli argomenti per sostenere quello che dico, anche se a volte mi manca lo spazio per elencarli tutti. La teologia di Tommaso e quella di Anselmo non stanno in piedi, sono tendenziose e mancano di basi. In settimana pubblichero' un post per dimostrarlo. Conosco bene il dato di esperienza, non sta in piedi nemmeno lui. Scrivero' tutto.
Buona notte, grazie della visita

dragor (journal intime)

umberto masperi

Accetto la sfida, ma ad una condizione: etica della comunicazione; condivisione del livello di serietà, nel discorso ( se scivoli sull'humor, la battuta ad effetto, la facile polemica...amicus Plato,magis amica veritas.
Già l' "essere tendenziosi" la dice lunga,Nietzsche insegna. Io non sono pagato da preti per sostenere le mie idee. Ogni critica è lodevole,anzi necessaria: me l'hanno insegnato proprio gli ottusi filosofi medioevali. Un sincero grazie per il tuo impegno, le mie sincere scuse perchè continuo a rompere ( come avrai capito ho un caratteraccio).

dragor

A chi lo dici, nemmeno io sono pagato dagli atei. Anzi, ci rimetto di tasca mia... :-)))

Buona giornata

dragor (journal intime)

marianna

RICHIESTA AD ALEX...

Carissimo Alex, mi piacerebbe mi documentassi, magari con bibliografia o eventuali link, su quanto mi riferisci sulla sepoltura da parte degli ebrei al tempo di Gesù.
La cosa mi è piaciuta e mi interessa molto.
Grazie in anticipo.
E sempre se non ti è di fastidio.
Posso attendere. Non c'è fretta.

Buona giornata e buon pranzo, vista l'ora!
Marianna

I commenti per questa nota sono chiusi.