La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Fever | Principale | La sindrome del machete »

29/06/11

Commenti

heil ,heil Dragor

Le affermazioni sul Nazismo e sul Mein Kampf ( lasciamo stare il corano,una cosa alla volta) sono degne di un colpo di sole ruwandese di 50 gradi all'ombra, o dei postumi di quella febbre a 40 gradi ( questo tono è doveroso per quanto hai scritto sul Mein Kampf e nazismo, e se io fosssi ebreo nipote di uno di quei poveretti sterminati in uno di quei Lager andrei oltre con la terminologia che ti si addice). Dopo il primo punto ( da ricordare nella tua replica sempre strumentale) ecco il secondo: se tua moglie e i milioni ( due,tre,quattro?) di ruwandesi fossero stati sterminati in una shoa tutsi-hutu nei campi di sterminio nazisti, avresti il coraggio, meglio la coscienza, di ripetere quanto hai scritto sul Nazismo,Hitler, e Mein Kampf, senza girare la frittata? CERTO, la "religione monoteista" il mostro in assoluto, la religione,la religione,la religione,... Ed aspettiamo che tu ci struisca che Hitler era cattolico, e lui agiva come missionario cattolico, peccato che era impotente e non poteva interessarsi ai bambini ( ma c'era Mengele,altro monoteista protestante, monoteista sempre). Heil,salvaci tu. Se ti interessa: io mi trovo alla frescura ,in montagna,ieri sera ha piovuto, e c'è un'arietta che ti ossigena a dovere.

dragor

Caro Heil, Heil Dragor, nell'agosto del 1988 io ho perso la mia moglie precedente, massacrata sulla montagna di Bugarama (Burundi) dai sanfedisti hutu aizzati dai missionari. Incidentalmente, gli assassini portavano il crocifisso appeso al collo.
Paragonare il Corano a Mein Kampf e' semplicissimo: basta leggerlo. E vedere i risultati sul campo e' altrettanto semplice: basta vedere i paesi dove il Corano ha carta bianca.
Certo, Hitler era cattolico. L'ho anche scritto in un post.E ammirava l'islam. Ho scritto anche questo.
Criticare l'islam non e' da nazisti, come non e' da nazisti criticare il fascismo o qualsiasi altra ideologia. La religione non dovrebbe godere di un regime privilegiato.
Kigali e' a 1710 metri di altitudine. Magari siamo piu' alti di te :-)

Ciao, buona ossigenazione

dragor (journal intime)

heil ,heil Dragor

Ho parlato delle tue affermazioni sul nazismo,Hitler,Mein Kampf, tragedie su cui nessun può permettersi ironia di sorta.

dragor

Caro Heil Heil Hitler, io sono di origine ebraica per parte di madre. E ti assicuro che le migliori blagues sulla Shoah sono le nostre. Senza humour non si va lontano

dragor (journal intime)

Aliceagnese

Carissimo Dragor

in Italia si sono avuti diversi casi di ragazze musulmane sgozzate dai loro pii padri e fratelli perché avevano osato indossare i pantaloni o uscire di casa da sole o, colmo dell'infamia, fidanzarsi con un ragazzo italiano. Una di loro, la giovanissima pachistana Hina, venne sepolta nell'orto di casa, come una pianta di patate, ma con il viso religiosamente rivolto verso la Mecca. Una madre che aveva avuto il coraggio - meglio sarebbe dire l'eroismo - di difendere la vita di una sua figliola è stata uccisa a sassate (lapidata, come prescrive il Corano) dal marito e dal figlio.
Queste notizie raccapriccianti compaiono sui nostri giornali per un giorno o due, poi spariscono dalle prime pagine e ben presto tutto ricade nel silenzio. Nessuno, né i partiti politici della sinistra, né i movimenti femministi (ma esisteranno ancora?), né gli intellettuali e gli scrittori si preoccupano del pericolo che gli esagitati fans del Corano rappresenteranno se si permetterà loro di insediarsi nel nostro paese senza disciplinarli e frenarli in qualche modo: ben vengano gli immigrati; ma ai pii sgozzatori e lapidatori dev'esser fatto capire con molta fermezza che coltelli e pietre devono essere lasciati nei paesi d'origine. Ma i nostri governi ne saranno capaci? Io ne dubito.

Affettuosissimi saluti

Aliceagnese

dragor

Cara Alice Agnese, quando si verificano i casi che citi, la correttezza politica vuole che li si dipinga come casi isolati, senza alcun rapporto con la religione. In realta' quei crimini non sarebbero mai stati commessi se in qualche modo non fossero stati legalizzati da una religione che codifica i miti e i fantasmi del machismo piu' esasperato. Sempre in nome della correttezza politica e magari anche dell'antiamericanismo,la sinistra (alla quale appartiene la maggior parte degli intellettuali) rinuncia al suo ruolo tradizionale di protezione dei deboli, di lotta contro il sessismo e contro il fascismo. E' un autentico tradimento.
A parte gli sgozzatori e i lapidatori, la piaga dell'islam sono i matrimoni combinati, la violenza sui minori, il non rispetto dei diritti umani, la discriminazione sessuale. Tutte cose che lo mettono in rotta di collusione con la civilta' occidentale. Ma sotto l'ombrello protettivo della religione, tutto e' possibile.

un caro saluto

dragor (journal intime)

arturo

Il problema ha varie facce: è la religione o sono gli uomini (religiosi?). In secondo luogo: è la religine che ha creato quegli obbrobri, o gli obbrobri erano presenti in certa cultura,ambiante,storia,mentalità e sono penetrati nella religione? E' vero che in occidente la sana ragione, coi suoi passi difficili ( es.epoca dell'illuminismo ), ha "pulito" certi elementi inquinati presenti nella religione (venendone rafforzati). L'atteggiamento migliore non è quello di insistere perchè anche nell'islam avvenga un fenomeno storico simile? So già che si risponderà che è impossibile, ma è "impossibile" anche che nell'umanità non ci siano mai più religioni storiche, e gli obbrobri potrebbero trsferirsi in altro dalla religione. E allora? Denunciare, denunciare ... e poi come prima. E Dragor presta attenzione agli sforzi fatti in alcune religioni per un vero progresso umano? E chi opea in tal senso (O HA OPERATO) NON è DEGNO DI ATTENZIONE?

arturo

3° riga: errata corrige: ..."penetrati nella religione (venendone rafforzati).

Alberto

Questi commenti ad argomento religioso – che vengono riproposti in maniera ossessiva ai lettori di questo blog – sono impregnati di un odio profondo verso il diverso, il nemico, l’altro da sé. Facendo spesso ricorso alla malafede: nel Corano non è scritto affatto che si possono e si debbono uccidere gli ebrei.


E’scandaloso che la lotta contro il fascismo islamico sia lasciata a fascisti come Wilders o Borghezio. D’accordo, allora vogliamo lasciala in mano a te, Dragor? A giudicare da quello che scrivi, non credo che i risultati sarebbero molto diversi…

Alberto

Cara AliceAgnese, anche io soffro quando sento in televisione di certi episodi e provo molta rabbia. Ma poi mi calmo e ragiono. I numeri parlano chiaro: in Italia ci sono più di un milione di musulmani. Tre casi su un milione non possono farci perdere la testa! Non dobbiamo vedere i musulmani come dei mostri, piuttosto pensare che i protagonisti di questi episodi sono dei malati di mente che purtroppo – grazie anche alla nostra società assai permissiva – circolano liberamente.

Io conosco molti musulmani – ce ne sono parecchi nella mia zona – e mandano tutti i figli e le figlie a scuola. Di burqua o di Chador ne ho visto solo uno: una sola volta in 10 anni.

Per la cronaca, io penso che i musulmani che decidono di vivere in Italia debbano adeguarsi alle nostre leggi. E sono contrario agli indumenti che ho appena nominato. Ma sono anche contrario a certi discorsi che scatenano l’odio contro tutti i musulmani. Ma da che pulpito viene la predica?

dragor

Caro Alberto, l'ho scritto chiaramente; "Per fortuna la maggioranza dei fedeli decide di non sparare, rivelandosi piu' saggia della religione he professa. Ma fra i milioni di seguaci c'e' sempre qualcuno che preme il grilletto." Anche se il Corano provocasse 1 solo morto all'anno (e ne provoca migliaia), sarebbe un buon motivo per toglierlo dalla circolazione. A tutto questo vanno aggiunte le persone ammazzate negli stati islamici in nome sella Charia, ovvero la legge coranica, e la violenza sui minori legalizzata dall'hadith Boukari.
In Italia il problema islamico e' soft perche' i musulmani sono pochi. Le statistiche dimostrano che, piu' sono numerosi, piu' aumentano i problemi.

Ciao, buona do;enia

dragor (journal intime)

dragor

Caro Alberto, se dici questo, non conosci il Corano. Qui non stiamo parlando di un'opinione ma di un fatto oggettivo, Ecco qui un florilegio

Sgozza gli infedeli ovunque li trovi (2:191)
Fa’ la guerra agli infedeli che vivono vicino a te (9:123)
Quando si presenta l'occasione, uccidi gli infedeli ovunque (9,5)
Gli ebrei ed i cristiani sono pervertiti, combattili (9:30)
Uccidi gli ebrei e cristiani, se non si convertono all'lslam o se rifiutano di pagare la jizya (tassa dell'umiliazione) (9,29)
Mutila e crocifiggi gli infedeli se criticano l'Islam (05:33)
Punisci i miscredenti con indumenti (gabbie) di fuoco, aste di ferro con ganci, acqua bollente. Siano fusi la loro pelle e il ventre (22:19)
Ogni religione diversa dall'Islam non è accettabile (3:85)
Non cercare la pace con gli infedeli. Decapitali quando li catturi (47:4)
Terrorizza e decapita quelli che credono in altre scritture che il Corano (8,12I
I miscredenti sono stupidi. Esorta i musulmani di combatterli (8:65)
I musulmani non devono essere amici degli infedeli (3:28)
I musulmani devono usare tutte le armi possibili per terrorizzare gli infedeli (8:60)
Gli infedeli sono impuri. Non vanno lasciati entrare nelle moschee (9,28)

dragor (journal intime)

Alberto

Certo, se vogliamo guardare al passato, ne troviamo di cose orrende. Anche nel Talmud qualche principio non propriamente etico lo trovi senza dubbio. Ma bisogna guardare al futuro: siamo nel 21° secolo! Non credo che i musulmani vengano in Europa per sgozzare e depredare, ma solo per cercare un lavoro, visto che dalle loro parti manca. Fino a quando si comportano bene, non credo che li si debba criminalizzare. Farlo sarebbe sbagliato - e anche un tantino razzista, non trovi?


dragor


Caro Alberto, dovresti specificare contro quale etnia sarei razzista. Ho amici musulmani arabi, neri e bianchi. Mi risulta che ce ne siano anche gialli e rossi. In ogni caso non c’è nessun razzismo nella contestazione di un’ideologia, altrimenti sarebbero razzisti anche gli antifascisti, gli antinazisti, gli anticomunisti, gli anticlericali ecc.
Qui da noi i musulmani sono gentilissimi. Durante il genocidio hanno accolto e protetto e nascosto i Tutsi a Nyamirambo, quartiere a predominanza musulmana. Non avevano niente contro di loro, perché gli assassini erano aizzati dalla chiesa cattolica.
In effetti ho sempre detto che la radice della violenza e' nel monoteismo, comprendendo anche il cristianesimo e il giudaismo. Ho scritto vari post per denunciare la violenza nella Bibbia, che ha le radici nella Torah e che nel corso dei secoli ha legalizzato innumerevoli massacri.
Certo, la maggior parte dei musulmani che viene in Europa e' "piu' saggia della religione che professa", come ho scritto. Ma l'islam resta sempre un mitra carico e un ostacolo all'integrazione, sia per la discriminazione sessuale (il 30 per cento dei matrimoni e' combinato e di questi molti sono con minori, mentre non si contano i casi di donne maltrattate sulla base della loro inferiorita'), sia per l'intolleranza nei confronti della cultura di accoglienza, che comincia a manifestarsi quando i musulmani superano il 5 per cento della popolazione.

Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)


Alberto

Caro Dragor, mi stupisce molto sapere che hai degli amici musulmani. Ma loro lo sanno che paragoni il loro libro sacro al Mein Kampf? Credo di no, altrimenti ti sgozzerebbero come prescrivono i precetti del “sacro” Corano.

Non sei razzista contro una etnia, sei razzista contro un miliardo di persone - i musulmani, appunto - per te sono tutti terroristi...

Una domanda: mi spieghi come fa uno che dovrebbe essere ateo a conoscere così bene il Corano da citare a memoria tutti i passaggi, diciamo così, compromettenti? E’ chiaro che certe cose te le sei preparate, quindi la domanda è: ma Dragor è un propagandista professionista – pagato da qualcuno per sputtanare gli islamici, ecc. oppure è solo un vecchio pieno di paranoie? Mi piacerebbe tanto saperlo. Così, tanto per capire con chi ho parlato tutto questo tempo.

dragor

Caro Alberto, non ho mai detto che i musulmani sono tutti terroristi. Anzi, ho scritto che in maggioranza sono piu’ saggi della religione che professano. Non solo in questo post ma in molti altri, e' la suarta volta che te lo faccio notare. Sei d’accordo almeno su questo? Quanto agli amici, discutiamo spesso di queste cose e in modo amichevole, senza ricorrere agli epiteti o usandoli in modo scherzoso, segno che la divergenza di opinioni non pregiudica l’amicizia. Alcuni concordano con me: se seguissero tutti i precetti del Corano, sarebbe un disastro. Quanto alla mia conoscenza del Corano, una parte della mia famiglia, residente a Istanbul, e’ musulmana. Cosi’ in un certo senso e’ un affaire de famille.
No, non mi paga nessuno e non sono un vecchio paranoico. Casomai ha un problema chi non vede il pericolo causato dalla circolazione di un’ideologia fascista che incita all’odio, al massacro e ha provocato 17.000 morti negli ultimi 10 anni per motivi squisitamente religiosi, senza contare le le lapidazioni, le mutilazioni, le impiccagioni, le frustate, la discriminazione e le altre violazioni dei diritti umani nei paesi dove vige la legge islamica. Allora e’ paranoica anhe la legge che condanna l’incitazione all’odio, il razzismo, la discriminazione sessuale e l’apologia del fascismo? Se per te e’ da paranoici denunciare tutto questo, caro Alberto, ci sono 2 casi: o non conosci la realta’ o non la vuoi vedere, ragionando sulla base di un pregiudizio e rifiutando di documentarti. Lo prova il fatto che con cieca sicurezza avevi affermato che il Corano non dice di uccidere gli ebrei e invece lo dice, allineandosi cosi' con Mein Kampf (Hitler era un grande ammiratore dell'islam e certi passaggi sono ricalcati dal Corano) con l'aggravante della copertura religiosa. In ogni caso la divergenza di opinioni non dovrebbe pregiudicare il dialogo e l’amicizia. Anzi, e’ stimolante. Pensa che noia se la pensassimo tutti allo stesso modo.

Ciao, buona serata

dragor (journal intime)

Aliceagnese

Caro alberto

io non ho detto che i musulmani siano tutti dei mostri. Non lo penso affatto. Le ragazze e le donne islamiche che hanno pagato con la vita il desiderio di un po' di libertà e di una condizione umana più dignitosa sono vittime, sono nostre sorelle. E sono certa che nei paesi islamici, dall'Iran all'Arabia Saudita, dall'Iraq alla Turchia, dalla Siria al Libano, ci sono persone colte ed equilibrate che si battono per un'interpretazione più umana, più laica, e meno letterale dei loro dettami religiosi. E' contro gli integralisti (che purtroppo esistono e non sono una minoranza ed esercitano una grande influenza sulle masse popolari di laggiù) che noi dobbiamo stare in guardia. Non possiamo permettere loro di trapiantarsi nel nostro paese giungendo a costituire uno stato nello stato, con leggi e (sanguinose) consuetudini proprie.

Alberto

Cara Aliceagnese, io la penso esattamente come te: credo che la società islamica, nella sua complessità, abbia elementi positivi (le donne, come ci ricordi, che lottano per i loro diritti, ma anche la Rivoluzione dei Gelsomini in Tunisia ed Egitto) e altri negativi (l’intolleranza, il fanatismo).

I post di Dragor, che incitano all’odio verso questa gente, non fanno altro che peggiorare le cose. Non è un caso che Dragor sia francese. In Francia i musulmani sono stati ghettizzati nelle famigerate “banlieues” , quindi non si sono integrati, per cui non dobbiamo stupirci se oggi le banlieues sono un covo di fanatici religiosi, oltre che di criminali.

L’integrazione è la via maestra, altro che seminare odio, per esempio dicendo che Hitler era un grande ammiratore dei musulmani (basta solo questa frase per far capire la caratura morale di Dragor).



Aliceagnese

Caro Alberto


purtroppo su questo punto devo darti torto: Dragor dice la verità, Hitler si atteggiava veramente a grande amico e ammiratore dell'Islam, anche se non possiamo sapere se questo atteggiamento in lui fosse sincero o semplicemente una tattica in funzione antiebraica.
Anche Mussolini a un certo punto cercò di rivendicare il ruolo di difensore e guida spirituale e politica dei popoli musulmani (il che era un'autentica contraddizione perché l'Italia aveva allora le sue colonie arabe e ne trattava gli abitanti senza troppi riguardi) : si fece addirittura fotografare a cavallo mentre brandiva con aria da trionfatore la "spada dell'Islam" offertagli da alcuni emiri arabi.

dragor

Caro Alberto, ancora una volta ti fai cogliere in fallo. Se ti documenti, vedrai che Hitler si e' ispirato a molti passi del Corano per il suo Mein Kampf. E anche Gohering era un ammiratore dell'islam. Ti basta comporre su Google Hitler Islam oppure Gohring islam e fare un piccolo sforzo di traduzione. Leggerai anche che Hitler era grande amico di Hadji Amin, il Gran Mufti' di Gerusalemme. Gli aveva promesso di mandare le SS dopo la guerra in Palestina per spazzare via tutti gli ebrei e in cambio Amin gli ha inviato una legione palestineze per aiutarlo nei massacri in Europa.
E visto che introduci il tema della "caratura morale" (attenzione, lo introduci tu, non io), dovresti gentilmente rispondere a questa domanda: ha una caratura morale carente chi nega verita' storiche facilmente verificabili o chi le afferma?

dragor (journal intime)

dragor (journal intime)

dragor

A proposito; nei paesi del Magreb i magrebini fanno la fila davanti ai consolati francesi per essere "ghettizzati" in Francia nelle HLM (Habitations a Loyer Modere), scusami la mancanza degli accenti ma il mio computer e' anglofono, con allocation loyer per pagare l'affitto, allocation familiale (150 euro al mese per ogni figlio e 800 se ne hai 3), allocation chomage se sono disoccupati, RMI (Revenu Minimum d'Insertion, circa 500 euro al mese) per tutti i giovani fino a 26 anni, allocation scolaire, Secu, accompagnamento personalizzato alla ricerca di lavoro, corsi di qualifica gratuiti ecc. Ho vari amici ai Moulinse all'Arioane, 2 grandi cites di Nizza, e non si sentono ghettizzati, tutt'altro. sono felici di stare fra loro. L'anno scorso, quando sono state abbattute 2 torri perche considerate obsolete, la maggior parte degli abitnti ha rifiutato di lasciare i Moulins per essere trasferita altrove.

dragor (journal intime)

dragor

Arturo, il machismo e l'intolleranza religiosa erano sicuramente presenti in Arabia molto prima dell'islam,ma l'islam li ha legalizzati, arrivando perfino a santificare lo stupro dei minori (vedi l'Hadith Bukari). Ecco perche' nei paesi dell'Europa meridionale il machismo e' in via di estinzione e in ogni caso e' condannato dalla legge, mentre per i musulmani e' e' legge

dragor (journal intime)

Alberto

Caro Dragor, mi sembra che ti sei tirato la zappa sui piedi da solo. Perché le tue posizioni estreme contro l’Islam oggi sono sostenute dai (sono parole tue) da fascisti come Welders o Borghezio, con cui tu però sei perfettamente d’accordo. A questo mi riferivo quando parlavo della tua caratura morale.

Per quanto riguarda gli immigrati in Francia dai paesi del NordAfrica, sono lì per ragioni economiche (leggi: FAME) per cui è evidente che non vogliono tornare al loro Paese. Come è evidente che sono stati ghettizzati e la loro reazione contro la società francese sarà nel tempo sempre più violenta tanto più durerà questa ghettizzazione.

L’INTEGRAZIONE E’ L’UNICA VIA MAESTRA. Ma è ovvio che se tutti la pensano come Dragor, l’integrazione non ci sarà mai.


dragor

Le mie posizioni sono diametralmente opposte rispetto a quelle dei vari Wilders. Loro non si battono contro la religione (guarda caso, sono dei bigotti), si battono contro gli immigrati. Sono xenofobi e contrari all’immigrazione. Invece io sono favorevolissimo all’immigrazione, penso che sia giusta e necessaria, sono per il melting pot di culture. Non per niente ho una moglie nera e una figlia meticcia. In quanto ideologia fascista e razzista (spero che non dobbiamo piu’ discutere sulle analogie con il nazismo), l’islam e’ il principale ostacolo all’integrazione e quindi all’immigrazione. Se permetti, le nostre banlieues le conosco meglio di te. Oggi si rifiuta il modello Le Corbusier (vedi la Cite Radieuse) e si costruiscono HLM a misura umana, in molti casi piu’ accoglienti degli immobili di mercato. Ho anche pubblicato un post sulle HLM postmoderne di Nizza progettate nientemeno che dal grande Bofill. Ovviamente vengono assegnate ai ceti economicamente piu’ deboli, fra cui gli immigrati, anche se molti ricchi farebbero carte false per andarci. Ma come succede dove c’e’ un’alta concentrazione di musulmani, i praticanti prendono il potere e cercano d’imporre la charia montando gli abitanti contro il paese di accoglienza. Tutti i problemi vengono da li’, dal rifiuto dell’integrazione per motivi religiosi. I magrebini laici e moderati s’inseriscono senza problemi. In ottobre sono stato a Malmo e ho visto un caso da manuale: gli islamici si erano impadroniti di alcuni quartieri della citta’ e avevano proclamato la charia, prendendo la popolazione in ostaggio e impedendo alla polizia di entrare. Avevano anche bruciato le macchine davanti al municipio.E dire che la legislazione svedese e’ una delle piu’ liberali del mondo.
Battersi contro il fascismo e in generale contro le ideologie che negano la liberta' non e’ da fascisti, e' il dovere di chiunque ami la liberta'.. Casomai e’ da fascisti accettarlo passivamente. Cerchiamo di superare questa fase. Se veramente vuoi l’integrazione, devi combattere l’islam. Come devi combatterlo se ti preme la liberta’ dei poveracci oppressi nel mondo intero.

dragor (journal intime)

Alberto

Complimenti per il bel discorso ma… tanto non attacca! Forse potrai convincere gli altri ma non me. Io ormai ti conosco, so che sei un manipolatore professionista e non credo più ad una sola parola di quello che dici. A te non frega niente dell’integrazione fra i popoli, tu vuoi solo gettare fango sui musulmani (e anche sui cattolici) perché per te vale l’equazione:
MUSULMANI E CATTOLICI = CATTIVI – EBREI e ISRAELIANI = BUONI.

L’ho capito fin dal titolo del tuo post “paragonare il Corano al Mein Kampf non è reato” dove volevi andare a parare. Se questo ti può consolare, non credo che tu sia pazzo. Ma sei un gran farabutto e credimi è anche peggio. Un pazzo avrei potuto perdonarlo. Ma un bugiardo professionista no.

dragor

Caro Alberto, ci risiamo. Niente argomenti, soltanto opinioni ed epiteti. Per rispondere alle tue osservazioni ho usato degli argomenti, ho dimostrato che il Corano e’ pieno di inviti al massacro, che Hitler lo ammirava, che la sua ammirazione era ricambiata, ti ho linkato i post dove condanno i massacri degli israeliani, ti ho spiegato la situazione delle banlieues e delle HLM, ma tu fai finta di niente e continui come un disco rotto a ripetere la stessa solfa: Dragor e’ un bugiardo, Dragor e’ un manipolatore, Dragor e’ un fanatico, Dragor e’ un agente del Mossad, non credo a una parola di quello che dice (e chi ti chiede di credermi? Io ti chiedo di verificare). Come si puo’ replicare a tutto questo? Se vuoi, torna con qualche argomento in piu’ e con qualche pregiudizio in meno. Se riuscirai a lasciare da parte anche gli insulti, tanto meglio. Saro’ felice di accoglierti e di considerare attentamente i tuoi argomenti, ma cosi’ il dialogo e’ impossibile.

dragor (journal intime)

Alberto

Caro Dragor, ci risiamo: vuoi sempre avere l’ultima parola. Ma così i conti non tornano: il discorso lo inizi tu, lo finiscono i lettori, e siamo pari, se invece lo finisci tu, i conti non tornano. Ma soprattutto, si direbbe che tu voglia avere ragione per diritto divino. Dragor ha sempre ragione, guai a contraddirlo! Ti rinfrescherò un po’ la memoria…

Ricordi la nostra prima litigata? E’ stato proprio due anni fa: le indagini sul DC9 abbattuto ad Ustica avevano dimostrato che era stato abbattuto da aerei francesi e tu sei uscito con un post vergognoso in cui dicevi che DC9 è stato abbattuto dai libici. Io dissi subito che stavi facendo disinformazione, e che c’erano due possibilità: o sei male informato, o sei un bugiardo. Ma tu non hai dato per inteso, e hai continuato a sostenere la tua tesi: il DC9 è stato abbattuto dai libici. E chissenefrega se le prove dimostrano tutto il contrario.

Così hai fatto in tutti questi anni: ogni volta tu a tranciare giudizi inappellabili, ogni volta sempre hai avuto l’ultima parola, sia che si parlasse di politica che di religione che di qualsiasi altro argomento. Hai sostenuto, fra le altre cose, che gli italiani sono tutti mafiosi, che Papa Wojtyla è uguale a Hitler, che la guerra fra palestinesi e Israeliani è una guerra di religione (e fra le tre questa è senza dubbio la bestialità più grossa).

Tutte le volte con il tuo modo di fare mellifluo mi inviti ad informarmi meglio, perché TU NON PUOI AVERE TORTO, ci mancherebbe altro!

Che giudizio si può dare di una persona così? Ovviamente si può dire solo due cose: o sei un disinformatore professionista o sei un fissato che vive in un mondo tutto suo…

Dei 100 e passa lettori che avevi, te ne sono rimasti solo 5 o 6 che evidentemente la pensano come te. Gli altri se ne sono andati, evidentemente disgustati dalle tue argomentazioni. E così farò anche io. Peccato perché a volte hai scritto anche delle cose simpatiche.

Ti metterò in archivio, insieme a tanti altri tizi un po’ strani che ho incontrato sul Web: quello che si atteggiava a esperto di economia senza neppure conoscere i fondamentali, quello che diceva che il petrolio finirà domani, quello che sosteneva che la Massoneria è dietro ad ogni delitto avvenuto nel mondo negli ultimi 150 anni. Gente che, in confronto a te, sembra quasi normale…

Chiudo con una citazione di Lucio Garofalo, giornalista liberal:

“Il razzismo vero e proprio, il peggior "antisemitismo", non semplicemente ideologico, ma brutalmente politico-militare, è quello messo in pratica da coloro che rappresentano i veri criminali, assassini e terroristi, vale a dire il regime sionista di Israele e i suoi soci anglo-americani. Altrimenti, come si potrebbe definire la politica di persecuzione e sterminio portata avanti negli ultimi decenni dallo Stato di Israele con l'appoggio, più o meno tacito, degli USA, contro popolazioni inermi e non militarizzate che vivono nella striscia di Gaza? Rammento che una risoluzione dell'ONU, la 1544 del 19 maggio 2004, ha condannato le violenze israeliane in quella regione, chiedendone l'immediata cessazione. Ma, come tantissime altre risoluzioni delle Nazioni Unite, anche questa è stata disattesa e violata da Israele, che è il vero "Stato canaglia" del Medio Oriente.”

dragor

Caro Alberto, forse hai scordato che JI non e' piu' sulla Stampa. E' gia' tanto che non sia scomparso...
L'articolo di Garofalo e' ripreso dalla propaganda di Hamas. Infatti non c'e' una parola su Hadji Amin e suoi suoi eredi, i responsabili della situazione attuale. In ogni caso il piu' popolare post di condanna delle violenwze israeliane lo trovi su JI. Altro che Garofalo :-)

dragor (journal intime)

dragor

Aproposito di Ustica, sono andato a leggere questo esauriente articolo di wikipedia

http://it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Ustica

Non mi sembra che siano ancora aperte piste francesi, mentre quella libica sembra piuttosto gettonata.

Se la guerra fra palestinesi e israeliani non e'di religione, spiegami perche' questi due popoli non sono uno solo. E perche' sono i bigotti delle due parti a volere la reciproca distruzione

dragor(journal intime)

Alberto

Se la guerra fra palestinesi e israeliani non e'di religione, spiegami perche' questi due popoli non sono uno solo.

SEMPLICE, PERCHè NON SI PUò ANDARE D'ACCORDO CON CHI TI RUBA TUTTO QUELLO CHE HAI, TI CACCIA DALLA TUA TERRA E CERCA ANCHE DI AMMAZZARTI...

Alberto

Su Ustica, forse ti è sfuggita questa frase, sempre su Wikipedia (che comunque non è aggiornatissimo):

Successivamente infine, il 24 maggio 2010, lo stesso ex Presidente emerito della Repubblica Italiana dichiarò sui maggiori quotidiani che, per non essere visto dall'aereo libico con Gheddafi, un aereo francese era sotto quello italiano: partì un missile «per sbaglio, volendo colpire l'aereo del presidente libico».[70]

Alberto

Per la serie: “come tirarsi la zappa sui piedi”


Visto che consideri Wikipedia una fonte attendibile, vai a leggere quello che dice sulla strage del Ruanda…

dragor

Alberto, io parlo di molti secoli prima. Il popoplo palestinese e' stato diviso da 2 religioni. Se fossero un solo popolo, non ci sarebbe terra rubata. Un popolo non puo' rubare la terra a se stesso.
A proposito di terra rubata, perche' nel 2001 Arafat ha rifiutato in exremis gli accordi di Camp David che soddisfacevano praticamente tutte le richieste palestinesi?
E perche' Hadji Amin ha proibito di fondare uno stato palestinese, preferendo scatenare una campagna d'odio contro gli ebrei? E' logico che la terra se la prende chi fonda uno Stato, non chi fa campagne d'odio rifiutandoo a piu' riprese di fondare il proprio. Anche qui c'e' di mezzo un pregiudizio religioso e basta leggere il Corano per capire qual e'.

dragor (journal intime)

dragor

Se ti riferisci a questo articolo

http://it.wikipedia.org/wiki/Genocidio_del_Ruanda

mi sembra corretto tranne i seguenti particolari.

La monarchia non era Tutsi. Il re perdeva il suo carattere etnico per assicurare l'unita' del paese.

L'idea che gli Hutu fossero schiavi e'stata introdotta dal vescovo Perraudin nel 1957 come base del movimento razzista Hutu Power. Non si capisce con quali mezzi il 10 per cento della popolazione potesse schiavizzare il 9O senza essere genocidato prima del tempo.

L'attacco a partire dall'Uganda nel 1991 e' stata l'ultima opzione del FPR dopo l'ennensimo rifiuto di Habyarimana di firmare gli accordi di Arusha sul rientro dei rifugiati

Non e' stata l'operazione Turquoise a mettere fine al genocidio ma il FPR. Turquoise, lanciata a cose fatte, e' servita a proteggere gli assassini e farli scappare in Zaire, compresi i membri del governo genocidario.

Se conosci altre fonti piu' attendibili, saro' felice di considerarle. Quanto all'ex presidente emerito della Repubblica Italiana, il personaggio si commenta da solo

dragor (journal intime)

Alberto

“Alberto, io parlo di molti secoli prima. Il popolo palestinese e' stato diviso da 2 religioni. Se fossero un solo popolo, non ci sarebbe terra rubata.”

Questo è storicamente falso: le popolazioni che abitavano anticamente quella terra oggi non ci sono più. I palestinesi arrivano da sud: Arabia Saudita, Yemen. Gli ebrei sono originari della Mesopotamia. Popoli diversi, storie diverse.


Comunque, venendo al nocciolo: paragonare il Corano al Mein Kampf non è reato – come dice quella sentenza peraltro molto discutibile - ma di sicuro non è una cosa politicamente corretta. Almeno su questo sei d’accordo?


dragor

Certo che non e' politicamente corretto, ma di correttezza politica si muore e non la troverai certamente su JI. Le incitazioni all'odio, alla violenza e al razzismo contenute nel Corano (che secondo la teologia islamica abrogano i versetti pacifisti pre-Medina e quindi vanno prese alla lettera, essendo non la voce di un profeta ma quella di Dio in persona) fanno sembrare Mein Kampf un testo per educande. Chiunque puo' fare il paragone e lo prova anche il fatto che le dittature costruite sulla legge islamica fanno sembrare un modello di democrazia la Germania costruita sulle tesi hitleriane. Io trovo scandaloso che l'incitazione all'odio e al razzismo sia permessa quando ha il paravento di una religione. Ecco a che cosa porta la correttezza politica.

dragor (journal intime)

dragor

Si', in origine venivano da regioni diverse,ma con l'espansioone delle religioni non e' difficiole trovare ebrei yemeniti o musulmani mesopotamici. Che si voglia o meno, i 2 blocchi contrapposti sono ebrei e musulamani, con una divisione religiosa piu' che etnica. Come e' religiosa lq campagna cominciata da Hadji Amin negli anni 30 perche' i muisulmani combattessero gli ebrei (come prescrive il Corano), invece di concentrare i loro sforzi per costruire uno stato, disertando ogni negoziato. E siccome chi fonda uno stato tende storicamente a prendersi tutta la terra possibile (vale per tutti, anche per l'Italia, basta vedere tutta la terra che e' annessa Roma), alla lunga si e' creata la situazione attuale. Che la terra non fosse il vero problema si e' visto a Camp David nel 2001, quando ai palestinesi e' stata offerta tutta quella che chiedevano ma Arafat, minacciato dagli islamisti, ha rifiutato in extremis.

dragor (journal intime)

Alberto

Le incitazioni all'odio, alla violenza e al razzismo contenute su JI fanno sembrare il Mein Kampf un testo per educande.

;-)

dragor

Contestare un'ideologia fascista che incita all'odio, alla violenza e al razzismo con i risultati che si vedono non e' incitare all'odio, alla violenza e al razzismo. Mi sembra elementare. E' precisamente quello che sta accadendo nei paesi arabi dove molti intellettuali si sono espressi contro l'islam con termini molto piu' radicali dei miei.
E'la prima volta che vedo l'equazione "contestare un'ideologia = razzismo". Da dove viene? Gli antifascisti sono razzisti contro gli italiani? Gli anticonisti sono razzisti verso i vietnamiti? La regista tunisina Nadia El Fani, che ha realizzato un violento film contro l'islam, e' razzista contro se stessa?

dragor
(journal intime)
dragor(journal intime)

Alberto

L'Islam non è una ideologia ma una religione, sembra persino superfluo ricordarlo. E come ho già detto, è una cultura complessa di cui non si può fare "di tutta l'erba un fascio"

questo sì che sarebbe "fascista"
:-)

I commenti per questa nota sono chiusi.