La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« L'Egitto come l'Algeria | Principale | Tunisia, 7 anni di galera per una caricatura di Maometto! »

25/06/12

Commenti

Alex

Une leçon pour le monde entier. Une chose vraiment exceptionnelle cette justice sur l'herbe (il me semble que c'est le sens du mot) qui non seulement a permis de juger 2 millions de cas, mais aussi de reconstruire une société, la fameuse catharsis que tu décris si bien....

Alex

Pim

Un modo di fare giustizia degno di una grande civiltà che dovrebbe funzionare da esempio per il mondo intero. A ben pensarci, se ci fossero soltanto conflitti senza mai riconciliazione la società umana non avrebbe potuto costituirsi.

Pim

Ivano

sei troppo ottimista dragor. non mi sembra che ci sia tutta questa riconciliazione. mi sembra invece che più si salga sulla scala sociale e più le divisioni persistano. le due etnie non si mescolano volentieri, anche se fanno affari insieme. detto questo, i gacaca tanto discussi erano l'unica possibilità di risanare una situazione catastrofica. non hanno certo accontentato tutti, ma hanno sicuramente scontentato sia una parte che l'altra e questa è la prova che in qualche modo hanno operato con equità. la perfezione è un'altra cosa, ma non si riesce a trovare nessuno all'altezza per insegnarla. il rwanda cresce in tutti i sensi e questo mi sembra il risultato migliore.

dragor

C'est ça Alex, 2 millions de piques-niques nous ont permis de retrouver l'unité!
_______________________________________________________________


E' vero Pim, la società umana è piena di conflitti. Ma quello rwandese non sarebbe mai dovuto esistere. E' una creazione artificiale. La storia e le testimonianze attestano che mai a poi mai i rwandesi si sarebbero scannati per ragioni etniche se nel 1957 qualcuno non avesse seminato la malapianta del razzismo
_______________________________________________________________

Ivano, le 2 etnie (3 se ci mettiamo i Twa) parlano la stessa lingua e hanno le stesse tradizioni, anche se i razzisti hanno cercato di esagerare le differenze a volte inventandole di sana pianta. Io stesso conosco molte coppie miste, per quanto la fusione non sia ancora la regola. Gli "scontenti" sono coloro che in qualche modo non possono rientrare in Rwanda perché implicati nel genocidio oppure compromessi con il passato regime, vedi Victoire Ingabire e i suoi seguaci o le FDLR di stanza nel Congo.
_____________________________________________________________

Grazie a tutti per la visita e i commenti, buona notte, a presto

dragor (journal intime)

marianna

Posso chiederti di inviarmelo in posta privata?
E' bellissimo e la richiesta ti sarà sfuggita ma l' avevo fatta anche su FB.
Inoltre non riuscivo neanche a condividerlo.
Grazie.
Con affetto, sempre.
Marianna

dragor

Cara Marianna, certo che te lo mando. Scusami per FB, ci vado di rado perche'ogni giorno ho un tempo limitato di connessione e non risco a farci stare tutto...

dragor (journal intime)

Marco Giustini

Fatte le dovute differenze la giustizia riconciliativa rwandese somiglia alla gestione del post-apartheid in Sudafrica. Stesso approccio. Verità, condanna e riconciliazione tra offensori e vittime.

dragor

Ottimo paragone, Marco.

I commenti per questa nota sono chiusi.