La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« La donna rwandese | Principale | Le serate di Marguerite »

30/05/11

Commenti

Alex

Un mago distratto. Una volta finito di seminare l'erba c'è un verbo magico che avrebbe dovuto pronunciare il mago dell'erba, una piccola formula magica : Bene, adesso annaffiamo !
Alex

alberto

consiglio di seminare gramigna, quella spagnola a foglia larga. sopporta bene il caldo e non richiede molte cure (parlo per esperienza peruviana) e ti fa un prato bellissimo

Pim

"... da noi non lavora nessuno, tutti assumono qualcuno che lavora per lui". Tutto il mondo è paese! :-)
Spero solo che 50000 franchi rwandesi non siano molti...

Pim

Alberto

Forse era il mago di un'altra erba... Quella di "amici di Maria".

Ivano

Probabilmente il tempo di crescita dell'erba è proporzionale al suo futuro tempo di sfalcio. Vedere per credere: usano un attrezzo ricurvo che permette il taglio di 3 fili d'erba per volta, per cui se hai un giardino abbastanza grande devi sempre avere qualcuno che sfalcia, perchè quando ha passato tutto il prato, nel punto dove ha iniziato è già ora di ricominciare.

dragor

Alex, abbiammo innaffiato con tutta l'acqua disponibile e non e' spuntato nemmeno un filo! Mentre l'erba degli altri spunta anche senza acqua!
____________________________________________________________

No, Pim, non sono moltissimi, ma e' una questione di principio. Una truffa e' una truffa!
_______________________________________________________________

Alberto, almeno fosse vero. Se non altro, servirebbe a qualcosa
_______________________________________________________________

Sonod'accordo Ivano, pero' bisogna avere qualcosa da falciare. Per il momento non c'e' niente>>>

______________________________________________________________

Grazie a tutti per la visita e i commenti, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

marianna

Carissimo Dragor, io penso ragionevolmente che per avere il tuo bel prato verde devi metterti tu a dissodare la terra e poi piantare le zolle. Anche se sarebbe preferibile, dopo aver dissodato, seminare ed innaffiare e poi attendere con santa pazienza.
Senza però che animali ,tipo cani o gatti, vadano dove hai seminato.
Diversamente è difficile che tu abbia il tuo bel prato.
Altra possibile soluzione sarebbe quella di chiedere ai vicini a quale giardiniere si sono rivolti e magari ingaggiarlo.
Comunque ad occhio, anche se la foto lo fa vedere di lontano, a me sembrerebbero zolle di"Uganda", una qualità che inizialmente si presenta proprio di quel colore e poi diviene verde.Anche noi l'abbiamo avuta ma poi l'abbiamo sostituita con la"Dicontra", una specie di trifoglio, che ha il vantaggio di essere tagliata molto meno.
Vedi tu e fammi sapere.
Un abbraccioaffettuoso.
Marianna

dragor

Cara Marianna, grazie per i tuoi preziosi consigli. Avevo scordato che, come proprietaria di una casa individuale, hai molta esperienza di erba. Purtroppo da noi la scelta e' obbligata, non si trovano varieta' di erba in vendita. Il metodo piu' seguito e' quello di dissodare la terra, coprirla di zolle e di concime, poi aspettare che le zolle producano nuova erba. Secondo me il fallimento del mio prato diopende dal fatto che le wolle erano troppo rade. Ho visto la nascita di altri prati, completamente coperti di zolle che poi hanno effettivamente germinato. Comunque avevo gia' considerato il tuo consiglio. Chiedero' l'intervento di q2ualcuno dei giardinieri che si vedono all'opera nelle strade.
Grazie ancora per i consigli. Un abbraccio affettuoso, a presto

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.