La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« I neri non sanno tirare i rigori | Principale | Peli pubici, peli pubblici »

04/07/10

Commenti

peruviano volante

è l'insieme di funzioni conoscitive, adattative e immaginative generate dall'attività cerebrale

(non è farina del mio sacco però e non sono nemmeno 5 parole)

Alberto

Intelligenza in 5 parole? Un po’ difficile ma ci provo…

Ironia, logica, equilibrio, creatività, stile. Intendo dire che le persone intelligenti hanno il senso dell’ironia, sono logiche, hanno equilibrio, sono creative, hanno un loro stile di vita.

Vorrei anche aggiungere la definizione di intelligenza e di stupidità date da alcuni studiosi:

Cos’è l’intelligenza? E’ la capacità di fare del bene a se stessi e contemporaneamente a tutta la società. Un inventore, uno scienziato, un artista sono persone che fanno del bene a se stesse ma nello stesso, col loro lavoro, aiutano la società a progredire. Perché non c’è dubbio che il mondo progredisca grazie all’arte, alle scoperte scientifiche e alle invenzioni che migliorano la vita di tutti noi.

Cos’è invece la stupidità? La capacità di fare del male a se stessi e anche a tutta la società. Come succede spesso in Italia, dove i giovani di talento (artisti, scienziati, inventori) sono costretti ad andare all’estero perché qui non trovano spazi per lavorare. Per colpa di una classe dirigente che pensa solo a se stessa.


umberto novara

Mai rispondere a questa domanda ( purtroppo l'ho fatto,giorni fa, sul blog di Irene,colpa dell'afa. Lo ripeto ora,per lo stesso motivo).

laura


Perché cinque parole? Quattro potrebbero bastare:

ADATTABILITÀ CREATIVA ALLA REALTÀ.
Si tratta, cioè, di quella abilità che consente di escogitare gli espedienti per resistere, e possibilmente di sopravvivere, in situazioni estreme (un campo di concentramento nazista) come di riuscire a gestire con abilità le relazioni sociali e affettive della normale vita quotidiana (attività non meno difficile di quella precedente).

bourbaki

journal+intime+dragor+sinteticità+...=5

bourbaki

Pim

Non lo so, sono scemo.

 dragor

Grazie a tutti per avere risposto a questa domanda suggerita da Pier, che non si è ancora manifestato. Le vostre definizioni sono una più interessante dell'altra. Un tema ricorrente è quello della creatività, ovvero la capacità di associare liberamente, in modo non banale. Secondo me la creatività non è intelligenza pura ma una qualità che diventa grande quando è supportata dall'intelligenza. C'è anche la creatività degli stupidi e sappiamo bene che è sconfinata :-).
Buon lunedi' a tutti, a presto

dragor (journal intime)

STEFANO

Come una cosa indefinibile,grazie a Dio.

Prishilla

Basta il tuo punto interrogativo. A mio parere l'unica cosa che accomuna le svariate forme che assume l'"intelligenza" è la curiosità.
:-) ciao, Prish

Pier

Grazie per aver raccolto il suggerimento, ed ora mi "manifesto".

L'intelligenza è la "CAPACITA' DI ANALISI SINTESI COORDINAMENTO" .

Un processo automatico del nostro cervello che per certi individui è istintivo e per i meno fortunati deve essere stimolato ed esecitato negli anni dello sviluppo dagli insegnanti che purtroppo nella maggior parte dei casi neppure loro lo sanno.
Ho avuto il previlegio a fine anni '60 di fare un corso, pagato dall'azienda, ma dalle 20 alle 23, così usava un tempo, tenuto dal più importante "cibernetico" Italiano di sempre il Prof. Silvio Ceccato, docente universitario,direttore dell'IPSOA, osteggiato dalle Accademie perchè anticonvenzionale. Riusciva a chiarire con grande efficacia, concetti complicati.
Quindi tornando all'intelligenza questa non ha nulla a che fare con l'onestà, gli ideali, il bene ed il male e sentimenti vari, viene al contrario usata in vario modo per raggiungere i nostri fini, desideri o coltivare i sentimenti ed i desideri di cui sopra quasi sempre senza una reale conoscenza di quanto viene elaborato nel mostro cervello.
Per non rischiare il black out mi congedo ora, magari tornerò sulla figura di Silvio Ceccato.
("analisi" appunto già fatta per accadimenti passati, "sintetizzata" nel concetto guarda che ti succede ancora, "coordinata" nell'imput smetti di scrivere ed invia subito )
Buona notte - giorno Pier

umberto novara

Sul blog di Irene, Pier mi ha "promesso" qualche considerazione. Penso che lo abbia fatto qui. Aggiungo le mie. La definizione data non soddisfa ( le cinque parole 'falliscono'). CAPACITA': indica 'potenzialità',anche nell'eventuiale significato di 'facoltà' (non qui), e così si inverte il rapporto di priorità tra atto e potenza (di aristotelica memoria): l'intelligenza andrebbe definita in atto!ANALISI-SINTESI (sempre Aristotele,prima di Kant,su cui si soffermava anche Ceccato,temporibus illis): sono le operazioni del "giudizio" (la seconda operazione logica,dopo quella della "apprehensio"); l'intelligenza è altro dal giudicare, basti pensare a tutta quella tanto discussa realtà della 'intuizione' da Cartesio in poi.COORDINAMENTO:troppo generico. Potrebbero essere le connessioni logiche (vedi sopra,e sempre Cartesio);potrebbero essere i rapporti tra processi di astrazione (intuizione-pensiero) e prassi,oppure scelta,decisione....
Ho sempre diffidato dalle definizioni (a proposito,Pier,quanti corsi di aggiornamento...ecc.ecc. abbiamo dovuto seguire,noi vecchi insegnanti. E sempre, i super-esperti,di solito in psicologia,proiettavano sulla lavagna luminosa, le loro "miracolose" definizioni. Ma il mio pensiero va,quando giovane studente universitario,seguii la prima lezione di psicologia del prof.Zunini.Faceva(rito che si ripeteva ogni anno, come la celebrazione dell'inizio dell'anno accademivo),faceva girare un fogliettimo su cui ognuno doveva scrivere la sua definizione di psicologia. E poi,alcuni giorni dopo,...oplà la SUA,QUELLA UFFICIALE). Come suggerito da Prishilla basta il logo di Dragor (indubbiamente esperto):punto di domanda.
PS.A PRISCILLA: ho cercato un tuo eventuale blog, ma ,da inesperto , ho trovato solo procedure ( da cui diffido sempre),che richiedono dati,indirizzi,pass; manca solo il DNA. Peccato, avrei voluto intervenire su un "aspetto" personale,forse in sintonia con i tuoi ritratti.

Silvia GM

@ Dragor e tutti... (ero senza computer e poi anche disconnessa da alice adsl ec...) ARRIVO: Leggo molti pensieri coerenti a quanto vorrei scrivere...
Quindi:
Intelligenza Emotiva
Intelligenza Creativa
Coscienza Intelligente.
I. Emotiva:
= partcicolare intellig. che ha consentito ai ns. 'antenati' di sopravvivere in ambienti ostili; di elaborare strategie che sono poi alla base della evoluzione umana. L' I. E. consente di goverare le emozioni e guidarci nelle direz. più vantaggiose; ci dona la capacità di capire i sentimenti degli altri al di là delle apparenze; ci spinge alla ricerca di benefici duraturi piuttosto che immediati. =
I. CREATIVA:
= è la risorsa più feconda con cui l'uomo da sempre cerca di sconfiggere contro i suoi nemici atavici: fame -fatica-ignoranza-paura-orrore-solitudine-dolore.=
Coscienza Intelligente:
= è la risposta alle necessità dell'uomo (sempre inteso come essere umano) alla unificazione di Razionalità ed Emotività-
Sarebbe poi la facoltà che permette di dare delle risposte alle domamde essenziali sulla ns. vita.;
di compiere scelte di benessere interiore. Per mezzo della C. I. egli può riconquistare il dominio sul proprio IO andato alla deriva causa la prevalenza dei beni materiali e dei successi immediati.
POI CON CALMA LEGGERO' TUTTI I VS. POST.
Salutissimi. Silvia

Pier

Da poco mi è saltato un commento con risposta ad Umberto.
Circa 50 righe. "We cannot accept this data". Successo anche da Irene,Pim, Rotta a Sud Ovest.
Detto e chiesto a tutti ma sembra che nessuno sappia il perchè e men che meno l'occhiuto gestore web del la stampa, "la Masera ? ".
Scrissi tre mail senza avere risposta, come usa molto di quesi tempi densi di maleducazione.
Poi saltano anche i nervi, talvolta.

Pier

Pier

Malgrado le esperienze passate, ci sono ricaduto e come scritto qui sopra il 06.07 la mia risposta ad Umberto è entrata nel "limbo".
Scrissi che da cibernetico, quindi studioso dei meccanismi del cervello Ceccato necessariamente sintezzava e si faceva capire.
Prova ne sia il meraviglioso rapporto che aveva con i bambini che riusciva a coinvolgere (Vedi ad esempio:Il MAESTRO INVEROSIMILE raccolta di incontri e conferenze ) , come del resto accadeva anche con noi adulti e l'ho vissuto di persona !
Tra l'altro i bambini sono anche i più MICIDIALI CRITICI di parolai, palloni gonfiati ed affini.
Certo la cibernetica è una scienza, la filosofia e la psicologia sono pensieri e riflessioni, quindi necessariamente cose diverse.
(fine prima parte )
Pier

umberto novara

Le scienze (anzi,meglio: LA SCIENZA) hanno avuto origine dalla filosofia. Un giorno lo ricordai anche a Dragor. E' triste constatare come perdurano gli stereotipi sulla filosofia ( colpa spesso degli stessi filosofi). LE "FILOSOFIE" ( al plurale), non esistono senza una precomprensione della "FILOSOFUA" ( al singolare ) che andrebbe coltivata seriamente, con studi faticosi. Le conseguenze di 'questa assenza' si vedono, e come.
E la domanda socratica non è ancora stata confutata ( nemmeno "superata"hegelianamente).

Pier

(Seconda parte)
Mi scuso per il sintezzava invece di sintetizzava, forse l'inconscio che cerca di abbreviare.
Umberto , "Conosci te stesso" di Socrate è un pensiero immenso, però diverso dagli impulsi che governano il cervello, dal DNA e da tutto quanto è stato scoperto che non conosceva.
Io non ne faccio una questione di supremazia della Filosofia sulla Scienza o viceversa, non ne sono capace, ma credo che siano entrambe necessarie, come il buon senso comune
Avevo scritto anche che nutro un grande rispetto per gli studiosi ed insegnanti degni di questo nome, che non cercano solo prebende,onori e pensioni ma che al contrario onorano il proprio ruolo con un vero impegno.
Un altro insegnamento di Silvio Ceccato che non ho mai dimenticato: "non lasciate che siano altri a decidere per voi! In ogni momento dobbiamo farne e la scelta peggiore è il decidere di non scegliere"
Saluti
Pier

I commenti per questa nota sono chiusi.