La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Quanto vale la vita di una donna? | Principale | Paul Kagame, l'elezione truccata »

07/09/10

Commenti

BePPe GRiLLo

A che serve e soprattutto a chi serve lo stato di Israele?

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=117681&sez=HOME_NELMONDO

BePPe GRiLLo

gli israeliani vogliono la pace coi palestinesi?

http://www.corriere.it/esteri/10_agosto_17/soldatessa-israele-palestinesi_b1d73674-a9f0-11df-8b1f-00144f02aabe.shtml

Pim

Condivido in buona parte la tua analisi, però rimango convinto che si arriverà necessariamente a una pace. Forse non oggi, ma in un futuro molto prossimo. La vogliono la stragrande maggioranza dei due popoli: anche quello palestinese, che in buona parte ottiene lavoro ed è pagato dagli israeliani. Gli estremisti sono numericamente in minoranza, nonostante abbiano il potere di condizionare pesantemente le trattative. Confido nel ruolo di Giordania e Siria (stufe di accogliere profughi palestinesi), oltre che dell'Egitto (condizioni di salute Mubarak permettendo).

Buona giornata, ciao.
Pim

Pier

Io credo che il popolo israeliano voglia la pace !
I loro militari fanno le cose che devono fare i militari e le fanno bene. Sono comunque sotto il controllo dello stato e della politica. Non mi risulta che abbiano mai dichiarato di voler distruggere gli stati loro confinanti come invece fa Hamas e gli atri stati arabi integralisti.
Non è chiaro se il Beppe Grillo che cita gli articoli sia il Beppe Grillo autentico od un "clone".
In ogni caso anche per Lui verrà, lo spero, la prova delle elezioni e si vedrà quanti cittadini riuscirà a convincere.
Pier

Edelweiss

L'avevo detto anch'io: un conflitto che dura da millenni (vedi Sansone e i Filistei, antenati degli attuali Palestinesi), figuriamoci se si conclude intorno a un tavolo di trattative.
Edelweiss

Alberto

Caro Dragor, anche io ho indovinato quello che sarebbe successo. Avevo detto: “gli Israeliani non sono disposti a cedere neppure un millimetro di terra”, ricordi? E infatti il governo israeliano non fermerà gli insediamenti dei coloni in Cisgiordania. Come può esserci la pace a queste condizioni?

Non diamo sempre tutta la colpa ai palestinesi! Gli ebrei ortodossi – quegli spaventapasseri, vestiti da iettatori napoletani, come li chiami tu – sono quelli che governano davvero in Israele. Sarà perché sono parecchi, sarà perché da sempre il loro voto è indispensabile per una solida maggioranza di governo, alla fine comandano loro. Altro che tenerli a bada, come dici tu. Sono loro che tengono a bada gli altri.

Quindi, ancora una volta, chi è senza peccato scagli la prima pietra…


dragor

Beppe Grillo, le intemperanze militari avvengono in tutti gli eserciti, compreso quello italiano, e non riguardano la politica del paese in questione. Perché gli israeliani dovrebbero essere diversi?

dragor (journal intime)

dragor

Pim, si', ma queste minoranze sono combattive. Quella palestinese ha preso il suo popolo in ostaggio manu militari, quella israeliana cerca di farlo e qualche volta ci riesce. Forse si arriverà a una pace, ma secondo me si passerà attraverso una guerra.

Ciao, a presto

dragor (journal intime)

dragor

Pier, la pace la vogliano quasi tutti, ma sono ostaggi di minoranze che non la vogliono. Il problema è tutto li'. Finché una sola di queste minoranze sarà al comando, la pace sarà un miraggio.

dragor (journal intime)

dragor

Si' Alberto, gli jettatori hanno un certo peso politico, ma al momento dei negoziati vengono spazzati sotto il tappeto. Fra gli altri lo hanno fatto Ben Gurion nel 1948 e Barak nel 2000. In entrambe le occasioni sono stati i palestinesi a far fallire i negoziati, benché fossero accolte quasi tutte le loro richieste

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

Antonino Salerno

Caro Dragor, la tua analisi del conflitto israelo-palestinese sembra copiata direttamente da un comunicato del governo israeliano. Non fare questa disinformazione perchè non aiuta la pace che dici di volere. Poi vacci piano con l'invocazione delle cannonate perchè sono l'unica cosa che da quelle parti non manca proprio. C'è un bel libro di Paola Caridi su Hamas edito da Feltrinelli. Te lo consiglio, così, tanto per evitare di dire sciocchezze con la tipica sicumera degli ignoranti.

dragor

Caro Antonino Salerno, come dire che copiare direttamente la propaganda di Hamas è informazione, scienza e modestia.
Se il governo israeliano avesse emanato un comunicato anche lontanamente simile al mio post,sarebbe caduto all'istante. E' vero, da quelle parti le cannonate non mancano, ma di solito vanno nella direzione sbagliata

dragor (journal intime)

Antonino Salerno

Caro dragor, mi devo ricredere, la tua non è ignoranza ma faziosità.
Paola Caridi è una giornalista ed il suo libro è un'inchiesta che espone fatti documentati e verificabili (o falsificabili) più che giudizi. Capisco che tu non l'abbia letto: non è il tuo stile.

dragor

Caro Antonino Salerno, ma io credo do conoscere Hamas molto meglio di Paola Caridi. In più conosco anche il FIS algerino, un movimento analogo. Entrambi, per loro esplicita dichiarazione, attingono la loro ideologia dal Corano, un libro che riesce a essere ancora più idiota della Bibbia, con i risultati che si possano vedere in tutti i paesi dove si governa con la charia. Il successo di questi movimenti si spiega facilmente con il ricatto religioso, le opere di beneficenza (finanziate dall’Iran) e la violenza in un contesto di disperati, tutte cose confermate dalla Caridi . Non farti incantare dalle sirene reoligiose. La pace, se mai si farà, sarà fra i laici di entrambe le parti

dragor (journal intime)

Antonino Salerno

Va beh! Conosci Hamas meglio della Caridi (quali ricerche hai pubblicato?), conosci il FIS algerino (cosa vuol dire conosci?) sai chi quando, come e perchè farà la pace: di fronte a tanta scienza non mi resta che chinare il capo e tacere. Auguri a te e a tutti quelli come te che non hanno dubbi.

I commenti per questa nota sono chiusi.