La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« I gay nel calcio | Principale | Albini in vendita »

17/06/12

Commenti

Pim

L'arte appartiene al popolo, diceva qualcuno (non ricordo più chi), esprime cioè lo spirito dei tempi: e queste opere raccontano di fermenti culturali particolarmente vivaci che percorrono Africa e Vicino Oriente. L'islamismo più radicale potrà pure offendersi e minacciare fatwa, non servirà a nulla. E' accaduto altre volte nella storia: i regimi e le religioni che pretendono di soffocare l'arte (e quindi la vitalità di un popolo) finiscono inesorabilmente soffocati a loro volta.

A presto, ciao Dragor.
Pim

dragor

Pim, il problema è che l'islamismo più radicale è fatto proprio dal Ministro della Cultura Mabrouk, che in teoria dovrebbe appartenere al "moderato" partito Ennahda. Un'altra prova che l'islam ha sempre e comunque una vocazione totalitaria

Buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

marianna

E' un post molto interessante questo e non ho potuto intervenire subito per le solite incombenze e mancanza di tempo.
Sono contenta che tu abbia mostrato le opere oggetto d'ira da parte degli islamici, i quali non conoscono affatto né ironia , né humor.
Peccato per loro.
E' un vivere da bigotti e nient'altro.
E questo dopo le rivolte di piazza della gioventù...
C'è da rifletterci e parecchio anche.
Esempi comunque ne avevamo avuti a iosa in precedenza.
Grazie.
Complimenti e un abbraccio affettuoso.Sempre.
Marianna

I commenti per questa nota sono chiusi.