La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Shooting Dogs | Principale | Austrian Help Program »

01/06/12

Commenti

Homing Pigeon

Invidia. Perchè sotto sotto nelle nostre belle società libertarie e politically correct, per qualche anima bella che si indigna per questi delitti, c'è ancora una parte (maggioranza mi sembrerebbe fuori luogo, o almeno così spero) della gente che pensa (senza dirlo, per carità, per non esser tacciati di oscurantismo...): ma guarda come sono fortunati questi islamici.

Non solo si possono permettere ancora di trattare le donne come piacerebbe anche a noi, ma hanno perfino la comodissima legittimazione della loro religione. Bisogna proprio che ci andiamo a rileggere un po' la Bibbia polverosa in biblioteca, non sia mai che troviamo qualche buon appiglio anche noi...

Alberto

Caro Dragor, mi ha deluso molto. Non hai tempo di scrivermi, di rispondere alle mia mail, ma trovi il tempo di fare post polemici sul tuo blog. Questo è chiaramente rivolto a me, come dire: “visto, avevo ragione io!”. Un atteggiamento molto infantile.

Io non rispondo ai tuoi post per amore di polemica o per avere ragione, ma per amore di verità. Quella stessa verità che anche tu avresti già capito da un pezzo se non fossi troppo orgoglioso per volerlo ammettere. Mi riferisco ovviamente alla situazione mediorientale, all’occupazione della Palestina da parte degli Israeliani.

Sulla questione Ruanda avrai notato che non scrivo più niente da un pezzo. Le tue tesi non mi convincono del tutto ma… io non c’ero e tu sì. Pertanto me ne sto zitto. Ma sulla questione palestinese non posso tacere. E’ sotto gli occhi di tutti.

1) I cittadini israeliani di origine araba vengono trattati come i negri nel Sudafrica dell’apartheid.
2) Un milione di persone vive nella città di Gaza, che è sotto assedio da anni, sottoposti a privazioni enormi. La comunità internazionale fa finta di non vedere. Lo scopo di tutto questo? Cacciarli dalla terra in cui sono nati.
3) Più o meno la stessa cosa avviene dall’altro lato del Paese, in Cisgiordania.
4) Visto che le privazioni non bastano, ogni tanto i caccia israeliani arrivano all’improvviso ed ammazzano un po’ di gente. La settimana prima che avvenissero i fatti di Tolosa sono stati uccisi una decina fra donne e bambini. E nessuno aperto bocca per condannare. Tantomeno tu.

Come è possibile che Israele continui a commettere questi crimini senza che nessuno dica nulla? Semplice!!! La gente – in Europa, in America, un po’ in tutto il mondo – è convinta che Israele sia vittima di una aggressione ingiustificata da parte degli arabi. Arabi che sono brutti, sporchi e cattivi come nella migliore tradizione letteraria e cinematografica.

La propaganda sionista, in questi ultimi 60, anni ha astutamente manipolato l’opinione pubblica mondiale fino al punto di farle credere che Israele è vittima di una aggressione. Non mi vergogno a dirlo: ci ho creduto anche io per molti anni. Fino a che non ho aperto gli occhi e ho capito la verità. La Palestina è degli arabi: gli ebrei l’hanno occupata arbitrariamente, massacrando la popolazione che la occupava. E quindi non possono atteggiarsi a vittime. Casomai il contrario.

Tu, caro Dragor, ti sei fatto spesso portavoce – nei tuoi post – di questa propaganda sionista. A questo punto c’è da chiedersi solo una cosa: ma tu ci credi veramente a quello che scrivi? Forse, come dicevo all’inizio, anche tu hai capito da un pezzo come stanno le cose in realtà. Ma hai troppo orgoglio per ammettere di esserti sbagliato. Coraggio, non è mai troppo tardi!

dragor

HP, ammettiamo pure che gli aspiranti machos europei siano invidiosi del machismo istituzionale islamico. Ma come la mettiamo con le donne occidentali che sfilano velate? Che vogliano rinunciare alla parità dei sessi?

dragor (journal intime)

dragor

Alberto, si', ma in questo post Israele c'entra come la Groenlandia.E' un argomento interessante, ma merita una sede appropriata. Che cosa c'entrano Israele e la Groenlandia con i fatti di cui parlo? La domanda è: perché i media occidentali sono cosi’ pronti a fare baccano per un crimine razzista ma cosi’ riluttanti a riconoscere i crimini religiosi degli islamici?
Purtroppo per questo post non posso dire "visto, avevo ragione io". Non ho mai contraddetto la tesi ufficiale. Non sono Sherlock Holmes, come facevo a sapere che l'assassino era islamico? -:)

dragor (journal intime)


Alberto

No, non l'avevi detto che l'assassino era un islamico, ma tutti sanno che questo è un tuo "leit motiv" ricorrente: gli islamici sono assassini, guardate cosa fanno alle loro donne, ecc. ecc.
Del resto ne abbiamo già parlato.

dragor

Alberto, ma io sono anche anti-cristiano. Mi andava benissimo se l'assassino era cristiano :-)

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.