La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« La chiesa cattolica contro i Tutsi | Principale | Quale "rispetto" per l'islam? »

14/09/12

Commenti

Pim

Dragor, magari sarò anch'io un po' schizoparanoide però sono sempre più convinto che queste strategie terroristiche riconoscano come moventi interessi politici e quindi economici. Il film su Maometto, come le vignette e quant'altro, sono appena strumenti utilizzati da menti sopraffine, dotate peraltro di ingenti capitali (derivanti dal petrolio) da destinare alla propaganda e alla lotta armata. Queste menti sono abili nel manipolare l'ignoranza di una parte della popolazione del vicino e medio oriente, che finisce per abboccare all'amo. Non facciamoci trascinare nel vortice confuso che qualcuno ha predisposto ormai da tempo. Gli unici nemici che possiamo e dobbiamo combattere sono i pregiudizi e gli stereotipi.

Ciao Dragor, buona giornata.
Pim

dragor

Pim, mettiamo pure che il film sia stato prodotto da specialisti della strategia della tensione. Ma questa strategia funziona soltanto con i musulmani, come dico all'inizio del post. Nessun'altra religione ha un grado d'intolleranza cosi' alto. Basta un niente (un oscuro film da 2 soldi che non hanno nemmeno visto, qualche tratto di penna su un giornale di provincia di una cittadina della profonda Scandinavia) per scatenare un'esplosione apocalittica su scala mondiale con incendi, morti e feriti. Ecco quello che fa paura: questa bomba pronta a esplodere. I primi a farne le spese sono i paesi arabi, guarda quello che succede nella vicina Tunisia di Ennahda dove si sgozzano gli apostati, si picchia la gente per la strada, si incendiano le esposizioni d'arte e un blogger si è preso 7 anni di galera per avere criticato Maometto. Un saggio di quello che succederebbe anche da noi se l'islam conquistasse il potere politico (e che sta già succedendo, ieri a Bordeaux uno studente ha picchiato il professore che aveva criticato l'islam). E qui la strategia della tensione non c'entra.
Buiona serata, a presto

dragor (journal intime)

Tesea

Libertà di opinione e di critica non deve essere libertà di offendere e ferire. Quella è maleducazione.
Non è proprio escluso che queste provocazioni obbediscano ad un disegno programmato. E' la solita ricerca e approntamento di un 'casus belli'.
Tesea

dragor

Tesea, cosi' il colpevole sarebbe chi ha fatto il film e non gli assassini dell'ambasciatore americano? E chi decide che cos'è offensivo? C'è gente che si offende per una semplice occhiata.

dragor (journal intime)

marianna

Difficile sbrogliare la matassa, carissimo Dragor.Esagerata senz'altro la reazione degli islamici, che si sta propagando in parecchi stati dell' Africa e nel vicino Oriente. Sono molto vicina alla valutazione che fa Pim ma, per quel che mi riguarda personalmente, io sono fautrice di rispetto reciproco con tutti e di una cultura dell'ascolto e del dialogo.
Non facile da realizzarsi di sicuro in tempi brevi ma vincente su quelli lunghi sicuramente.
Tra cento anni, ad esempio, molte cose saranno diverse da oggi nelle nuovegenerazioni e così può darsi che ci sia davvero quella maggiore intesa tra le diverse confessioni religiose, una cultura scolastica (e non solo), adeguata e, nel mentre, anche accresciuta nei differenti strati sociali,tanto da noi che da loro, e quindi il tanto auspicato clima di dialogo di cui si blatera oggi. Però bisogna saper attendere e lavorare per la pace.Anche quando tutte le circostanze, come queste odierne, sembrerebbero sconfessarlo.
Buona notte,affettuosamente.
Marianna

dragor

Io credo che ci sarà intesa quando scompariranno le confessioni religiose. L'ho già visto in Israele fra palestinesi ed ebrei. Se sono religiosi, si odiano. Se sono atei, si amano. E chi definisce il rispetto? Se la critica ti offende, che cosa faccio? Non devo criticarti?
Un abbraccio, buon sabato, a presto

dragor (journbal intime)

Alberto

Caro Dragor, il tuo post di oggi è un collage di affermazioni totalmente inaccettabili. Ne elenco solo alcune, le più macroscopiche:
1) “Islam cancro del mondo” – il titolo – mi ricorda certe frasi sugli ebrei che ho sentito dire da un NAZISTA. Solo che alla parola “ebrei” è stato sostituito “Islam”. Cosa cambia? Niente! si tratta in entrambi i casi di affermazioni deliranti.
2) “Posso dire “cristianesimo cancro del mondo” e non succede niente”. “Giudaismo cancro del mondo” e succede ancora meno” Non è affatto vero. Si offenderebbero e gli ebrei più di tutti: ogni volta che dico qualcosa contro Israele mi dici che sono antisemita. Troppo comodo!
3) “non hanno visto il film” certo, secondo te i musulmani sono tutti “BALUBA” che non sanno né leggere né scrivere… dimentichi che viviamo nell’epoca di Internet! Anzi probabilmente il film è già in Internet. Credo che molti lo abbiano visto, molti altri ne hanno letto la recensione su Internet. Proprio come fanno molti di noi, che decidono di non andare a vedere un film se le recensioni sono negative. Non farli passare idioti! Il tuo è un atteggiamento RAZZISTA.
4) Se penso che l’islam è un cancro, perché non posso dirlo? Se vuoi passare da nazista, fallo pure…
5) Posso dire che Einstein era un deficiente, che Beethoven non capiva niente di musica… certo potresti dirlo, ma credo che passeresti tu da DEFICIENTE!

Perché gli islamici odiano l’occidente? Su questa domanda ho la risposta. Sono anni che me lo chiedo, analizzo, faccio ricerche. Non ho preconcetti come hai tu. Per questo alla fine sono arrivato a capire come stanno realmente le cose. Se interessa a qualcuno lo dico.


marcello

standing ovation

i fanatici sono una minaccia per tutti, con loro funziona solo la politica del bastone. Approfiterei della presenza del papa in medio oriente per far partire i bombardieri adesso.

marcello

(così prendiamo 2 piccioni con una fava)

dragor

Alberto, procediamo punto per punto.
1) Io penso che tutte le religioni siano un cancro, specialmente i monoteismi.. Avvelenano tutto, dividono, provocano intolleranza, violenza, discriminazione e falsano i valori morali. Il giudaismo prima di tutte, perché ha originato gli altri 2 monoteismi. Affemarlo non è delirante, è il dovere di ogni persona sana di mente. Il delirio è quello dei fanatici che stanno mettendo il mondo a ferro e fuoco.
2) Certo, cristiani ed ebrei si offenderebbero. Ma non metterebbero il mondo a ferro e fuoco come stanno facendo gli islamici. Non mettiamo sullo stesso piano la "provocazione" (quale? A titolo privato, ognuno è libero di dire quello che gli pare) con il massacro del personale dell'ambasciata americana che non c'entrava niente.
3) Sicuro, quelle folle isteriche sono composte da selvaggi abbrutiti dalla religione. Non possono avere visto il film, è stato proiettato soltanto una sera in una sala semideserta di Los Angeles.Su internet c'è solo qualche scena. E anche se lo avessero visto, non si reagisce cosi' per un film che coinvolge soltanto chi lo ha realizzato e in alcun modo gli Stati Uniti.
4) Non vedo perché dovrei passare da nazista affermando che l'islam (o un'altra religione) è un cancro. Criticare un'ideologia non è razzista. Posso criticare l'islam come il comunismo, il nazismo, il cristianesimo o scientology, che posso definire altrettanti cancri. Questo mi mette dalla parte dei critici, non dei nazisti. E in ogni caso l'ideologia islamica è molto affine al nazismo. Non per niente Hitler l'ammirava e la sua ammirazione era ricambiata. Non per niente sia i nazisti che i musulmani sono contro la libertà di critica.
5) Certo che passerei da deficiente. Sono autentiche bestemmie, molto più gravi dell'affermazione che l'islam è un cancro, la quale se non altro ha qualche fondamento.. Ma i sostenitori di Obama, Beethoven ecc. non brucerebbero le ambasciate e non ammazzerebbero nessuno. Soltanto gli islamici reagiscono in questo modo, confermando implicitamente che la loro religione è una patologia.
6) Israele è uno Stato, non una religione. Gli israeliani sono al 60 per cento atei. Detestano il giudaismo ancora più di me.
7)Sono curioso di sapere come stanno realmente le cose. Una parte della mia famiglia è islamica e in effetti ce l'ha con l'occidente.
Grazie della visita e del commento, good night.

dragor (journal intime)



Alberto

Un paio di precisazioni:

Gli israeliani saranno anche al 60% atei, come dici tu, allora perché Israele è da sempre governata da partiti politici vicini alla destra religiosa?

Questo film non è uscito per caso: si vuol creare tensione fra Stati Uniti e mondo arabo per fini politici. Come dice Pim, dietro ci sono menti raffinate. Ma non si tratta di arabi. Per me dobbiamo cercare sul versante opposto. Ma di questo ne parlerò alla fine….

Allora, perché gli islamici odiano così tanto l’Occidente? La risposta l’ho avuta per caso, dopo anni di ricerche. Qualche giorno fa, ero con un amico -arabo e musulmano - e stavamo parlando del più e del meno. Poi, del tutto inaspettatamente, ha cominciato a parlare del suo paese…

In estrema sintesi, mi ha detto questo: negli ultimi 30 anni la globalizzazione e il liberismo economico sono approdati nei paesi di lingua araba e di cultura islamica. Il risultato è stato quello di un uragano. La società tradizionale è stata completamente sconvolta. I figli si ribellano contro i genitori, la droga viene spacciata persino fra i banchi di scuola, molte donne si prostituiscono. La famiglia – che è il perno della società – si sta disgregando. I divorzi sono all’ordine del giorno. Dappertutto c’è povertà, sfruttamento, corruzione…

Di tutti questi mali incolpano l’occidente: il nostro stile di vita, la nostra cultura che li ha invasi. E il liberismo economico, che li ha impoveriti. E si illudono che tornando all’Islam riusciranno a spazzare via tutta la corruzione, la decadenza, la povertà, la droga, e tutto il resto. Se l’islam in questi anni è cresciuto così tanto è perché i preti, mentre da una parte sfamavano il popolo, dall’altra gli hanno fatto intendere che la colpa dei loro guai è dell’Occidente.

Non c’è da stupirsi che ci odino tanto: ci identificano con tutti i mali che affliggono la loro società. Per inciso, non è un caso che la rivolta contro l’occidente sia partita dall’Iran: è stato il primo paese musulmano a subire questo tipo di trattamento, ai tempi dello Scià. Pertanto credo che i musulmani, nel loro insieme, siano più da compatire che da condannare: la loro è una situazione di povertà e di miseria – materiale ma anche culturale – e occorreranno molti decenni per sanare queste ferite.

Qualcuno però purtroppo cerca di sfruttare questa situazione ai propri ignobili fini: per ragioni politiche – ma anche probabilmente economiche – soffia sul fuoco dell’odio antioccidentale, per far scoppiare una guerra globale fra paesi islamici e occidente. Insomma, la terza guerra mondiale. Chi? E’ ovvio, chi pensa di vincerla. O di guadagnarci. Insomma chi cerca il mandante – o i mandanti – di tutto questo, lo deve cercare in quell’elite economico-finanziaria che governa l’occidente: i banchieri. WALL STREET. Gli stessi che sono responsabili anche di molti nostri problemi. Alla fin fine, mi pare che abbiamo gli stessi nemici. Noi votiamo per Grillo, loro per Maometto. Ma non siamo molto diversi…


Bertrand Russel

Per Alberto

Noi, oggi, siamo molto diversi, grillo non pretende di parlare in nome di Dio e nessuno dei suoi sostenitori è stato accusato di violenza sui sostenitori di altri politici.

Se quello che dici tu sulla povertà e sullo sfruttamento dei paesi islamici causato dal liberalismo fosse vero e che fosse questa la causa del odio non si spiega perché nei vari paradisi del turismo sessuale, Thailandia, Santo Domingo, ecc. ecc.... non ci odino anche di più.

Inoltre il fondamentalismo e l'odio anti occidentale sono diffusi anche in paesi ricchi come la Libia e l'Arabia Saudita, quasi tutti gli attentatori del 11 settembre erano sauditi, mentre in un paese relativamente povero come il Marocco non sono cosi diffusi.

La verità e che tutti i monoteismi sono per lo intrinseca natura intolleranti, la dove i fedeli non hanno molte altre preoccupazioni per la testa danno corso alla loro intolleranza mentre la dove hanno altri problemi cercano di far convivere la loro fede con le soluzioni pratiche da dare ai problemi. Quindi noi non dovremmo cercare di far star meglio i mussulmani poveri ma dovremo cercare di azzerare il nostro consumo di idrocarburi in modo da impoverire gli sceicchi e costringerli a scegliere tra il modernizzare i loro paesi e l'abbandonare il loro stile di vita sfarzoso ed edonista.

P.S. Ho precisato al inizio che noi siamo diversi oggi ma nei secoli scorsi i cristiani erano anche peggiori degli islamici.

FORZA DRAGOR!!!!!!!!

dragor

Caro Alberto, non ci resta che inchinarci al fantasma di Bertrand Russell :-) In effetti molti analisti, fra i quali Dawkins, Hitchens e Sam Harris, osservano che non c'è un rapporto diretto fra l'odio per l'occidente e la miseria. Molti terroristi sono ricchissimi, Osama Ben Laden era milionario. Merah, l'assassino dei bambini ebrei a Toulouse, aveva un bellissimo appartamento gratuito, prendeva più di 1000 euro al mese in sussidi e la vigilia della strage era andato a sciare sui Pirenei. Come ho scritto nel post gli islamici si sentono umiliati dal fatto che, mentre la loro civiltà è ferma al medioevo, i peccatori sono diventati padroni del mondo. Non provano la rabbia del povero privato del necessario ma quella di un popolo eletto soggiogato dai barbari. La madre dell’odio è la religione, l'ho visto anche in Israele: quando sono atei, ebrei e palestinesi si amano. Quando sono religiosi, si odiano.
Mi dispiace per i difensori d'ufficio della religione, ma la causa delle attuali violenze è proprio l'islam. Le pagine del Corano grondano odio. Mai un rapporto fra causa ed effetto è stato più chiaro. L'ho scritto anche in un post:"Il Corano, manuale per assassini in libera vendita". Se lo dai a un miliardo e mezzo di persone, credi di non trovarne qualche migliaio pronte a seguirlo? Se fosse un testo laico tutti lo accuserebbero. Un testo religioso è ancora più pericoloso, perché richiede l'obbedienza cieca. E' una bomba a orologeria, una fabbrica di fanatismo.
Elettoralmente gli israeliani reagiscono come tutti i paesi: quando si sentono minacciati votano a destra, quando sono più tranquilli votano a sinistra. E' vero, certe maggioranze di governo sono costrette a imbarcare il partito religioso, ma si fa il possibile per limitare il suo potere. Non c'è confronto con le dittature islamiche dei paesi confinanti.
Mettiamo pure che ci sia un complotto ebreo per provocare tensione fra gli USA e i paesi arabi (credo che sia questa la tesi di cui vuoi parlare più tardi). Ma i termini della questione non cambiano: basta niente per far saltare la polveriera. Funziona soltanto con i paesi islamici. E perché i paesi islamici sono una polveriera? A causa della religione.
Grazie per la visita e il commento, buona giornata

dragor (journal intime)

 dragor

Grazie Marcello. Ma prima di sganciare le bombe, lasciamolo finire lo spettacolo più comico dell'anno. In Libano Ratzinger è riuscito a dire che i fondamenti della religione non sono religione :-)

dragor (journal intime)

Alberto

Caro Dragor, innanzitutto permettimi di sorridere della tua scelta di scrivere un commento auto celebrativo firmandoti “Bertrand Russel”. Ce n’era proprio bisogno? Oltretutto non credo che il vero B. R. approverebbe le tue tesi, visto che sono assai poco “scientifiche".

Infatti, cosa c’entra la Thailandia? Sostieni che le mie tesi sull’islam non sono valide perché in Thailandia stanno male lo stesso e non accusano noi dei loro problemi… E’ come nascondersi dietro ad un dito! Non ti rendi conto che nel mondo ci sono interi continenti che odiano l’Occidente in generale – e gli Stati uniti in particolare? Cina, Russia, l’intera America Latina… sono miliardi di persone! E non sono certo tutti musulmani.
Io cercavo solo di farti capire questo: i musulmani – gli arabi in particolare – nel loro odio verso l’occidente, si illudono (perché ovviamente è una pura illusione) che ritornando alla purezza della loro antica religione possano in un sol colpo liberarsi di tutti i problemi che affliggono la loro società. E’ ovvio che sono degli idioti, ma ti sembra il caso di andarli a provocare in questa maniera?
Gli arabi si offendono solo in due modi: se tocchi la loro donna o se offendi la loro religione. Io non credo che tu, in nome della libertà di parola, abbia il diritto di offenderli, come non hai il diritto di fare l’altra cosa.

Un’ultima riflessione: nel caso scoppiasse davvero una guerra fra Occidente e mondo islamico, l’Occidente sarebbe solo, e Israele sarebbe ancora più solo, mentre gli islamici avrebbero il resto del mondo al loro fianco: i già citati Russia, Cina, America Latina, sarebbero loro alleati.
E’ BENE RIFLETTERE, PRIMA DI FAR SCOPPIARE LA TERZA GUERRA MONDIALE!

Bertrand Russel

Ciao non sono Dragor sono un tizio che ha scelto di firmarsi in questo blog con il nome di un famoso filosofo, agnostico, libera e libertario che ha scritto molto contro la religione e che fosse vivo oggi ci scommetto che avrebbe scritto cose anche più pesanti di quello che o scritto io se non ci credi leggiti "Why I Am Not a Christian" "Perché non sono cristiano".

Bene tu dici che in Russia, America Latina e Cina ci odiano.

Ma in Russia più che altro odiano se stessi, basta vedere la percentuale della popolazione tabagista e alcolizzata o il numero dei suicidi o il tasso degli omicidi oppure come risolvono, da secoli, i loro problemi legati al dissenso politico, l'odio contro questo o quello è spesso una diversione che i potenti usano per distrarre il popolo dai loro problemi interni e dalla mancanza di libertà e democrazia.

In America Latina odiano gli U.S.A. perché si sono impicciati un sacco di volte nei loro affari interni appoggiando colpi di stato e governi dittatoriali per motivi economici e ideologici, (lotta al comunismo, ma la pratica d'ingerenza risale alla fine del XIX secolo), ma non mi risulta odino gli Europei ne i Canadesi o gli Australiani, (fa qui eccezione l'Argentina per il caso Falkland, che prima del arrivo dei Britannici erano spopolata e che sono abitate ancora oggi da anglofoni).

In Cina odiano i Giapponesi per via dei massacri commessi dal 1936 al 1945, ne hanno ammazzati a milioni, per il resto i Cinesi non odiano d'avvero nessun paese straniero.

Ti chiedi se scoppia una guerra?

Tranquillo siamo nel era delle bombe atomiche guerre generalizzate come le due guerre mondiali sono oggi impossibili.

Ma anche se fosse possibile una guerra generalizzata sei d'avvero sicuro che Russia e Cina si metteranno con i mussulmani? Vedi che la Cina e ancor di più la Russia hanno problemi con i mussulmani rispettivamente, nel Asia centrale con i mussulmani Uiguri, e nel Caucaso, con i Ceceni ma questo lo sanno tutti.

Tu dici che Dragor non dovrebbe ne insultare i mussulmani ne andare con la moglie di un mussulmano.

Ma capita di continuo di insultarsi a vicenda e con le persone civili di solito ricevi in cambio altri insulti o al limite una denuncia e se la moglie di un uomo vuole andare con un altro in un paese libero lo può fare e al limite il marito vi spacca la faccia e poi chiede il divorzio ma non rischi ne il linciaggio ne la galera.

Se non te lo ricordi in questo paese si sono combattute per anni battaglie per abolire il delitto d'onore e tu vuoi legittimare lo stesso comportamento, anzi peggiore visto che da noi ti faceva fuori il diretto interessato che poteva anche avere le sue ragioni per farlo mentre li ti fanno fuori in massa e solo perché glie là detto il profeta.

Vedi che l'obbedienza cieca che chiedono le religioni e le ideologie, da noi per fortuna la cosa è andata fuori moda, ma può tornare, porta gli esseri umani a comportarsi come degli automi insensibili, falsi, amorali e brutali e nel islam l'obbedienza cieca è il primo requisito del fedele, la parola musulmano vuol dire sottomesso a Dio.

Concludo citando Bertrand "L'umanità è sulla soglia di un periodo d'oro, ma, in tal caso, sarà necessario prima uccidere il drago che custodisce la porta, e questo drago è la religione".

Casa Pound

ill vero cancro del mondo sono gli ebbrei

dragor

Alberto, permettimi di sorridere della tua scelta di credere che abbia deciso di firmarmi Bertrand Russell. Dragor si firma solo Dragor e non attribuisce a nessun altro il suo pensiero

dragor (journal intime)

dragor

Casa Pound, se ti riferisci al giudaismo sono d'accordo. L'islam e il cristianesimo sono le sue metastasi...

dragor (journal intime)

dragor

Alberto, hai enunciato in modo perfetto il principio della censura. Gli adepti di una certa ideologia si offendono, cosi' è proibito criticarli. Lasciamo che siano loro a definire l'offesa. Questa è la base del fascismo. Come no, lasciamoli sgozzare gli apostati, lapidare le adultere, distruggere le opere d'arte, massacrare gli infedeli e soprattutto stiamo zitti. Altrimenti si offendono.

dragor (journal intime)

Alberto

Dragor, se commettono reati penali possono e devono essere puniti. Ma lasciamoli credere in ciò che vogliono! Cosa ci guadagni ad insultarli?

Alberto

al lettore che si firma Bertrand Russel: il tuo lungo commento meriterebbe una risposta ben approfondita, ma non vorrei passare per uno di quei vecchi noiosi che credono di sapere tutto... per cui, dirò solo un paio di cose:

1) credi davvero che l'Umanità sia sulla soglia di una nuova età dell'oro? Ti auguro di vivere almeno altri 50 anni, ti accorgerai di quanto ti sbagli...

2) perchè demonizzare le religioni? N.B. io non sono credente. vogliamo continuare a ripetere a pappagallo le cose dette quasi 200 anni fa da Marx e Nietche, oppure cominciare a pensare a qualcosa di nuovo? per esempio che l'essere umano, così fragile, ha bisogno di certezze, di sicurezze...

Alfredo

Che l'essere umano debba ricercare certezza e sicurezza nella religione, un poco mi rattrista. L'uomo dovrebbe ricercare la conoscenza. E spesso la conoscenza porta a intuire l'esistenza della Divinità.
Divinità certamente diversa da quella delle religioni, se non altro per il fatto di essere reale e non frutto di immaginazione di uomini preistorici. Divinità che opera per mezzo delle leggi fisiche che noi andiamo via via scoprendo. Se poi la si vuole chiamare Dio o con qualsiasi altro nome, la sostanza non cambia. Certo non è un vecchio canuto in veste bianca.e forse non è nulla di quello che possiamo immaginare. Forse è solo ed esclusivamente informazione, o l'insieme di tutte le possibilità o probabilmente qualcosa di più visto che dal nulla è riuscito a creare un universo così come noi abbiamo realizzato i monitor. Utilizzando la stessa logica. Ma questo è argomento da discutere dopo aver bevuto il terzo Dragor-drink....

dragor

Denunciare un'ideologia che contempla "per legge" questi reati penali (e anche altri) non è un insulto, è una critica. E direi anche una critica doverosa. Il fatto che la critica sia percepita come insulto è il distintivo delle ideologie fasciste che vogliono chiudere la bocca ai dissidenti. Piegarsi a questo ricatto in un paese democratico significa praticare l'autocensura e alla lunga non pronunciarsi più su niente. Leggi che cos'ha scritto Voltaire sull'islam, sono parole molto attuali. Riprese dal direttore di Charlie Hebdo, un giornale di estrema sinistra che ieri ha pubblicato nuove caricature di Maometto che domani pubblichero' su JI.E' il dibattito corrente in Francia. Se i musulmani vengono in Francia, vogliono essere trattati come i francesi. Molti hanno anche la nazionalità francese. E se critichiamo la religione dei francesi (la satira è una critica con il sorriso) perché dovremmo fare uno sconto a quella dei musulmani? In Francia è la religione che si conforma alla Repubblica, non la Repubblica che si conforma alla religione. Come in Rwanda. I musulmani devono accettare il oprincipio di laicità o tornare a casa loro e governarsi con la sharia. Ma che non gli salti in testa d'imporla da noi. Non abbiamo cacciato i preti dalla porta per far entrare gli imam dalla finestra.
Ciao, buon pomeriggio

dragor (journal intime)

Alfredo

Approvo.

Marinella da Maputo

Da donna posso dire che le religioni sono l'oppio dei poveri UOMINI, religioni monoteiste e maschiliste che offendono l'essere umano sotto tutti i punti di vista. NESSUNA RELIGIONE DOVREBBE PENSARE CHE IL PROPRIO DIO E' MEGLIO DI UN'ALTRO .... nessuna religione dovrebbe pensare che LA DONNA è un essere inferiore.
La Genesi dice che DIO ci ha fatto a sua immagine e somiglianza, ma che si era fumato quel giorno? Orribile poi che dalla costola di un uomo abbia poi creato una donna!!!!
Allucinante che più della metà dell'umanità sia talmente POVERO DENTRO DA AGGRAPPARSI A QUALCOSA CHE NON ESISTE CON QUALSIASI NOME LO SI POSSA CHIAMARE!!!!
Piccola LUCY ... FEMMINA che da quadrupede si è evoluta per dare inizio al genere umano questo è il vero miracolo della natura!!!!!
Dragor, un abbraccio da Maputo.

Alberto

In un paese democratico come la Francia oggi si è impedito - per legge - a dei manifestanti musulmani di manifestare e ad un giornale di pubblicare le foto di Kate Middleton nuda.

NON VENIRMI A PARLARE DI DEMOCRAZIA! CHIAMIAMOLA PIUTTOSTO IPOCRISIA!

dragor

Alberto, tutti i paesi democratici si proteggono le ambasciate e si tutela l'ordine pubblico. Perché da noi non si dovrebbe? Nessuno ha mai proibito le manifestazioni islamiche pacifiche. Questa gente veniva dalle Yvelines con armi e cartelli con scritto"J'emmerde la laicité". Ignorando che possono stare sul nostro suolo e godere degli stessi diritti dei cittadini francesi proprio grazie alla laicità che abbiamo conquistato anche per loro a prezzo di dure lotte e della quale vorrebbero privarci. Sai quante alloc' incasserebbero se fosse per il regime di Louis XVI? La vera ipocrisia è di chi finge d'ignorare tutto questo.
La questione di Katie è squisitamente legale fra la casa reale inglese e la rivista incriminata. Che cosa c'entra la Francia? Comunque, in caso di pubblicazione, la rivista è stata condannata a pagare una penalità che esborserà volentieri perché guadagnerà 1000 volte di più. Chi vuole vedere le tette di Kate non sarà privato dello spettacolo, anche questa è democrazia!

Grazie a tutti per lav isita e i commenti, a presto

dragor (journal intime)

dragor

Cara Marinella (finalmente da Maputo. Ciao vicina!) Per quando mi riguarda non esito ad ammettere che ogni dio è peggiore dell'altro e che la donna è superiore all'uomo. Sono contro le religioni anche per questo. Non c'è da stupirsi che siano macho, quelle monoteiste le hanno inventate i beduini dell'età del bronzo e si vorrebbe imporre la loro morale all'Europa del XXI secolo.
Mi dispiace di non essere vissuto ai tempi di Lucy,le avrei dato una mano a dare inizio al genere umano :-)
Un grande abbraccio da Kicukiro, quasi banlieue di Maputo

dragor (journal intime)

Alberto

Dragor, per me i francesi hanno sbagliato in ogni caso:

1) impedendo la manifestazione ci hanno fatto la figura dei fascisti. se l'avessero lasciato svolgere, e ci fossero stati degli incidenti, avrebbero potuto sfruttare la cosa a fini politici...

2) la questione di Kate è davvero ridicola: per la prima volta dai tempi della guerra dei 100 anni (13° secolo) i francesi prendono ordini dagli inglesi. una figura di m... planetaria!

Alfredo

Mi astengo di commentare la discendenza da Lucy.
Ognuno è libero di pensare di essere l'evoluzione di ció che vuole. Tu di una scimmia femmina, io eh eh di un mandrillo... Ma non è così.
Gli scienziati seri sanno che non c'è stato il tempo necessario alla teoria evoluzionista.
E poi...sottolineare il femminismo, i diritti della donna e cose simili, mi sa tanto di razzismo. La donna e l'uomo sono la stessa cosa, con qualche piccola differenza biologica a livello di apparato riproduttivo, ma per il resto identici.
Tanto l'uomo modellato con la terra che la donna clonata da una costola, ovvero dal DNA umano, sono allegorie che contengono una verità.
Il nostro organismo è costituito esattamente dai componenti della terra, solamente organizzati in modo differente. Tra la terra e te la sola differenza è l'informazione che ha permesso ai vari elementi di comporre un organismo vivente.
E l'informazione non è frutto dell'evoluzione.

dragor

Alberto, se è per questo ci hanno anche deportato Napoleone...

dragor (journal intime)

dragor

Alfredo, ma Lucy non è teoria. E' pratica. La nostra antenata più antica da quando la linea umana si è differenziata dagli altri primati. Poiché lo scheletro si suppone appartenente a una femmina, l'hanno battezzata Lucy.
E il femminismo non mi sembra razzista. E' il giusto contrappeso del machismo e scomparirà quando scomparirà il secondo.
Ciao, buona notte

dragor (journal intilme)

Bertrand Russel

X Alberto la nostra attuale aspettativa di vita è 80 anni, grazie allo sviluppo di scienza, tecnologia e economia, nel XIX secolo la speranza di vita era intorno ai 40 anni, nel medioevo circa trenta, nell'età della pietra circa 20, la nostra aspettativa di vita è in aumento di circa 3 mesi l'anno, il tenore di vita della classe media di oggi, prendendo in considerazione alimentazione, viaggi, istruzione e mobilità è superiore a quelle degli aristocratici del ancien regime e di generazione in generazione tende ad aumentare in quasi tutti i paesi, l'Italia è un caso a parte a cause delle idee sbagliate applicate all'economia negli ultimi decenni, quindi si sia alle porte di un età del oro che però sarà quasi sicuramente meno brillante del era successiva.

Io non criminalizzo le religioni si criminalizzano da sole.

In quanto alla tua idea che la scienza lascia intravedere l'esistenza di un Dio perché non spiega tutto è lo stesso argomento di chi sosteneva l'esistenza del vecchio Zeus a causa dei fulmini ma oggi sappiamo cosa sono i fulmini e cosa li causi e nessuno crede più in Zeus per spiegare i fulmini cosi prima o poi, si spera prima, quando avremo capito l'evoluzione del universo, in gran parte gli scienziati lo hanno già capito ma bisogna ancora divulgare a noi gente comune le persone cosi non avranno più il bisogno di crederà in Dio per spiegare la creazione del universo.

Bertrand Russel

x Alberto volevo anche dirti che secondo me e secondo moltissime ricerche scientifiche gli uomini e le donne non sono diversi solo a livello d'apparato riproduttivo la psiche femminile è molto diversa, e molto più contorta, di quella maschile.

Tali differenze saranno pure sorte a causa della specializzazione sessuale ma non sono limitate alla sfera sessuale.

X Dragor io non sono così sicuro che maschilismo e femminismo siano destinati a sparire con il tempo in questi ultimi decenni si è verificato una ripresa della conflittualità sessuale proprio nei paesi in cui più si erano orientati verso la parità.

Mi sto riferendo al aumento dei casi di violenza di genere in paesi come la Svezia.

Alberto

X Bertrand Russell: le aspettative di vita TEORICHE saranno pure di 80 anni, ma come si fa a vivere con 500 euro al mese di pensione?

Cosa può fare la scienza per costruire una società più giusta, per fermare la distruzione dell'ecosistema e l'avvelenamento del pianeta? Non vedi che il nostro benessere, il nostro consumismo, stanno avvelenando noi e il pianeta su cui viviamo? E siamo noi uomini la causa di tutti questi problemi, non certo la religione!

Bertrand Russel

Ok questi problemi che hai appena elencato hanno un origine puramente terrena lasciamo stare per un po la religione.

1) Il problema dei 500€ al mese di pensione è tipico del Italia e di altri paesi mal governati, in Italia è sorto perché per un paio di decenni si sono mandate le persone in pensione anche dopo solo 20 anni di lavoro e si sono fatte molte spese pubbliche in deficit, risultato non ci sono più i soldi per pagare buone pensioni, per risolvere il problema bisognerebbe gestire molto bene la cosa pubblica, in latino res publica, per molti anni ma non vorrei uscire dal argomento con un articolo di politica economica, per quello ci sono altri siti.

2) La scienza non costruisce società giuste o ingiuste ma ci dà i mezzi per modificare quella in cui viviamo.

Anche cosi le società più evolute tecnologicamente tendono ad essere più egualitarie, meno violente e più meritocratiche di quelle meno sviluppate.

Il perché è subito spiegato per far si che una società si sviluppi scientificamente è necessario che ci siano una certa quantità di persone istruite, libere di sperimentare e libere dalla preoccupazione di dover subire violenze di qualche tipo ed occorre che gli individui siano giudicati in base a ciò che fanno e a ciò che riescono ad ottenere e non in base a ciò in cui credono o alle loro parentele.

Quindi non è la scienza che crea una società giusta ma è una società giusta che crea la scienza e da tale creazione ottiene maggior sviluppo, benessere, opportunità, salute e altre cose che la rendono ancora migliore e capace di innovare ancora ma con questo non bisogna credere che la scienza risolva tutto a anche lei i suoi limiti, per ora, che sono essenzialmente i limiti di chi la usa.

3)Per fermare la distruzione della natura servirebbe la volontà politica di farlo anche a costo di tirare fuori una bella quantità di denaro per ripulire il mondo e per limitare le emissioni di sostanze inquinanti anche qui non vorrei uscire troppo fuori argomento.

Alberto

Ok, grazie per lezioncina di educazione civica. Mi hai preso per uno stupido?

Sei una persona molto ingenua. Probabilmente neppure conosci il romanzo "Il nuovo mondo" di Aldous Huxley, che descrive molto bene come possa essere disumana e spietata una società governata soltanto dalla logica e dalla scienza. Leggilo, te lo consiglio, e poi magari ne riparliamo.

Nel frattempo, ecco cosa diceva Bertrand Russel nel 1953 a proposito di problemi globali e della loro soluzione:


Bertrand Russell, L’Impatto della Scienza sulla Società (The Impact Of Science On Society) 1953
Non pretendo di dire che il controllo delle nascite sia il solo mezzo per impedire ad una popolazione di aumentare. Ce ne sono altri… la guerra è piuttosto deludente a riguardo, ma una guerra batteriologica potrebbe rivelarsi efficace. Se una peste potesse propagarsi nel mondo ad ogni generazione, i sopravvissuti potrebbero procreare liberamente senza riempire troppo il mondo.. Lo stato delle cose potrebbe essere un po ‘sgradevole, ma che importa? Le persone veramente nobili sono indifferenti alla felicità, soprattutto a quella di altre persone … Ci sono tre modi di garantire una società che voglia essere stabile per quanto riguarda la popolazione. Il primo è quello del controllo delle nascite, il secondo quello dell’infanticidio o con guerre realmente distruttive, e il terzo attraverso una povertà generale, fatta eccezione per una potente minoranza … “

nithael

Sono fermanente convinto ke la tolleranza
Ed il rispetto nelle idee altrui
debba divenire la religione
Unica fra le persone di questo
mondo martoriato e pieno di odio
scaturito kissa' forse proprio
dalle religioni ke tendono
All esclusività del proprio Dio Assoluto
ke non prevede in alcun modo
(Certamente questo vale solo x gli
Intransigenti fondamentalisti:
Vedi gli ortodossi nelle svariate religioni)
La possibilità ke anke quest ultimo
possa essere messo in discussione,
Ma in fondo solo x una forma di partito
Preso k e' esclusivo del proprio status
esistenziale ke esclude
il se dall altro automaticamente
in realtà negando a se stessi
Quella possibilità inclusiva
del prossimo come possibilità di
Arrikkimento e di vera libertà
Ke si acquisisce con la consapevolezza
( del Sé come altro)
Di raggiungere quel traguardo
Di tolleranza appunto
ke guarda caso da qualke
Millennio a questa parte
Nonostante tutte queste religioni
non siamo riusciti a conquistare.
Alla fine ho questo dubbio..
Ma non saremo x caso manipolati?!?!
A ki vuol intendere intenda
ciao a tutti

dragor

Infatti "Il Migliore dei Mondi" è una teocrazia. Solo una teocrazia puo' arrivare a quelle aberrazioni

dragor (journal intime)

Alberto

Sono d'accordo, se ammetti che certi scienziati non sono poi così diversi da certi preti/rabbini/ajatollah...

stessa ambizione di potere, stesso delirio di onnipotenza!

Alberto

Bello quando dice: "Le persone veramente nobili sono indifferenti alla felicità, soprattutto a quella di altre persone … " Probabilmente, per lui, anche Adolf Hitler era una persona molto nobile...

dragor

Alberto, il leit-motiv del libro è la critica di Bernard Marx opposta al dogmatismo del sistema. Per questo difendo la libertà di critica, soprattutto nei confronti delle religioni che sono le ideologie più dogmatiche. Le aberrazioni del "Migliore dei Mondi" scaturiscono soltanto nei luoghi dove si reprimono dialogo e la critica.

dragor (journal intime)

Alberto

Le aberrazioni del "Migliore dei Mondi" scaturiscono soltanto nei luoghi dove si reprimono dialogo e la critica.

SONO D'ACCORDO. In effetti sono anni che ti invito a fare un dibattito su questi temi - ovvero quale forma di governo è possibile sperare oggi, nell'epoca di Internet - ma tu non ne hai mai voluto sapere...

Bertrand Russel

X Alberto prego non mi devi ringraziare per la lezioncina d'educazione civica qui in Italia ne abbiamo tutti un gran bisogno io compreso poi ci tenevo a dire che io non sono per una società fondata solo sulla logica ma anche sulla logica e se anche io sono un ingenuo preferisco essere un ingenuo che difende a spada tratta la libertà d'espressione senza se e senza ma più tosto che fare dei pericolosi distinguo su cosa sia di cattivo gusto e quindi non pubblicabile e ciò che sia di buon gusto e quindi pubblicabile.

Quello che citi tu sulle epidemie mortali che decimano periodicamente il genere umano era esattamente ciò che succedeva a tutto il genere umano prima che venissero inventati i vaccini prodotto della scienza.

Ma qui stiamo uscendo dal argomento anzi siamo già fuori.

dragor

Alberto, credevo che il mio "migliore dei mondi" si potesse evincere dai miei post. A me piace un governo equidistante da ogni ideologia per permettere l'integrazione di tutte ma capace di respingere quelle in conflitto con le sue leggi, con un buon welfare, con buone abitazioni ad affitto moderato,a tendenza liberale ma con correttivi sociali nei posti giusti,con una scuola laica e meritocratica, aperto a un'immigrazione controllata, rispettoso dell'ambiente, amico del fair play e nemico della corruzione, pacifista ma capace di farsi rispettare,amministrato da una giustizia indipendente, capace di motivare i cittadini con grandi ideali. Più meno come il Rwanda :-)

dragor (journal intime)

dragor

Come fa capire Huxley,la scienza asservita ai dogmi genera mostri. Ma come dice Bertrand Russell (quello vero :-)) la scienza guidata dalla ragione e illuminata dall'amore è una cosa meravigliosa.

dragor (journal intime)

Alberto

X il lettore che si firma Bertand Russel: ovviamente anche io sono favorevole ad una società basata sulla logica. MI SEMBRA LOGICO! Tuttavia occorre evitare di sopravvalutare la scienza, come fai tu, ritenendo che possa risolvere tutti i problemi umani.

Inoltre, mi sembra che non hai letto con attenzione la frase di Bertand Russel: lui dice che sarebbero opportune delle epidemie periodiche per decimare la popolazione... E' un concetto nazista, non credi? Il problema è che qualcuno queste cose le pensa davvero! gli arsenali delle superpotenze sono pieni (oltre che di bombe atromiche) anche di armi batteriologiche sufficienti a sterminare l'intera popolazione umana. Che bella cosa la scienza, vero?????

Alberto

Dragor, mi piace il tuo mondo! Tuttavia credo che resterà un' utopia. Venendo a Russell, ce ne devono essere due (e non solo su questo blog) perchè come è possibile che abbia detto quello che dici tu e anche le cose che ho trovato su Internet, da me riportata poco sopra?

Quelle frasi sembrano uscite dalla bocca di Goebbels o Goering - se non di Adolfo in persona!

Bertrand Russel

Ciao Alberto vedi che neanch'io penso che la scienza non risolva tutti i problemi ma che essa ci dia la possibilità di risolvere i problemi materiali se li vogliamo risolvere e se siamo disposti a impegnarci a risolverli, il che è di più di quanto abbia mai fatto la religione, e che gli Stati Uniti hanno sospeso da anni la ricerca di armi batteriologiche perché appunto armi incontrollabili e ingestibili e a quello che ne posso sapere tutte la maggiori potenze che dispongono di armi atomiche hanno fatto lo stesso per motivi analoghi.

Se poi vogliamo dirla tutta l'invenzione della bomba atomica ha messo fine alle guerre generalizzate come furono le due guerre mondiali o le guerre napoleoniche o le varie guerre di successione o la guerra dei trent'anni.

Su la frase di Russel bene leggero il libro e ti farò sapere, tra qualche giorno, la mia risposta ma ti voglio ricordare che Russel fu pacifista durante la prima guerra mondiale, che condannò il comunismo già ai tempi di Lenin, a causa dei suoi metodi mongolici, fu dalla parte degli alleati durante la seconda guerra mondiale, pacifista dopo la guerra e promotore di un tribunale contro i crimini di guerra americani in Vietnam, quindi potrà anche aver detto delle cazzate, che magari nel contesto in cui erano inserite avevano un significato completamente diverso, ma al momento di prendere seriamente posizione a sempre preso la strada giusta.

Alberto

Caro B.R. se pensi che gli Stati uniti abbiano sospeso "da anni" la produzione di armi batteriologiche sei davvero molto ingenuo! Io credo invece che stiano studiando una nuova generazione di armi batteriologiche che uccide "solo" certe popolazioni e non altre...

Comunque mi fa piacere che anche tu ammetta che la scienza non può da sola risolvere tutti i problemi dell'umanità. Se c'è un errore che dobbiamo evitare assolutamente è proprio quello di elevare la scienza a religione. sarebbe l'errore più grande che potremmo fare...


Bertrand Russel

Caro Alberto vedi che le armi batteriologiche sono ingestibili, per chiunque, chi le usa corre il rischio di vedersi distrutto dalla propria stessa arma e nessun politico di nessuna nazione democratica potrebbe sfuggire alla forca dopo aver causato la morte di milioni di suoi elettori.

Bush che con la sua guerra ha causato la morte di circa 5.000 soldati americani e non lo si vede più da nessuna parte è un paria politico se avesse causato la morte di 5.000.000 di americani lo avrebbero impiccato ad un albero.

Se devi uccidere qualcuno ci sono mezzi molto più gestibili e sicuri di farlo.

giorgio

Ciao! Vorrei solo dire un grazie enorme per le informazioni che avete condiviso in questo blog! Di sicurò diverrò un vostro fa accanito!

angelo

Articolo molto interessante… di sicuro non sempre i soliti consigli triti e ritriti… grazie per lo spunto.

giorgio

Articolo molto interessante… di sicuro non sempre i soliti consigli triti e ritriti… grazie per lo spunto.

dragor

Giorgio, Angelo, grazie. Ma perché scrivete le stesse cose con 2 nomi diversi?

dragor (journal intime)

mattia

Continuate così, bravi!

I commenti per questa nota sono chiusi.