La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Perché è musulmano | Principale | Questo è il "tuo" gatto »

23/08/10

Commenti

edelweiss

La 'pace' non si farà mai.
Il conflitto attuale dura fin dai tempi dei Filistei (progenitori degli odierni Palestinesi).
Edelweiss

Ivano

Temo che andrà a finire come dice Dragor. I veri fautori della pace o della guerra non hanno mai partecipato a nessun tavolo della pace. Chiunque sia a firmare un qualsiasi accordo non sarà in grado di portarlo in fondo a causa di questi gruppi bigenocidiari (degli ebrei e del proprio stesso popolo).
Ivano

Alberto

La questione mediorientale è da almeno 50 anni una delle più importanti del mondo. Grazie alle tensioni di quella zona abbiamo avuto una decina di guerre, aumenti esagerati del prezzo del petrolio e… c’è il rischio che la situazione peggiori.

Credo anche io che i palestinesi non avranno mai il loro stato. Magari per motivi diversi… il problema è che gli israeliani non sono disposti a cedere nemmeno un millimetro di terra. E se dipendesse da loro, i palestinesi tuttora residenti in quell’area (Cisgiordania, Gaza) sarebbero stati espulsi da un pezzo. Non hanno potuto farlo solo grazie alla ferma opposizione degli stati confinanti, Giordania ed Egitto.

Il destino dei palestinesi quindi sembra essere proprio questo: restare a vivere per sempre in enormi campi profughi, oppure andarsene - ammesso che trovino qualche paese disposto ad accoglierli. In queste condizioni, non c’è da stupirsi se l’adesione a gruppi tipo Hamas è altissima, soprattutto fra i giovani. Quando ci si sente impotenti si regredisce, questo tu mi insegni. Ma si può reagire anche in altro modo: per esempio impugnando un kalashnikov, oppure offrendosi volontario per una missione suicida.

La questione adesso si complica ancora di più perché l’Iran è prossimo a costruire l’arma atomica. E tutti immaginano che la userà per colpire Israele. Ma sarebbe molto peggio per Israele se NON la usasse: i ricatti in politica funzionano sempre.

edelweiss

L'Iran non userà mai l'atomica contro Israele: le radiazioni, data la vicinanza dei due Paesi, colpirebbero anche Teheran.
Edelweiss

dragor

Cara Edelweiss, speriamo che non salti fuori un Sansone.
I due paesi non sono poi cosi' vicini. Una testata nucleare potrebbe benissimo esplodere in Israele senza provocare danni in Iran.

dragor (journal intime)

dragor

Ivano, sappiamo che a Camp David la pace era a un passo. E sappiamo anche per colpa di chi è sfumata

dragor (journal intime)

dragor

Caro Alberto, in sotanza sono d'accordo con te tranne su un particolare. Non è esatto dire che gli israeliani non sono disposti a cedere neppure un pezzo di terra. Nel 2000 a Camp David avevano concesso quasi tutta la terra richiesta dai palestinesi, la conclusione del processo "terra in cambio di pace". E sarebbero disposti a cederla ancora, se al posto di Hamas ci fosse un interlocutore serio. Certo, non tutti gli istraeliani sarebbero d'accordo. Molti sono tenacemente attaccati alla terra occupata. Ma come Stato democratico, gli israeliani hanno modo di isolare le ali estreme e imporre la volontà del Parlamento (anche se il povero Rabin è stato ammazzato da un estremista ebreo). Mentre i palestinesi sono soggetti alla dittatura di Hamas, una minoranza islamica e pro-iraniana che ha preso il potere sul maggioritario e laico Fatah dopo una sanguinosa guerra civile.
Imbracciare un kalashnikov non è un segno di regressione ma un atto di potere. La regressione subentra quando non si puo' combattere. E la violenza scelta da Hamas è l'alternativa al processo di pace voluto dalla maggioranza dei palestinesi e degli israeliani.

Ciao, a presto

dragor (journal intime)

marianna

La questione è molto complessa(lo so bene) ma io vorrei comunque che un giorno i Palestinesi avessero una loro patria e la conflittualità con Israele cessasse.
Forse è solo una speranza ma le speranze qualche volta trovano persone in grado di trasformare il sogno in realtà.
Mi piace pensare positivo anche se l'essere umano è il peggiore quanto a violenza.

Buon proseguimento di serata.
Affettuosamente.
Marianna

I commenti per questa nota sono chiusi.