La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« La chiesa, nemica dell'italia | Principale | Come sopravvivere nel paese dei crocifissi »

18/03/11

Commenti

Marinella da Durban SA

Carissimo Dragor, che strana mentalita' quella di crescere una femmina che deve a tutti i costi imparare a fare la "FEMMINA" per poi magari ritrovarsela fra le BUNGA BUNGA GIRLS e i maschi che devono esprimere tutto il loro "MACHISMO" fino a ritrovarsi dei bulli, violenti e criminali.
Fin da piccoli i miei figli hanno giocato con i lego, vari robottini, tanti giornaletti, topolino, puzzle, automobiline ecc. non ho mai comprato loro spade, pistole, fucili, non ho mai voluto che si mettessero le mani addosso per qualche disputa fraterna, l'unico contatto fisico lo hanno avuto in palestra con judo e karate, discipline di difesa ma non di attacco.
Sono stati spesso oggetto di prese in giro o di bullismo ma ho cercato a tutti i costi di interagire con la scuola e i genitori di chi li offendeva.
Non ho mai cambiato canale alla vista di un bacio ma non hanno mai guardato la tv dopo le 21,30 di sera se non con la nostra presenza, ora sono due adolescenti tranquilli, hanno l'uso del linguaggio per difendersi e lo esplicano molto bene senza essere volgari.
Non siamo sicuramente genitori perfetti con cio', pero' sappiamo che vivono il loro sociale educatamente e civilmente, gia' questo e' una sicurezza per il loro futuro di uomini che dovranno confrontarsi con tante culture e in qualsiasi angolo del mondo vorranno vivere.
Sappiamo perfettamente come genitori che il nostro compito non e' finito finche' non prenderanno la loro strada autonomamente ma non smarriranno la strada mestra che gli abbiamo indicato.
Un abbraccio da Marinella

 dragor

Cara Marinella, ho educato mia figlia più o meno allo stesso modo. Certo, di solito una bambina non gioca con spade e fucili, ma a scuola ha dovuto imparare l'autodifesa per non essere taglieggiata dai maschi e tiranneggiata dalle femmine. E' il prezzo da pagare in una società dove la violenza è moneta corrente perfino in certi film per bambini.

Un abbraccio, buon weekend, grazie per la visita

dragor (journal intime)

Marinella da Durban RSA

Carissimo Dragor, io femmina ho avuto gli stessi problemi di tua figlia, ho menato le mani con le unghie e con i denti anche contro la mentalita' retrograda di come crescere i maschietti e le femminucce.
Ho deciso allora che un giorno quando sarei diventata genitore i miei figli sarebbero stati educati allo stesso modo senza distinzione di sesso, abbiamo una testa, due mani, due gambe insomma siamo uguali in tutto e per tutto anche nei rapporti sessuali perche' le responsabilita' sono per entrambi e non come la maggior parte dei genitori pensa che un maschio possa tirarsi su i pantaloni senza pensare a cosa ha lasciato nel grembo di una femmina, che invece deve stare attenta a non rimanere incinta. POVERI FESSI, i figli si fanno in due!!!!
FARE L'AMORE E NON FARE LA GUERRA .... DA UN'ETERNA E TESTARDA PACIFISTA LAICA

Buona domenica, Marinella

marianna06

Viviamo in Italia in un Paese di dementi.
Questa notizia riguardante la LEGA non la conoscevo.
Che dire!!!!
Sempre ovviamente preferibile l'AMORE alla GUERRA quando questa, sia pure fiction, diventa palestra di violenza sopratutto per i minori.
Con danni conseguenti.
Buona domenica, carissimo.
Un abbraccio.
Marianna

dragor

Cara Marianna, l'idiozia della Lega non ha confini. Quando credi che abbiamo sfondato il muro della cretineria, riecono a spostare il limite un po' più in là!

A presto, un abbraccio

dragor (journal intilme)

Pim

Resta da dimostrare che le scene violente viste in TV siano generatrici di comportamenti violenti, altrettanto dicasi per le scene d'amore: gli occhi dei bambini non conoscono malizia, che invece è tipica degli adulti...

Ciao Dragor, buona serata a te e famiglia.
Pim

I commenti per questa nota sono chiusi.