La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Help! | Principale | Atei come nazisti? Dawkins contro Ratzinger »

29/09/10

Commenti

umberto novara

Tre minuti fa':lettera al direttore; ora un grande Dragor.

Pim

Non vedo la differenza tra la povera Sakineh e l'altrettanto povera Teresa Lewis. O forse sì. L'una è iraniana, dunque mobilitazione mondiale massmediatica antislamica. L'altra era cittadina statunitense, dunque - nonostante l'infermità mentale la rendesse non imputabile - nessuna mobilitazione ed esecuzione avvenuta nell'indifferenza globale.
Capisco tutto ma non le strumentalizzazioni, il doppiopesismo ipocrita della cultura "occidentale".

Buona giornata Dragor, a presto.
Pim

umberto novara

Caro Dragor, dimmi che sto sognando; forse ho preso un colpo di sole questa notte,qui a Novara. La mia solita curiosità filologica mi ha portato a cercare sul dizionario TRECCANI on line la parola “adulterA.” Orribile dictu: non c’è : si trova “adulterO”. Ho pensato: Dragor ha colpito ancora!!
Quindi,non contento,proseguo la ricerca sul” dizionario etimologico”,sempre on line: lo stesso (!) ( ma Dragor non si accontenta?) Mah. Cerco,di nuovo,cocciuto, sul dizionario:italiano-greco antico,sempre on line, e….:udite,udite: Dragor (che mi ha confidato pochi giorni fa di parlare correntemente la bella lingua del mio amato Platone), non si è fermato neppure qui!!

E cosa fa Umberto? Adesso lo sistemo io,quel ‘diavoletto’ di Dragor(!): apro il mio vecchio OLI-DEVOTO ( è la 1°ed. di Devoto ,il grande linguista,allora ancora in vita .Un volumaccio che tengo ben nacosto tra i miei libri,dato la mia libresca gelosia ). Nemmeno qui,…solo “adulterO”,no,anzi, Devoto fece un PASSO AVANTI: mise, non sentendosela proprio di aumentare le lettere dell’alfabeto ,…(f.-a). Ma non mi arrendo: spostando libri polverosi (con una lacrimuccia di nostalgia per quei tempi) prendo il mio “Dizionario ITALIANO-LATINO” del Badellino, che a quei tempi era un’autorità (1962. Con il Calonghi,per il latino-italiano,altra autorità. In prima pagina è scritto:“prezzo dei due volumi inseparabili: in Torino L.16.400,fuori Torino 16.800; per onestà e sincerità,mi fu regalato da un prete fiorentino, grato che avessi fatto,prima della maturità, catechismo ai suoi parrocchiani).

Non divaghiamo:Badellino aveva già superato il DEVOTO: “adultera,ae.” Cè!!,ma subito si affrettò,aggiungendo a”moecha,ae" :..”poetico”. Vuoi vedere,… forse in Catullo ed Orazio, contaminati da quei greci infedeli. Ormai affaticato, mi sono ricordato del mio PRIMO vocabolario di latino , 1° anno della vecchia scuola media, (pagine tenute assieme dal nastro adesivo trasparente, si era ‘poveri’,ma un po’ di latino l’imparai,anche se,durante le versioni in classe, con un po’ di colorito, non proprio roseo, sul volto, allungavo la mano ed il braccio, per non farlo notare ai miei compagni; GIUSEPPE CAMPANINI-GIUSEPPE CARBONI,seconda edizione(!) ,Roma,1913 –sì,anno :millenovecentotredici.-Anche questo regalato,ma a mio fratello,classe 1939,bocciato in seconda, poi... secchio sulle spalle, promosso” magutt”). Ebbene:... Dragor non ha colpito (!): a pag.744: “ adultera.ae.”

Siamo ormai quasi alla fine: cerco sul mio ROCCI del 1965 , non polveroso perché lo consulto ancora oggi coi capelli un po’ bianchi ( informa tu,Dragor, i lettori di quale autorità del greco antico sia mai stato Rocci: e i liceali d’allora gli accendevano qualche lumicino in Chiesa,prima di entrare a scuola, perché riportava già tradotti interi brani di autori - di fianco ai vocaboli- ). “μοιχός, -οῦ, ὁ “,sempre maschile(!). Ma rimanda a “ομιχεω”. Penso:”Cosa vorrà mai dire?”,arrossendo per la mia ignoranza: sanscrito “mehah;mehati”; ahi,ahi: latino:”mingo;meio. ahi.ahi . ”Non c’è bisogno di tradurre.


((( Qualcuno,dato che non conosco l’ARABO, mi può aiutare per vedere lì,in quella sacra lingua,cosa c’è?( Non so se posso fidarmi di Google traduttore: adulterA mi dà “زانية,adulterO mi dà زانية Notate qualche differenza?Vuoi vedere che si sono occidentalizzati, e lapidano anche gli uomini. Altro che esportazione di petrolio; importazione di ghiaia grosso formato ))).

” PS A propsito di mehah;mehati, latino:mingo. Ieri leggevo,sulla pagina di “La Stampa .it.”, che in Cina nei servizi igienici delle studentesse hanno messo gli orinat. maschili,per far pipì in piedi. FOTOGALLERY COSTUME (28/9/2010)
Sfida ecologista: pipì in piedi per le studentesse.
Attenzione: non è che anche le cinesine…potranno fare la fine delle moechae?


DRAGOR: ti saluto con il cartiglio finale del CAMPANINI-CARBONI.1913 (mia ultima speranza di miracolo): “Lectori benevolo.Omen. Sic tibi decurrant felicia tempora,lector. Ut solum aeternus sit tua vita Deus. Pag.95 del supplemento. Che altro?

 dragor

Pim, hai perfettamente ragione sulla sostanza. Non si ammazza nessuno per nessuna ragione. Ma secondo me non hai ragione sulla forma e ti spiego perché. Primo, le morti non sono tutte uguali. Sakineh avrebbe dovuto essere uccisa per lapidazione, ovvero una pena che comporta una terribile tortura. Mentre Teresa è stata soppressa con un’iniezione, la tecnica che si usa per l’eutanasia, la morte dolce. Ecco perché Sakineh ha colpito la fantasia della gente, al di là della campagna mediatica.In Iran le condannate alla lapidazione supplicano in ginocchio i giudici di impiccarle. Sono anni che sul mio blog denuncio le lapidazioni in Iran e finalmente mi hanno dato retta. Prima, se ricordi bene, la gente protestava soltanto davanti alle ambasciate americane.
Secondo, si puniscono con la lapidazione l’adulterio e i reati di opinione come l’apostasia. In certi casi è considerata adultera anche una donna violentata. E noi combattiamo tutto questo. Attenzione a non relativizzare troppo.

Buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

 dragor

Umberto, grazie per l’apprezzamento. Si’, sembra che gli uomini abbiano la licenza di mettere le corna e che il reato di adulterio sia riservato alle donne. Perfino la lingua riflette questa mentalità machista che l’islam e gli antichi testi occidentali hanno codificato. Molto interessante questa escursione nei vocabolari. Chissà, se le leggi le avessero fatte le donne, forse si troverebbe la parola “adultero”. E in Cina sono macho perfino i cessi. Per fare pipi’ le povere studentesse cinesi dovranno montare una sopra l’altra :-)

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

 dragor

Ma Alberto, sul mio blog ho già raccontato una quantità di storie d'amore, compresa la mia.

dragor (journal intime)

Edelweiss

Uffà, così non romperanno più...
Edelweiss

umberto novara

Dragor, tu che sei un esperto in civiltà,culture mondiali, se il nostro amatissimo Berlusconi avesse raccontato quella barzelletta,con relativo finale, mentr'era in visita dal suo amico Gheddafi (dopo l'invito di questi alla conversione all'islam) quanti punti di sutura,o quintali di cerone, avrebbe dovuto farsi spedire dall'Italia?

 dragor

Ti sbagli, Edelweiss. Romperanno molte altre teste. Sakineh è soltanto una delle tante

dragor (journal intime)

 dragor

Caro Tmberto, forse non sono aggiornato. A quale barselletta ti riferrisci, precisamente?

Ciao

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.