La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Al telefono con mia figlia | Principale | L'islam puo' convivere con l'humour? »

31/10/11

Commenti

marianna

Eccoti, finalmente!
Questo post è molto ben scritto ma mette sempre in evidenza il pericolo ,probabilmente reale, di un ritorno della vecchia guardia politica.
Io mi auguro vivamente di no.
Quanto a Victoire, attendiamo il processo.
Augurandoci che sia equo.
Io penso che in Rwanda bisogna davvero rinconciliare gli animi e,neanche per scherzo, insinuare eventuali sospetti.
Non credo che giovi alla causa del Rwanda, per il suo futuro sviluppo.
Rwanda che ha parecchie frecce al suo arco per dimostrarsi un Paese sereno, sviluppato e pacifico.
Bisogna, a mio avviso, lavorare per questo.
Un abbraccio affettuoso.
Sono felicissima che tu abbia ripreso con Journal Intime.
Ci mancava.
A presto.
Marianna

dragor

Grazie per il benvenuto, cara Marianna. La connessione e' ancora difettosa, ma riesco a pubblicare. Il processo mi sembra equo, Victoire ha 4 avvocati inglesi, alle udienze assiste l'ambasciatore inglese e le prove sul complotto sono documentate, alcune delle quali spedite dal tribunale olandese. Victoire sembra rilassata e in buone condizioni, a parte il taglio di capelli (che pero' le dona più dell'orribile pettinatura che aveva prima). Mi sono messo in notah per un colloquio e sto ancora aspettando che mi chiamino.
Sono felice di ritrovarti. Un grande abbraccio, a presto

dragor (journal intime)

ilGrandeColibrì

Se pensiamo che in Finlandia la destra propone persino (scherzando?) di esiliare i "negri" su delle isole... (www.ilgrandecolibri.com/2011/10/commonwealth-niente-freni-agli-stati.html#pol)

Pim

Bentornato Dragor. Ci mancavi, e ci mancavano i tuoi articoli che illustrano una situazione a noi del tutto ignota. Il processo di riconciliazione sarà lungo e difficile, le atrocità commesse rappresentano ferite profonde e non mancheranno i colpi di coda. Credo però che sia nell'ordine delle cose e l'auguro a tutti i rwandesi.

Un abbraccio forte.
Pim

I commenti per questa nota sono chiusi.