La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Il presidente cinese a Nizza! | Principale | Quei cristiani sacrificati »

09/11/10

Commenti

Pim

Sottoscrivo. Sarebbe una soluzione di buonsenso, assolutamente praticabile, credo soddisfacente sia per La Stampa che per noi. Ignoro le ragioni per cui il giornale non ci abbia pensato, visto che l'informazione ormai viaggia perlopiù sul web, ma presumo siano economiche (razionalizzazione di risorse). In ogni caso, se ne può discutere...

Alex

C'est inéluctable, Dragor. Putain, ça fait six mois que tu as reçu cette lettre et tu es encore en train de procrastiner.
Pourquoi n'as tu pas encore ouvert un blog en parallèle en y transférant le contenu de ton blog ?
On fait une sauvegarde de son blog sur son ordinateur puis on importe la sauvegarde sur le nouveau blog....
Quant à la visibilité, il existe des centaines d'outils pour se faire référencer, non ?....
Alex

Homing Pigeon

ciao Dragor,

probabilmente può aver ragione Alex a dire che è ineluttabile. Difficile (ma, nella speranza degli eterni sognatori, non impossibile) che La Stampa ci ripensi, perchè più che una questione economica si ha la sensazione che si tratti di uno scarso interesse nei confronti del fenomeno dei blogger. Poi spero di sbagliarmi, ma io l'ho percepita così.

Sempre per stare al commento di Alex, capisco la riluttanza di Dragor : veder chiudere un blog come il suo significa perdere non solo cinque anni di racconti (che sono facilmente salvabili e poi, con comodo, trasferibili su un'altra piattaforma - sì, ma con che tempi e dispiego di energie??), ma anche una serie quasi infinita di commenti, contributi, scambi di pareri, perfino insulti, tutto quello che ha emozionalmente generato l'interazione di scrittori per caso e lettori forse ancor più per caso.

E in quanto al caso che porta lettori qui, Alex, vero che ci sono centinaia di modi di farsi conoscere. Ma una home page su La Stampa porta lettori, e molti. Va ammesso. Peccato che tra poco non ci sarà neppure più quella, se ho interpretato bene le parole di un'altra blogger, Amanda.

C'è un po' di marasma insomma, in questo momento.

Aspettiamo le risposte della redazione, e poi vedremo come proseguire...

Grazie Dragor per aver riportato a galla l'argomento.

HP

Amanda

Il 17.11.2010 è l'anniversario del mio blog, cinque anni che sembrano volati via come secondi. Aspettavo questa importante data per parlarne. E' stato un bel viaggio, con dei compagni-blogger meravigliosi... non riesco a dire altro, troppe emozioni...

Pim

HP dice bene: alla base della chiusura c'è un fattore economico, comprensibile, ma altrettanto evidente appare il disinteresse ormai cronico che La Stampa ci riserva. L'aggiornamento sporadico e casuale dei blog in home page ne è la prova provata.
La proposta che fai, caro Dragor, andrebbe dunque subordinata a una richiesta di chiarimenti con la Redazione. Verrebbe accolta?
In ogni caso noi siamo qui.

bourbaki

dragor sei tutti noi! :)
bourbaki

 dragor

Pim, il disinteresse è evidente anche per il fatto che qui si manifestano tutti meno la direzione, che pure è chiamata in causa.
____________________________________________________
Merci du conseil Alex, mais mon problème principal est la sauvegarde de l'adresse. Si je change d'adresse, je perds tous les links de Google, des lecteurs et des sites. C'est pour ça que je demande à la Stampa de renoncer à l'expulsion et se borner à l'upgrade payant.
______________________________________________

Grazie a tutti per la visita e i commenti, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

Alberto

Caro Dragor, spesso la tecnologia ci sopravanza e ci fa sentire obsoleti. Quelli della mia generazione ascoltavano musica coi dischi in vinile, i trentenni l’ascoltavano su Cd, oggi si usa solo il lettore Mp3 o l’Ipod. Ma il progresso spesso ci fa perdere cose preziose. Il tuo blog che è durato quasi 5 anni ha scritto pagine preziose. Spero che non vadano perdute, spero che tu possa migrare in un’altra piattaforma portandoti dietro tutto il tuo archivio.

Tuttavia è vero che i social network hanno un’arma in più. I tuoi post (ebbene sì, puoi postare anche su FB) avranno sicuramente un pubblico più vasto. Il resto non cambia: c’è sempre la possibilità di commentare e di discutere, proprio come oggi.

Ad un nuovo inizio!


 dragor

Ciao HP, grazie per essere intervenuto. Si', il trasloco del mio blog non sarebbe facile, con 1700 post e oltre 20.000 commenti. Ma lo farei volentieri se potessi conservare l'indirizzo. Come dico ad Alex, il danno peggiore sarebbe la perdita di tutti i link di Google, dei siti e dei lettori. Sarebbe come ripartire da zero. Io non credo che la Stampa accdetterà la mia richiesta, ma preferisco andarmene senza rimpianti. In ogni caso l'upgrade su typepad non dovrebbe essere troppo complicato.
____________________________________________________

Amanda, aspetta a scrivere l'epitaffio, non siamo ancora morti :-))
_____________________________________________________
Grazie, Bourbaki. E voi siete tutti me. Cerchiamo di non disunirci. In caso estremo estremo ci ritroveremo su FB e studieremo qualcosa
__________________________________________________

Grazie a tutti per la visita e i commenti, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

Tesea

Forza Dragor & C.,
Sono con tutti voi.
Tesea

 dragor

Grazie per l'apprezzamento Alberto. E' vero, ogni cosa fa il suo tempo, ma credo che i blog siano ancora vitali. Perché per Le Monde si' e per La Stampa no? Se lanci un post sul blog, il tuo pubblico è il mondo intero. Su FB sono gli amici e gli amici degli amici. Una piattaforma di blog è il giusto complemento di ogni giornale.
Ciao, a presto

dragor (journal intime)

 dragor

Grazie cara Tesea

dragor (journal intime)

Alberto

Dragor, non sottovalutare la potenza di Facebook!

marianna

Caro Dragor, sono del tuo parere ma LA STAMPA non ci ascolterà.
Pensiamo da adesso invece come organizzarci.
Rispondimi per e-mail.
Buon pranzo!
Marianna

I commenti per questa nota sono chiusi.