La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Il nuovo papa? Non esiste | Principale | Bosco Nyataganda si è consegnato alla giustizia! E adesso? »

21/03/13

Commenti

Alberto

Bellissimo racconto! e bellissimo gattone! falle una carezza da parte mia (anche due)

Homing Pigeon

Ciao Dragor,

che bella gatta! Dalla descrizione, anche se non nell'aspetto, mi ricorda la estrema dolcezza della gatta che avevo una decina di anni fa...

Sono contento per te. E per lei.

Un saluto da DU e una carezza alla miciona.

HP

Alfredo

In effetti per noi bazungu il modo in cui sonontrattati qui gli animali ppare crudele.
Vorrei tanto tenere in giardino un border collie ma dopo discussioni fiume ho rinunciato. Il cane deve essere libero secondo me. No, va legato corto, cortissimo e liberato solo di notte per fare la guardia mi dicono qui. E allora resti in Europa.

Alfredo

Vogliono pure mangiarmi il gallo. Vogliono cucinarlo sabato per me.
Mai! Se me lo ammazzate vendo casa .
Lo mangeranno comunque, è il suo destino. Ma non mentre io sono qui!

Bertrand Russel

Bella gatta e sembra anche furba e riuscita a trovare l'unico bianco di tutto il quartiere e poi lo ha messo subito a suo servizio.

He si Dragor adesso hai una dolce padrona so cosa vuol dire ho avuto per anni una dinastia di gatti randagi che si accampavano nel giardino di casa.

dragor

Grazie Alberto. Le ho fatto la carezza e ne ha chiesta un'altra :-)

dragor (journal intiome)

dragor

HP, ricordo di avere letto qualcosa sulla tua dolcissima gatta. A dire il vero non so se l'arrivo di Léa sia una fortuna. Avere un gatto è come avere un figlio: gioie, si', ma anche dolori...
Un abbraccio

dragopr (journal intime)

dragor

Alfredo, sul trattamento dei cani potrei scrivere un romanzo. La tendenza generale è legare i cani o addirittura chiuderli in una stanza di giorno e liberarli di notte. Quanto ai gatti, i congolesi se li mangiano come i rwandesi vorrebbero fare con il tuo gallo. E poi vogliono farci la morale du Bosco Nyataganda :-)
Ciao, a presto

dragor (journal intime)

Pim

Noi siamo il gatto che è in noi. Siamo i gatti che non possono camminare da soli, e per noi c'è un posto soltanto. (W.S. Burroughs)

dragor

Bertrand Russel,i gatti hanno un istinto infallibile per capire chi puo' aiutarli a sopravvivere. La tua dinastia di gatti è un'altra prova. Léa ha capito che la salvezza stava nel nuovo abitante del quartiere che una volta finito il suo soggiorno bujumbureno se la porterà a Kigali...

dragor (journal intime)

dragor

Pim, basta questa frase per farmelo piacere più di Kerouac!

dragor (journal intime)

Tesea

Mi stavo già preoccupando pensando cosa sarebbe stato di lei quando tu fossi tornato a Kigali (o in Europa).
In ogni caso te la raccomando
Tesea (mamma di tutte le speci animali)

I commenti per questa nota sono chiusi.