La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« I giornalisti rwandesi contro Reporters Sans Frontières | Principale | Sull'humour »

11/05/11

Commenti

marianna

Simpatica la scena al cyber-café ma...
Io non credo ai miracoli, perché penso che siamo solo noi a farli con il nostro impegno, quando si verificano.
Solo che, a proposito Woytjla,...mi piacerebbe che quanto tu dici venisse ufficialmente provato e fosse di dominio pubblico.
Così, nonostante la documentazione cui tu fai riferimento, a me pare un po' pochino per addossargli tutte le colpe di cui tu lo ritieni reo.
Che poi l'Istituzione, cioé Santa Romana Chiesa, abbia le sue mani in pasto a proposito dell'aver attizzato l'odio etnico pro domo sua e il conseguente genocidio, non ho difficoltà a ritenerlo credibile.
Buona giornata, amico mio.
Sempre con affetto.
Marianna

giacomino

Infatti,capisci che oggi ho cambiato pseudonimo, parli di miracoli e poi del papa assassino, saltando sui tuoi punti fissi. Ridi che fa bene, ricordando,tu che citi come fonte sempre i giornali, di cui non dubiti mai, che quella frase era su un giornale, con nome del giornalista. Ora visto che dimoravi non molto lontano rivolgiti all Commissione di Lourdes, informati, anzi presentati a queste persone, e ... dopo averle guardate in faccia ... una sonora sghignazzata, anzi una pernacchia , il solito tuo cervello ... che non va oltre. Forse qualcuno andrà a rileggersi ciò che ho scritto ... e "dov'è l'ipocrisia?" Un dubbio : ma sai leggere e qual era il tuo livello di comprensione di un testo scritto? Chi vuole, ed ha pazienza,può rilrggersi il tutto. Forza con altre pernacchie, visto che sarai convinto che quei signori si riuniscono come te nei cybercafè,in mezzo ad ubriaconi,... con i tuoi risultati.

c'era una volta

C'era una volta qualcuno che scriveva post di un certo rilievo,per contenuto e non meno per eleganza stilistica; ora non più ( problema senile? chiodo fisso, ripetitività, sordità ...). C'era una volta qualcun altro altro che credeva si potesse dialogare seriamente ( ad obiezioni serie, risposte di uguale livello,sulle stesse); ora non più: ricorso alla battuta , al richiamo di quell'aspetto che consente quanto sopra - come il contenuto odierno da cybercafè, immagine ritoccata compresa ( che svela la realtà: ritoccare,inventare, partendo da una base reale ):ripetitività e sordità agli argomenti altrui. C'era una volta chi sperava di essere "accettato" ,salutato, per i suoi argomenti seri, mentre trovava quanto detto sopra. C'è questa volta qualcuno e qualcun altro che devono confrontarsi con semplici battute, ricorrere al riso ... C'era una volta, c'è ora ... ora ... ora ... ora solo la curiosità per vedere fino a quanto uno si supera,ripetendosi, ai massimi livelli. Almeno una macchina androide se dà fuori si blocca ... ma il cervello la supera: dà fuori, dà fuori,dà fuori ... ripetere ...ripetere ... ripetere ... come quei signori che preparavano il terreno razziale , per comvincere più se stessi che gli altri ... ripetere, accusare;ripetere ,accusare ; ripetere,accusare : così si creano i mostri e si crea chi deve credere a questo.

dragor

Cara Marianna,nei miei post sono stato chiaro: Wojtyla ha una responsabilita' morale per il genocidio, avendo proseguito la politica di apartheid etnico della chiesa,come dire la
politica genocidaria (l'ha proseguita senza mai ravvedersi durante i massacri di cui e' costellato il regime e anche dopo il grande genocidio del 1994). E una responsabilita' DIRETTA per la protezione ai preti assassini. Ci metterei la mano sul fuoco. 2 prove fra le tante: ha nascosto Seromba perfino in Vaticano per sottrarlo alla giustizia e l'ignobile commento che ha proferito in occasione della condanna delle suore Gertrude e Maria Kisito,da lui protette fino all'ultimo, colpevoli di avere bruciato 7000 persone nel loro convento.
La chiesa di Roma non ha attizzato l'odio etnico,lo ha creato. Prima non esisteva.

Un abbraccio,a presto

dragor (journal intime)

Alberto

vedo che ti brucia ancora...

dragor

Giacomino,ma che cosa dici? I nostri cybercafe sono frequentati benissimo, ci sono studenti che preparano la tesi e blogger che leggono i blog. Molto meglio di molti cybercafe europei. Se capita un ubriacone, chiamano subito la polizia. Kigali e' piu' ordinata di Zurigo e piu' pulita di Ginevra.
Sono stato a Lourdes e devo dire che non mi ha entusiasmato.I nostri stregoni fanno cose che a Lourdes se le sognano. E anche qui ci sono commissioni che giurano che sono vere.

Un saluto da Kigali

dragor (journal intime)

dragor

Si', Alberto, quella del miracolo e' troppo forte

dragor (journal intime)

giacomino

Come volevasi dimostrare: confrontare “ Scritto da: c'era una volta | 12/05/11 a 13:37 “ con “Scritto da: dragor | 12/05/11 a 13:55 “ . Rileggere: “Scritto da: dragor | 12/05/11 a 13:55 “ ( *** citazione da “c’era una volta -per aiutare chi vuole risparmiare la fatica di saltellare col mouse , ma si può controllare -:” ora si aprirebbe il discorso sul miracolo, nel suo giusto significato: non è l’assurdità di qualcosa che distrugge la legge di natura – come un sasso lasciato libero e che rimane sospeso in aria. E’ una esperienza straordinaria,molto bella, che viene collocata –trovandosi in un certo contesto – in quell’orizzonte di “senso della vita” che uno liberamente sceglie,non impone. Giudica tu quindi tutte le battute di Dagor sull’ “inventato” per fini così sciocchi,ingannare la gente. Se è una reazione a certi atteggiamenti superficiali, lo si può capire” ). Visto che hai scritto ( e su qui è stata l’osservazione del mio intervento,osservazione che ti guardi bene dal richiamare nella tua risposta,come il tuo solito NON-IPOCRISIA) *** ” mi capita di leggere questa frase: “l’iter laborioso che viene seguito dalla Chiesa prima di parlare di ‘miracolo”. Visto che l’hai scritto forse al suono diquella pernacchia, ti domando ( e se mi rispondi,per carità non farne un “ cenno NON-IPOCRISIA”) per la seconda volta: nel tuo viaggio a Loudes ti sei informato,o presentato davanti a quella commissione?
Allora niente “iter laborioso” : ultimo caso 12 Aprile 2002-29 Aprile 2011 ( si tratta di pochi secondi? “miracoli” alla velocità della luce? ). Ora ti riporto la citazione del caso ( risparmiati dal dire che è un passo indietro perché è quello che si è sempre sostenuto nella chiesa su questo problema ) : “Da ieri c'è il miracolato numero 68. Si chiama Serge François, un artigiano di Angers in pensione …Ieri il suo vescovo, Emmanuel Delmas (che, ironia della sorte, è medico di formazione) ha solennemente riconosciuto il carattere «remarquable» della guarigione, senza parlare di «miracolo». «Ma per me non c'è dubbio - spiega monsignor Delmas al Figaro -. Avrei potuto usare il termine "miracolo". Tutto permetterebbe di farlo, ma mi sembrerebbe un po' presuntuoso». *** Commenta il giornalista, autore dell’articolo ,ALBERTO MATTIOLICORRISPONDENTE DA PARIGI: “L'eufemismo del prelato si spiega con le prudentissime regole della Chiesa in materia di guarigioni, ulteriormente irrigidite nel 2006. Il primo passaggio è la visita da parte dell'équipe medica di Lourdes, per due anni diretta da un italoamericano, Alessandro de Franciscis, che ha esaminato 38 casi nel 2009 e 33 nel 2010. La commissione prende in considerazione l'intero dossier clinico, ordina nuovi esami e lascia passare altro tempo, perché la guarigione dev’essere «permanente». Poi, se tutto risulta convincente, dichiara una «guarigione constatata». Per passare allo stadio successivo servono altre due indagini. Una è ancora scientifica, con gli esami di due collegi medici - il secondo internazionale - che si riunisce a Lourdes una volta all'anno. L'altra è religiosa, effettuata da una commissione diocesana presieduta dal vescovo del «miracolato», che esamina gli aspetti spirituali della guarigione e del guarito. Se anche questa è d’accordo, la guarigione è «confermata», come nel caso dell’artigiano di Angers. Adesso gli manca la terza tappa, la «guarigione ratificata», la sola che, secondo il diritto canonico, permette di parlare di «miracolo».
*** Ora al tuo livello di BATTUTA SGHIGNAZZANTE, che ho evitato questa mattina per non darti esca, ma che me ne dai tu … e continuiamo a questo livello ( così mi risponderai sulla battuta – tu persona seria – non su quanto detto prima : hai scritto ( dato che non ti conosco) qualche giorno fa che sei Ruwandese; non è per caso che eri uno STREGONE RUWANDESE e la tua è solo tutta invidia, dato che i miracoli li sai fare solo tu, come il mago Otelma … di cui puoi leggere in quella pagina ?

*** ^^^^ Rimane un secondo problema: il “miracolo” indicato nel processo di beatificazione ( quello più breve di papa Wojtyla, 6 anni , di fronte ai 12 di sopra : qui si parla di un segno ritenuto degno di considerazione nell’iter della causa – e ti ricordi che ti ho sfidato di scrivere ai giudici che vi lavorano, e di trasmettermi il tuo scritto, cosa cui hai opposto un rifiuto …?)

giacomino

Ora, data la mia curiosità innata, mi puoi informare sulle commissioni degli stregoni? Qual è il loro iter? Mi dai il loro indirizzo di Kigali ( non vorrei che tu fossi loro presidente onorario , e la tua modestia mi tenga all'oscuro ).

Marcello

Come al solito, si parla di miracoli e puntualmente il discorso cade su Lourds.

Lourds è una gigantesca truffa, e chi gestisce l’aflusso di pellegrini dovrebbe essere arrestato per abuso della credulità popolare.

MI spiego: l’organismo dispone di risorse naturali che gli consentono di riparare i danni e di guarire spontaneamente entro certi limiti. Neanche Il virus Ebola, che è il più pericoloso che si conosca, uccide il 100% dei contagiati, ma si ferma al 90%. In tutte le malattie, dal raffreddore al cancro, c’è sempre una percentuale di guarigioni spontanee a prescindere dalle cure mediche (se non fosse così ci saremmo già estinti da un pezzo).
Perciò guarire da una malattia, per quanto grave, rientra nei novero dei “miracoli possibili”, e quelli che avvengono a Lourds sono TUTTI “miracoli possibili”

Altre guarigioni sono intrinsecamente ipossibili perche superano le capacità di rigenerarsi dell’organismo.
Far ricrescere un mignolo finito nel tritacarne o un appendice asportata dal chirurgo è un “miracolo impossibile”, e infatti non è MAI successo, ne a Lourds ne altrove.
Emile Zola osservava che “tra gli ex voto ci sono molte stampelle ma nessuna gamba di legno”

Già il fatto che capitano solo miracoli possibili dovrebbe far sospettare che ci sia la fregatura… ma i cristiani non sono gente particolarmente diffidente, e i preti conoscono i loro polli.
Il vescovo chiama fior di medici ad esaminare i casi di guarigione, e con l’avallo della scienza ufficiale strombazza che il malato era malato e che ora è gurito. Non c’è trucco non c’è inganno, signori e signori: ecco qua il certificato medico!

Si ma... in quanti guariscono? dopo quello di ieri sono 68, (come faceva giustamente osservare il commentatore sopra), ma ci sono circa 100 milioni di pellegrini che sono stati a Lourds e non sono guariti affatto, quindi la percentuale di guarigioni e pari a 0,000000068% (meno di un caso su un milione).

Si tratta di una percentuale molto più bassa della media di guarigioni spontanea dalle forme di cancro più gravi, per esempio, che è mediamente di un caso su 100.000.

Insomma a Lourds si muore di più che a casa.
Se credessi nel soprannaturale parlerei della “Maledizione di Lourds”, farei allontanare tutti i pellegrini e chiuderei l’accesso alla Grotta della Madonna Assassina facendo saltare l'entrata con la dinamite.

e allora?

"Insomma a Lourds si muore di più che a casa" quindi è criminale come il papa assassino ... " facendo saltare l'entrata con la dinamite " da autentico galantuomo che rispetta la libertà altrui.

Marcello

Ma dai, è una iperbole... ma ti pare, non farei mai saltare la grotta.
E poi ho scritto "SE credessi nel soprannaturale". Ti sembro forse uno che crede al soprannaturale?!

...al massimo verserei una cisterna di guttalax nella fonte che usano per riempire le bottigliette. Visto che le vendono a 2 euro l'una, che almeno facciano qualche effetto.

una risposta.

Visto che un cristiano,nel corso della storia COME OGGI ( lo sarà anche domani) di sputi in faccia è abituato a prenderli ( l’hanno fatto prima con nostro Signore, da loro “inventato”, fonte Dragor), vediamo di mettere accanto questo mio commento a quello di Marcello ( che sa essere serio, e quindi degno d’attenzione ). COME GIA’ sottolineato altrove si mettano a confronto i testi ( forse si capirà che io non sono uno che crede ai miracoli, come un mentecatto : ho solo cercato di fare delle precisazioni. Tra l’altro, Dragor mi aveva definito uno scettico – sulla questione del papa. Lo sono anche su questo tema :cerco di capire e di precisare. A Lourdes non sono mai stato, rispetto l’atteggiamento di moltissimi che ci vanno,magari in condizioni di salute molto gravi … la loro sofferenza è degna di rispetto, non di irrisione.)

1) …“Puntulamente il discorso cade su Lourdes”: ho fatto riferimento a questo perché le informazioni ( su cui sono sempre ‘scettico’, ma non irrido)dicono che c’è una commissione seria, ecc.ecc. mentre Marcello: “ i preti conoscono i loro polli … il vescovo chiama fior di medici ad esaminare … non c’è trucco né inganno,signori e signori:ecco il certificato medico “!) .Dragor è meno sottile: la pernacchia col coro attorno: “ho trovato un tizio che crede ai miracoli.“, ho detto. Ha sghignazzato anche lui e il suo vicino gli ha chiesto il motivo. Lui glielo ha detto e dopo un momento stava sghignazzando tutta la fila. L’ilarità si è comunicata alle altre file e dopo un momento stava sghignazzando tutto il cybercafè, sghignazzavano perfino i passanti all’esterno e ci mancava poco che ridesse tutta Kigali. Incredibile, c’è qualcuno che crede ai miracoli “
2) La percentuale di guarigioni ( miracoli possibili, come correttamente,finalmente!, dice Marcello ) meno di un caso su un milione, 68 dal 1858 ad oggi, FA CAPIRE il valore-significato dell’irrisione di Dragor sull’ “iter laborioso” o “lungo iter di controlli” ..”mi capita di leggere questa frase: “l’iter laborioso che viene seguito dalla Chiesa prima di parlare di ‘miracolo’”. ( A dragor si chiedeva qual era il suo livello di comprensione di un testo scritto !!, a Marcello non lo chiedo).
3) Marcello scrive : “ Far ricrescere un mignolo finito nel tritacarne o un’appendice asportata” … cioè allo stesso “livello” del sasso sospeso per aria ! ricorda? ( “ora si aprirebbe il discorso sul miracolo, nel suo giusto significato: non è l’assurdità di qualcosa che distrugge la legge di natura – come un sasso lasciato libero e che rimane sospeso in aria.”)

4) Il contenuto di fondo dell’intervento di Marcello, percentuali guarigioni inspigabili, più di quelle di Lourdes, non è nuovo : lo ha già fatto Odifreddi che è un matematico (anche se mangiapreti, come qualcun altro) di notevole livello. L’ho visto e sentito alla TV dove,tempo fa era una star,presso Augias. Che a Lourdes ci siano “guarigioni spontanee che altri chiamano miracoli”, …ad un “miracolato”poco importa: importa che sia guarito. DUEMILA ANNI FA: a)..” so una cosa sola:che ero cieco ed ora ci vedo… ἓν οἶδα, ὅτι τυφλὸς ὢν ἄρτι βλέπω … unum scio quia, caecus cum essem, modo video ”. Gv.9,25). b) .Pochi giorni fa’ **: Francois :” A chi chiedeva spiegazioni dicevo che la medicina fa progressi … non ho risposte. Né so cosa dire a chi non crede. Mi dispiace per lui e basta.” ** : vescovo di Anges,Emmanuel Delmas,carattere ‘remarquable’ della guarigione. ( articolo di La Stampa che non hai letto, vedendosi bene Marcello di scendere all’edicola e prendere il giornale)
^^^ Ho detto che anch’io sono scettico : leggo,rifletto,cerco di capire. Terminavo,scrivendo:” Giudica tu quindi tutte le battute di Dagor sull’ “inventato” per fini così sciocchi,ingannare la gente. Se è una reazione a certi atteggiamenti superficiali, lo si può capire .” Non ritengo però corretto dire come Marcello:” Il fatto che capitano solo miracoli possibili dovrebbe far sospettare che ci sia la fregatura “ … la fregatura FORSE ( con rispetto anche a loro) la fa mago Otelma o lo stregone Rwandese … io credo che il significato dell’atteggiamento di Lourdes sia quello della pietas di antiche origini . ( chi porta a casa l’acqua benedetta… non è un pazzo, un imbroglione, ecc.ecc. è una persona che ha quell’atteggiamento … altri magari portano a casa, dopo un concerto, il ricordino del loro idolo cantante … e nessuno li prende in giro… mi passi l’esempio !) . E qualche guadagno c’è nell’un caso che nell’altro, meglio che guadagnare frodando il fisco, cosa che io non ho mai fatto. ORA IMMAGINO NON MARCELLO, MA IL GRANDE DRAGOR CHE STAMATTINA ( per questo intervengo presto, anche se ho poco tempo,sempre di fretta) LEGGA SUL SUO PORTATILE,nel cybercafè, queste mie parole,con persone accanto… pernacchie, risate a crepapelle, dentro,fuori,tutta Kigali,anzi tutto il RUWANDA … ed io mi asciugo la faccia da quella sputata, consolato dal fatto che Marcello ha,altrove avuto il coraggio di chiedere scusa, di cui volevo ringraziarlo:lo faccio ora). IO,scettico impenitente, che vuole capire… non PERNACCHIARE,… e sono CALMO, caro Marcello,come tu ieri sera quando scrivevi.


dragor

Caro Una Risposta, di solito i cristiani sono molto piu' bravi a sputare che a prendere sputi, quando non usano armi piu' letali di un volgare lancio di saliva, vedi le Crociate, il Rwanda, le guerre di religione, l'Inquisizione o il cattolicissimo genocidio degli amerindi. In ogni caso adesso, con la protezione dei preti assassini (vedi il mio ultimo post "Il prete perde il pelo ma non il vizio") , la continuazione della politica genocidaria e il negazionismo, ci state virtualmente sputando in faccia.

Il fatto che venga validato un miracolo su un milione non significa che il miracolo esista realmente. L'apparente "laboriosita'" e' soltanto fumo negli occhi per rendere le convalide piu' credibili. Affidare le inchieste sui miracoli alla Chiesa o a medici prezzolati e' come affidare un'inchiesta sui pedofili ai pedofili. Tireranno chiaramente acqua al loro mulino.

Sono d'accordo sulla pietas. L'autosuggestione puo' fare "miracoli". Ma sono scientificamente spiegabili. Io stesso mi sono guarito da una forma grave di malaria suonando Bach.

Per oggi niente pernacchie. Un caro saluto

dragor (journal intime)

una risposta.

L'apparente "laboriosita'" e' soltanto fumo negli occhi per rendere le convalide piu' credibili. Affidare le inchieste sui miracoli alla Chiesa o a medici prezzolati e' come affidare un'inchiesta sui pedofili ai pedofili. Tireranno chiaramente acqua al loro mulino. Un piccolo sputo poco riuscito : tra i prezzolati ci sono anche medici atei, l'iter laborioso è documentato da raccolta cartelle cliniche, relazioni, ripetizione di accertamenti, ecc.ecc. ( così si legge nell'informazione giornalistica ). Livello di comprensione di un testo scritto: se il "miracolo" è il dito tritato,l'appendice asportata,il sasso sospeso per aria ... siamo sempre lì ... ed il dialogo tra sordi continua, anzi saltare dai "miracoli" allle Crociate,ai genocidi,ai pedofili ... "penacchia virtualmente" sconfessata, forse causa asma incipiente, o mancanza di pubblico?

I commenti per questa nota sono chiusi.