La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Quale "rispetto" per l'islam? | Principale | Charlie Hebdo o della libertà di espressione »

20/09/12

Commenti

Alfredo

Eccomi qua, puntuale come la scadenza di una cambiale.
Bello intercalare argomenti tragicamente seri con altri leggeri, un pó come dire agli interlocutori che spaziano su commenti polemici o OT : - Adesso parliamo di f... igituba...-
Per gli SMS: diciamo la verità. Chi di voi non ha mai desiderato sapere a chi fosse diretto un SMS di vostra moglie di vostra figlia, della vostra fidanzata. In tutta sincerità ammetto di averlo desiderato e solo per merito della vista da vecchio, che non mi permette di leggere a breve distanza, non ci sono riuscito.
Anche perché poi mi sarei comunque pentito.
Per lo stesso motivo non ho mai scrutato nei telefonini dei familiari o amici lasciati incustoditi o nelle chat al computer lasciate aperte.
Ma la tentazione sul momento é forte. E come lo é per me sicuramente lo è per gli altri.

Secondo argomento.
Una delle cose più belle dell'Africa è essere chiamato muzungu.
É l'equivalente di quando noi diciamo "negro" ad una persona di colore.
Una volta da noi era una cosa normale, poi la demenza collettiva ha fatto sì che diventasse un termine offensivo. Al pari dello spazzino che è diventato operatore ecologico, dell'infrmiere che è diventato un parmeidico al disabile che è diventato diversamente abile.
Io continuo ad usare il termine negro con le persone intelligenti. Uso dei sinonimi se parlo con imbecilli, ma in questo caso cerco di evitare la discussione.
Invece in Africa io sono il muzungu. E mi piace. Voglio sentirmelo dire. Che tenerezza quando un bambino si avvicina, ti appella :- Muzungu! E ti,tocca, mentre la madre si avvicina, lo allontana da te e si scusa per l'impertinenza o per la sincerità del figlio . Sincerità perchè nella sua innocenza non fa che ripeterti quello che ga sentito appena sussurrare prima dalla madre.
Oppure quando girando per il mercato di Kimironko si avvicina una vecchietta e chiede alla mia accompagnatrice se puó toccarmi un braccio. Come a dire :- Che bel cane, posso accarezzarlo?
A me queste cose fanno tenerezza. Mi piace essere chiamato muzungu!

Terzo punto
Sei un tirchio, Dragor! Chi vuoi zittire con 100 franchi. Offrine 2000 e vedrai che ottieni di più.

Alex

Perché non acquisti una piccola macchina o una bicicletta ? In un anno sarà rimborsata con i risparmi sugli SMS. Sono sicuro che Minou sarebbe d'accordo :-)

Alex

Alberto

Bello questo post, molto divertente! Mi ricorda quelli di Michele Serra, quando ancora faceva ridere...

Per la cronaca, le tre categorie elencate danno molto fastidio anche a me.

Tesea

Loro gradirebbero moltissimo la sala congressi all'Hotel Serena, ma temo che i 1000 dollari dovresti pagarglieli tu.
Tesea

Pim

Tutto il mondo è paese, mi viene da dire, è l'aspetto più divertente della globalizzazione... :-)

Ivano

Caro dragor, quando i rwandesi non saranno più così temo che il Rwanda sarà un posto peggiore. Daranno fastidio questi comportamenti, ma sono innocenti. Pensa se in ogni angolo di strada avessi torme di ragazzini che ti vengono a chiedere soldi, o se invece di leggerti gli sms ti accoltellassero per rubarti il cellulare...
Tutto sommato le tue disaventure fanno solo tenerezza:-)

dragor

Alfredo, si', ma un conto è l'SMS della figlia, un conto quello di un perfetto sconosciuto.
Muzungu significa letteralmente "straniero". Qualche volta, specialmente in provincia, se lo prende anche mia moglie che ha l'aria un po' frenchy. Quanto a me, è fuori luogo perché ho la nazionalità rwandese.
Se dovessi dare 2000 RF a tutti i seccatori, finirei come la Grecia :-)
Ciao, buona notte

dragor

dragor (journal intime)

dragor

Alex, vuoi dire che dovrei recapitare i messaggi di persona? Mi sembra un po' faticoso :-)

dragor (journal intime)

dragor

Grazie Alberto. Chi è Michele Serra?

Buona notte

dragor (journal intime)

dragor

Tesea, allora mi prendo la sala dei congressi e gli lascio l'autobus :-)

dragor (journal intime)

dragor

E' vero Pim, tanto valeva che restassi a Nizza :-)

dragor (journal intime)

dragor

Ivano,nel complesso non possiamo lamentarci. Kigali è la città più sicura di tutta l'Africa. Al confronto Nizza sembra la Chicago di Al Capone. A Bujumbura dopo le 5 di sera si puo' uscire soltanto in macchina e nemmeno questo ti mette completamente al sicuro

dragor (journal intime)

Alberto

Non posso credere che non conosci Michele Serra! Comunque:

http://it.wikipedia.org/wiki/Michele_Serra

I commenti per questa nota sono chiusi.