La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Tunisia, 7 anni di galera per una caricatura di Maometto! | Principale | Perché gli islamici vogliono distruggere Tombouctou »

02/07/12

Commenti

Alberto

Come sarebbe a dire non hai mai guardato sotto al tavolo? LOL
Ma quando ti siedi, le tue gambe dove credi che vadano? doppio LOL!

AndreasLou

(psssst...un altro link off-topic: articolo di Louise Mushikiwabo su La Stampa online oggi http://lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=10284...)

dragor

Alberto, le mie gambe vanno sotto il tavolo. E' proprio per questo che non oso guardare
_______________________________________________________________

AndreasLou, grazie della segnalazione. In effetti questo è l'argomento che attualmente tiene banco sui giornali rwandesi e si potrebbe riassumere cosi': la RDC non puo' prenderci come capro espiatorio per i suoi problemi interni. Il vero problema, di cui naturalmente non parla nessuno, si chiama FDLR, le bande di ex genocidari che terrorizzano la regione e e sembrano disporre di una cambiale in bianco
_______________________________________________________________

Grazie per la visita e i commenti, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

Alberto

E non hai paura che "LE ZAMPE" ti mangino il pipino? (triplo LOL)

Pim

L'Africa mi affascina per tutto tranne per una cosa: gli insetti. Ho una certa fobia per quei mostri che racconti con una nonchalance che ti invidio. Al Cairo mi imbattei in uno scarafaggio gigantesco che mi sembrava di avere le allucinazioni come Burroughs...

dragor

Pim, se vedessi i nostri. Al confronto quelli del Cairo sembrano dei microbi..

_______________________________________________________________

Alberto, ho paura che mangino anche il resto...
_____________________________________________________________

Grazie a tutti per la visita, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

marcello

Il mio primo giorno in Nigeria, prendendo possesso della casa, ho chiuso tutto le finestre e ho lasciato l'aria condizionata al massimo. La sera, tornando dal lavoro, ho trovato una piccola folla di rettili ed insetti semi assiderati, che non appena ho aperto la porta si sono trascinati fuori penosamente da quel gelido inferno.

Molti non ce la fecero, giacevano riversi con le zampine rattrappite nel rigor mortis.
Proibì severamente di alzare il termostato del condizionatore (perennemente al massimo), alla poveretta che veniva a fare le pulizie dovetti prestare la mia giacca a vento, e per poco non fini anche lei assiderata come i poveri scarafaggi, ma mia abitazione poteva definirsi asettica.

dragor

Marcello, che fortuna. Da noi muoiono di caldo :-)

dragor (journal intime)

marianna

Carissimo Dragor, visto che conosci i miei lati deboli, non sarà che con un post del genere mi vuoi dire :"L'Africa non fa per te!!!".
Il sospetto un po' ce l'ho.
Con i gechi, per esempio,che qui da noi abbondano, io ho un pessimo rapporto.
Li lascio fare il loro mestiere ma fuori di casa.
Guai il contrario.
Puoi immaginare il resto.
Hai un'amica terribilmente scarsa e fifona.
Un abbraccio.
Marianna

dragor

Cara Marianna, in un post ho scritto che preferisco affrontare un bufalo infuriato piuttosto che un Inyenzi. Questo per dire che sono come te. Lo sono sempre stato, fin da bambino. Ma alla lunga ho dovuto trovare un compromesso e stabilire una entente cordiale con gli insetti. Una questione di sopravvivenza. Sono sicuro che tu faresti come me. A volte siamo i primi a meravigliarci per le nostre capacita' di adattamento
Un abbraccio, a presto

dragor (journal intime)

Tesea

Caro Dragor,
adoro i gechi, erano l'unico DDT disponibile contro le zanzare nella mia stanza in Africa. Ne ho una famiglia anche qui sul terrazzo, che compare sui muri solo nelle sere calde d'estate.
I ragni mi terorizzano e mi affascinano, in casa se ne vedo uno cerco di lasciarlo vivere.
Purtroppo invece quest'anno ho dovuto giustiziare una popolosa tribù di formiche che avevano invaso i locali interni. Ho sofferto, ma ho dovuto farlo.
Quanto agli scarafaggi, a Milano sono una costante. Confesso, pur con qualche senso di colpa li combatto con armi chimiche.
Tesea

dragor

Cara Tesea, gli scarafaggi sono animali molto intelligenti. Si puo' negoziare e arrivare a un compromesso. Il mio sa che non deve muoversi dall'angolo del tavolo se ogni tanto vuole ricevere qualche boccone. E' cosi' grosso che, quando lo vede, il geco scappa!

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.