La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Dragor alla Sorgente del Nilo | Principale | Non è cristiana »

18/04/13

Commenti

Pim

L'Europa è storicamente terra di liberi pensatori, crogiolo di culture, fucina di ideologie, e tale rimarrà. Non bisogna dubitare.

Ciao Dragor, buona giornata.
Pim

dragor

Pim, anche il mondo arabo ci ha dato dei grandi liberi pensatori ed è stato un crogiolo di culture. E a che punto si ritrova?
Buona giornata anche a te, a presto

dragor (journal intime)

Alfredo

Il degrado economico in cui è proiettata l'Europa tutta sicuramente favorirà l'insediarsi dell'islam.
E comdivido i tuoi timori.
Anche i seguaci dello spaghetto volante soccomberanno. Nonostante osservino,comandamenti intelligenti.

Alfredo

A proposito: quando diventerai un Pastafariano?

dragor

Alfredo, lo sono già :-)

http://dragor.typepad.com/journal_intime/2011/08/mistica-degli-spaghetti-volanti.html

dragor (journal intime)

Alberto

I fatti che citi fanno pensare ad un mondo islamico all'età della pietra. In effetti è l'arretramento culturale ciò di cui dobbiamo avere paura, e non l'Islam in sè. Il mondo sta cambiando: sono sicuro che fra 50 anni, quando i tuoi nipoti saranno al nostro posto a discutere su Internet, il mondo sarà molto diverso - e anche l'Islam. Goditi un assaggio:

http://www.repubblica.it/esteri/2013/04/18/news/imam_washington_sono_gay_e_celebra_nozze_tra_coppie_omosessuali-56929336/?ref=HREC1-6

dragor

Alberto, la causa dell'arretramento culturale è proprio l'islam da quando Al Mansour ha cacciato Averroe da Granada e la religione si è identificata con lo Stato. Tutte le teocrazie sono condannate all'immobilismo e anche l'Europa ne sa qualcosa. Nel caso dell'islam mi sembra che si vada verso una progressiva radicalizzazione, anche se in alcuni paesi islamici è emersa una lobby laica. L'imam di Washington è l'eccezione che conferma la regola. Finché gli islamici non si decideranno a separare la religione dallo Stato, sarà la sharia a prevalere.
Ciao, buona giornata

dragor (journal intime)

marianna

Rispetto per le religioni altrui senz'altro.
Ma molta prudenza e attenzione a non facilitare e quindi consentire questa espansione in Europa che, per quella che è la "nostra" Storia,secondo me non ha alcun senso.
Questo per me vale per l'Islam e non solo.
Quando apprendo di alcuni miei conoscenti, che hanno abbracciato altre credenze, sinceramente trovo assurda e senza senso la cosa.
Una religione, qualunque essa sia, ha radici comunque ben piantate nella storia del popolo che la pratica. Pertanto a ciascuno la propria.Quanto ai liberi pensatori nulla da eccepire.Bene.In quanto la sfera religiosa, per me, riguarda solo la dimensione personale intesa come naturale esigenza. Nessunissima confusione tra religione e politica con ricadute sulla società civile. Purtroppo mantenere l'equilibrio in tal senso non è facile. Ma l'andare a scuola, l'istruirsi, il formarsi (e non settariamente) dovrebbe servire proprio a scongiurare un tal genere di pericolo.

A presto, affettuosamente sempre.
Marianna

Bertrand Russel

Scusa Marianna ma in base a quello che dici tu i gentili, tutti i non ebrei, avrebbero dovuto rifiutare il cristianesimo, perché derivava da una tradizione non loro e la chiesa ha sempre sbagliato a diffondere la fede, sia quando lo ha fatto con mezzi violenti sia quando lo ha fatto con mezzi pacifici.

dragor

Cara Marianna, Morsi è ingegnere civile, Ahamdinejad ha una laurea in scienza e tecnologia, Gannouchi in scienze economiche e tutti hanno fatto parte dei loro studi all'estero in scuole non settarie. Ma questo non toglie che per loro Stato e religione siano la stessa cosa.
Un abbraccio, a presto

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.