La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Il muro messicano | Principale | Il dio dei bianchi »

18/05/11

Commenti

Marinella da Durban RSA

Carissimo Dragor, l'ennesimo esempio che vivere o studiare in Occidente non cambia la mentalita' tribale degli Africani. Non so questo da cosa possa dipendere, posso solamente fare delle mie congetture personali in merito proprio perche' io sono nata e cresciuta in una parte del Mondo libero e non ho vissuto colonizzazioni, schiavitu', segregazione razziale ecc. ecc.
Da queste persone ci si aspetta un grande odio nei confronti dei bianchi ma non sicuramente l'odio per i propri fratelli che hanno subito tutti lo stesso passato.
Delucidami tu che sei molto piu' esperto di me avendo sposato un'africana.
Marinella

dragor

Cara Marinella, forse negli altri paesi africani il tribalismo e' radicato nella cultura, ma non e' il caso del Rwanda. Certo, nel corso dei secoli non sono mancate le guerre, ma si combatteva per la terra, per le vacche, per le donne. Nessuno ammazzava un Tutsi, un Hutu o un Twa per il solo fatto che fosse un Hutu, un Tutsi e un Twa. Il tribalismo rwandese e' stato inventato dai bianchi per imporre il loro potere mettendo un'etnia contro l'altra e nasce nel 1957 con il "Manifesto dei Bahutu" redatto dal vescovo svizzero Perraudin, la base ideologica dell'Hutu Power. Si tratta di un movimento squisitamente politico.

Un abbraccio da Remera, il mio quartiere a Kigali

dragor (journal intime)

marianna

Carissimo Dragor, io mi auguro che il processo si celebri presto, appunto a giugno, e che il verdetto per Victoria sia onesto.
Tutto qui.
Tu che sei sul posto potresti chiedere alla gente cosa ne pensa di questa detenzione.
Sarebbe interessante se gli intervistati, magari al mercato, non sono di parte.

Un abbraccio affettuoso e a presto.
Marianna

dragor

Cara Marianna, al mercato non sanno nemmeno chi sia Victoire Ingabire. E che cosa intendi precisamente per parte? Si tratta di un caso politico, non etnico. A qualunque etnia appartengano, i democratici sono contro Victoire, i nostalgici pro. Ho verificato da tempo, la mia casa e' frequentata da tutti.

Un abbraccio, a presto

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.