La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Due passi nel delirio | Principale | Palestina, proibito pensare »

06/12/10

Commenti

marianna

Simpaticissimo racconto di fatti che tuttavia denunciano una situazione davvero incresciosa per gli ivoriani.
Le cose sarebbero, infatti, dovute andare molto diversamente in considerazione delle urgenze, che ci sono state e ci sono, dopo anni di guerra civile, destabilizzazione e decadenza nel Paese.
A te, come sempre, complimenti!

Un abbraccio affettuoso e buona settimana.
Mariana

Pim

Piccola considerazione. Senza te e Marianna, sarebbe quasi impossibile venire a conoscenza di vicende e persone appartenenti al continente africano: Siete gli unici che fate informazione in questo senso. I media hanno mostrato un qualche interesse, peraltro folcloristico, ai tempi del Mondiale e poi smesso di occuparsene. "Africa, unica mia alternativa", diceva PPP: l'Africa è lo specchio del mondo in cui viviamo.

Buona giornata, ciao.
Pim

Edelweiss

Non era difficilissimo immaginare che anche questo simulacro di elezione si sarebbe tramutato in farsa.
Edelweiss

dragor

E' vero Pim, grazie di averlo osservato. Mentre da noi i giornali riportano gli eventi della Costa d'Avorio in prima pagina, in Italia vengono praticamente ignorati. Direi che per l'Africa si puo' usare la definizione che Graham Green aveva dato della Sicilia relativamente all'Italia: "Africa is Europe once more".

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

dragor

Grazie, cara Marianna. Come osserva anche Pim, il tuo blog è insostituibile. Spero che lo salverai in modo da lasciarlo a disposizione dei lettori e e magari un giorno poterlo continuare.
Il mio PC è in panne, scrivo da fuori. Proprio adesso che stavo per fare l'upgrade... :-(
Un abbraccio affettuoso, a presto

dragor (journal intime)

dragor

Edelweiss, sarebbe stato difficilissimo immaginare il contrario

dragor (journal intime)

Giovanna

Caro Dragor, io sono stata in Costa d'Avorio proprio in occasione delle elezioni, sia nel primo che nel secondo turno. Ti devo fare i complimenti per la dissacrante capacità di sintesi con cui hai raccolto i punti davvero centrali della questione e soprattutto con quel piglio surreale che rispecchia realmente e senza eccessi la situazione che ho avuto modo di osservare. Sono felice di vedereapparire un articolo che ne parli, visto che nei giornali italiani spesso è difficile trovare una pagina di esteri che consideri "estero" anche tutto ciò che va oltre il comune di Roma...! Complimenti ancora e... please, go on!

drqgor

Grazie per l`apprezzamento, cara Giovanna. Conosco l`Africa perche` ho vissuto a lungo in Rwanda e in Burundi. Se guardi a sinistra nell`elenco delle categorie sotto la voce Rwanda, troverai i miei post sull`argomento

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

Marinella da Durban R.S.A.

Condivido quando scritto da Pim sia per te Dragor che per Marianna, inoltre vorrei anche dire che se una piccola parte di noi italiani che viviamo in Africa aiutassimo tramite i blog e ora anche FB o Twitter a diffondere nel bene e nel male quello che succede in questo grande Continente qualche verita' in piu' verrebbe a galla.
Ho come l'impressione che gli italiani che vivono da tanto tempo in qualsiasi Paese africano si sia adeguato al sistema oppure si goda i privilegi e se ne stia fuori sia dalle problematiche Italiane e Africane.
C'e' tanto egoismo fra gli esseri umani e percio' quando il tuo orticello e' bello chissenefrega se quello del vicino e' pieno di erbacce!
Cosi' non si costruisce la Pace e l'Uguaglianza.
Per quanto riguarda la Costa d'Avorio la situazione e' sempre piu' preoccupante e il prossimo anno avremo anche lo Zimbabwe nelle stesse condizioni, il discorso fatto qualche giorno fa dal Ministro della Difesa a tal proposito la dice lunga di come intendono la Democrazia da queste parti.
Marinella

I commenti per questa nota sono chiusi.